-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 30205)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 5000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 716 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2012-08-26 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 150592043767.jpg - (426.88KB , 1920x1080 , witcher-1496705618313.jpg )
30205 Num. 30205
Ho deciso di fare una maratona con un replay witcher 2 + 3. Ho gia' finito il 2, a dire la verita' mi sono rotto i coglioni a un certo punto e ho speedrunnato Loc Muinne senza fare troppe sidequest, a parte una che non avevo visto nel primo playtrough.

Adesso ho cominciato il 3 nuovamente, con l'ultimo savegame di witcher 2 e ho (quasi) completato la storyline del barone e sto iniziando quella parallela delle 3 streghe.

Inoltre mentre gioco, mi sto rileggendo anche tutti i libri per entrare nell'ambientazione.

In questo playtrough sarei tentato di scegliere Triss invece di Yennefer, pero' non riesco proprio. Triss e' una cara ragazza e tutto, pero' Yennefer pur di proteggere Ciri e Geralt va incontro a una quantita di merda inimmaginabile. Puo' essere stronza, arrogante e a volte odiosa, Geralt e Yennefer si fanno le corna senza fine, pero' alla fine, quando c'e' da mettersi in prima linea, Yennefer lo fa, Triss invece decide di entrare nella Loggia per un supposto "bene superiore".
Inoltre anche nel rapporto con Ciri, Yennefer la vede davvero come la figlia che non ha mai potuto avere e se deve rischiare la vita per lei non avrebbe esitazioni. Triss la vede come "la figlia del sague antico" e uno strumento da usare nel caso che vi sia la necessita'.

Voi che pensate?
Espandi tutte le immagini
>> Num. 30210 quick reply
Penso che siano entrambe scelte valide, Triss è cambiata molto fra finale dei libri, primi giochi e TW3. È "maturata", non è più la fangirl di Geralt di una volta. Sulla sua relazione con Ciri ti sbagli, Ciri per Triss è come una sorella.

Yennefer sarà quel che sarà, si sarà fatta in quattro nei libri, ma in TW3 è stata sicuramente rapida a dimenticarti, anche se è proprio il tipo di relazione che Yen e Geralt hanno sempre avuto.

Scegli quella che ti piace di più, fai solo attenzione a non dire "ti amo" a entrambe.
>> Num. 30213 quick reply
File 150592563481.jpg - (582.06KB , 1142x1440 , Immagine Spoiler.jpg )
30213
Da quando è uscito l'ultimo romanzo, ho lasciato a metà (o meglio, all'inizio) TW3 per leggere tutti i libri e poi giocare i giochi in sequenza. Ma ancora non ho finito perché, se le raccolte di racconti sono stupende, i romanzi peggiorano di volume in volume, e sull'ultimo sono fermo da un mese e mezzo. Dico proprio per valore letterario: Sapkowski non ha idea di come si scriva un racconto lungo e organico, è fastidiosissimo.

C'è da dire che avevo giocato i primi due giochi (il primo resta il migliore, non ci sono cazzi) prima di approfondire i romanzi, e anche allora Triss non me la contava giusta.
Yennefer > Shani > Triss
>> Num. 30215 quick reply
>>30213
A me l'ultimo libro (non quello pubblicato di recente con altre storie brevi) è piaciuto molto.

Comunque, spero tu li stia leggendo in italiano, in inglese fanno abbastanza pena.

>il primo resta il migliore, non ci sono cazzi
Nessun combattimento ostico o interessante se non il primo boss, gameplay tendente all'orribile, non si salva nulla.

Bella storia, gioco brutto. Fra una cosa e l'altra me lo sono comunque giocato 3 volte, ma dire che è il migliore fa ridere. Su 60 ore di gioco, 30 sono buttate a camminare avanti e indietro. TW2 anche ha una bella storia, anche se è monca al finale, ed ha alcuni dei combattimenti migliori della serie. TW3 invece caga in testa da svariati piani di altezza a tutti e due.
>> Num. 30217 quick reply
>>30215
Ho i libri in inglese, alcuni fanno cacare perché' sono traduzioni fan made. Se qualcuno ha i link in italiano me li scarico.
Comunque a me i libri sono piaciuti abbastanza. Ci sono alcuni che sono veramente troppo lenti e l'unica cosa per cui vai avanti e' capire dove ci sono le botte, inoltre la serie finisce veramente a cazzo di cane, pero' la storia nel suo complesso e' caruccia.

La CDProjekt ha detto che sta pensando a fare un seguito al gioco, io non so come sono messi con cyberpunk perché' sembra che ci sia cortina di ferro. A parte il trailer non si e' visto UN CAZZO ed e' da 2 anni almeno che stanno lavorando al progetto. Spero che non finisca come la Valve.

Si dice inoltre che le avventure di Geralt siano finite li', e ci puo' anche stare, pero' non mi dispiacerebbe vedere un Witcher 4 con un mondo un po' piu' grande (Oxenford e' un buco rispetto a come e' descritta nei libri) e con un sistema di combattimento un po' migliore. Non e' che quello di Witcher 3 mi sia dispiaciuto, ma alla fine e' piu' o meno una cosa tipo casta quen, schiva, attacca ripetuto ad infinitum. A parte alcuni casi particolari usare gli altri segni e' un po' inutile. E inoltre mi piaceva di piu'il sistema di skill di witcher 2. Quello di Witcher 3 che devi infilare le skill nelle slot fa cacare il cazzo.

E non mi dispiacerebbe manco un selettore di stile alla DMC, con mostri dannegiabili solo da un particolare stile o combinazione. perché' diciamocelo l'attacco forte in witcher 3 non serve a un cazzo, mentre averebbero dovuto renderlo indispnsabile per esempio per spaccare le corazze o la guardia di mostri o gente corazzata.

Insomma bellissimo gioco, pero' ci sarebbe spazio per miglioramenti. Il problema come al solito e' che non c'e' abbastanza tempo per far entrare tutto.
>> Num. 30219 quick reply
>>30215
Sì, ho i libri in Italiano accattati in libreria.
Non so cosa dirti, a me fa schifo che l'autore non sia riuscito a organizzare una visione d'insieme, quindi scrive per scene anziché per capitoli, quasi cinematograficamente nonostante non abbia una scrittura molto visiva. Per non parlare della necessità di saltare avanti e indietro nello spazio e nel tempo, per riuscire a raccontare episodi che altrimenti non saprebbe come inserire. Sarebbe quasi sopportabile se, nel farlo, non introducesse una sfilza infinita di personaggi con nome e cognome autisticamente dettagliati; vorrebbe farne una questione di stile, ma non sa far capire di chi devi ricordarti perché tornerà per tirare due scoregge fra due libri e poi sparire, e di chi puoi dimenticarti perché sparisce subito, senza che se ne sappia più nulla.
Qualche volta ci infila una scena di combattimento, ma ormai si son fatte tutte uguali e prevedibili, sempre immerse in quell'edgysmo forzato e noioso.
Davvero, magari riuscirei a godermeli se li leggessi tutti d'un fiato, ma l'autore ha chiaramente fallito nel fare una cosa "ricercata" che però non si presta minimamente a una lettura di secondo livello.


Per quanto riguarda il primo gioco sì, ha delle disastrosità di gameplay, ma quantomeno ha provato a fare qualcosa di diverso. Un bene che l'abbiano abbandonato, ma aveva una storia profonda che il secondo se la sogna, per non parlare delle musiche e delle atmosfere sempre precisissime per quanto variassero da capitolo a capitolo.
Guarda, è uscito due anni prima di Risen, che aveva un gameplay perfetto e una storia banale. Ma Risen non se l'è inculato nessuno, e The Witcher è diventato quello che tutti sappiamo.
È per dire che in un GDR il gameplay non è la cosa più importante.
>> Num. 30220 quick reply
>>30219
Direi che c'è un motivo se prima dei VG questi libri fuori dalla Polonia non se li inculava nessuno.
>> Num. 30226 quick reply
So' pigrissimo quindi sarò breve e senza quote, che troppafatica.

- coi libri mai avuti problemi particolari. Non sono TUTTI fantastici, sì, ma la spada del destino resta il mio libro fantasy preferito al momento. Hanno alti e bassi e purtroppo la "storia di Ciri" (che poi è quella di Geralt anche) è un po' mediocre con un paio di libri belli. A me piace quando ha svarionato ed ha cominciato a buttare Ciri in altre saghe fantastiche, lì si vede che si stava proprio divertendo.
Comunque letti tutti di fila, in inglese fanno abbastanza cagare, in italiano la traduzione è migliore ed è stata fatta prima di quella in inglese, ha proprio priorità più alta e si vede.

- per i giochi, nel primo gioco non hanno "voluto sperimentare"... era il primo gioco! Non sapevano come fa'. Risen non se l'è inculato nessuno così come nessuno s'è inculato TW1, il primo gioco è famoso per luce riflessa degli altri due. Resta un gioco migliore di Risen semplicemente perché Risen è un gioco stantio, senza fantasia, morto. Mentre The Witcher con tutta la sua ingiocabilità resta un mondo vivo, che ti appassiona.


Poi non so d'accordo su un sacco di cose, tipo l'attacco forte che non serve ad un cazzo, del volere gli stili alla DMC, sarcazzi vari.

Witcher 4 non ci sarà, perché la storia di Geralt è fatta e finita. Se ci saranno altri giochi nel mondo di Sapko, non saranno con Geralt e quindi probabilmente neanche in Temeria. (e meno male)
>> Num. 30228 quick reply
>tipo l'attacco forte che non serve ad un cazzo

E a che serve?

>Witcher 4 non ci sarà

Potresti essere sorpreso... La CDProjekt ha intenzione di sfruttare l'IP e sarebbe stupido non farlo. Forse non ci sara' Geralt come protagonista, ma si son ben aperti la via ad altri spinoff.
>> Num. 30229 quick reply
>>30228
>a che serve
ai nemici per i quali serve l'attacco forte, altrimenti gli fai 0. Mo non ci gioco da un po', mi pare che roba tipo i golem con l'attacco veloce non gli fai una sega.

Poi mi pare rompessero gli scudi dei nemici a zero stamina e mi pare abbiano anche effetti stun o cose così.
Spero tu l'abbia giocato a death march, che già così è abbastanza facile, a difficoltà inferiori ti annoi proprio.

>Potresti essere sorpreso...
Potrei anche essermi letto tutte le interviste dove ripetono e ribadiscono che la storia di Geralt è finita.
Qualsiasi altro gioco sarà su altre storie e sicuramente non entro i prossimi 5 anni, visto che Cyberpunk 2077 li occuperà minimo fino al 2019 al 100%, ed almeno 3 anni per sviluppare un gioco da zero basandosi sul mondo di The Witcher ma senza sfruttare Geralt, ci vogliono.

A me di tirare al piccione con ipotesi da qui a 5 anni non mi va, quindi mi attengo a quello detto dalla CDPR: la saga di Geralt è finita e vogliono fare altro, altro che sia partorito dal loro cervello.
>> Num. 30231 quick reply
The Witcher 3: controller o tastiera?
>> Num. 30232 quick reply
>>30229
>altro che sia partorito dal loro cervello.

Sticazzi, e usano l'IP di cyberpunk 2020 GURPS...
Ma sta cazzata l'hanno detta loro o l'hai aggiunta tu a random?
>> Num. 30233 quick reply
>>30232
Intendo ovviamente dire che non vogliono più essere legati ad un personaggio preconfezionato come Geralt. Non perché gli faccia schifo, ma perché la sua storia è conclusa.
Vattelappesca l'interview esatta, forse mi sbaglio io ed il prossimo gioco sarà con Ciri protagonista, tanto appunto mancano MINIMO 5 anni. Da google veloci:

“The Witcher universe is a very big place with a lot of NPCs, a lot of characters, a lot of places we haven't shown yet," Szamałek explained. “So, we might return to it at some point…but we think that this is a good place to let Geralt enjoy his retirement and try something new."

“As we said before, never say never [but] right now it’s really Blood and Wine. This is the end. Blood and Wine is [the] closing and there won’t be any Witcher any time soon – if there ever will be one.”

“The Witcher was designed as a trilogy and a trilogy cannot have a fourth part, can it?” said MarcinIwinski. “We like this world a lot. We invested 15 years of our lives in it and a lot of money. So, we’ll think about [making a new Witcher game] at some point. But please consider us as rational people, we sometimes have weird ideas but overall our thinking is very rational. We have full rights to The Witcher games. They are ours. We have invested enormous funds into promoting it, and it’s a very strong brand.”

"Last but not least, what does the future hold for Geralt… we know it’s the end but?

Are you talking about Geralt or us, as in – CDPR? Geralt’s story is done. I think we gave him a good situation to be in at the end of his journey and take a rest. Who wouldn’t want to live happily ever after on their own vineyard in sunny Toussaint?

Seriously though, for the team it’s all a bit bittersweet. Sad to have reached the end of this journey but very eager and happy to work on something completely new and fresh with Cyberpunk 2077."
>> Num. 30234 quick reply
Io ho giocato tutti e tre i titoli e bene o male non ho idee che si discostano troppo da quanto già postato. Il primo ha un pacing della trama troppo lento e un gameplay orrido, il secondo migliora di parecchio le cose e il terzo è il gold standard di quello che dovrebbe essere un titolo tripla A nel 2017. E non parliamo dei DLC, fanno letteralmente scuola su come vada fatta un'espansione degna di questo nome.
Attualmente sto rigiocando (a segmenti) il terzo in Death March per finire quanti più achievement possibili, compresi quelli del Gwent che finalmente ho capito come funzioni. Peccato il Gwent stand alone sia un macello pazzesco, il minigioco è forse il miglior minigioco di sempre in un gioco, spanne sopra triple triad.
Ho fatto circa 160 ore di gioco e ancora ne avrei almeno per altre 40-50. Almeno.

I romanzi li ho in ebook e non li ho letti. Magari in futuro, se trovo la voglia e il tempo.
>> Num. 30235 quick reply
>>30231
Nettamente controller.
>> Num. 30237 quick reply
>>30235
Esatto.
Non è ingiocabile con tastiera e mouse, ma si nota fin troppo bene che i comandi sono fatti e pensati per il gamepad.
>> Num. 30259 quick reply
>>30233
Io non vedrei male uno spinoff con Leto protagonista. Secondo i libri tuttavia Geralt è una sorta di super Witcher sottoposto a mutazioni più profonde del normale.
Per quanto riguarda il fatto che i giochi sono ambientati in temeria, questo è provocato dal fatto che il posto meglio descritto nei libri è proprio quello è trovandosi al confine con Cintra e quindi con l'invasione di nilfgard è il posto che usa gli spunti più interessanti. Comunque ad essere precisi, Witcher 3 è ambientato al confine tra Temeria e Redania. Il luogo più interessante nei reami del nord è quello attorno alla foresta di Brokilon secondo me, visto che offre lo spunto per infilare elfi, driadi e mostri vari ed è circondata da grandi città e offre uno spunto per creare schermaglie tra gli scoiatel e gli umani.
Inoltre ci sono le 3 roccaforti che potrebbero offrire uno spunto per uno scontro tra reami del nord e nilfgaard anche se a dire il vero nei libri le roccaforti capitolano fin troppo facilmente.

Però per me che l'avventura di Geralt sia finita è irrilevante. Geralt è uno dei personaggi principali di Witcher ma non è tutto Witcher. Ci sono ancora un sacco di spunti da usare e neanche mi dispiacerebbe seguire le avventure di qualche altro Witcher come per esempio Lambert che chissà che combina con Kiera Mertz (sembra una ricetta per un disastro) o Lambert. Anche se punterei molto su Leto, essendo un personaggio con le mani in pasta nei maggiori casini della trama precedente (wild Hunt e invasione di Nilfgaard).
>> Num. 30260 quick reply
>>30259
Io preferirei un nuovo Witcher totalmente. Il potenziale per fare qualcosa di decente ci sarebbe.
>> Num. 30264 quick reply
>>30260
Magari cagheranno fuori un MOBA in cui i pg sono strighi, ambientato trecento e rotti anni prima, per giustificare il fatto che ci siano più ammazzamostri che gente comune.
>> Num. 30267 quick reply
>>30260
>>30264
Col setting del witcher possono farci cosa vogliono.
Non deve essere per forza un gioco su Geralt.
>> Num. 30305 quick reply
File 15073604428.jpg - (145.41KB , 1280x720 , bestcombatever.jpg )
30305
Rigiocando mi rendo conto che come sospettavo il combatimento e' decisamente monotono. Nel primo playtrough si ci fa poco caso, ma nel secondo... E' sempre la stessa cosa, a prescindere dai mostri e da tutto il resto.

Il miglior combattimento in un RPG di sempre e per sempre mi sa rimane Dragon's Dogma.
>> Num. 30306 quick reply
>>30305
Il combattimento di Dragon's Dogma è oro colato. Peccato il resto sia mediocre, a partire dalla storia che ingrana solo nel finale.
>> Num. 30307 quick reply
>>30306
Il combattimento per gli arceri senza pawn a romperti le palle è oro colato. Tutte le altre classi sono nettamente inferiori, in special modo il guerriero con gli spadoni.
>> Num. 30312 quick reply
File 150753896249.jpg - (37.91KB , 288x512 , images (79).jpg )
30312
>>30307
Usare l'arc of deliverance è incredibilmente divertente. Comunque l'assassino è meglio nei playthrough solitari, visto che prende bonus quando è da solo e ha le stesse armi dell'arciere.

>Wolves
>They
>Hunt
>In
>Packs
>> Num. 30313 quick reply
>>30312
Stare fermo come un bacucco per trenta secondi sperando di fare danno non è divertente, soprattutto quando un ranger può far meglio tutto quello che fa un guerriero (pure lo stagger, che dovrebbe essere la sua specialità) da distanza. Tutto stile, niente sostanza, che riassume essenzialmente il gioco.
>> Num. 30315 quick reply
File 150770004074.gif - (2.88MB , 320x180 , unnamed.gif )
30315
>>30313
Lo stile è essenziale


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo