-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 32199)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 8192 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 670 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

Num. 32199
  Cosa é cambiato nel campo dei videogiochi negli ultimi 20-30 anni?
>> Num. 32202 quick reply
  non troppo
>> Num. 32252 quick reply
Sicuramente il modo in cui i produttori e i publisher lucrano col gioco stesso, tra dlc (che prima si chiamavano espansioni ed erano più o meno giochi a se stante) e altri contenuti a pagamento. Se dapprima i giochi erano creati da giocatori per giocatori, relativamente parlando, ora è una vera e propria industria come quella cinematografica e musicale.
>> Num. 32253 quick reply
  >>32252
Io dico che è esattamente l'opposto.
Frank Zappa spiega un processo molto simile avvenuto nel mondo della musica.
>> Num. 32254 quick reply
>>32253
>>32252
Io sono in accordo in parte con entrambi, ma credo che il vero problema siano i consumatori.

Praticamente qualsiasi pratica e decisione del produttore viene difesa ed accettata, perché i fanboy esistono. Questo è difficile nel cinema, dove al massimo hai i fan di un direttore, ma non è la stessa cosa. Per la musica, i fan si lamentano sempre che l'artista era meglio prima. Per dire, a me i film della marvel/dc non è che piacciono moltissimo, però sono mille volte meglio di fifa che ogni anno esce con lo stesso gioco ma con le squadre aggiornate, le persone lo sanno, eppure lo comprano.

Legato a questo problema, c'è il secondo problema: giornalismo asservito e mancanza di critica, anche per colpa dei fan stessi che si mettono ad urlare.
>> Num. 32255 quick reply
>>32254
L'eterna massa di ritardati ha invaso i videogiochi, prima considerati "da sfigati" cioè fatti da e per, nel bene e nel male, persone intelligenti.
C'è anche da considerare il generale instupidimento della popolazione negli anni e decenni.
Il resto sono conseguenze
>> Num. 32256 quick reply
>>32255
Di fatto con Doom (1993) al massimo si giocava in 4 persone con il server IPX e per il resto c'era poco altro da fare in una serata da 2 ore, oltre a creare livelli

Poco altro da fare


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo