-  [WT]  [Home] [Manage]

Name
Email b i u s sp
Soggetto   (nuovo thread)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 8192 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 755 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 158507718018.jpg - (6.05MB , 1920x11567 , spring-2020.jpg )
34623 Num. 34623 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi]
Conosco e vi consiglio "gal to kyouryuu" e "Arte" (ma potrebbero cascarvi i coglioni, ma mi lamenterò più avanti).

Qualcuno ha visto i primi 6 episodi dell'anime furry della trigger? ditemi se posso guardarlo o mi faccio il sangue amaro.
Omessi 45 post, e 17 immagini. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34763 Risposta Veloce
>>34762
Fun fact: Ryo Saeba è praticamente Ataru Moroboshi sotto steroidi. E "la tipa col martello" è una variante di Lamù che usa il martellone invece dell'elettricità.
Inzialmente il manga inizia in maniera piuttosto seriosa, è Ryo è un assassino duro e puro. Che viene ingaggiato per uccidere, e non per fare da guardia del corpo.
>> Num. 34764 Risposta Veloce
>>34763
Non c'avevo fatto caso, però hai ragione. Con una differenza però, che secondo me è molto importante. Ataru è inferiore a Lamu. Lamu è bella, dotata di grandi poteri, e la sua "sottomissione" (termine orribile ma non trovo niente di meglio) ad Ataru è un gesto di amore.

Invece in City Hunter i rapporti di forza sono capovolti. Ryo è figo e forte, Kreta* lo lega perché lui la lascia fare. Si tratta di un rapporto quasi fra adulto e bambino, o quantomeno molto più giocoso di quello fra Ataru e Lamu. Qui io ci vedo un grande avanzamento da Ataru al protagonista maschile moderno, nel senso che Goku opera con la stessa logica quando Kiki s'incazza, moltissimo della comicità sulla violenza si basa su questo assunto che soddisfa una certa insicurezza maschile.
In occidente, invece, nella violenza della moglie c'è sempre un velo di degrado. Lei picchia lui quando torna a casa ubriaco, fa ridere, ma mostra anche un uomo che torna a casa ubriaco.

*il suo nome in Italiano me lo sono andato a cercare perché mi ricordavo che era insulso
>> Num. 34765 Risposta Veloce
>>34764
Lum e Kaori sono fra i personaggi che hanno fatto da predecessori allo stereotipo della tsundere. La loro violenza è giustificata dal fatto che Ryo e Ataru sono praticamente degli stupratori senza controllo. E non uso il termine a caso. Una delle "gag" tipiche del manga di city hunter, e inquitantemente tipica dell'epoca, è 'l'assalto notturno". Ovvero infilarsi di notte nel letto della tipa mentre dorme e scoparsela. Ataru era più innocuo, ma comunque un ipersessuato e estremamente infedele. erano personaggi che meritavano quello che gli veniva inferto. Invincibili e immortali come dei looney toones.
E' un trope che è decaduto e morto dopo che evangelion ha popolarizzato il trope del protagonista mezzasega, spesso timidissimo e talvolta persino allergico alle donne. La violenza della tipa contro questi poveracci ha smesso di essere divertente ed ha cominciato ad essere percepita come gratuita e odiosa. Infatti al giorno d'oggi è difficile trovare una "main girl" che alza le mani. E se lo fa spesso il protagonista si vendica ferocemente. Oppure è una situazione da pentimento istantaneo in cui lei parte in una raffica di "komenasai" con le lacrime agli occhi.
>> Num. 34766 Risposta Veloce
>>34765
Ho la sensazione che ci siamo lasciati dietro il protagonista che ha paura delle donne. Ammetto di non guardare molti harem, però mi pare che il protagonista moderno abbia paura più delle conseguenze che del gesto in quanto tale. Haganai è il primo esempio che mi viene in mente.

Vorrei anche spezzare una lancia in favore di questo filone di personaggi spaventati dal sesso. Molte critiche mi sembrano discorsi da divano, io non credo che mi comporterei in maniera diversa.
>> Num. 34769 Risposta Veloce
Ho visto il film di lupin.
La grafica al computer non mi è piaciuta per niente. Fujiko in particolare, è fortunata che ha le tette grosse e la voce di Sawashiro.
Per il resto è un film classico, che dopo quei film per me troppo violenti ci sta.


File 159101359096.png - (1.51MB , 720x3000 , 009-001___1573439945.png )
34768 Num. 34768 Risposta Veloce hide watch quickreply [Rispondi]
Praticamente tutto quello che non va con gli isekai.
Questa novel e webcomic è uno shitpost ininterrotto sui tropes isekai shonen. Con un protagonista deciamente empatizzabile che rappresenta un po' tutti noi. Diciamocelo, chi non ha mai facciapalmato al cattivone di turno che aspetta che l'eroe vada a leveluppare prima di intervenire? Chi non ha mai rollato gli occhi ai vari personaggi shonen. Chi non avrebbe mai voluto dare un pugno in faccia all'esibizionista tsundere che cerca di uccidere il protagonista dopo che lei se ne va in giro nuda per casa senza nessuna preoccupazione... e tante altre cose del genere. Questo webcomic e la novel da cui è tratto è praticamente la frustrazione di tutti noi. E questo rende la lettura estremamente soddisfacente.


Num. 34767 Risposta Veloce hide watch quickreply [Rispondi]
  Notte.


File 158990113229.png - (356.49KB , 1000x584 , Immagine Spoiler.png )
34750 Num. 34750 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi]
<---spoiler recenti capitolo di Berserk

Ora che Caska è tornata quella di una volta e che quindi Gatsu non ha più una ragione per viaggiare e far fuori i nemici cosa pensi che succederà?
Omessi 3 post. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34755 Risposta Veloce
È un po' che non lo leggo, ogni anno per un paio di capitoli mi viene voglia di ripartire da capo. Ero arrivato al sogno di caska Mi sembra sia passato tanto, ma non mi sorprendo se sono solo 30 pagine.
Avevo letto che era a tipo 3/4 o 2/3 terzi, implicando che abbia già più o meno tutto in testa. È così o ricordo male?
>> Num. 34758 Risposta Veloce
File 158991154645.jpg - (134.94KB , 728x1045 , fanculo_Miura.jpg )
34758
Possibilmente Caska ha finalmente capito che Grifis c'ha da morire e vorrà la sua vendetta.

>>34754
S'è capito da tempo che ha completamente perso interesse in Berserk. Adesso cerca di fare merda pedofila.
E' davvero triste vedere la degenerazione di un autore che ha donato al mondo uno dei migliori manga esistenti.
>> Num. 34759 Risposta Veloce
Grazie OP, controllo una volta ogni bimestre e me l'ero perso.
Boh,finalmente è finito questo pezzo noioso, ma credo che il legame tra caska e quell'altra con la spada del vento (ormai non ricordo più nemmeno come si chiama) sia importante per il finale della storia. Tipo che tizia-con-la-spada-del-vento muore male e caska ha una reazione inaspettata.
Continuo a seguire Berserk da diciotto anni solo per sapere l'identità e la storia del cavaliere scheletro, speriamo che salti fuori nei prossimi cinque anni.
>> Num. 34760 Risposta Veloce
File 159005733639.png - (882.52KB , 700x673 , e4f29c994b6804163a79e7ff17957831.png )
34760
>>34759
La spada del vento la ha Serpico (a sinistra), cioè il servitore di Farnese (a destra), che è la tipa che intendi tu. Farnese oramai imparerà gli incantesimi e il ruolo di Silke sarà inutile, quindi speriamo di levarcela di torno, lei, la sua elefetta scema e pure Isidoro. Ci sono troppi bambini nella compagnia, la mia speranza è che vadano a combattere il falco solo gli adulti, ma ovviamente sono in ampia minoranza numerica, quindi si creerà una situazione alla endgame, con un esercito male assortito con tutte le comparse dall'inizio del fumetto ad oggi.
>> Num. 34761 Risposta Veloce
>>34760
E che siccome in Kenshiro c'erano Lin e Bat, in bersek ci ha dovuto mettere Isidoro e la maghetta scema.
Pero' bastava puck a fare da comic relief.


File 147369530750.jpg - (1.16MB , 1600x1200 , Shirokuma_Cafe_full_1099800.jpg )
30826 Num. 30826 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi] [Primi 100 post] [Ultimi 50 post]
Filo per parlare degli anime delle stagioni passate che vediamo per la prima volta

Io ho iniziato Shirokuma Cafè, è abbastanza ben fatto anche se ogni tanto si vedono mancanze di budget e cala la qualità, il cast di doppiaggio è buono, la OP mi piace e i personaggi sono abbastanza ben fatti
Ora i lati negativi, comicità troppo giapponese che non riesce a farmi ridere ed è solo buffa e stramba, come Nichijou nelle parti dove non fa ridere, il ritmo è piuttosto lento e ripetono troppo le gag, vedi quella dell'orso che non capisce la parola
Non posso dire che sia brutto, non posso dire che sia bello, il fatto che sia 50 episodi mi fa temere che possa stancarmi alla lunga


Ho recuperato anche Maken Ki, drop al primo episodio perché è la solita merda
Omessi 146 post, e 23 immagini. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34665 Risposta Veloce
>>34647
Ma la light novel è andata avanti, anche se non so quanto sia stato tradotto in linguaggi comprensibili agli indoeuropei.

Eh sì, quelli sì che erano isekai.
>> Num. 34701 Risposta Veloce
File 158810555610.jpg - (371.51KB , 1920x1080 , [Gelatin] Aikatsu Stars! - 055 (00_13_06_452) 0002.jpg )
34701
Poi magari si sgonfia in nulla, ma Aikatsu stars qualcosa di interessante sembra volerlo dire.
>> Num. 34736 Risposta Veloce
Ho visto bubblegum crisis e crash. Boh, bisogna che io smetta di vedere il genere "ragazze + mecha con cyberpunk fatto negli anni 90 o tardi anni 80", perché li ho trovati quasi sempre noiosi al punto da non prestare attenzione.
Quando ne leggo sembrano interessanti, e la paura della tecnologia, e la ragazza combattente, ok ma che due palle. Da un lato però mi dispiace, oggettivamente è un genere importante ed ha segnato la storia degli anime.
>> Num. 34744 Risposta Veloce
Xenoglossia è proprio divertente.
>> Num. 34749 Risposta Veloce
Xenoglossia è una figata. Intanto è divertente, che è già molto e che ti permette di ignori alcuni difetti (senza fare spoiler, ad esempio, tradimenti dopo tradimenti).

La violenza è usata bene, quelle due volte che ti sbattono i morti in faccia (specie la prima) ci resti male.
I tradimenti, anche se usati troppo spesso, sono logici e razionali. Specie il primo, c'è una costruzione da film tragico per la quale tu sai quello che sta per succedere perché è l'unica cosa che può succedere.
C'è poi una sessualità distorta, ma non sporca. L'anime l'appoggia, senza giudicare. La scena con Haruka che il costume da bagno al robot è una delle cose più "che cazzo" che io ricordi, perché è talmente normale, talmente qualcosa che una ragazza con una cotta farebbe, che ti fa crollare il castello delle convinzioni morali.

Questi elementi costruiscono un anime cupo e pesante. Molto urbano/industriale, scuro.

Il salto di qualità lo fa grazie alla sua profondità, nel senso che quello che vedi direttamente non è il tutto. Xenoglossia è anche una storia di amore, un triangolo fra Haruka, Chihaya, ed un ragazzo (che sarebbe il robot). Non è la cosa più interessante o meglio fatta, ma da quel qualcosa.

I difetti più importanti sono una certa confusione nella storia e un finale troppo buono.


Num. 34743 Risposta Veloce hide watch quickreply [Rispondi]
  Abbastanza ritardato da essere divertente.
>> Num. 34745 Risposta Veloce
  Visto anche King Star King dello stesso autore. È ancora più ritardato ma meno divertente perché forse troppo ritardato. Razzista e sessista al top, è di 6 anni fa, non so se oggi glielo farebbero fare.


Num. 34702 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi]
  perché tutti lo odiano?
Non ci vedo niente di peggio della solita merda americana. Di certo non mi schifa più di steven universe o adventure time. E non è di sicuro disegnato peggio.
Omessi 24 post, e 5 immagini. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34738 Risposta Veloce
>>34732
Guarda che ha ragione eh. Come si parlava anche di la', spesso e volentieri gli autori devono infilare all'interno delle loro opere politica e orientamenti sessuali. E bada bene, in passato succedeva lo stesso, ma non bloccava la narrativa ne' stravolgeva l'opera quando, inevitabilmente, gli spettatori perdevano interesse in essa.
è veramente tutto qui anon, le mode influenzano cosa vediamo e sentiamo, e spesso sono pure mezzi di propaganda. L'esempio più lampante è l'autrice delle trame di uncharted che si era sempre schierata dalla parte del buon gioco, mentre chi dava il via libera alle sue scelte invece seguiva il politically correct

>>34717
>>34718
Gli spettatori negli ultimi anni sono stati colpiti dal concetto che animazione, film e videogiochi devono essere lo specchio della società reale. Quindi sia dalla parte dei sjw, sia dalla parte di chi vuole semplicemente un'opera che racconti qualcosa senza infilarci gender o politica reale c'è conflitto.
>> Num. 34739 Risposta Veloce
>>34738
Per fortuna che doom esiste ancora...
>> Num. 34740 Risposta Veloce
>>34738
> animazione, film e videogiochi devono essere lo specchio della società reale.
Non saprei dire da quando, però ho notato che oggi "il "realismo" è una cosa positiva, solo che con realismo intendono che il mondo descritto è una merda. Mi ha ricordato il ciclo dei vinti, letteratura verista che a me è sempre sembrato "suffering porn" (esiste un termine italico?) per persone che stanno bene.
>> Num. 34741 Risposta Veloce
>>34740
>guardate, tramite questi nuovi mezzi e la nostra creatività possiamo fare cose incredibili!
>facciamo realismo.jpg
>> Num. 34742 Risposta Veloce
>>34740
Secondo me stai confondendo realismo e ruffianaggio.
Dover infilare il personaggio trans/gay/lesbo ad ogni costo, e' ruffianaggio.
Il simulatore super complesso e "so real" e' realismo.

Entrambi uccidono il prodotto, in modi diversi, ed entrambi sono fastidiosi. Pero' sono due cose differenti.


Num. 34712 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi]
  Qualcuno l'ha vista?

Merita?
Omessi 3 post, e 1 immagine. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34720 Risposta Veloce
>>34714
t. filterato
È di Pendelton, con collaborazioni di un sacco di artisti della scena underground e non americana. Non ha senso paragonarlo all'infeno hotel.
>> Num. 34721 Risposta Veloce
File 158843584244.jpg - (82.49KB , 1710x976 , cats-movie-trailer-release-date-cast-news.jpg )
34721
>>34720
Tanti nomi, per un aberrante pugno nell'occhio.
A quanto pare sta diventando un trend.
>> Num. 34730 Risposta Veloce
>>34721
>>34720
Un po' questo, non è che siccome ci sono nomi famosi dietro allora è bello. Questo vale sempre, sia chiaro.
>> Num. 34734 Risposta Veloce
Tutto sommato mi è piaciuta, il problema principale per me è stato mantenere l'attenzione che viene costantemente splittata tra il parlato del podcast e le trame scollegate delle immagini a schermo.
>> Num. 34735 Risposta Veloce
Ogni episodio andrebbe visto almeno due volte. La prima per seguire l'intervista e la ministoria, la seconda per notare bene i messaggi visuali che integrano quello di cui parlano.

I contenuti sono comunque un po' meh, si perdono spesso in supercazzole pseudofilosofiche. Però se hai tipo 15 anni possono anche andare bene e farti dire "wow ke fiquo" e farti feelare. Forse l'intervista più riuscita è quella del mago. Mentre l'episodio forse fatto meglio nel complesso è quello della prigione.

L'animazione è buona anche se ogni tanto ci sono dei fail (non ho capito se sono voluti o no). Also, ci sono citazioni da cartoni più o meno noti che sono carine.

Come esperimento va bene, ma non farei altre stagioni.

>>34713
Ma infatti nello stesso cartone c'è il mago che si lamenta che la sua disciplina sia ormai considerata roba new age, e poi in un altro episodio il protagonista dice "sì, sì, meditazione e bla bla sono ok, ma se non ho neanche i soldi per un sandwich o la casa mi viene spazzata via da un tornado come/che me ne faccio?" e l'intervistato parte con una supercazzola che regge poco.


Num. 34673 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi]
  Molto ma molto meglio dei film.
Omessi 7 post, e 1 immagine. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34689 Risposta Veloce
File 158684466737.jpg - (428.70KB , 1010x1200 , this_is_basically_wakfu_s3.jpg )
34689
>>34688
A parte la serie di Harley. L'unica cosa interessante che ricordo venir fuori dall'occidente è wakfu.
La merda "cal-art" americana proprio non la sopporto. Piuttosto mi guardo Adrian.
>> Num. 34690 Risposta Veloce
>>34677
Ironicamente, i lungometraggi animati della DC hanno sempre avuto una qualità nettamente superiore sia a quelli Marvel che ai propri film.
Immagino dipenda da un team di scrittori decente e meno interesse degli stakeholder che lasciano carta bianca, perché sono prodotti che non caga nessuno se non i fan.
L'universo cinematografico è ormai "la faccia ufficiale", quello che i normies conoscono o devono imparare a conoscere, ed è normale che sia più limitato o quantomeno vincolato da una visione aziendale con obiettivi precisi. Quindi in mancanza di una visione autorale forte spingono sulla parte "commerciabile" e "positioning", creando prodotto d'intrattenimento mediocri.
>> Num. 34691 Risposta Veloce
>>34677
Ironicamente, i lungometraggi animati della DC hanno sempre avuto una qualità nettamente superiore sia a quelli Marvel che ai propri film.
Immagino dipenda da un team di scrittori decente e meno interesse degli stakeholder che lasciano carta bianca, perché sono prodotti che non caga nessuno se non i fan.
L'universo cinematografico è ormai "la faccia ufficiale", quello che i normies conoscono o devono imparare a conoscere, ed è normale che sia più limitato o quantomeno vincolato da una visione aziendale con obiettivi precisi. Quindi in mancanza di una visione autorale forte spingono sulla parte "commerciabile" e "positioning", creando prodotto d'intrattenimento mediocri.
>> Num. 34692 Risposta Veloce
>>34690
>>34691
>sono prodotti che non caga nessuno se non i fan.
Vero e sacrosanto.
>team di scrittori decente
Semplicemente a scrivere la storia sia di film di animazione che live action si possono trovare degli scrittori dei fumetti (es. Whedon per dirne uno), ma il medium cartone animato supereroistico è decisamente più vicino al fumetto che non il film con attori in carne ed ossa.

I film di animazione della DC, tecnicamente parliamo dei "DC Universe Animated Original Movies" sono adattamenti delle migliori serie a fumetti, quelle che poi vengono ristampate come graphic novel con hardcover e tutto.

Prendismo per esempio il film di Wonder Woman del 2009: è l'adattamento dell'arco narrativo Gods and Mortals di Gail Simone pubblicato sul fumetto di WW, lo screenplay lo ha fatto uno che ha lavorato solo coi cartoni, ecc.

I film live action, sia di Marvel che DC, sono più reinvenzioni di personaggi e storie per normalfag odierni, mentre i film di animazione sono direct-to-DVD e non sono proiettati nei cinema.

Il sopracitato film di Mortal Kombat è un po' un misto dei due approcci, perché racconta il primo torneo di Mortal Kombat in cui partecipano Liu Kang e gli altri, è un cartone ultraviolento che poteva essere solo un direct-to-video e non sarebbe mai uscito nelle sale, ecc. - ma ha fatto diventare Scorpion il protagonista basandosi sulla popolarità del personaggio.

Message too long. Click here to view the full text.
>> Num. 34694 Risposta Veloce
>>34692
>ma il medium cartone animato supereroistico è decisamente più vicino al fumetto che non il film con attori in carne ed ossa.
D'accordo, ma tanta della roba live action DC è proprio brutta. Non è che interessante ma non funziona per il mezzo, è proprio brutta. Fatta male, scritta peggio.


File 157812675786.jpg - (3.83MB , 1848x11788 , Winter.jpg )
34473 Num. 34473 Risposta Veloce hide watch expand quickreply [Rispondi] [Primi 100 post] [Ultimi 50 post]
Nuovo anno, nuova decade, nuovi anime.

La stagione non sembra male, ho messo in "plan to watch" 35 anime.
Omessi 117 post, e 52 immagini. Clicca Rispondi per visualizzarli.
>> Num. 34640 Risposta Veloce
>>34639
>Il limite che divide lo staff (non solo le idol) dai fan. Distruggerlo significa che lo staff ha raggiunto le competenze, la maturità e la volontà necessarie per esibirsi dinnanzi ai fan, questi ultimi possono ora interagire con il primo più direttamente e liberamente. Una zattera ti serve per attraversare il fiume, quando l'hai attraversato non ti serve più.
Ma l'anime quando finisce ci rivela che il muro ha pianificato tutto, anche che lo rompessero. Non sono libere, hanno fatto quello che lui (?) voleva. Se fosse come dici tu, capirei il senso della storia. Ma è proprio il fatto che non c'è una vera liberazione, che questa sorta di alieno/dio/servizio segreto deviato voleva che le ragazze sapessero quanto lui lei ha guidate e quanto continuerà a farlo, che mi perplime.
>> Num. 34641 Risposta Veloce
File 158546716886.jpg - (160.25KB , 1024x1024 , belief.jpg )
34641
>>34640
>quanto continuerà a farlo
È qui che è il tuo problema. Quale è stato l'ultimo ordine che hanno ricevuto dal Muro? Quello di sciogliere 22/7. Lo staff (non solo le idol, questo ti sta sfuggendo come volevasi dimostrate) è andato a mettere in piedi un concerto senza che nessuna parete dicesse: "Andate a rifondare 22/7 e fare un concerto."

Il tempo dello stalking ossessivo, partito da quando erano bimbe, del micromanagement, delle manipolazioni degli eventi e degli ordini per ogni stronzata in modo arbitrario ed incomprensibile è finito una volta per tutte. 22/7 è stato fondato per ordine del Muro, sciolto per ordine del Muro, e rifondato volontariamente dalle ragazze, Gouda, ecc. senza alcun Muro od ordine.

Per questo le ultime parole del muro/gatto sono state "Benvenute a 22/7." Per questo un Gouda che fingeva di nascondere le lacrime ha riconosciuto come idol le 8 ragazze. Adesso sono una compagnia normale. Una compagnia perfettamente normale che non prende nessun ordine da alieni/dei/servizi segreti deviati/muri/gatti di pelouche.

Tu hai confuso la rivelazione delle foto in una camera oscura (il passato) con una dichiarazione di dominio eterno (il futuro). Il passato è passato.

Le 3 nuove arrivate alla fine della serie devono fare anche loro la gavetta, distruggere il prossimo Muro, ed unirsi volontariamente a 22/7, andare sul palco perché si vuole.

La parabola della zattera è una parabola buddhista. La recluta ha bisogno di nonnismo, conformismo, disciplina, urla nelle orecchie, uso arbitrario del potere, norme rigide, lo stesso identico fucile per tutti. Le forze speciali hanno imparato la lezione tanto tempo fa, i loro comportamenti e costumi sono ora più tranquilli e rilassati, hanno le armi che chiascuno vuole, fanno quello che devono perché ci credono, capiscono perché quando anche loro erano reclute gli istruttori li risvegliavano nel cuore della notte e perché non gli fanno più simili scherzi simpaticissimi. Hanno i
Message too long. Click here to view the full text.
>> Num. 34643 Risposta Veloce
>Quale è stato l'ultimo ordine che hanno ricevuto dal Muro?
>Quello di sciogliere 22/7.
Quello di avere tre nuovi membri, al minuto 23:39. Anon, gli ordini non sono finiti. Non è finito un cazzo. Loro sono ancora delle marionette. E non ci può essere una fine, perché per le ragazze non è mai iniziato. Il muro è eterno, dall'inizio del tempo, dalla loro nascita, hanno vissuto la loro intera vita controllate e guidate. Il muro non è buddha, non è un mio antenato. Il muro è la società, le sue leggi, la Legge, le sue regole, che ti leviga, ti forgia o ti mallea, a seconda dei casi, fino a quando non riesci ad entrare nella fessura che ti è stata preparata, e non può essere che "All in all, you're just another brick in the wall". E la cosa bella è che tu pensi di aver vinto, di aver scelto, di essere libero, ma non sei libero, a meno che tu non sia una bestia o un dio.
>> Num. 34644 Risposta Veloce
File 158549472821.jpg - (113.33KB , 1280x720 , [HorribleSubs] Magia Record - 13 [720p] (00_18_38_.jpg )
34644
Madoka non mi aspettavo niente e mi ha comunque deluso. Non so neanche cosa è successo, l'ho seguito per inerzia. Non so cosa sia questo 13 milioni di anni, ma ok.
>> Num. 34645 Risposta Veloce
>>34644
>Progress in DNA sequencing, specifically mitochondrial DNA (mtDNA) and then Y-chromosome DNA (Y-DNA) advanced the understanding of human origins.[73][14][74] Application of the molecular clock principle revolutionized the study of molecular evolution.

>On the basis of a separation from the orangutan between 10 and 20 million years ago, earlier studies of the molecular clock suggested that there were about 76 mutations per generation that were not inherited by human children from their parents; this evidence supported the divergence time between hominins and chimpanzees noted above. However, a 2012 study in Iceland of 78 children and their parents suggests a mutation rate of only 36 mutations per generation; this datum extends the separation between humans and chimpanzees to an earlier period greater than 7 million years ago (Ma). Additional research with 226 offspring of wild chimpanzee populations in eight locations suggests that chimpanzees reproduce at age 26.5 years on average; which suggests the human divergence from chimpanzees occurred between 7 and 13 million years ago. And these data suggest that Ardipithecus (4.5 Ma), Orrorin (6 Ma) and Sahelanthropus (7 Ma) all may be on the hominid lineage, and even that the separation may have occurred outside the East African Rift region.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo  
[0] [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]