-  [WT]  [Home] [Manage]

Al contrario di DC/hd/, le richieste di torrent, crack, etc. non sono contro il regolamento.

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 16315)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 975 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 157495993361.jpg - (115.62KB , 612x612 , 8583463919_95b6276e26_o.jpg )
16315 Num. 16315
Codeanon vorrei imparare a programmare.
Al liceo ho fatto un po' di C, le cose basilari, ma mi piaceva e mi veniva naturale. L'anno scorso ho ripassato un po' e ho incominciato a guardare qualcosa di python, ma il problema era che non riuscivo ad applicare nel quotidiano quello che imparavo.
A casa ho sempre smanettato con il pc e i vidya, ma università sono iscritto ad una facoltà umanistica quindi lì l'unica cosa in cui mi serve il computer è prendere appunti e usare il browser.
A voi che programmate per cosa vi torna utile nella vita di tutti i giorni?
>> Num. 16317 quick reply
Ciao OP, prima di darti un consiglio devo chiederti in che senso programmare dovrebbe tornarti utile nel quotidiano. Te lo domando perché io, che pur programmo 4 giorni alla settimana su 5 di lavoro, non uso nessun linguaggio di programmazione "nella vita di tutti i giorni". Ho un piccolo progetto personale/vydia su cui ogni tanto butto via del tempo, ma a parte quello, non mi trovo mai in situazioni del tipo "mi scrivo una utility per fare X"
>> Num. 16318 quick reply
>>16317
This.
Al massimo CommonLisp per personalizzarsi emacs.
>> Num. 16320 quick reply
>>16317
>in che senso programmare dovrebbe tornarti utile nel quotidiano
Se oggi imparo a programmare, domani cosa ci faccio con quello che ho imparato? Non lavorerò mai nel campo e quindi tolto il lavoro può servire a qualcosa? Dalla tua risposta mi pare di capire di no.
>> Num. 16321 quick reply
Uno impara a programmare se ha un problema che può essere risolto usando un pc e un linguaggio di programmazione.

Tu hai qualche problema in testa?

Io avevo il problema di calcolare il colore medio di una pic, di estrarre una palette di colori da una pic, di fare macchie di Rorschach partendo dalle originali, di creare immagini "artistiche" con funzioni, e ho imparato un po' di python+imagemagick.
>> Num. 16322 quick reply
>>16320
Se usi Linux ti serve a fare funzionare il tuo sistema operativo quotidianamente. Ormai non capisco più la gente che cazzo lo usi a fare Linux, a parte essere un hobby.
>> Num. 16323 quick reply
  >>16322
Ma anche no. Tra sistemista e programmatore c'è un fottuto abisso, anon. È come dire che uno che sa lavorare in fonderia è anche un bravo meccanico. Certo che ci sono punti di contatto (principalmente script di configurazione) ma si tratta di poca roba.

Per OP: se oggi impari a programmare, domani potresti decidere di iniziare un progetto di programmazione come hobby, oppure cambiare settore di lavoro. Ovviamente meno tempo hai a disposizione, più specifico dovrai essere: per esempio, non puoi metterti a imparare C, C++, Java e Python tutti insieme, dovrai concentrarti su qualcosa in particolare. Personalmente ti consiglierei Processing, perché ti permette di fare anche roba di generative design e artistiche di vario tipo, che magari ti può piacere di più delle classiche cose "da informatico".
>> Num. 16346 quick reply
>>16322

cazzate
>> Num. 16349 quick reply
>>16320
Conosco programmatori che usano 10 linguaggi diversi e nel mercato italiano del lavoro il massimo che ora ottengono sono offerte da 8 ore al giorno pagate 700€ al mese
Capisco benissimo quando mi dicono che sono delusi e vogliono fare i magazzinieri o fare il trasporto di pacchi con furgoni


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo