-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 15115)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 6000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 836 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

Num. 15115
  Filo sugli sceneggiati rai?
Filo sugli sceneggiati rai.

Oblomov è il titolo di uno sceneggiato in quattro puntate andato in onda sul Secondo Canale RAI dal 18 maggio all'8 giugno 1966. Tratto da un romanzo dello scrittore russo Ivan Aleksandrovic Goncarov, pubblicato nel 1859, l'adattamento televisivo fu curato da Annamaria Famà con la sceneggiatura di Chiara Serino e la regia di Claudio Fino. Specchio di un fatalismo storico, Oblomov è stato considerato dalla critica l'eroe immortale della pigrizia, prodotto di una generazione viziata e apatica, inerte e priva di volontà, che non ha saputo dedicarsi a quelle riforme di cui necessitava la società russa. Con ironia pungente e forza narrativa, Goncarov crea intorno al protagonista un'atmosfera ossessiva e a tratti morbosa che denuncia non solo l'arretratezza civile di una nazione ma soprattutto i conflitti interiori di ogni coscienza umana. La pigrizia di Oblomov è una malattia indolore e mortale e l'antieroe di Goncarov è un testimonial del no alla vita: provinciale idealista vive a Pietroburgo della rendita di una tenuta dimenticata, nella piú assoluta inerzia fisica e psichica. In una camera coperta di ragnatele e di libri ingialliti giace nella sua «normale posizione» su un emblematico divano, dormendo e sognando, stanco e insensibile ai rumori della vita. Eccellente il cast con un Alberto Lionello pienamente a suo agio nella parte del protagonista, affiancato da Nando Gazzolo, Giuliana Lojodice, Bianca Toccafondi e Pina Cei.
>> Num. 15120 quick reply
Oblomov era il nome di un locale nella mia città, in centro pieno.
Ce l'ha avuto, per un po', un mio parente in gestione ed è riuscito a farlo fallire.

Ci andavo spesso quando ero piccolo, era un bell'ambiente.
>> Num. 15122 quick reply
Mamma mia è la storia di anon che non esce dalla cameretta, /r/ichiedo webm da 49:08 da 49:58.
>> Num. 15123 quick reply
Video 155656912930.webm - (4.44MB , 640x360 , oblomovfag.webm )
15123
>>15122
>> Num. 15128 quick reply
  >>15123
Grazie webmfag.
Momento superquark:
Il personaggio ha dato origine ad un termine, oblomovismo.
Leggiamo, da Treccani.it:
oblomovismo s. m. – Atteggiamento di apatica e fatalistica indolenza, assunto come caratteristica emblematica della generazione russa anteriore all’abolizione della schiavitù della gleba (1861). Il termine, tratto dal nome di Oblomov ‹ablòmëf› protagonista del romanzo omonimo (1859) del narratore russo I. A. Gončarov, fu diffuso dal saggio di N. A. Dobroljubov, Čto takoe oblomovščina «Che cosa è l’oblomovismo», pubblicato nello stesso anno.

A voi la seconda parte.
>> Num. 15140 quick reply
  >>15128
Terza parte, sta diventando sempre più un personaggio della grandezza di Anna Karenina.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo