-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 28946)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 8000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 1132 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 162945445890.jpg - (343.89KB , 1130x407 , Squidwards.jpg )
28946 Num. 28946
>mentre sono in vacanza per qualche motivo riesco a matchare con una tipa su Tinder
>scopro che abita non lontano da me ed è anche lei in vacanza
>lei è di ritorno dopo 2 giorni e dato che io ritornerò dopo altri 5 giorni, le giornate successive intratteniamo conversazioni riassumibili in quotidioni report simil-epistolari comici di riassunto della giornata
>ora che son ritornato presumo che dovrei cambiare marcia ed andare al dunque
Ebbene,

SONO VERGINE BACIATONASOLAVOLTAPERSBAGLIODAUBRIACHI MAI USCITO CON UN RAGAZZA IN +25 ANNI DI VITA CHE CAZZO SI DOVREBBE FARE ORA
COME FUNZIONANO I RAPPORTI UMANI INTERGENERE CON FINI RIPRODUTTIVI?
NON ESCO IN QUESTA CITTA' DI MERDA DA ORMAI 6 ANNI NON CONOSCO UN POSTO CHE SIA UNO SEMPRE PRESUMENDO CHE IO SAPPIA CHE POSTO SI POSSA SCEGLIERE PER INCONTRARSI
MA CI SI INCONTRA ANCORA IRL? ESISTE UN MONDO LA' FUORI? BOH BOH

Capiamoci, un paio di amici ce li ho, non ho mai avuto problemi a relazionarmi con l'altro genere se si é in gruppo e non ci sono secondo fini.
Ma nonostante questo,

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

L'angoscia è la vertigine della libertà diceva qualcuno, ora tutto mi è chiaro.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 28947 quick reply
Prima di tutto complimenti per esserti buttato in questa cosa Op. Le persone irl in genere sono uguali a come le hai conosciute online, quindi se riesci a chiacchierarci tranquillamente via chat ci riuscirai anche di persona.
Magari proponile un aperitivo, cerca su Google aperitivi + nome della tua città e scegli un locale carino e con buone recensioni. Io ti consiglierei nello specifico un posto che faccia apericena, cioè che oltre alle solite patatine e olive offra anche del cibo vero. L'ideale sono i taglieri di pizze o quelli misti salumi e formaggi. Così se la serata va bene vi potete trattenere più a lungo, se invece dopo dovete andare a cena, andare via per cercare un ristorante potrebbe portare a decidere di concludere la serata.

Per il resto vedi come va e fatti guidare un po' dalle tue sensazioni. Non è obbligatorio che vi baciate o concludiate la prima sera.
>> Num. 28950 quick reply
File 162957070522.jpg - (4.96KB , 223x250 , 1503537704413.jpg )
28950
>>28947
Ti ringrazio per il consiglio mio soffice anon.

Avevo una risposta pronta con dettagli e pensieri e addirittura una conclusione quando per un momento mi è sembrato tutto perduto.
Più tardi rimetterò insieme le idee, ma ora devo prepararmi che tra poco ci incontreremo.
>> Num. 28951 quick reply
File 162959020651.png - (481.67KB , 500x881 , please-be-patient-i-have-autism-me-irl-44475534.png )
28951
>>28950
Riprendo quanto stavo scrivendo prima della svolta.


Ho fatto la mia mossa, controcorrente, forse tirando molto la corda.
Proponendo di vederci, le ho esplicitato il fatto che non conosco più la città non vivendola ormai da svariati anni per motivi di studio prima e lavoro poi.
Praticamente ho cercato di passare la palla a lei per la scelta del "come".
Sarò stato ignavo, probabilmente è la mossa sbagliata, probabilmente mi ha fatto perdere punti.
Ho avuto l'impressione che fosse una ragazza che potesse accettare una situazione simile.
Ho scommesso, ma ad un certo punto è riuscita a ripassare la palla chiedendo di fare appello ai miei ricordi passati.
Ricordi che ovviamente non esistono se "non per le serate passate in [luogo pubblico] a fare nulla" e ho aggiunto un "fosse per me camminerei all'infinito"

Inaspettatamente l'opzione è accolta in positivo.


Ore 21:40 - così è stato.
Ore 00:50 - così è terminato.

Il tutto è facilmente riassumibile in
>parlare di cose/interessi/aneddoti a caso senza fine
>camminare appunto senza meta nella zona storica della città
>salutarsi alla sua macchina senza troppi convenevoli dopo aver parlato per altri 10 minuti lì davanti

Nulla di più.
Contatto fisico ovviamente nullo, non ho idea di come cogliere i segnali, figurarsi ricercarlo di propria sponte.
Sono un castoro senza la memoria genetica necessaria per costruire le dighe, guardo gli altri all'opera, come se per loro fosse naturale mentre a me qualcuno si è scordato di dare le istruzioni.
>> Num. 28952 quick reply
>>28951
Lei come ti è sembrata? Come siete rimasti?
>> Num. 28953 quick reply
File 162963484261.jpg - (8.05KB , 251x221 , well.jpg )
28953
>>28952
>Lei come ti è sembrata?
Difficile da giudicare essendo lei essere di genere femminile sopra il 7/10 che mi ha dato attenzioni per una serata intera. Ci vuole poco per farsi amare.
Comunque simpatica e come avevo già appurato ha interessi non banali, direi sopra la media rispetto al resto del genere femminile che ho conosciuto nella mia vita.

>Come siete rimasti?
Credo di aver spaghettato duro, come dicevo
>salutarsi alla sua macchina senza troppi convenevoli dopo aver parlato per altri 10 minuti lì davanti
Seguito da un mio "Ci rivediamo/risentiamo/(?) se non cadrò nell'oblio"

Le nostre conversazioni via chat son sempre state epistolari o comunque con bassa frequenza da parte di entrambi (se non per l'organizzazione della serata di ieri), quindi dopo ieri gli ultimi reperti scritti sono una mia conferma del fatto che l'unica stella luminosa visibile vicino alla Luna fosse Giove e lei che si complimenta da sola in quanto era la sua supposizione.

Pic relata, io nelle ultime 4 ore.
>> Num. 28954 quick reply
File 162965328054.jpg - (218.97KB , 600x600 , squish_mini_wizard_7.jpg )
28954
Ciao OP,

sono mago over30 mai baciato.
La prima volta che sono uscito con una ragazza è stato grazie a Tinder dove matchai con una ragazza polacca bellissima: capelli rossi e occhi verdi.

Presi la palla al balzo e ci uscii. Spaghettai per tutti i 90 minuti ma è normalissimo, era la mia prima volta e sono felice di aver fatto quell'esperienza.
La seconda uscita non si realizzò mai perché non mi rispose più.

E niente Anon, da allora sono uscito con altre ragazze e poco per volta cominci a spaghettare sempre meno.

Non farti troppe pippe mentali, se va bene va bene, se va male, va male. È tutta esperienza che un giorno ti servirà.
>> Num. 28955 quick reply
File 162965576251.png - (289.22KB , 500x497 , kermit.png )
28955
>>28953
Le ho proposto di rivederci.
Dato che era emerso che andava piu volte a cineforum da sola ho pensato di scandagliare l'offerta in questo ambito e usarla come idea di partenza.
Prima proposta zona Milano bocciata indirettamente con un "non è un po' lontano?".
Secondo proposta bocciata in quanto pellicola già vista.
"Ci rinuncio, vivere è troppo difficile"
Risata comprensione da parte sua dato il campo non facile.
Buona questa. Tutti ridono. Rullo di tamburi. Sipario.

Sto diventando scemo, non vedo molta collaborazione, non so cosa fare, non capisco se valga la pena continuare.

>>28954
Ti ringrazio anon, spero sia veramente così, perché sinceramente mi sembra di essere al punto di partenza e di aver solo confermato la mia inettitudine col genere femminile.
Senza contare il fatto che sia il primo match di successo in 2 mesi.
>> Num. 28956 quick reply
Sei già andato oltre la mia esperienza con le dating app, mai superato il primo appuntamento a parte una volta con una tizia che ho scopato 3 volte di numero e mi aveva fatto capire da subito che voleva solo quello. Alla seconda mi aveva già stufato.

E niente anon, provaci in tutti i modi ma non fare la figura del disperato. Sta mostrando già interesse rispondendoti e non ghostandoti. Ti sparo qualche proposta per secondi appuntamenti: aperitivi (sì banale ma piacciono a tutte), mostre/musei, mercatini dell'usato (ottimi per parlare e cercare un contatto fisico), "picnic al parco" (porti na tovaglia e da bere ed ordinate qualcosa da justeat, fa ridere ma funziona).

Cerca il dannato contatto fisico, è importante, sfiora il braccio, toccale le mani o il viso se ci riesci. A fine appuntamento ti avvicini e le prendi entrambe le mani e la guardi negli occhi, se ricambia la abbracci e chiedi un bacio (o ti butti, dipende, devi capirlo da te).

Scusa per la formattazione ma sto dal telefono.
>> Num. 28957 quick reply
>>28956
Dimenticavo. Ma le ti piace? Non intendo fisicamente, ma come persona.
>> Num. 28958 quick reply
File 162966069211.jpg - (155.33KB , 1089x768 , index.jpg )
28958
>>28955
>mi sembra di essere al punto di partenza e di aver solo confermato la mia inettitudine col genere femminile.

Ma che catso dici Anon?
La prima volta che sei andato a correre, hai fatto una maratona?

Quello che sto imparando sulla mia pelle è che la "seduzione", come ogni altra skill sociale, si può allenare ed è qualcosa in cui si può migliorare.

Sei alla tua prima mezza maratona, ci sta, è normale non fare un tempo decente o non riuscire ad arrivare in fondo.

Avessi cominciato io a 25 anni ad uscire con le ragazze sarebbe stato molto meglio, oggi sarei sicuramente più skillato.



Se vuoi poi continuare a cercare una conferma alla tua "presunta" inettitudine qui su NC così da sentirti meglio e continuare la tua aridità, beh, vai sul forum dei brutti.

Scusa OP ma sono un paio di post che sembri che gridi: "Ditemi che sono inetto così posso fallire con il cuore in pace e posso continuare nei miei pattern comportamentali autodistruttivi".
Eh no, col cazzo.
>> Num. 28959 quick reply
File 162966240675.png - (97.76KB , 748x291 , msg.png )
28959
>>28956
>Sta mostrando già interesse rispondendoti e non ghostandoti
E' proprio questo che non capisco, ma dall'altra parte percepisco solo poca collaborazione, che senso ha?
Nel mio piccolo ci sto anche provando a essere proattivo dopo aver comunque fatto notare le mie debolezze e difficoltà, speravo in un minimo di umana comprensione aprendomi in questo modo e invece trovo solo mura.

Aggiungiamoci pure pic relata in seguito al mio precedente messaggio, ora mi sento pure preso in giro.

>>28958
Forse hai mancato il mio
>Ti ringrazio anon, spero sia veramente così
Quello che ho espresso è solo il mio sentimento attuale di una persona che è uscita dalla palestra e l'unica cosa che sente è dolore nei muscoli, non il muscolo più forte.
Non sono certamente qui solo per piangere su me stesso, vorrei capire meglio dove stiano gli errori e quali siano le scelte corrette da intraprendere.

Il resto è tutto reportage del mio pensiero, sentimenti e azioni in questa avventura.
Ho sempre apprezzato questo tipo di condivisione tra anon vedendola come modo di imparare gli uni da gli altri.
Questa volta voglio lasciare una traccia io stesso.
>> Num. 28962 quick reply
>>28959
La donna vuole attenzione, essere inseguita, sedotta, avere accanto una persona che prende decisioni.

e poi essere presa per i capelli e scopata come una lurida troia

TUTTETROIE

buona fortuna
>> Num. 28963 quick reply
>avere accanto una persona che prende decisioni
Qui sbagli di un bel margine.
>> Num. 28964 quick reply
>>28963
In che senso
>> Num. 28965 quick reply
Bravo anon, in ogni caso.

i consigli che io posso darti funzionano per me, e questo non significa che possano funzionare per te. Fatto chiaro questo, io di solito seguo queste linee:

1) cerco di fingere con me stesso che la persona mi interessi non da un punto di vista sessuale. lascio che parli, che mi esponga i suoi punti di vista, etc. e direi che su questo punto stai andando bene. La timidezza è ben vista, è la pressione e la morte di figa che rovinano tutto.

2) per la seconda uscita qui è già un terno al lotto, ma se accetta vuol dire che un interesse c'è. di base, ci sei riuscito. attento però a non fare scivoloni. Di solito non mi faccio sentire per un po' e dal cazzo di nulla dico "ciao sto andando a x, vuoi venire visto che ne abbiamo parlato tempo fa?"
Io non sto troppo sui messaggi perché non mi piacciono, mi rompono i coglioni e non ho sbatta.

3) se senti la tensione sessuale che sale non dire cose come "mi piaci davvero" "ti amo" "sto bene con te" ma baciala dritto per dritto. un "sei stupenda/qualsiasi roba" ci può stare ma quello prima no.


In ogni caso esci dalla condizione attuale in cui ti sembra che lei stia facendo un favore a te, o comunque che ti abbia considerato. Una tipa è solo una persona bella e con la fica. Ne esistono di stronze, di comprensive, di materne, di odiose e vanitose, ma alla fine non sono altro che persone dove vuoi mettere il pipo.

quindi niente drammi.

Buone cose
>> Num. 28966 quick reply
Ottimi consigli ITT.
>> Num. 28967 quick reply
File 162996837529.jpg - (104.78KB , 688x882 , dispiaciuto.jpg )
28967
OP qui, presumo dovrei dare aggiornamenti.

A seguito di >>28955 e >>28959 ho proposto altri film che davano in settimana in zona.
Un'opzione sembrava essere stata accolta positivamente (per il 25/8) al che forse ho cagato un po' fuori dal vaso e le ho proposto anche di vederci in un locale lì vicino prima della proiezione scherzando sul fatto che fosse uno dei pochi di cui abbia forse qualche ricordo o magari solo un deja vu.
"Ahah non conosco" etc... ma nessuna conferma esplicita.

Silenzio stampa per 23 ore e 27 minuti.
Pomeriggio del 25 Agosto.
>Scusami ti fa niente se rimandiamo? È da due giorni che sono sempre fuori casa e mi sento stanchissima 😢 ho visto che mettono anche il film [prima proposta a Milano] che mi hai detto a [Zona nostra]

Ora, io non ci capisco un cazzo di queste cose, ma ho due interpretazioni, in ordine di certezza nella mia testa:
>1) Guarda non mi interessi ma non so comunicare in maniera esplicita, spero che ti stanchi di questo tease infinito e finisca tutto in silenzio stampa da parte di entrambi
>2) Scusa sto prendendo altri cazzi e sei l'ultimo in coda, ritenta e sarai più fortunato

Non ho nulla da fare, niente da perdere ed in entrambi i casi voglio vedere fino a che punto posso spingermi (e spingere lei).
Le ho detto che non ci sono problemi e che quello che ripropone lei lo fanno da oggi per una settimana di fila, quindi basta che mi dica i giorni in cui riesce.
Ormai è un esperimento antropologico e forse sto anche ascendendo a piani astrali sconosciuti.

Silenzio stampa da 17 ore and counting, vi terrò aggiornati.
>> Num. 28968 quick reply
>>28967
Se posso darti i miei 2 cents, esplicitare inizialmente il tuo essere un disagio sociale, e accettare questa parte (tipo dicendo che non esci mai, che non conosci i posti, etc...), è una cosa che può funzionare e sembrerebbe anche aver funzionato. Continuare però a ributtare le decisioni su di lei però le farà rompere le palle in molto poco tempo, quindi stai attento a cercare di non farlo più. Però tieni presente che avendo esplicitato il tuo essere un disagio fa sì che il tuo diventare propositivo venga visto come un tentativo di migliorare per lei (cosa che effettivamente è), che solletica sempre l'ego e fa piacere. E se ti sfotte un pochino, tipo nei messaggi in >>28959, non è per forza una cosa negativa, anzi, si vede che ha subito voluto smorzare la presa in giro. In poche parole: accetta i tuoi disagi, ma impegnati il più possibile per non assecondarli.
Se devo dire la mia sensazione rispetto ai tuoi dubbi, invece, sicuramente lei ha una vita sua che tu non conosci, in cui ci potrebbero essere anche ex fidanzati, corteggiatori, altri tizi che si scopa, etc... Indipendentemente dal fatto che queste situazioni ci siano ora, è in ogni caso molto probabile che tu non sia per lei così speciale come lei lo è per te (no, non sto dicendo che la ami o salcazzo, semplicemente è un dato di fatto che se è la prima ragazza con cui esci è speciale, ma lo è a posteriori per il fatto che ci esci, non per forza a priori per come è lei). Il fatto però che vi siete visti solo per chiacchierare, che continuate a scrivervi, che state comunque parlando di una possibile uscita, mi fanno pensare con una certa sicurezza che un interesse per te ce l'ha. ATTENZIONE: il fatto che abbia un interesse nei tuoi confronti non vuol dire che ti vuole scopare, o sposare e fare tanti figlioletti, vuol dire che potrebbe volerlo fare in base a come ti comporti.
Quinid, per concludere: proponile un giorno in cui vedere il film (forse meglio né sabato, che magari ha altro da fare, né domenica, che magari è stanca dal sabato), e se vi ritrovate a parlare per 10 minuti davanti alla sua macchina (e non è un parlare disagiato, ma ti sembra che anche lei continui a parlare) PORCA PUTTANA FICCALE LA LINGUA IN BOCCA. Dubbi su come farlo? Lasciare calare un attimo il silenzio, guardarla per circa 5/10 secondi, e se mantiene lo sguardo baciarla, secondo me può funzionare.
>> Num. 28971 quick reply
>>28968
>Dubbi su come farlo? Lasciare calare un attimo il silenzio, guardarla per circa 5/10 secondi, e se mantiene lo sguardo baciarla

THIS!
>> Num. 28973 quick reply
>>28963
Non ho mai conosciuto una donna che sopportasse una decisione del tipo se non le andava bene. Ho visto anzi più spesso il contrario: donne che in una relazione cercano di imporre la propria idea in modo indiretto quando non ci riescono direttamente, dalla semplice persuasione ai ricatti emotivi veri e propri.
Dire che le donne non vogliono decidere e delegano all'uomo è una puttanata gigantesca, secondo te perché l'espressione "portare i pantaloni in casa" esiste in primo luogo?
Al massimo vale per quelle ragazze molto insicure e complessate per cazzate come le attività da fare insieme, ma sono le stesse che sulle cose importanti tirano fuori i ricatti.
>> Num. 28974 quick reply
>>28968
>accetta i tuoi disagi, ma impegnati il più possibile per non assecondarli
Op ascolta questo anon

>>28967
>Guarda non mi interessi ma non so comunicare in maniera esplicita, spero che ti stanchi di questo tease infinito e finisca tutto in silenzio stampa da parte di entrambi
Ti ha proposto un'altra data, ti avrebbe balzato senza complimenti se non fosse stata interessata ad uscire con te
>> Num. 28976 quick reply
  >>28974
>Ti ha proposto un'altra data
In verità ha solo proposto un'alternativa, la data da fissare l'ho chiesta io ieri alle 17:03 senza ricevere risposta.

Per ora siamo a 24 ore e 40 minuti di silenzio. (avevo contato un'ora in meno il post prima)

>ti avrebbe balzato senza complimenti se non fosse stata interessata ad uscire con te
Sarà che io sono anon e non ho null'altro da fare se non wagecuckare e stare al pc, ma 24 ore per risposte banali a fine Agosto da parte di una ragazza che studia in università e al massimo dà ripetizioni, non so, mi sanno tanto di presa in giro.
Poi certo, anche a me il fatto che abbia tirato fuori l'alternativa mi fa ben sperare, ma ormai su queste montagne russe non so più distinguire il cielo dalla terra.

Però boh, stiamo a vedere.
Al massimo così come è iniziata, così finirà: citando Nanni Moretti.
>> Num. 28978 quick reply
>>28973
Mi hai messo in bocca parole che non ho detto: non ho detto che "le donne vogliono delegare e far decidere gli uomini", ho detto che si rompono le palle quando l'altra persona delega sempre a loro (esattamente come tutti gli esseri umani).

>>28976
Ti ripeto, secondo me è importante che accetti il fatto che molto probabilmente tu sei per lei meno importante di quanto lei non lo sia per te. È una cosa che può fare molto male, lo so per esperienza diretta, ma fa più male se ti viene sbattuto in faccia senza che tu ci sia sceso a patti prima. Ma se accetti questa cosa, allora stai giocando nel campo della realtà e non delle tue pippe mentali, e magari inizierai a vedere come cose positive quelle che ti vengono date, e non solo come negative quelle che non ti vengono date.
Sei uscito per la prima volta con una ragazza anon, questa è davvero una gran cosa!
>> Num. 28979 SABBIA! quick reply
>>28978
Correzione: "tu sei per lei meno importante di quanto lei non lo sia per te" per ora.
>> Num. 28980 quick reply
File 163001719632.png - (268.23KB , 490x332 , uuuh.png )
28980
(ancora zero risposte)

>>28978
>è importante che accetti il fatto che molto probabilmente tu sei per lei meno importante di quanto lei non lo sia per te
Chiaro, razionalmente è già fatto assodato, a livello emotivo ovviamente un po' meno.
E il fatto che lei fisicamente mi piacesse molto non gioca certo a favore.

Ora provo solo fastidio per l'assenza di comunicazione e per il comportamento egoista.
Tutto era concludibile con un semplice due di picche, invece si è dovuto giocare a leggere fra le righe fino ad arrivare alla disumanizzazione del rapporto umano in cui il tutto si riduce probabilmente ad una chat nascosta e ignorata.
È una fine pietosa che lascia l'amaro in bocca e più interrogativi di quelli necessari.
>> Num. 28982 quick reply
>>28980
Scrivile tu se lei non ti scrive
>> Num. 28983 quick reply
>>28980
Aspetta massimo un altro giorno e proponi data ed evento, se non si fa viva passa oltre anon ed impara dai tuoi errori.
>> Num. 28988 quick reply
File 163014672242.jpg - (22.20KB , 300x282 , 0774.jpg )
28988
>>28982
>>28983
Perdonatemi amici ma dopo +48 ore di silenzio stampa dubito che quella da voi proposta sia la mossa giusta.

Oramai è giunto il momento del sipario, come dicevo in >>28976
>Al massimo così come è iniziata, così finirà: citando Nanni Moretti.
e così ieri sera ho fatto, solo per questione personale, per avere una minima chiusura, perché fa mi sorridere.
Stamattina ho addirittura ricevuto una risposta dopo solo 13 ore
>Chissà se ha mai fatto ridere in vita sua
In fondo ognuno vuole l'ultima parola in questi casi.

Ho anche aperto il suo profilo di letterboxd (sito per tracciare film visti e recensioni) e tra ieri e oggi ha segnato
>film [prima proposta a Milano]
che citavo in >>28967
Ha fatto abbastanza male.


Breve retrospettiva

Credo di essere caduto nell'hype, complici 1) il periodo iniziale di ferie e distanza in cui non era possibile organizzare nulla 2) i gusti abbastanza compatibili 3) il tipo di fisico e carattere che attivava più neuroni del dovuto e 4) la prima uscita che nonostante tutto lasciava ben sperare.
Una combinazione di troppi fattori che uniti alla mia prima uscita in assoluto son stati fatali.
Icaro, ali, cera, etc... solo che non ho scelto io di puntare al sole.

L'incomunicabilità fra persone è un tema che mi è sempre stato a cuore, quindi mi manda abbastanza fuori di testa il fatto di non poter capire a pieno il perché di certe cose, cosa sia andato storto, quante/quali colpe siano attribuibili a me e quanto invece siano stati i fattori fuori dal mio controllo.
Probabilmente è così la vita in generale e c'è poco da fare, ma purtroppo sono una persona insicura e irresoluta, quindi basarsi sul mio tatto vuol dire rimanere nel dubbio su troppe cose.


Questa è la mia storia, spero vi sia piaciuta.
>> Num. 28989 quick reply
File 163015625964.png - (229.96KB , 544x348 , doc.png )
28989
>>28988
>il fatto di non poter capire a pieno il perché di certe cose, cosa sia andato storto, quante/quali colpe siano attribuibili a me e quanto invece siano stati i fattori fuori dal mio controllo.
Nessuno è mai pronto veramente, e il tempo perché certe cose succedano, spesso non lo scegliamo noi.
Non c'era altro modo.
>> Num. 28990 quick reply
>>28988
Caro anon, mi dispiace davvero. L'unica cosa che posso dirti è che il fatto che tu abbia fatto dei passi avanti è una cosa molto importante, e devi cercare di non rinnegare tutto quello che è successo. So che non fa stare bene, io nella tua stessa situazione ho anzi preso in negativo il fatto di avere fatto dei passi avanti (una sorta di sentimento alla "I tried so hard and got so far, but in the end it doesn't even matter"). Però, alla fine, se nel futuro farai altri passi avanti sarà solo grazie a questi. So che per te saranno solo frasi fatte e inutili, e che ora ti vivrai le cose che ti succedono come ti viene di viverle (quindi male, suppongo), ma davvero, rinnegare queste cose per non vivere il dolore che provocano è il modo migliore per renderti più difficile la vita per il futuro.
Buona fortuna anon, hai ancora tanta vita davanti.
>> Num. 29029 quick reply
File 163233142443.png - (317.59KB , 638x469 , GiorgioIkari.png )
29029
E niente, OP qui.
Direi che riutilizzo il thread per aggiornarvi sulle mie "Tinder Adventures". anche se non ve ne frega nulla

25 Agosto, nuovo match.
Chiacchere random per circa un giorno e mezzo.
Ad un certo punto se ne esce con
>Ma giovedì prossimo sei a [zona]? Se no ti avrei proposto un piccolo aperitivo post lavoro
Confusione, preoccupazione, sovversione delle aspettative.
Assolutamente inaspettato, molto ironico se raffrontato alla prima esperienza.
Alla fine ci accordiamo per vederci il mercoledì.

E niente, fast-forward a mercoledì mattina, mi dice che è incasinata al lavoro e per 2-3 giorni lavorerà fino alle 20 e dovremo rimandare alla settimana successiva.
Mia risposta parafrasata:
>Ah ok, io solo per ora so già che lunedì non riesco a esserci, fammi sapere come evolve la situazione

Non ho più ricevuto risposta.
Non sono nemmeno rimasto deluso, complice probabilmente il fatto che il mio sforzo è stato pari a zero.
C'è anche da dire che il suo profilo e le foto non erano un granchè, forse era anche un po' chubby e aveva l'aria di essere una di quelle femministe convinte.

Potevo provare a scriverle di nuovo dato che magari era lei a farsi problemi nell'insistere?
Probabilmente.
Ho imparato qualcosa?
Assolutamente no.


Rimanete sintonizzati, che ci sono altri due match, ma uno di questi è ancora in cantiere ed evito di cominciare con la telecronaca.
Allacciate le cinture per il secondo invece, i vostri lati potrebbero andare in orbita intorno ad Alpha Centauri.

Piccolo spoiler per chi vuole sapere se il pisellino ha esplorato anfratti:
no
>> Num. 29030 quick reply
File 163233455464.jpg - (90.46KB , 1024x1024 , 1483437509gn241.jpg )
29030
14 Settembre, nuovo match.
Sì, è il più recente.
Sì, quella "in cantiere" era già in cantiere.
No, non pensavo sarebbe andata in porto, son stato un po' al gioco giusto perché i match son pochi ed ero curioso.
Pochi messaggi in cui non diciamo nulla di che e così tanto per fare butto lì precocemente un
>le faremo sapere, lasci giusto un recapito per eventuali offerte
Mi lascia il suo contatto su Facebook.

Spoiler necessario: con quella in cantiere stava già andando abbastanza bene, quindi mi son sentito un po' in colpa a portare avanti qualcosa in parallelo.

Nonostante questo mi dico
>ci esco una volta giusto per fare "pratica" e vediamo cosa succede
Aspetto venerdì per ricontattarla, forse nella speranza che non abbia più voglia.
Sabato mi risponde positivamente.
E qui comincia una serie di eventi in cui cerco incosciamente di far saltare il tutto.
Come in >>28951, le chiedo se ha qualcosa da proporre. Rimbalza la palla.
Aspetto domenica senza darle risposta.
Mi chiede se la sera abbiamo intenzione di far qualcosa. Non sono convinto.
>Potremmo guardare insieme la finale di pallavolo!
Aiuto.
Le rispondo dicendo che non so bene in che locali la trasmettano e se ha idee.
Mi dice che ha casa libera.
>Considera che grazie a questa sera sto riconsiderando di togliermi la vita
Sudo freddo, non so più cosa sta succedendo.
Cerco di farle capire la mia preoccupazione per il messaggio precedente, dice che è ironica.
Non ci credo molto, ma non so bene come darle un due di picche senza creare nella mia testa il pensiero per cui il giorno dopo leggerò del suicidio di una ragazza nella mia provincia e me ne darò la colpa.
Acconsento ad incontrarci dicendole che dovremo parlare di questa svolta negativa della conversazione.
Mi risponde con un vocale in cui mi comunica l'indirizzo di casa.
Sembra sbiascichi un poco, psicopaste?


Continuo a breve, ma so già a cosa state pensando e sì, avete ragione.
Tant'è che vi anticipo il tl;dr
Se beccate una pazza datele il due di picche virtualmente senza farvi problemi
>> Num. 29031 quick reply
>>29030
Anon 32enne mago qui.
Cristo Iddio vacci, fregatene, fa le figure di merda, fottitene.

>Non so dove trasmettono la partita
Dio Cristo guardi su Google Maps un qualunque locale di merda/bar/pub chiami e dici:
"Buonasera, trasmettete la finale della pallavolo?"

Il giorno prima vai a perlustrare il locale/la zona e vedi com'è il posto.

Perché questo è importante?

Perché magari è pieno di rugbisti ubriachi, non l'ideale per un primo appuntamento.

Non mi sembra difficile no?
>> Num. 29032 quick reply
File 163233816834.png - (263.31KB , 420x420 , 7558e3aeb77e8041ce113dbcf7efa8bd.png )
29032
>>29031
Soffice amico, lo so benissimo, ma credo tu abbia mancato la parte in cui dico
>E qui comincia una serie di eventi in cui cerco incosciamente di far saltare il tutto.
Ma sopratutto il resto del mio post, quindi buona lettura.


Ore 20:30, arrivo a casa sua.

Siamo in soggiorno, la partita è appena iniziata e l'aria puzza già di merda.
Non so bene come sia una persona sotto l'effetto di antidepressivi et similia, ma credo di esserne stato testimone.
Cerco di fare conversazione blanda prima di iniziare a farle domande personali sul suo stato psicofisico nella speranza che o 1) capisca che quello che è successo e sta succedendo è sbagliatissimo oppure 2) mi butti fuori di casa.
Sembra più interessata alla partita che altro, ma nel frattempo comunque si avvicina a me cercando il contatto fisico.

Tra un set e l'altro della partita comincio a farle domande scomode.
Scopro in ordine che:
>a luglio si è lasciata dopo 8 mesi di relazione tossica
>va dallo psicologo
>assume psicofarmaci non specificati
E tanto per completare il quadro
>ha tentato il suicidio con dosi massicce di sonnifero
Sono intrappolato, non so come fuggire senza che questa prenda e inghiotta tutta la dispensa di farmaci che ha in casa.
I set continuano e io continuo a cercare di sabotarmi volontariamente chiedendole se crede che sia una buona idea fare quello che sta facendo.
Risponde con brevi silenzi oppure senza dare grandi motivazioni.
La mia speranza è che finita la partita ci sia la giusta atmosfera negativa per cui mi possa alzare ed andarmene senza problemi.

La partita finisce, vittoria dell'Italia.
Esulta, mi bacia, ma non ricambio.
È tutto sbagliato.
Rimango fermo come intorpidito, una parte di me vuole scappare, l'altra vuole vedere fin dove può spingersi lei.
Continua a baciarmi, ma io come un animale che si finge morto rimango impassibile.
Comincia a chiedermi cosa c'è che non va, ma non potendo dirle che è matta in culo, posso solo buttar lì dei discorsi cliché e cringe sul fatto che quello che sia facendo è sbagliato e che non sono sicuro della situazione.
Mi dice che non è un problema se non ci vedremo mai più, al che si toglie la felpa rimanendo in reggiseno e ricomincia a tentarmi.
In tutto questo non provo un minimo di eccitazione.
Ad un certo punto non so bene cosa succede nel mio cervello, ma comincio a ricambiare e a toccarla.
Passano 2 minuti massimo e lei mi sbottona i pantaloni e allunga la mano verso il mio pene completamente flaccido.
Ritorno in me, la fermo e le dico che non posso.

Finalmente ci allontaniamo e lei si mette in un'angolo del divano rattristata.
È il momento di andarsene, nel silenzio comincio a rimettermi le scarpe mentre preparo nella mia testa cosa dirle cercando di far passare me stesso nella parte del torto completo.
Le dico di accompagnarmi all'uscita così da poter parlare.
Mi chiede se è perché non la trovo attraente.
Nego e non ho mentito, è una 7/10 minimo.
Apre la porta, inizio a darle le mie motivazioni:
>Credo di aver capito di non essere in grado di far queste cose con persone che non conosco (demisessualità?)
>Ah, e sono vergine
Mi volto verso l'uscita ed esco senza guardarmi indietro.

Lunedì mi scrive il suo numero di telefono seguito da:
>Siccome sei vergine non mi ritenevi all’altezza di essere la prima?
Non ho più voluto rispondere.
Martedì aveva un appuntamento dallo psicologo, spero nel meglio.
Per ora la cronaca nera tace.
>> Num. 29033 quick reply
>>29032
Scusami OP, sono >>29031 , sono stato troppo precipitoso.

Se non te la sentivi, hai fatto bene a non pucciare il biscotto.
>> Num. 29034 quick reply
File 163234574042.jpg - (30.06KB , 660x465 , images (29).jpg )
29034
Tutti gli uomini in questi thread
>> Num. 29035 quick reply
File 163234585916.jpg - (35.85KB , 327x490 , images (30).jpg )
29035
Tutte le donne che incontrano
>> Num. 29036 quick reply
>>29032
In tutto questo io sono più avanti di te, ho toccato una bagiana col pene (ma senza entrarci bene, solo mezzo centimetro)
>> Num. 29037 quick reply
>>29032
Potevi risponderle ed essere più esaustivo, smettila di autosabotarti.
>> Num. 29038 quick reply
>>29032
Op io non ho capito perché non ci sei stato. Lei ti è sembrata veramente fuori di sé oppure ti sei fatto mille paranoie tu sul suo stato mentale a casaccio completamente? Dopotutto se è sotto trattamento non ci vedo niente di male. Potresti tranquillamente incontrarne altre cento così, solo più scaltre di lei nel non dirti nulla subito. Tutti hanno un passato.
>> Num. 29039 quick reply
>>29036
Spiega.

>>29038
>ti è sembrata veramente fuori di sé
Assolutamente, passino i comportamenti completamente disinibiti, ma ogni tanto sembrava far fatica ad alzarsi e reggersi in piedi ed aveva lo sguardo che hanno i fattoni dopo una giornata passata a fumare in garage.
Poi ovviamente anche la mia testa di cazzo ha giocato un ruolo importante nel bloccarmi completamente.
Come ho citato, il cervello ha provato per un momento a sbloccarmi ma non è riuscito a farmi andare a fondo.
>> Num. 29040 quick reply
>>29032
Minchia che stronzo che sei stato OP. Però almeno hai imparato una lezione importante: quando si esce dalla cameretta è molto facile essere stronzi.
>> Num. 29041 quick reply
>>28968
>vuol dire che potrebbe volerlo fare in base a come ti comporti.
300 maschere diverse per infilare il cazzo nella figa.
>> Num. 29042 quick reply
>>29039
>spiega
A questa età solo le pazze o le persone scarse e prive di qualsiasi qualità verranno da te.
Per questo sono riuscito a ottenere spagnola + sega facilmente. Il pepo non glielo metto dentro perché non mi fido per le malattie.
>> Num. 29043 quick reply
Allora, OP, che succede?
Io recentemente ho avuto un rapporto completo (mani + sesso orale + cowgirl + pecorina)
E' stata gentilissima
Che ansia però
>> Num. 29044 quick reply
Ti sei munito di guanti, mascherina e preservativo?
>> Num. 29045 quick reply
Ti sei munito di guanti, mascherina e preservativo?
>> Num. 29046 quick reply
>>29043
Ti sei munito di guanti mascherina e preservativo?
>> Num. 29047 quick reply
>>29046
Si non si sa mai con queste goccioline
>> Num. 29048 quick reply
>>29043
Raccontaci di più.
>> Num. 29049 quick reply
  >>29048
Niente di che, alla fine il sesso praticato a letto è abbastanza diverso (specialmente dal lato tattile, toccare con mano e con il resto del corpo) da quello che si dice tipicamente al bar o quello che si legge in giro.
Se poi avete la carica sessuale di un pezzo di legno...
Ci vuole pazienza e soprattutto una partner comprensiva, che non abbia fretta, e che sia contenta di sperimentare con te.
Tutto sommato esperienza decente, il sesso nella sua accezione più libera non è sicuramente patinato.
>> Num. 29050 quick reply
File 163360533986.png - (323.97KB , 708x353 , thanos.png )
29050
Secondo voi è possibile tenersi delle ragazze amiche per lunghi periodi (senza dargli il pepo, quindi amiche con cui uscire a mangiare e girare e basta)?
O se ne vanno dal gruppo di amici quando trovano uno che diventa il loro fidanzato?
>> Num. 29051 SABBIA! quick reply
>>29050
Stavo per scrivere una risposta seria ma poi l'ho cancellata e ho perso la voglia.

TL;DR: é possibile ma raro
>> Num. 29052 SABBIA! quick reply
>>29050
Sei offtopic, e la domanda è anche abbastanza mal posta.
Comunque certo che è possibile. Avere entrambi delle relazioni aiuta.
>> Num. 29105 quick reply
File 163518171186.jpg - (46.00KB , 640x480 , jesusdesu.jpg )
29105
>>29029
>Rimanete sintonizzati, che ci sono altri due match, ma uno di questi è ancora in cantiere ed evito di cominciare con la telecronaca.
Credo di dovervi la parte della telecronaca mancante.

30 Agosto, nuovo match.
Chiacchere per 3 giorni.
Il 6 Settembre ci vediamo per un aperitivo durato circa 4 ore.
Per ora nulla di diverso dalla prima esperienza, ma per fine serata mi ero già preparato di proporle una seconda uscita.
Dato il suo interesse per l'urbex ed il mio recente ingresso nel mondo della fotografia, le ho chiesto di consigliarmi un posto che potessimo andare a visitare insieme.
Col senno di poi forse è stata una proposta azzardata dopo una sola uscita, in più ho delegato la scelta a lei, eppure la proposta è stata ben accolta e nei giorni seguenti si è impegnata a cercare diverse alternative.

Il 12 Settembre infine andiamo in un posto abbandonato abbastanza grande. Per +8 ore.
Ovviamente AT-field potentissimo e non riesco a combinare nulla, contatto fisico pressochè nullo come al solito.

Ora, potrei tediarvi con una narrazione prolissa in cui ripeto i soliti errori, quindi faccio prima ad esprimermi così:
>15 Settembre, 4 ore
>21 Settembre, 2 ore
>24 Settembre, 7 ore
>28 Settembre, 2 ore
>2 Ottobre, 14 ore
>8 Ottobre, 11 ore
>10 Ottobre, 9 ore
>15 Ottobre, 9 ore
>17 Ottobre, 6 ore
>22/23 Ottobre, 23 ore
Riesco a baciarla poco dopo averle detto che dovevo andare.

Sembra una presa per il culo ma vi posso assicurare che sì, sono deficiente e lei ha la pazienza di 12 Buddha, già un mese fa mi disse
>Comunque mi fa ridere come ci salutiamo ogni volta
I segnali li avevo colti benissimo, ma per qualche motivo non ho mai avuto la forza di prendere l'iniziativa, forse sperando, nella mia ignavia, che fosse lei a dare il "kick-off" iniziale.


Liberi di chiedermi qualsiasi dettaglio in più, ho tutto segnato in un file di testo che tramanderò forse alle generazioni future, con quale intento non so, saranno loro a deciderlo.
>> Num. 29106 quick reply
  >>29105
Bene bene.
>> Num. 29110 SABBIA! quick reply
File 163523624536.gif - (1.11MB , 400x225 , sabbia porcodio.gif )
29110
>>29032
OP ma quanto sei coglione?
guarda che non tutte le persone che pigliano psico vogliono farti la pelle, ed è stata lei stessa a proporti una situazione scopa e fuggi
porcoddddiooooo
sabbia per disprezzo
>> Num. 29156 quick reply
>>29110
Credo che lui sia rimasto bloccato dal pensiero "mi devo scopare una psicopatica" e alla conseguente botta di umiliazione personale.
>> Num. 29157 quick reply
>>29105
Ma quindi a fine ottobre hai scopito?
>> Num. 29158 quick reply
>>29157
Io si ma a inizio ottobre
>> Num. 29170 quick reply
File 163811145764.gif - (14.09KB , 211x202 , 1506948289704.gif )
29170
>>29157
No, nemmeno a fine novembre.

Breve aggiornamento.
Sembra andare bene, siamo usciti altre 8 volte da allora, 4 delle quali rimanendo a dormire da lei (nello stesso letto).
E non ho ancora scopito, esatto.
Lei palesemente si aspetta che faccia tutto io e non so con quale pazienza continui ad attendere.
Effusioni prolungate e toccate qua e là (solo da parte mia) ci sono e direi che è palese che volendo avrei potuto ficcare già a inizio novembre.
Ed invece eccomi qua con la mia dose di autismo.

Ci siamo visti ieri, siam tornati a casa sua verso le 17.30 ma purtroppo alle 19 dovevo scappare che avevo altri impegni quindi ci siamo limitati ad altre effusioni.
Però ho notato un maggior trasporto da parte sua come se volesse dire "Ora è il momento", solo che ovviamente mi son ritrovato davanti un altro muro mentale per cui non ho idea di come si debba svolgere il tutto.
E niente, mi son limitato a ficcarle una mano fra le parti intime (sopra i collant) poco prima di dover scappare.

Non so bene come, ma la prossima volta sarà il momento di agire.

SE NON FOSSE CHE IN TUTTO QUESTO TEMPO MAI UNA VOLTA CHE AVESSI AVUTO IL PENE ERETTO CHE MI DESSE UNA SPINTARELLA DICENDOMI "WELA FICCHIAMO ALLORA??"
NO, AL MASSIMO UN BARZOTTINO CHE DURA 30 SECONDI E POI VIA
E POI OVVIAMENTE, A CASO, DOPO 1-2 GIORNI IL CERVELLO SI RICORDA DELLE EFFUSIONI CON LEI E IL PISELLO SI RISVEGLIA
UN PO' TARDI CARO MIO, NON CREDI?

Sono rotto? Son frocio? Son anon?
Ho pure un cazzetto di 14cm quando il sangue pompa bene, non vorrei averle creato troppe aspettative con tutto questo tease.

Restate in cameretta amici miei, è meglio così.
>> Num. 29171 quick reply
>>29170
Ma ne hai parlato con lei?
Una non ti sta dietro per così tanto tempo solo per scopare. Tira fuori le tue debolezze e i tuoi limiti, se lei è un minimo sensibile ti darà una mano come può, e vista la pazienza olimpionica direi che le piaci non poco e secondo me si è accorta che sei un po' autista dentro.
>> Num. 29172 quick reply
>>29170
Sono anch'io dell'opinione che dovresti parlarle, spiegarle il problema e chiedere una mano.
>> Num. 29173 quick reply
Ancoar >>29171
Qui la cosa più autistica che puoi fare non è rimanere moscio o non scopare, è stare zitto con lei.
>> Num. 29174 quick reply
>>29170
Potresti essere asessuale (sì, la condizione esiste, nel senso che è come il Ph acidità/basicità dell'acqua, neutro) e quindi potresti dedicarti a esplorare il suo corpo.
Tocca, annusa, lecca, ascolta e parla per capire cosa puoi fare.
Altra roba interessante qua:
https://liararoux.substack.com/p/nerds-are-superior-lovers
>> Num. 29175 quick reply
>>29173
THIS, dovresti parlarne con lei.
>> Num. 29178 quick reply
>>29174
>asessuale
>DOPO 1-2 GIORNI IL CERVELLO SI RICORDA DELLE EFFUSIONI CON LEI E IL PISELLO SI RISVEGLIA
Anche se solo op può dirlo davvero, non mi sembra che non sia interessato al sesso. Se fosse asessuale dovrebbe chiedersi "dovrei voler scopare, perché non voglio fare sesso con questa donna?" invece di "perché non riesco a fare sesso".
Mi sembra "solo" tanta insicurezza.
>non vorrei averle creato troppe aspettative con tutto questo tease
Invece non credi di essertele create tu le aspettative?
OP non mi meraviglierei se la prima volta che riesci a ad avere un'erezione con lei schizzi appena ci appoggia le labbra, con me è andata così. Tieni in conto qualche possibile defaillance e non rimanerci troppo male se capitano, devi ingranare e ti servono i tuoi tempi e le tue tappe.
Hai un'ottima occasione non per scopare, ma per aprirti con un'altra persona su una cosa così importante, persona che potenzialmente (o probabilmente, visto il palese interesse e la pazienza olimpica) può accompagnarti in queste tappe e può accogliere le tue insicurezze. Lo scopaggio è solo la ciliegina sulla torta, qui c'è in ballo la tua persona e la tua sfera sessuale/sentimentale, che sono di gran lunga più importanti di avere il cazzo umidiccio.

In ogni caso te lo ripeto: >>29173. VAI OP!
>> Num. 29185 quick reply
File 163846935138.png - (12.72KB , 200x200 , pc05.png )
29185
Grazie anemoni, anche io sono convinto che dovrei parlarne con lei, ci penso già da tempo, ma non so come fare. Purtroppo il mio cervello mi impedisce di fare un'uscita del genere se non in una situazione in cui non sia "costretto" a svuotare il sacco.

Ieri sera ci siamo visti, ho atteso che ci fosse un'apertura per un dialogo del genere, ma fino alla fine non c'è stata (sempre che esista, si intende).
Prima di salutarci a fine serata le ho solo detto una cosa tipo:
>Se ti ho mai dato l'impressione di non avere idea di cosa stessi facendo, è perché non l'ho mai avuta
Ha risposto di non aver mai avuto questa impressione.
Non so quanto abbia attecchito il concetto.

Domani sera ci rivediamo e rimango a dormire da lei dato che abbiamo organizzato cose per sabato.
>> Num. 29186 quick reply
>>29185
>ho atteso che ci fosse un'apertura per un dialogo del genere
Anon sai benissimo anche tu che questa è una cazzata. Non ci vuole molto, basta scriverle che sabato le vuoi parlare di una cosa seria e sarà lei ad aprire il dialogo. Di persona non avrai la pressione di dover indirizzare tu il discorso sull'argomento e un messaggio mandato con largo anticipo dovrebbe farti sentire meno esposto. Vedila come un modo per "auto-costringerti a distanza".
So che non è per niente facile, ma non puoi aspettarti che basti una "frecciatina" (non in senso ostile) a farle scattare tutto in testa.
>> Num. 29187 quick reply
>>29186
THIS! Fatti un favore, anon, non usare espressioni come
>Se ti ho mai dato l'impressione di non avere idea di cosa stessi facendo, è perché non l'ho mai avuta
Sii diretto, onesto e sincero. Diglielo, chiaramente.
>> Num. 29188 quick reply
>>29186
>>29187
Gli state dando una immagine parziale di quello che succederà: si accorgerà che è facile sfondare, ma poi amministrare il dopo sarà una cosa non facile per niente.
>> Num. 29191 quick reply
>>29188
>amministrare il dopo
Non so se ti riferisci alla discussione con lei o dopo ancora.
Nel primo caso nì, quella sta a lui quanto a lei, ma è anche vero che l'ansia e l'insicurezza ingigantiscono la facciata di questo tipo di cose, una volta sfondato il muro di paura ed evitamento spesso è paradossalmente facile una certa naturalezza, anche impacciata, come d'altronde hanno fatto tutti nella vita.
La questione qui è che ormai op dovrebbe conoscerla un minimo, ci ha parlato tanto visto il numero di uscite e avranno instaurato un certo feeling e un certo modo di parlare (è così op?) come avviene in ogni relazione dall'amicizia in su, lì di solito i discorsi importanti vengono anche "naturali".
Ovvio che sarà faticoso, ma fermarsi di fronte alla prospettiva di una difficoltà è uno dei tratti principali degli anon, prima o poi si deve agire. La fatica deve essere una consapevolezza, ma non deve fermare l'azione.

Op le parole d'ordine sono apertura, sincerità e coraggio.
Lei la conosci un pochino, ti sarai accorto se è una stronza o una ragazza sensibile a queste cose. Se è la seconda non temere nulla perché non sarai solo.
Ti rendi conto? Un momento della tua vita dove non sarai solo! Non buttarlo!
>> Num. 29192 quick reply
>>29191 qui
Aggiungo una cosa: un passo alla volta. Il post-discussione si vedrà e si affronterà con lo stesso spirito, così come quello che arriverà dopo.
>> Num. 29200 quick reply
File 16387965779.jpg - (22.85KB , 480x414 , betaOP.jpg )
29200
E niente miei soffici amici, vi ringrazio per i vostri commenti, ma ora passiamo subito ai fatti.

Venerdì sera dopo cena le ritiro fuori le mie parole dell'ultima volta cercando di spiegarle meglio cosa intendessi. Con pochi giri di parole le dico che la mia esperienza si riduce a poche limonate eccezionali e nient'altro, neppure una breve storia definibile tale.
Non saprei bene come descrivere la sua reazione, passa qualche secondo a cercare le parole giuste per dirmi che è felice di come si siano svolte le nostre interazioni perché non le era mai successo di poter approfondire il rapporto con una persona con questa "calma", il che le sembra un modo più vero e completo di vivere il tutto.
Non aggiunge nient'altro e per il resto della serata il suo comportamento non sembra essere differente.
Solite tenerezze prima di addormentarsi per mezzanotte data la giornata abbastanza piena.

Per il giorno dopo ci si era proposti di uscire a mangiare a pranzo per le 11-12 per poi andare ad un evento in un'orario non di punta.
Ma diciamo che non è proprio andata così.
Come detto in >>29170, questa era la volta in cui avrei dovuto agire e così ho cercato di fare.
Maglia tolta, reggiseno slacciato, mano nelle mutande messa, dita inserite. Orgasmo raggiunto (pare*).
*la mia insicurezza ovviamente mi fa dubitare il tutto, ma questa è una mia nota storta e cancellata a piè di pagina
Alla fine all'evento ci siamo stati la sera.

Sempre come detto in >>29170
>MAI UNA VOLTA CHE AVESSI AVUTO IL PENE ERETTO CHE MI DESSE UNA SPINTARELLA DICENDOMI "WELA FICCHIAMO ALLORA??"
>NO, AL MASSIMO UN BARZOTTINO CHE DURA 30 SECONDI E POI VIA
Ho il cervello distrutto dal porno? Mi piace il cazzo?
Non saprei, però il suo ansimare è abbastanza una droga che qualche minimo effetto faceva.
Domenica è stata una replica di sabato, sia nel bene che nel male.

Nota dell'autore: lei abbastanza passiva, giusto all'inizio ha provato ad allungare un poco la mano ma forse non ha proseguito notando il problema ed il mio "schivare".
Poi poco o nulla, giusto lei che si mette sopra di me anche per testare eventuali reazioni del membro. (non pervenute)
Nonstante questo, nessun accenno verbale al tutto, dal suo modo di porsi non sembra nemmeno preoccuparsene, pare presa più che mai.

Martedì sera ci rivediamo, ma non so se avrò occasione di ritentare a (non) fallire.
>> Num. 29210 quick reply
>>29200
Oggi è mercoledì, e magari quello che ti sto per scrivere non avrà già più molto senso, ma ci sono due cose che vorrei dirti.

1) Ovviamente io non so un cazzo di questa tipa, e mi baso su un'impressione di qualcosa che tu hai scritto su quello che lei ha detto una volta. Però quella frase
>è felice di come si siano svolte le nostre interazioni perché non le era mai successo di poter approfondire il rapporto con una persona con questa "calma"
accoppiato con il fatto che è molto restia a toccarti (mi pare), mi fa pensare che non abbia avuoto le migliori esperienze del mondo con il sesso, e in alcune occasioni si è sentita forzata a far sesso quando non lo voleva del tutto.
Quindi magari non fare che (quando succederà) appena ti diventa duro glielo butti dentro con foga per paura di perdere l'attimo. Le cose con questi tempi le stanno piacendo, quindi cerca di godertele anche tu con questi tempi. Il suo ansimare è una droga? Bene, drogati di quello e vedrai che il resto verrà da sé.

2) Ma, scusami, di quale fallimento stai parlando? Del fallire nell'obiettivo della perdita della verginità?
Ti svelerò un segreto, OP: tu non sei più vergine.
Lascia stare le stronzate che si dicevano a 15 anni per cui ci sono le varie fasi limone-ditalino-sega-pompino-sesso, con l'ultima a coronare la perdita della verginità. Tu hai raggiunto un certo livello di intimità emotiva e fisica con una ragazza, ci hai dormito assieme, le hai dato piacere, hai sentito la sua carne addosso alla tua, ti sei ricoperto dei suoi liquidi. Non sei più vergine.
Lo sei meno di uno che ha fatto due pompate dentro una ragazza sconosciuta da ubriaco, o con una prostituta, e basta. Semplicemente della pletora di pratiche sessuali che si possono fare, ne hai fatta solo una piccola parte.
>> Num. 29211 quick reply
>>29200
>(non) fallire
Ascolta >>29210 sul secondo punto. Te l'ho già scritto: qui scopare non è la cosa più importante, lo è migliorare nella tua sfera sentimentale e sessuale (!= sesso). Hai fatto un primo importante passo, hai tirato fuori una tua grossa difficoltà all'interno di una relazione con un'altra persona (gieffe, scopamica o salcazzo) prendendoti tutti i rischi del caso. Questa cosa l'hai portata a casa, ed è una cosa grossa. Forse non te ne rendi conto perché davanti a te vedi solo lo scupaggio e lo stigma della verginità, ma l'intimità e la comunicazione nell'intimità sono cose molto più difficili e importanti da raggiungere e gestire, vedi i vari puttanieri o i chad sburrakuli che saltano da una figa all'altra ma chissà perché si sento vuoti dentro.
>Mi piace il cazzo?
L'eventuale cazzo non ha mai escluso la figa.
>reazioni del membro (non pervenute)
Hai provato con una terapia d'urto?
Intendo un pompino bavoso o un dito in culo
>nessun accenno verbale al tutto
In che senso?
>> Num. 29212 quick reply
L'ideale sarebbe quello di sopportare lo stare da soli come lo stare con qualcuno.

>>29191
>ma non deve fermare l'azione.
Spiega la motivazione per non fermare l'azione, quali obiettivi si devono raggiungere con quella azione
>> Num. 29213 quick reply
>>29212
>quali obiettivi si devono raggiungere con quella azione
Per me o qui op ha davanti un'ottima occasione per crescere in un campo dove chiaramente non ha mai messo piede (si veda il primo paragrafo in capslock), con una persona comprensiva e, credo, attenta a quello che lui prova. L'obiettivo, per come la vedo io, si può riassumere semplicemente nel fare esperienza in un ambiente nuovo, dove ognuno prima o poi si dovrebbe cimentare per "diventare grande". Il sesso è compreso, ma ridurre tutto a quello secondo me ti fa perdere di vista il normale sviluppo personale.
La questione fatica è pura anonitudine: evitare situazioni in cui non ci si sente a proprio agio davanti alla prospettiva di fare fatica, che sia fisica, psicologica, intellettuale o sentimentale. Una fatica che si pensa di non poter sostenere, soprattutto se comparata alla propria zona di comfort (che sia anche questa fisica, psicologica, intellettuale o sentimentale).
>L'ideale sarebbe quello di sopportare lo stare da soli come lo stare con qualcuno.
Certo, ma davanti ad una difficoltà rinunciare a stare con qualcuno e dicendo a te stesso che "devo anche imparare a stare da solo" è solamente l'ennesima bugia che l'anon si racconta per non fare un passo avanti e starsene dove sta da anni, fare le stesse cose che fa da anni e lamentarsi delle stesse cose di cui si lamenta da anni.
Op ha superato i 25, ora è anche il momento che muova il culo (detto con affetto) e si cimenti con questa cosa strana che sono le relazioni personali con risvolti sessuali/affettivi, consigliarli di imparare a stare prima da solo gli tarperebbe le ali. Cosa dovrebbe fare? Aspettare i 30 e provarci coi poteri? Io dico di agire ora che ha un ambiente accogliente in cui può sperimentare.
>> Num. 29214 quick reply
>>29213
>e lamentarsi delle stesse cose di cui si lamenta da anni.
Squadra che funziona non si cambia.
>> Num. 29215 quick reply
File 163905475360.png - (133.46KB , 400x392 , 15.png )
29215
>>29213
>La questione fatica è pura anonitudine: evitare situazioni in cui non ci si sente a proprio agio davanti alla prospettiva di fare fatica, che sia fisica, psicologica, intellettuale o sentimentale. Una fatica che si pensa di non poter sostenere
Io continuo a fare cose e fatiche fisiche, psicologiche, intellettuali, interagisco con persone uomini e donne che penso di poter sostenere ma a costo di fastidi anche a volte enormi e i risultati concreti sono altalenanti, certamente buoni ma a volte insufficienti per quanto concerne la gente attorno.
Parti da 0 e ottieni 50 dopo anni, in mezzo a gente che è partita anni prima di te, e ti guarda storto e giudica senza sapere niente.

>è solamente l'ennesima bugia che l'anon si racconta per non fare un passo avanti e starsene dove sta da anni, fare le stesse cose che fa da anni e lamentarsi delle stesse cose di cui si lamenta da anni.

Arrivare alla "cima" a 25 anni o a 34 anni non ha una grande importanza, lo ha solo per chi vi sta attorno e vi giudica.
L'identità è data dalle persone che ci sono attorno?

Un grande movente è la paura.
La paura che opprime, che conquista, che schiaccia, che definisce.
Che connette, che tira, che guida, che sposta.

Ma anche quando si supera la paura, e l'ansia, a costo di enorme fastidio, non ci sono grandi rivelazioni. Si prendono solo le cose per quello che sono. E si fanno, quando e se si vogliono fare, per scelta, non perché ciò reca fastidio.

Io personalmente mi lamento poco adesso, dato che ho provato quasi tutto e più o meno ho quello che mi serve (non è tanto, ma meglio di niente).
La realtà è spesso deludente.
>> Num. 29216 quick reply
  >>29213
>> Num. 29217 quick reply
Vediamo un po' alcuni punti di vista sulla questione:

- Per approcciare un problema bisogna VOLERLO fare, e se non vuoi farlo non c'è verso. Serve la motivazione.

- SISTEMARE i problemi è il modo in cui si impara. A fare errori e basta non si impara.

- Se sei già esperto, se vuoi fare qualcosa, cerca di farlo bene la prima volta, altrimenti ti toccherà farlo tante volte finchè non verrà bene.
>> Num. 29218 quick reply
>>29215
>Parti da 0 e ottieni 50 dopo anni, in mezzo a gente che è partita anni prima di te, e ti guarda storto e giudica senza sapere niente
Hai ragione, meglio rimanere a zero ma col culo al caldo in cameretta e il cinismo autodistruttivo.
>Arrivare alla "cima" a 25 anni o a 34 anni non ha una grande importanza, lo ha solo per chi vi sta attorno e vi giudica
Io ora ho 25 anni, più o meno come op, mi stai forse dicendo che starmene altri 9 anni senza fare sostanziali passi avanti non ha una grande importanza? Un anno della tua vita vale così poco? Io personalmente mi sono rotto il cazzo ora, figurati a 34 anni come starei messo.
>E si fanno, quando e se si vogliono fare, per scelta, non perché ciò reca fastidio
Non ho mai detto che vanno fatte per il fastidio, ho detto il contrario: non vanno evitate per il fastidio.
Poi sarebbe interessante discutere della differenza fra fatica e fastidio. Per me il secondo presuppone l'agire controvoglia, la prima no, anzi può essere catartica e portare soddisfazione. Non c'è soddisfazione a sopportare un fastidio. Quindi per me stiamo parlando di due cose leggermente diverse che riflettono la nostra visione della crescita, visto anche il fatto che citi la paura come principale motivazione.
>La realtà è spesso deludente
Questo dipende dalle aspettative. Credo anche che faccia una bella differenza se le aspettative le hai su te stesso o sulla realtà.
>Arrivare alla "cima"
Qui secondo me sta il punto: di che "cima" parli? Il sesso? Una relazione? Imo non esiste una cima, a meno che non te la crei tu con le tue aspettative, ma se è raggiungibile a 25 anni, lasciamelo dire, è la cima sbagliata. Se dai per scontato che quella cosa x è la cima perché dovresti raggiungerla, soprattutto così giovane? Dopo non ci sarebbe niente di paragonabile, e grazie al cazzo se alla fine la realtà ti delude.
Io non parlo di cime, parlo di crescita e quella non si ferma mai.
>>29216
Blessato Scooby. Il fallimento ha indubbiamente un valore educativo.
>>29217
>SISTEMARE i problemi è il modo in cui si impara. A fare errori e basta non si impara
>Fare errori è il modo in cui si manifestano i problemi
>Sistemare i problemi è il modo in cui si mette in pratica quello che si ha imparato
Fissato.
>Se sei già esperto
>cerca di farlo bene la prima volta
Non computa.
>> Num. 29219 quick reply
File 163908137249.png - (400.25KB , 602x366 , gable.png )
29219
>>29218
Bisogna vedere quali obiettivi si pone OP.

Io ho agito controvoglia su un mucchio di roba, solo perché "DEVO" fare delle cose imposte dai tizi che uno frequenta, dallo sport di squadra (non me ne frega un cazzo di vincere a calcetto e dovete piantarla di incazzarvi se pretendete gente brava in campo, se voi ci giocate da quando avete 6 anni io invece no, e per correre vado a correre da solo fuori, succhiatemi il pisello) alle discoteche fino alle 6 di mattina portando sempre gente che non vuole guidare e tornando rintronato e buttando via metà giornata dopo, alle bevute di alcool marcio nei bar con conseguente vomito e schifo, alle figure di merda in strada con gli amici che cercando di rimorchiare le ragazze fallendo sempre.

Quella è crescita nel senso "sopportare un fastidio" cioè fare roba come se fosse un lavoro che non ti interessa ed è malpagato per farsi crescere la pelle dura e sopportare le pacche stoicamente, ma lo si fa solo "perché lo fanno gli altri ed è così che ci si deve divertire e non devi startene per i cazzi tuoi al computer".
O come quando si fa una università per anni perché "ti devi laureare".

8 anni di fastidi da sopportare pena l'esclusione sociale e il perculamento totale, uno arriva a un punto che dice è meglio incazzarsi e cambiare gente completamente anche a costo di farsi perculare.

Quindi è stato molto meglio smettere di fare progressi mediocri nello sport di squadra, finire l'università il prima possibile, e adesso grazie all'epidemia smettere con le discoteche e i bar, smettere di stare in mezzo alla strada al freddo il sabato sera con gli altri tizi, buttare via ogni forma di roba alcolica, e fare solo attività fisica che piace e interessa.
E se uno non ha interesse ad andare dietro alle ragazze belle, uscendo con quelle brutte senza obbligo di sesso, va bene anche quello.
>> Num. 29220 quick reply
>>29218
>Dopo non ci sarebbe niente di paragonabile, e grazie al cazzo se alla fine la realtà ti delude.
>Io non parlo di cime, parlo di crescita e quella non si ferma mai.
Ma anche un tumore cresce ed è deleterio. Tu parli di crescita, quindi sia positiva che negativa per la persona? perché è come parlare di lavorare 8 ore al giorno facendo un lavoro che non piace e stimola, contro parlare di un lavoro che si fa che però piace almeno un po' e può essere stimolante.
Magari passare da fare il tecnico dei computer a fare le pulizie nelle case di riposo non è considerabile come crescita positiva.
>> Num. 29221 quick reply
>>29220
Ma perché tirate in ballo il lavoro e i maledetti confronti sociali? Io sto parlando più ad un livello psicologico, qualcosa che ti porti dentro.
>Tu parli di crescita, quindi sia positiva che negativa per la persona?
Una crescita per definizione non può essere negativa, a meno di parlare per eufemismi aziendali. Però certamente la crescita non è scontata e si può peggiorare nel corso degli anni, di esempi ce ne sono quanti ne vuoi.
>>29219
Anon hai riempito il post di lamentele verso una vita che non ti piaceva, ma per cambiarla hai dovuto aspettare dei fattori esterni. Non hai fatto fatica per uscirne, ti sei sobbarcato il peso come un fastidio, parliamo di due cose opposte. Adesso sei qui ad autocommiserarti e a dispensare cinismo perché ti sei tenuto una compagnia di merda, tossica e incline al bullismo (da quanto ti pesa essere perculato sono certo che è così).
In realtà ti capisco, per me è stato difficilissimo staccarmi dalla cumpa del paese con l'alternativa della cameretta. In gioventù non ho cambiato scuole proprio soppesando lo spostamento con l'essere preso in giro. Una delle più grandi cazzate della mia vita.
>> Num. 29222 quick reply
>>29220
Mi ero perso questo:
>Io non parlo di cime, parlo di crescita e quella non si ferma mai.
Qui mi sono spiegato male, non è la crescita in positivo che non si ferma mai, sono le tappe, le "occasioni" di crescita. Ognuno di noi dovrà cambiare la propria più volte, anche radicalmente: con le giraffe, i lavori, la pensione, per qualcuno i figli, la moglie, la ex moglie, gli amici che vanno e vengono, i nipoti. Finchè non crepi devi andare avanti. E non c'è una cima dove quando arrivi è finita e scendi. Come visione della vita (a forma di montagna) da una parte è terribile, dall'altra è molto semplice e chiara. Non è un continuo sali-scendi, una successione di difficoltà grandi e piccole, è solo un enorme problema che devi sopportare fino ad un certo punto e poi hai scollinato, c'è una lenta discesa. In fin dei conti non è una bella prospettiva.
>> Num. 29223 quick reply
File 163913590186.png - (343.18KB , 620x338 , 15.png )
29223
>>29221
>Non hai fatto fatica per uscirne, ti sei sobbarcato il peso come un fastidio, parliamo di due cose opposte
Ci sono fastidi costruttivi (paura e ansia nel guidare facendo schifo all'inizio e poi dopo anni riuscire a diventare competente nella guida, paura e ansia nel fare colloqui di lavoro e sbagliarli) e fastidi non costruttivi (prendere palloni in faccia ogni volta, o pestoni ogni volta, per anni facendo schifo e poi solo un po' meno schifo, andare in discoteca ad annoiarsi e bere solo perché nessun altro in un gruppo ha idee diverse su cosa fare).

OP dovrà decidere se fidanzarsi (o solo anche fare sesso) con quella ragazza di cui parla sarà un fastidio costruttivo o non costruttivo per lui, per i propri obiettivi.
Ora non è più tempo di lamentarsi, è tempo di agire. Come agire, scegli tu. L'importante è che tu sia consapevole e in controllo della situazione.

Finchè ci sono quelli che si ricordano ciò che era, ci sono quelli non vorranno accettare quello che può essere. Loro resisteranno. Un negro ricco in Louisiana è comunque un negro, ma in Africa può diventare un consigliere benevolo, un benefattore.
>> Num. 29256 quick reply
File 164098210638.png - (189.42KB , 512x468 , 1.png )
29256
Come sta andando con le relazioni?
>> Num. 29258 quick reply
File 164184353151.jpg - (18.66KB , 265x276 , 0739.jpg )
29258
E niente, aggiornamento veloce e forse anche dovuto, per i soffici anon che in questi mesi hanno dato il loro apporto al thread.


Durante le feste è tornata dai suoi e nel frattempo io mi son beccato il covid non potendola vedere il 31 quando sarebbe tornata in aereo alle 23:30.
Dal precedente post ci siamo visti 5 volte di cui l'ultima questo fine settimana.
La situazione non è cambiata molto, mi spiego.

Sentimentalmente direi che è sempre molto presa, ci siamo fatti anche dei regali di Natale (seppur stupidi) e nel periodo di "vuoto" ci tenevamo spesso aggiornati su come stessimo passando il periodo di ferie / malattia.
Dal punto di vista sessuale invece nulla di nuovo, se non che è arrivata a massaggiarmi il pene attraverso le mutande, senza però accennare al levarle. Certo, avrei potuto farlo io, ma in quel momento mi sono imposto che dovesse essere lei ad avere l'iniziativa, giusto per cercare di spingerla ad essere più proattiva.
Nel frattempo però il problema erezione rimane, nel senso che nella situazione appena descritta c'è giusto un barzottino e i tempi (troppo?) prolungati prima di arrivare al sodo forse non aiutano.

Credo che gliene parlerò direttamentamente nei prossimi giorni appena la rivedrò, anche perché vorrei sapere che idea si sia fatta lei riguardo ciò.


>>29219
L'unica cosa "controvoglia" che mi son dovuto spingere a fare era l'uscire dalla comfort zone e convincermi quelle 3/4 volte di incontrare una nuova ragazza per vedere come sarebbe finita. Seppur ogni volta con esiti completamente diversi, a fine serata ho sempre pensato che ne fosse valsa la pena.
Ora invece questo discorso direi non mi tange, anzi, ogni successiva uscita è sempre attesa con entusiasmo e nonostante le difficoltà posso ritenermi comunque felice di tutto quello che mi sta succedendo.
>> Num. 29259 quick reply
>>29258
>era l'uscire dalla comfort zone e convincermi quelle 3/4 volte di incontrare una nuova ragazza per vedere come sarebbe finita
E ora che hai visto come è finita, che conclusioni hai tratto? Io ho visto un mucchio di roba.
Ho tratto delle conclusioni.
>> Num. 29260 quick reply
  Uscire dalla comfort zone: ha senso, ma quanto senso ha? E perché si dovrebbe fare?
>> Num. 29261 quick reply
  Possibili motivi per cui le giornate di varie persone possono apparire deprimenti... o incentivanti
>> Num. 29262 quick reply
>>29261
il fatto che non sai embeddare?
>> Num. 29279 quick reply
Op novità? Il tuo filo è il più avvincente del canale.
>> Num. 29312 quick reply
File 16468627489.png - (142.06KB , 342x342 , 1498507109616.png )
29312
>>29279
Qualcuna, ma cercherò di essere breve e conciso.


A metà gennaio lei decide di prendere la situazione in mano (har har) con seghino e pompino.
Situazione non troppo complicata se non per qualche difficoltà nel mantenere l'erezione e arrivare al dunque.

Le volte seguenti ci son stati alcuni tentativi di ficcare il pipo finiti male per poca collaborazione da parte dell'augello.
Così finché la notte tra il 18 e il 19 febbraio, mentre dormiamo nudi il mio corpo si sveglia, lei capisce e non ci lasciamo sfuggire l'occasione.

Note positive:
- Già dalla prima volta mi ci vuole qualche minuto prima di venire
- Ogni volta successiva sembra sempre andare meglio per quanto riguarda erezione, all'inizio serviva molto stimolo da parte sua

Note negative:
- Mancava così poco all'attestato di stregoneria
- L'universo per ribilanciarsi ha deciso di cominciare a setuppare la WW3


E niente, miei soffici anon, credo ci sia poco altro da dire, questa storia per ora si conclude qua.
Cercherò di tenervi aggiornati in futuro per eventuali svolte, sia negative che positive.
Chissà se racconterò mai di questo thread.
>> Num. 29313 quick reply
>>29312
Ho acquisito lo status di mago da circa 6 anni
>> Num. 29314 quick reply
>>29312
Bravo anon! Anche se, come già detto, la verginità a parer mio l'avevi già persa da tempo.
Comunque, se le racconti del thread, chiedile pure di farle una foto al culo per il Bingo.
>> Num. 29315 quick reply
>>29312
Che bello OP!
Ma con lei sesso a parte come sta andando? State assieme? Cosa provi per lei?
>> Num. 29316 quick reply
>>29312
wow anon sembra la storia della mia prima volta, qualche mese fa a parte il fatto che ancora adesso se duro più di un minuto è un miracolo
>> Num. 29317 quick reply
>>29316
Raccontaci tutto.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo