-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 1399)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 986 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 138248331199.gif - (1.17MB , 320x240 , smilin-skeletor-o.gif )
1399 Num. 1399
Secondo voi è possibile, al giorno d'oggi, riportare in vita un essere umano morto da poche ore?
Espandi tutte le immagini
>> Num. 1400 SABBIA! quick reply
File 138248361879.jpg - (85.70KB , 790x529 , 8694.jpg )
1400
Come no: trova in giro un cervello fusshionante, sostituiscilo, soffia un po' nei polmoni, et voila!

A me puoi dirlo: hai trovato Priebke?
>> Num. 1401 quick reply
>A me puoi dirlo: hai trovato Priebke?

Veramente no, per caso stavo leggendo la biografia di Giovanni Aldini e del suo esperimento di resurrezione.
>> Num. 1402 quick reply
>>1401
Ho letto ora la (pessima) voce su Wikipedia e mi hai aperto un mondo
>> Num. 1403 quick reply
>>1400
Ho lollato allo spoiler.
>> Num. 1404 quick reply
Dipende come è morto e cosa intendi per morto.
Non sono rari i casi di morte apparente.
>> Num. 1406 quick reply
>>1404

Diciamo che è morto, da circa 8 ore, per soffocamento: un pazzo lo uccide nel sonno soffocandolo con un cuscino.
Dato che il corpo non è particolarmente corrotto o alterato è possibile riportarlo in vita?
>> Num. 1407 quick reply
Non puoi recuperare informazioni che non esistono più. Dopo pochi minuti i neuroni vanno in vacca, è come chiedere di vedere cosa c'è dietro la macchina in >>1400 usando photoshop: l'immagine semplicemente non contiene quelle informazioni.

Questo tralasciando eventuali piste paranormali.
>> Num. 1408 quick reply
>>1406
I neuroni senza ossigeno muoiono molto velocemente, pensa che gente che viene rianimata dopo soffocamenti può riportare danni cerebrali permanenti.
>> Num. 1409 quick reply
>>1406
Secondo le "Norme per l'accertamento e la certificazione di morte" (legge 578/93 del 29 dicembre 1993), il momento centrale ai fini della diagnosi del decesso è dato dalla cessazione delle funzioni dell'encefalo, dopodichè viene rispettato un periodo di osservazione di minimo 24 ore fino alla comparsa di fenomeni tanatologici certi. Solo a questo punto viene certificata la morte.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo