-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 18783)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 6000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 980 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 163728768331.jpg - (62.54KB , 708x565 , ghezzi shoop da woop.jpg )
18783 Num. 18783
Filo in cui mi alleno a scrivere minirecensioni dei prodotti audiovisivi che guardo.

Per renderle più interessanti e diverse dalle recensioni inutili che si vedono in giro, aggiungerò dei dettagli tecnici spesso soprasseduti.
La pic nel post, sotto spoiler, sarà un'immagine esemplificativa; per adesso comincio con la prima e l'ultima inquadratura del film - per i film per cui non sarà possibile specificherò altrimenti.
Aggiungerò poi una scheda.

Genere: genere narrativo del film
Ebrei: se il film è stato scritto o girato da ebrei
Struttura: la struttura fondamentale del film
Tema: la domanda tematica su cui il film si interroga
Arco di trasformazione: il percorso che svolge il protagonista per risolvere il suo fatal flaw
Ghost: se presente, il trauma passato che genera nel presente il ff del protagonista
Incidente scatenante: la rottura dell'equilibrio che mette in moto la storia
Primo turning point: il varco della soglia che porta il protagonista dal suo mondo ordinario a quello straordinario, che chiude il primo atto
Secondo turning point: il punto di morte in cui crediamo che ogni speranza sia perduta, che chiude il secondo atto
Climax: il momento nel terzo atto di massima tensione narrativa
Momento kino: etichetta che mi sono inventato io per individuare le scene di estasi filmica, il momento magico in cui la trama è portata avanti in un gesto teatrale, riconoscibile, che identifica il film
Tette: se il film contiene quantità significative di fregna

Formato: il formato in cui è articolata la serie
Area macrotematica: lo spazio che fornisce la declinazione dei singoli temi di puntata
Arena: il luogo fisico dove si svolgono i plot
Protagonista tecnico: il principale punto di vista della serie
Espandi tutte le immagini
>> Num. 18784 quick reply
File 16372878097.jpg - (382.32KB , 3833x800 , Immagine Spoiler.jpg )
18784
Pig
di Michael Sarnoski
USA 2021, 92'

Così come le spade di Hattori Hanzo, un film con Nicolas Cage va confrontato con tutti gli altri film con Nicolas Cage.
Con tutti i ruoli che si costruisce senza leggere la sceneggiatura, con le stupidate senza senso, con tutti i momenti di mega-acting - ai quali, quando gli vengono rinfacciati, risponde tranquillamente «Life can be mega.»
Il suo film più celebrato su Rottentomatoes è un dramma low di titoli serifati e trucco non lavato dalla faccia per giorni. Fa tutto quello che deve per ingraziarsi i critici, senza essere scolastico come un film di Villeneuve.
Soltanto a metà strada cala la maschera da A24 e si rivela essere, a conti fatti, un film di cucina. Uno che sputa in faccia alla cuisine televisiva, a masterchef e agli adepti della raffinatezza. Mangiare è stare insieme, cucinare è un atto d'amore. Ma l'amore non fa miracoli.

Opera prima di Sarnoski, il quale ha capito che è dai tempi di Nebraska che la locandina del film può benissimo essere una fotografia del protagonista colla luce di taglio e i filtri di instagram.



Genere: nicolas cage drama
Ebrei: sì
Struttura: tre atti 15-45-25
Tema: è possibile la riconciliazione?
Arco di trasformazione: angelo viaggiatore (archetipo molto raro in cui il protagonista non cambia, ma tutti gli altri personaggi attorno a lui sì. Gli unici altri esempi che mi vengono in mente sono Le Confessioni di Andò e Valhalla Rising)
Ghost: moglie morta (ff: eremita)
Incidente scatenante: furto del maiale
Primo turning point: Rob scende in città
Secondo turning point: minacce di Darius
Climax: riconciliazione in cucina
Momento kino: preparazione della cena
Tette: assenti
>> Num. 18791 quick reply
>>18784
>Struttura: tre atti 15-45-25

Qui intendi dire la durata in minuti di fase iniziale/svolgimento/conclusione?
>> Num. 18837 quick reply
BUMP!
Per interesse /r/ichiedo cortesemente altre recensioni, in particolare di The Last Duel (che mi ha fatto riflettere molto post-visione) e The Unholy (che era talmente stupido da voler leggere una recensione-insulto).


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo