-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 1490)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 1188 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 139479195995.jpg - (20.79KB , 300x300 , seti-qa-0314-mdn.jpg )
1490 Num. 1490
http://www.popularmechanics.com/science/space/deep/the-search-for-aliens-is-just-getting-started-16584156?click=pp

Tra 20 anni sapremo di più.
>> Num. 1491 quick reply
Conosco alcuni canali di chat con delle prove difficili da buttare giù che gli alieni esistono

All'inizio volevo anche crederci, poi hanno iniziato a dire che anche gli dei esistono (Zeus, Ares, Odino, anche quelli egizi, ecc)

Gli ho chiesto come mai esistessero, mi hanno detto che sono thoughtform. Nel piano astrale o altra roba del genere questi dei sono stati creati dai culti stessi

MAH
>> Num. 1492 quick reply
>>1491
"Esistere" è un concetto deterministico e per certe situazioni (come i lieni, tra l'altro) perde di utilità - pur restando un concetto utile se devi riempire i secchi d'acqua al pozzo o fare il cameriere a londhra.
I lieni hanno agito e agiscono sulle coscienze di alcuni individui portati a percepirne la presenza. Ma se mi chiedi se sono omini verdi con gli occhioni che girano l'universo sui dischi volanti, mi faccio una sonora risata.
>> Num. 1493 quick reply
Potrei essere d'accordo, però non vedo perché escludere l'ipotesi che tu fai
>Ma se mi chiedi se sono omini verdi con gli occhioni che girano l'universo sui dischi volanti, mi faccio una sonora risata.
>> Num. 1494 quick reply
>>1493
Perchè è un costrutto tecnocentrico. Mille anni fa non esistevano i razzi, né la nozione di vita nello spazio (astronomia tolemaica, stelle fisse, etc), quindi la gente che ti veniva a prendere nei sogni e ti portava in caverne di luce erano angeli o diauli. Oggi abbiamo i razzi e l'idea che, statisticamente, ci debba essere altra vita nello spazio per la legge dei grandi numeri (anche se le nostre nozioni di quanto è grande l'universo sono tragicamente imprecise), quindi gli omini sono esseri reali venuti giù da quei mondi con mezzi tecnologici.
La percezione di quello che abbiamo intorno è in buona misura data dal nostro bagaglio culturale.
Questa comunque è la mia umilissima opinione e non la difenderò nel caso voleste dissentire, è vostro sacrosanto diritto farlo e mio non iniziare un flame su determinismo vs relativismo.
>> Num. 1495 quick reply
La mia domanda era un'altra, grazie comunque, mi fa piacere che c'è qualcun'altro che continua a lurkare x
>>1494
>> Num. 1498 quick reply
>>1495
In pratica lui prende:

"Angelo circondato dal fuoco ti prende per mano e ti porta via verso la luce divina".
"Astronave circondata da lucine ti porta via con un raggio traente verso una luce".

e li riduce a "X usa Y per alzarti verso Z" e, usando questa definizione di somiglianza, conclude che sono la stessa "cosa".

Il fatto che questa "cosa" esista, cioè, sia percepibile con i sensi e con delle macchine, non è importante; e non è neppure importante, se esiste, sapere come è fatta.

L'importante è che fa qualcosa che produce qualcos'altro.
>> Num. 1500 quick reply
>>1498
Hai colto nel segno, ma fino a un certo punto, non credo che l'esito dell'abduzione sia un "qualcosa" di definito. Persone addotte continuano a essere cretini o intelligenti, nel nostro paradigma culturale (in quello Inuit invece, generalmente diventano sciamani - anche se odio l'uso di questo termine- e anche in molti altri paradigmi cosiddetti premoderni). Il senso di teleologia lo escluderei del tutto, sono interferenze, rumori di fondo dai quali talvolta emerge una figura riconoscibile. L'uomo cazzeggia con questa roba dall'alba dei tempi e probabilmente gli animali hanno a loro volta una vita magica, per non parlare delle piante (gli spiriti vegetali sono tra i più comuni da vedere, come il "mescalito" di Castaneda e Anton Wilson, io stesso ne ho incontrato uno un paio d'anni fa).
[Indietro] [Thread intero] [Ultimi 50 post]


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo