-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 28549)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 8000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 1129 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 160587660688.jpg - (17.03KB , 400x260 , sindrome-hikikomori-in-italia.jpg )
28549 Num. 28549
Anon non riesco a fare pace con la mia coscienza e col fatto di aver passato tre/quattro anni nel fare nulla, buttando anni di vita. Ho ripreso l'università, le cose vanno un po'meglio, ma mi capita a volte la sera di mettermi a piangere nel buio della camera per mezz'ora. Probabilmente c'entra anche il fatto che l'ambiente e le persone che vedo ogni giorno sono sempre quelle e che l'impressione è l'opinione che hanno di me non cambia da un giorno all'altro. Vorrei liberarmi di questo peso e guardare solamente al futuro.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 28551 quick reply
  Dovresti concentrarti sul fatto che per quanto esistano persone pettegole e ficcanaso la stragrande maggioranza ha i propri cazzi a cui pensare e se ne frega di te, del tuo percorso di vita e di quello che "vuoi fare da grande" che sia l'astronauta o lo spazzino.

Ogni persona ha i suoi tempi non abbiamo tutti la certezza matematica di quello che vogliamo essere con un menù pronto di obiettivi da raggiungere.

Se hai ripreso l'università è una buona scusa per conoscere gente nuova e provare a fare un repulisti della gente vecchia e brontolona che magari hai attorno.

Magari ti dico cazzate ma niente è importante, goditi il viaggio non ti stressare sulla meta, studia le persone che ti piacciono e cosa ti piace di loro, prendi esempio oppure copia ma fallo sinceramente. Non aver paura di mandare affanculo chi ti sta sul cazzo.
>> Num. 28552 quick reply
File 160589624525.jpg - (20.41KB , 400x400 , med_1511158336_image-400x400.jpg )
28552
>... e che l'impressione è l'opinione che hanno di me non cambia da un giorno all'altro.
spiega meglio se vuoi
>> Num. 28553 quick reply
>>28552
Ho sbagliato a scrivere, quella è una 'e'
Comunque mi riferivo al fatto che se per molto tempo le persone ti hanno inquadrato in un modo, nel mio caso non positivo, il loro atteggiamento nei miei confronti sarà sempre condizionato da questo, a meno di cambiare ambiente, cosa che nel mio caso attualmente non posso fare.
>> Num. 28554 quick reply
File 160597864694.jpg - (71.22KB , 531x508 , f7d.jpg )
28554
Ho fatto 8 anni di università, lavorato un anno tecnico dei computer pendolare a 1100€ al mese in un capoluogo di regione e ora lavoro in un magazzino di provincia scarsa a 700€ al mese a 3 km da dove abito
Chiedi pure
>> Num. 28555 quick reply
>>28553
>il loro atteggiamento nei miei confronti sarà sempre condizionato da questo, a meno di cambiare ambiente, cosa che nel mio caso attualmente non posso fare.
Ho visto questa cosa e se non puoi cambiare ambiente (ma è solo una cosa temporanea, l'ambiente lo potrai cambiare più avanti) puoi cambiare come reagisci agli stimoli esterni che quei tizi ti danno.
Brevemente: se non puoi essere accettato come sfigato ed emarginato, ti dovranno accettare come rompicazzo finchè non si stufano di starti dietro.
Impara a farti odiare: per anni loro hanno preteso che fossi tu a portarli in giro con l'auto, perché loro non hanno la patente o ce l'hanno ma di mettersi a guidare l'auto non hanno mai voglia? Bene, adesso loro o decidono di portare te, oppure se ne vanno a piedi.
Per anni loro hanno preteso che fossi tu a fare il portiere nella squadraccia e ti davano la colpa se perdevano ogni volta perché non sei abituato a giocare a calcio? Adesso si trovano un altro portiere che gli vada bene per come giocano.
E via così. La musica si cambia gradualmente.
>> Num. 28556 quick reply
>>28553
Op ti capisco
>se per molto tempo le persone ti hanno inquadrato in un modo il loro atteggiamento sarà sempre condizionato da questo
>a meno di cambiare ambiente
In paese sono stato "lo sfigato" per anni e sono stato trattato di conseguenza, adesso che ci rifletto credo che per molti lo sarò per sempre.
Io ho "risolto" non uscendo più più con quella gente, il costo è stato la vita sociale nel paesello.
>non riesco a fare pace con la mia coscienza e col fatto di aver passato tre/quattro anni nel fare nulla, buttando anni di vita
Ho iniziato la triennale cinque anni fa, mi mancano pochissimi esami e una pseudo tesi che non dovrò nemmeno discutere (perché nel mio percorso fermarsi alla triennale non ha senso), ma passo il tempo sui vidya procrastinando e distraendomi dai sensi di colpa. Non ho motivazione in niente. Ho iniziato ad andare da uno psicologo e forse mi smuovo un po', di sicuro non potrò andare avanti così per altri tre anni.
>>28555
Bella tripla
Dipende se queste persone potrebbero essere dei validi amici (nel mio caso non ho perso molto), ma se ti trattano di merda non parti bene. Attento però, con alcuni mettersi a fare lo stronzo ha come risultato di essere emarginato per davvero, soprattutto perché spesso impuntarsi così è sproporzionato rispetto al contesto del momento, anche se hai ragione in una prospettiva più ampia.
>> Num. 28557 quick reply
>>28556
Infatti ho specificato che la musica si cambia gradualmente.
>Attento però, con alcuni mettersi a fare lo stronzo ha come risultato di essere emarginato per davvero, soprattutto perché spesso impuntarsi così è sproporzionato rispetto al contesto del momento
Imporre un no deal graduale (imporre giri di vite, per dire come lo dicono i giornalisti) è l'unico modo per rispondere quando l'unica alternativa è un bad deal che si aggrava nel tempo (tu che non ottieni più alcun beneficio da queste cose ma anzi vieni danneggiato a lungo termine), citando un altro anon che parlava della Brexit.
Quando vi trovate in una situazione da ultima ruota del carro con il carro che è sempre più pesante e vi da fastidio (anche se non lo volete dare a vedere per questioni di "lo fanno gli altri e devo farlo anche io", "ma se rimango senza amici cosa faccio", eccetera), vi dovete staccare gradualmente e cercare altro, magari stando da soli per un po' per riassettare il tutto.
No man is an island: ci sarà sempre gente nuova da frequentare e conoscere. Anche se col passare degli anni diventerà più difficile, ma non impossibile.
>> Num. 28559 quick reply
File 160602084261.gif - (136.27KB , 500x226 , vu-meter.gif )
28559
>>28553
>mi riferivo al fatto che se per molto tempo le persone ti hanno inquadrato in un modo (...) il loro atteggiamento nei miei confronti sarà sempre condizionato da questo
Op, riferisco la mia esperienza di profondoNordAnon provinciale diversamente giovane e, ai tempi, un po' selvatico;
prima ancora eventualmente di desiderare validi amici, sarebbe bello 2° me cercare di crearsi un gradimento sociale medio basato su rapporti formali leggeri e cordiali, porsi con atteggiamento disponibile e sorridente a cominciare dalla famiglia e dai vicini di casa, adottare look e postura gradevoli nei limiti del possibile;
insomma, una parte va pur recitata minimizzandone i costi, il rischio è innamorarsi del personaggio..

la gente in generale non ha memoria da elefante, tanto meno è in fissa con Te, e non è escludente a priori.
salvo che negli ultimi tempi Tu abbia rubato le galline del sindaco, o bevuto birra sul sagrato della chiesa ruttando ai 4 20 :)
ma anche lì, il tempo aggiusta tante cose..

va da sè che tre/quattro anni di vita apparentemente buttati sono nulla se inquadrati nel bilancio, nell'economia di una vita sorridi e il mondo sorriderà con te, piangi e piangerai da solo
>> Num. 28566 quick reply
>>28556
>In paese sono stato "lo sfigato" per anni e sono stato trattato di conseguenza, adesso che ci rifletto credo che per molti lo sarò per sempre.
Io ho "risolto" non uscendo più più con quella gente, il costo è stato la vita sociale nel paesello.

Tu sei me...
>> Num. 28567 quick reply
>>28554
Cosa hai studiato?
>> Num. 28568 quick reply
>>28567
Ingegneria informatica 4 anni (non finita, 4 esami fatti) e tecnologia della comunicazione 4 anni (laureato)
>> Num. 28569 quick reply
OP, succede di rimanere indietro, di non essere i primi della classe, di non essere popolari. Solitamente le persone "popolari che ce l'hanno fatta" spacciano droga, o hanno soldi, o hanno vinto la roulette della genetica. Aggiungici che vengono sempre da un ambiente familiare conosciuto, rispettato, con molti contatti nella società di appartenenza, magari anche emotivamente sano.
Non tutti possiamo avere queste caratteristiche.
Questo non vuol dire che non devi impegnarti a lavorare su te stesso perché hai questa scusa, questo handicap, ma anzi, proprio per questo devi lavorare molto più degli altri. Questo è ingiusto? Non lo so, ma le regole del gioco sono le stesse per gran parte di noi, e non puoi rifiutarti di giocare. Però so che devi sviluppare delle abilità aggiuntive rispetto alle doti con cui sei nato e migliorarti volta per volta. Ti consiglio, nel tuo caso, di sviluppare la pazienza verso te stesso e verso i risultati che vuoi raggiungere. Attenzione però: pazienza non vuol dire "autoassoluzione e perdere tempo giocando ai giochinii", ma costanza nel continuare a lavorare attendendone i risultati.
Un saluto da karmafag.
>> Num. 28570 quick reply
>magari anche emotivamente sano
Questo fa molto, un buon ambiente familiare ti può proteggere dal bullismo come nient'altro, ma non dipende quasi mai da te.
Non sono op ma sono in una situazione simile, mi trovo a dover imparare a sopportare la fatica perché mi rendo conto di non averlo mai fatto. Mi rendo conto anche di non aver mai tenuto al mio futuro e ai miei risultati. Tendo a vedere le difficoltà come qualcosa di enorme e insormontabile che però in qualche modo devo superare come in un balzo solo e il non essermi davvero messo alla prova in questi anni mi ha fatto mancare le conferme anche piccole che mi servono, il caro vecchio cane che si morde la coda.

>>28566
In realtà in parte ho sbagliato. Non nel mollare il gruppo con cui uscivo, lì c'erano alcune persone orribili, non so se hai presente quando proprio vedi lo sguardo di qualcuno pieno di esaltazione e crudeltà gratuita, anche se allo stesso tempo potevano essere molto banali e un paio proprio stupidi. No, la cosa che ho sbagliato è stato lo sradicarmi anche da tutti gli ambienti che avevano qualche contatto con loro, il paese è piccolino e quindi in zona è facile incontrare conoscenze/amicizie comuni o proprio i singoli con cui uscivo.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo