-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 16166)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 6000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 965 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

Video 157616322590.webm - (2.94MB , 608x1080 , 1576159522432.webm )
16166 Num. 16166
Imperiali o ribelli?
Ho visto una statistica che aveva gli italiani schierati quasi al 50 e 50 pendente di pochi punti percentuale verso i ribelli
Espandi tutte le immagini
>> Num. 16170 quick reply
gli imperiali sono sovranisti
>> Num. 16172 quick reply
Vi ricordo che l'impero è malvagio solo in quanto così viene mostrato nei film. Poi, negli anni, si è costruito questo mito dell'impero fascista.
>> Num. 16173 quick reply
File 157618132139.jpg - (36.02KB , 753x520 , MICCIO!.jpg )
16173
l'imperiale non ha stile,purtroppo.
gli unici che hanno un po di personalità sono i sith
e poi mamma oh,l'imperiale O è bianco o nero ma come si fa?
assolutamente scontato e prevedibile. no,no e NO!
Il ribelle potrebbe passare inosservato come allo stesso tempo fare la sua porca figura in eventi speciali ma mai cerimonie!
per le cerimonie gli stracci da prete ed i giubbetti da rockstar che indossano sono assolutamente inconciliabili con il tutto.
Ci toccherebbe ridipingere i muri della stanza per farci stare bene un ribelle dentro.
perché l'universo non ha più robotti puri e dai colori sgargianti?io quelli li metterei ovunque assieme agli orsetti negri ehe
>> Num. 16175 quick reply
>>16172
Guerre stellari alla fine è una porcheria e basta. Le cose succedono perché si e gli scopi non sono ben precisi. I cattivi sono cattivi perché si(th) e non c'è molto altro dietro le loro motivazioni. Palpatine dopo aver preso il potere in sostanza non fa una beneamata minchia. Non rifonda i sith, non fa le orge con le tipe con i tentacoli in testa, non manda qualcuno a spaccare il culo a jabba the hut che continua a fare quello che cazzo gli pare. Si limita a costruire la morte Nera per oneshottare pianeti e non si sa neanche perché, visto che con l'abbondanza di uomo e mezzo che ha dovrebbe essere in grado di bombardare a tappeto qualsiasi cosa e renderla inabitabile.
È tutto poco chiaro e non è neanche chiaro come, se l'imperatore è veramente cattivo, riesca a mantenere questo potere su così tanti pianeti e chi li governa per lui e cosa i suoi governanti facciano.
>> Num. 16176 quick reply
  Direi Nokia.
>> Num. 16177 quick reply
>>16175
Tu sei uno di quelli che vorrebbero un documentario su una società interplanetaria fittizia. E magari pure un progetto dettagliato su strumenti e mezzi che non ancora esistono.
Prima di tutto (a parte te) chissenefrega. E secondo non è il punto della storia fare una anatomia di palpatine e il suo impero. Non è quello il succo della storia.
Non lo dico da fan di guerre stellari che proprio neanche per il cazzo. Ma il tuo è un atteggiamento che vedo spesso un po' ovunque. Sei un po' come quei bambini che invece di prestare attenzione alla morale di cappuccetto rosso, che è "stai lontana dagli estranei, che ti "mangiano"" continua a chiedere "come fa il lupo a parlare? Cos'ha la nonna? perché non se la tengono a casa? perché ci va cappuccetto? Come ha fatto a mangiare una persona intera? Che ci faceva li il cacciatore? perché? perché? Perchéperchéperchéperché..."
perché c'è una storia da raccontare e per fortuna non tutti sono così patologicamente nerd da richiedere una analisi sociopolitica di un universo inesistente ambientato nel mondo interstellare delle fate.
>> Num. 16178 quick reply
>>16173
Ho risotto

>>16175
Allegoria degli USA o degli altri cattivoni che vivono dove nevica sempre?
>> Num. 16179 quick reply
>>16177
Mi accontento di Warhammer 40k, o al massimo di Mass effect. Basta che ci siano le aliene con i tentacoli in testa che fanno le prostitute e sniffano coca col culo ma no, neanche quello. Ma che merda.
>> Num. 16180 quick reply
  >>16179
Ma che volete, ma che volete...
>> Num. 16181 quick reply
>>16166
Cos'è questa roba in embed esattamente?
>> Num. 16738 quick reply
>>16175
La trama di Guerre Stellari è semplice ma aveva capo e coda. I personaggi hanno una personalità e delle motivazioni. E`un film onesto se togli gli orsacchiotti e le altre cagate di Lucas. Il discorso che fai lo capisco e hai pure ragione, ma la mentalità del chiedersi i perché e i come sull'impero e i vari cazzi e mazzi è una cosa moderna generata dai consumatori rincoglioniti. Adesso è normale guardare Guerre Stellari aspettandosi che sia alta cultura.
In realtà era un film senza pretese. Segui un ragazzo che diventa un uomo e i vari archi degli altri personaggi come contorno. Al dilà della situazione di base il resto non è importante perché il centro sono i personaggi.
Purtroppo intrattenimento e cultura si sono mescolati, la cultura non ha più un suo spazio perché l'intrattenimento l'ha soffocata, e l'intrattenimento cerca di gonfiarsi per diventare ciò che non è. Tutti quelli che scrivono sta roba pensano di essere Tolkien e sfornano contenuti senza scopo se non quello di soddisfare na massa di bambini perenni, incapaci dell'empatia per relazionarsi alla semplice storia umana o dell'intelligenza per prenderla per ciò che è, capaci solo di consumare per confermare di esistere. Pensano di voler sapere se Darth Vader ha il culo depilato, ma vogliono soltanto per provare di essere aggiornati.
Non vedo altro motivo per cui riescano ancora a sfornare sti film di merda che sembrano scritti da un computer.
>> Num. 16739 quick reply
Io faccio parte di quella fazione che se ne sta a bordo campo di battaglia a bere birra e farsi le seghe.
>> Num. 16740 quick reply
File 158753938878.jpg - (41.70KB , 480x480 , 41508001097100712PRDID_0.jpg )
16740
Ma che e' tutta sta negromanzia su /me/
>> Num. 16742 quick reply
File 158754392356.jpg - (46.21KB , 600x316 , sw.jpg )
16742
Per una volta vorremmo adattare il nostro linguaggio e la nostra veduta del mondo, la nostra weltanschauung a una questione di ordine più basso rispetto alle tematiche in genere da noi trattate: la nota e spettacolare saga di Guerre Stellari in questi giorni tornata sulla ribalta col suo settimo episodio.
Tra il serio e il faceto diremo brevemente perché il Cuib è schierato ancora una volta coi cattivi.
Per farlo non si potrà prescindere dalla considerazione ben nota che i cineasti di Hollywood traggano ben poco dal caso, o dalla mera fantasia, nella produzione di queste grandi opere, attingendo invece copiosamente dal mondo dei miti e delle letterature esoteriche, in Matrix ad esempio la distinzione tra un mondo virtuale e uno reale è ben nota e di origine gnostica ritrovabile in Basilide e in altri autori dei primi secoli della cristianità.
Lucas, il produttore di Guerre Stellari, non ha d’atro canto mai smentito di aver caricato la sua saga di contenuti morali e simbolici né ha mai smentito la sua affiliazione alla massoneria (fatto che negli USA come noto è di gran lunga socialmente più accettabile di quanto non accada qui, dove i “fratelli” hanno ancora qualche pudore a rivelarsi come tali).
Non potendo fare qui una disanima completa delle etimologie dei nomi dei personaggi o degli altri simboli presenti nella saga ci possiamo limitare a metterne in luce alcuni fatti salienti.
Innanzitutto qual è il nemico dell’Impero ? Cos’è che il Cancelliere Palpatine (e si noti che il nome Palpatine deriva dal nome del colle Palatino, il colle di Romolo e di Augusto fondatori della grandezza romana) distrugge nel terzo episodio della saga ?
Il loro nemico non è nient’altro che la Repubblica una iperdemocrazia parlamentarista di livello galattico.
Già tale Repubblica ha caratteri poco lusinghieri ai nostri occhi essendo chiaramente votata ad una sorta di irenismo-pacifismo costitutivo (si vedano le resistenze che si affrontano per dotarla di un esercito, fatto comunque condannato dalla morale della favola in quanto funzionale ai disegni del Cancelliere-Imperatore), antimilitarismo e antimarzialismo dunque seguiti a ruota da uno smisurato egualitarismo con annesso internazionalismo e intermondialismo come si vede bene nel suo sistema senatoriale volto a rappresentare senza distinzione o discriminazione alcuna, tutti alla stessa maniera, i più disparati popoli della galassia.
Da notarsi però come tale sistema, pur democratico, non veda mai i popoli intervenire sulla scena politica, essa è tessuta sempre da personaggi più altolocati in particolare dall’ordine-casta dei Cavalieri Jedi, tutori e protettori della Repubblica che si radunano, guarda caso, nel “Tempio”, o anche loggia se si volesse tradurre il linguaggio massonico.
Il tratto massonico dei Jedi è confermato poi da tutti le loro caratteristiche, l’essere un ordine chiuso, scandito per gradi, strettamente iniziatico, capace di interagire, in maniera quasi magica, con la “Forza” sorta di principio vitale ilemorfico o divino innervante tutto l’universo, raggiungibile tramite appunto l’ascesi, non una ricerca esteriore quanto una meditazione, un raccoglimento, una meditazione interiore, appunto seguendo la via esoterica dell’iniziato.
Il credo dei Jedi e la rilevanza di questo concetto di “Forza”, di chiara matrice pagano-panteistica escludendo infatti che essa sussista come essenza divina personale e trascendente, ossia teisticamente concepita, sembra quindi confermare l’infettazione massonica di tale Repubblica demo-plutocratica.
Ancora: a favore della massonicità, e perciò in definitiva della anticristianità, del credo dei Jedi rimane anche il loro atteggiamento nei confronti della morte più volte ribadito nei confronti dell’irruento Anakin Skywalker, la morte, gli ribadiscono, è un fatto naturale e ineluttabile, la vera saggezza è accettarla e lasciare che lo spirito dei morti rientri in comunione con l’universo della Forza in maniera naturale, escludendo invece la promessa di resurrezione e di sopravvivenza sovrannaturale rispetto di essa.
Chi invece promette ad Anakin, il giovane nato e caricato di profezie da un parto verginale, tale resurrezione se non il Cancelliere Palpatine ?
E chi vi ricordano questi caratteri: profezie di salvezza, nascita da una vergine, promessa di resurrezione ?
Si intravede qui il concetto massonico che vorrebbe riconoscere a Nostro Signore una sua grandezza umana, di sommo profeta e grandissimo sapente forse, grandezza però tradita dalla sua inclinazione teistica e infine, insanamente, secondo la distorta ottica massonica, resurrezionistica che, volendo rompere i legami della Natura, rompe i legami della ragione in uno slancio fideistico che arriva, conducendo ad un delirio di onnipotenza, all’abbraccio della tentazione romana (ricordarsi Palpatine=Palatino) di dominio terreno (vedasi qui la critica moderna al concetto di “Chiesa Costantiniana” in opposizione presunta con la “Chiesa delle origini”).
Con queste riflessioni è allora facile capire perché si debba stare con l’Impero e coi suoi degni epigoni del Primo Ordine dell’episodio sette.
L’Impero è l’ordine contro il caos, è un potere anagogico, capace di condurre le diverse moltitudini della galassia non perché ricevente dal basso la propria autorità ma perché invece fa rivivere un principio alto, assoluto capace di trascendere gli interessi particolari mettendo allo stesso tempo alla porta la via esoterica dell’iniziazione rivelandosi invece come sincera ed esplicita essoteria
E’ imperium sine fine come fu l’impero romano, avendo ricevuto tale carattere direttamente da Giove, garante dell’aeternitas romana, della sua illimitatezza spaziale e temporale, illimitatezza del potere, dell’autorità, del prestigio, garantita dalla trascendenza della sua origine e dei suoi fini, non certo dall’opinione dei popoli assoggettati ad esso.
Impero di fede, se è vero infatti che questo Impero non abbisogna più dell’ipocrita reggenza dei Jedi, che dal segreto del loro Tempio amministrarono la Repubblica “democratica”, dove eppure i popoli scettrati non sono che comparse e marionette, di fede poiché fondato sull’atto di fede di Anakin, quella fede che per il miscredente di loggia porta al sonno della ragione e a generare mostri, autoritarismo e volontà di vita e di potenza in questo caso, fede che invece porta per noi ad un sogno reale e divino.
La supremazia imperiale si manifesta poi innegabilmente nel suo trionfo estetico, manifestazione ultima, conforme ai principi classici del kalos kai agathos, della corrispondenza dell’ordine esterno con l’ordine interno. l’Impero è infatti ordine, serena conformità alla giusta disciplina, musicalità dalla tonalità trionfale, uniformità al carattere di milizia votata alla lotta, recupero del carattere anagogico e sacrale del potere, messa al bando dell’orizzontalismo relativista e livellatore della Repubblica, compattezza legionaria, ristabilimento della signoria del mondo del dovere su quello del diritto.
La fine della Repubblica, delle sue corruttele come delle sue ipocrisie, del suo molle e ondivago credo, non ci vedrà certo luttuosi.
Noi del Cuib, prospettando una società più salda e più sicura, secondo le parole del Cancelliere, applaudiamo consapevolmente all’edificazione dell’Impero.
Noi del Cuib stiamo ancora una volta, e come sempre, dalla parte dei cattivi.
>> Num. 16880 quick reply
File 158992652288.png - (407.47KB , 600x400 , 1.png )
16880
>>16742
>noi del Cuib
Che intendi dire?
>> Num. 16886 quick reply
>>16177
Non ha chiesto un documentario. Ha chiesto dei cattivi con delle motivazioni. Però alla fine la motivazione c'era, ed era il potere. I cattivi hanno preso il potere, ad un certo punto ed in qualche modo, e lo stanno consolidando. Appaiono come il tipo di persone che cerca il potere perché sì piuttosto che per uno scopo ulteriore, e tutto sommato quel tipo di persona esiste e si è ritrovata al potere in passato, con risultati meno che ottimali.

Star Wars da un certo punto di vista è sempre stato al 50% un western: la galassia è tutto sommato divisa, il potere non è onniscente come immagineremmo oggi in una società ipertecnologica. L'impero è primariamente un esercito e se ti nascondi in culonia a spacciare bamba tutto sommato è difficile ti becchino. Hanno ancora un gran bisogno di andare i posti e fare cose, intimidire pianeti, costruire le mega armi e cazzi vari. La cosa si è persa a via di aggiungere materiale a cazzo di cane e diluire.

Comunque impero, per le divise e il design.
[Indietro] [Thread intero] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo