-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 3241)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 467 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 146349914393.jpg - (140.87KB , 1020x870 , PPTExponentialGrowthof_Computing.jpg )
3241 Num. 3241
Teoria della Singolarità tecnologica, la conoscete? Cosa ne pensate? A me sinceramente incuriosisce parecchio, pur andando molto verso la fantascienza. (Ho intenzione anche di usarla come tema per la mia tesina di maturità)
Espandi tutte le immagini
>> Num. 3242 quick reply
http://waitbutwhy.com/2015/01/artificial-intelligence-revolution-1.html

http://waitbutwhy.com/2015/01/artificial-intelligence-revolution-2.html

Leggi questi due articoli.

Anon aveva scritto che erano tutte stronzate senza manco aver letto l'articolo come al solito, personalmente ho trovato tutto convincente.
>> Num. 3243 quick reply
>>3242
>Why Cryonics Makes Sense
>Ted Talk
>How (and Why) SpaceX Will Colonize Mars
E' il sito del Mago Otelma?
>> Num. 3244 quick reply
Qualcuno la riassume così capisco se state parlando di una puttanata o di qualcosa che poi leggerò?
>> Num. 3245 quick reply
>>3244
E' qualcosa di molto interessante sotto diversi aspetti, ma ovviamente è facilmente trattata da gente che non ne capisce niente.

OP, leggiti qualcosa di Wiener per la tesina.
>> Num. 3246 quick reply
>>3244
Se cerchi su wiki trovi una spiegazione abbastanza sintetica
>>3245
Op ringrazia per il consiglio della lettura, ora come ora ho letto solo qualcosa di Vinge e Kurzweil. Devo anche cercare bene qualche contro-argomentazione, dato che come teoria è facilmente attaccabile.
>>3242
Ora leggo
>>3244
>> Num. 3247 quick reply
È una cazzata basata sull'estrapolare a vanvera. Nel mondo reale niente diverge mai ad infinito, prima o poi si incontrano dei limiti materiali. La singolarità (OP cultista la scrive anche con la maiuscola, lol) è la rivelazione della religione transumanista.
>> Num. 3248 quick reply
>>3247
This, l'estrapolazione mirata alle predizioni nel futuro a lungo termine è semplicemente la versione matematizzata del tacchino induttivista.
>> Num. 3249 quick reply
>>3247
Transumanista here: i singolaristi vengono ampiamente derisi anche tra le nostre fila.

>>3242
Non mi ricordo se ero io, ma probabilmente ero io: le cose scritte in quell'articolo sono speculazioni filosofiche senza contatto con la tecnologia attuale. Si può dibattere se le conclusioni che trae siano valide date le sue premesse ma il discorso cade subito perché le premesse da cui parte il discorso si discostano fortemente dalla realtà tecnologica in cui viviamo, che è mooooooolto meno avanzata di come la percepisce l'autore, sopratutto in fatto di "lol intelligenza artificiale".

>>3248
Non necessariamente: esistono discipline come la cliodinamica che cercano di farlo in maniera rigorosa. Ovviamente niente che abbia a che fare coi deliri visionari e delusional del fedora in OP.
>> Num. 3250 quick reply
>>3249
>il discorso cade subito perché le premesse da cui parte il discorso si discostano fortemente dalla realtà tecnologica in cui viviamo, che è mooooooolto meno avanzata di come la percepisce l'autore, sopratutto in fatto di "lol intelligenza artificiale".

I fatti e le fonti che presenta validano le sue premesse, dacci un po' di argomenti confutanti, non siamo su /rd/.
>> Num. 3251 quick reply
>>3250
Per lui la AGI è necessaria e al momento tutti i rami di ricerca relativi sono morti da trent'anni, sono gestiti da pazzi come lui e non han mai prodotto alcun risultato (ciao Kurzweil) oppure sono scam commerciali (tipo Numenta). Non esiste un singolo risultato scientifico anche solo vagamente promettente che si ponga sulla strada delineata nel post in OP. Invito chiunque a provare il contrario.

Posso fare un'eccezione per i risultati di apprendimento generale non supervisionato conseguiti da Stanford e Deepmind mischiando RL e DL ma prima di poterli fare entrare nel discorso andrebbe dimostrato il loro potenziale di generalizzare a sufficienza (tutt'altro che probabile). E anche in quel caso andrebbe dimostrato che un apprendimento totalmente generale sia sufficiente per emulare l'intelligenza umana, altra cosa molto discutibile (ma che farebbe bruciare un sacco il culetto agli umanisti e quindi sarebbe una buona cosa).
>> Num. 3252 quick reply
Risalve a tutti, sono Op, in questi giorni ho cercato un po' di contro argomentazioni sulla Singolarità ( che scrivo con la maiuscola solo per far piacere a >>3247 ), e devo ammettere che mi hanno convinto parecchio; di certo più delle tesi di Kurweil(soprattutto i discorsi sul complexity brake). Dite che fare una tesina riguardo la singolarità, comprendendo anche le contro-argomentazioni, vada bene o può rivelarsi una puttanata?
>> Num. 3253 quick reply
>>3252
Se vuoi può essere più interessante una su scienza e pseudoscienza diffusa nella comunità scientifica. Parti da qui:

http://blogs.scientificamerican.com/cross-check/dear-skeptics-bash-homeopathy-and-bigfoot-less-mammograms-and-war-more/
>> Num. 3254 quick reply
>>3252
Se ti hanno convinto è perché sei un ignorantello che non ha nemmeno la quinta di liceo, ma lungi da me impedirti di fare qualcosa di stupido: nessuno si aspetta che una tesina di maturità abbia alcun valore, andrà benone, magari al "professore" di liceo, ignorante vagamente meno di te, piacerà anche. Nessuno dei presenti probabilmente ne saprà qualcosa tanto.
>> Num. 3255 quick reply
>>3253
Grazie anon, ora leggo, se hai qualche altro spunto sull'argomento, è ben voluto
>> Num. 3316 quick reply
  In questo esperimento hanno ricreato l'intera struttura cerebrale di un verme via software, gli hanno dato un corpo e si comporta esattamente come farebbe un verme vivo, senza alcuna direttiva o comando esterno che gli dica di comportarsi in quel modo.
Questo lascia pensare che se in futuro si ricreasse l'intera struttura 1:1 di un cervello umano, è possibile che diventi vivo e cosciente.
>> Num. 3318 quick reply
File 147765119892.jpg - (177.06KB , 1020x870 , 146349914393.jpg )
3318
>> Num. 3319 quick reply
Se l'anima non esiste e il cervello non è altro che un mucchio di cellule che comunicano tramite impulsi elettrici, è naturale che una forma di intelligenza sintetica sia plausibile.
>> Num. 3320 SABBIA! quick reply
>>3318
Lolquesto.
>> Num. 3321 quick reply
>>3319
E, siccome esiste, tutti questi scienziatelli se ne vengono nei pantaloni per nulla.
>> Num. 3322 quick reply
>>3321
>siccome esiste

Quanto pesa?
>> Num. 3323 SABBIA! quick reply
>>3322
Quanto pesa un kilowatt di energia elettrica?
>> Num. 3324 SABBIA! quick reply
>>3323
Dato che dici che esiste, sarà possibile osservarla tramite una qualche tipo di misurazione, no? Che metodologia proponi? Che unità di misura?
E se non fosse possibile misurarla, perché?
>> Num. 3327 quick reply
>>3253
Confermo che quell'articolo è oro: ha fatto scoppiare un mondo di culi in tutta la comunità scientifica.

E sì, la singolarità è una puttanata a cui nessun ricercatore in ambito informatico/statistico/biomedico crede. Kurzweil è una puttana che per un po' di fama venderebbbe pure sua madre ai robot.
>> Num. 3328 SABBIA! quick reply
>>3327
>la singolarità è una puttanata
Finalmente un po' di buonsenso. Ora posso passare un pomeriggio sereno, sapendo che qualcuno su internet la pensa come me.
>> Num. 3329 quick reply
>>3324
Io la posso misurare eccome, è tutto ciò che voi disumani (o transumanisti come vi fate chiamare adesso) negate, ovvero la soggettività.
Il piacere per il buon cibo, l'appassionarsi ad un romanzo, l'innamorarsi di una donna. Se fossimo solo carne ed impulsi elettrici ci basterebbero il soylent, i saggi pratici e l'inseminazione artificiale.

Ora la smetto perché sembro un testimone di Jeowah, ma sostanzialmente questo è quello che si intende comunemente con "anima".
>> Num. 3330 SABBIA! quick reply
>>3329
Questo.

Forse saranno i coglioni dall'altra parte che provano a trollare, ma dubito esista gente così stupida come quelli a cui rispondi
>> Num. 3331 SAGE! quick reply
>>3329
E' qui la board scientifica in cui si parla di animismo?

-1/10
>> Num. 3332 quick reply
>>3331
Non ricondurre ciò che non capisci (o non possiedi) a qualcosa che riconosci come negativo. Io non parlo di animismo, io parlo di umanesimo e di logica.
>> Num. 3333 quick reply
>>3329
Il piacere è dettato da recettori, per questo ti fanno prendere le pasticche.
>> Num. 3334 quick reply
>>3333
Ok, quindi tu proponi una vita di soylent, saggistica e fecondazione in vitro accompagnata da somministrazione di endorfine.
Ritieni che una vita del genere sia appagante?
Ritieni che una vita di per sé non debba necessariamente essere appagante?
Neghi completamente il valore dell'esperienza?
>> Num. 3337 quick reply
>>3336
È quello a cui puntano i comunisti, se non ci fossero uomini liberi che invece preferiscono fare come pare a loro. L'appassionarsi ad un romanzo è semplice curiosità (impulsi elettrici che ha anche il gatto). L'anima non c'entra nulla.
>> Num. 3338 quick reply
File 147766371493.jpg - (361.31KB , 2024x2462 , maxresdefault.jpg )
3338
>>3332
E allora svegliati dal tuo sonno antropologico e immagina un mondo senza uomini: poi spiegami dove, in un mondo possibile del genere, trovo quest'anima di cui parli. E non parlare di logica se non hai idea di cosa sia. Rimani sull'umanesimo, che ci sta, è una visione coerente ed ha senso nel rispetto di quello in cui credi.
>> Num. 3339 SABBIA! quick reply
>>3336
>È quello a cui puntano i comunisti
Le medicine mio soffice amico, le medicine.
>> Num. 3340 quick reply
>>3336
>>3337
Curiosità, dici. Io, ad esempio, ho riletto tutta la saga di Sherlock Holmes per la seconda volta. Quale curiosità mi avrebbe spinto, visto che conoscevo già tutto?
>> Num. 3342 quick reply
>>3340
Spiegami perché l'hai fatto e te lo spiego in termini utilitaristici.
>> Num. 3343 quick reply
File 147766414320.png - (1.71MB , 2000x2000 , 453344_calslater_member-berries.png )
3343
>>3342
E certo, ci mancava l'utilitarista. Ma porca puttana ma davvero è così basso il livello da queste parti? Chi si è fermato ai liberi comuni, chi all'umanesimo, chi all'utilitarismo.
>> Num. 3344 quick reply
>>3321
Alcune persone che sopravvivono a danni al cervello cambiano completamente personalità, tipo etero che diventano froci. Stai implicando che l'anima abbia qualche ruolo sulla coscienza, ma più passa il tempo e più ci si rende conto che probabilmente non siamo altro che un complesso prodotto di reazioni chimiche ed elettriche.
>>3323
Se consideri l'elettricità come elettroni, circa un grammo ogni 100,000,000 joules ad 1 volt.
Se consideri l'elettricità come energia che è trasferita, la calcoli usando la formula e=mc2.
Se consideri l'elettricità il campo elettrico attorno ad un conduttore, usi la formula per calcolare la densità elettrica di un campo elettrico. ( http://formulas.tutorvista.com/physics/energy-density-formula.html )
Sono 100 Euro, grazie.
>> Num. 3345 quick reply
>>3338
Dipende da cosa intendi per "mondo senza uomini", visto che lo stesso pianeta sul quale viviamo era privo di uomini qualche milione di anni fa.
Nel caso di un mondo abitato da esseri viventi con intelligenza "non superiore" (termine grossolano, ma ti prego di soprassedere), è molto probabile che si sviluppi comunque una forma di vita simile alla nostra e che possa esprimere al meglio il concetto di "anima". Ma visto che questa è una congettura, poniamo di essere in un mondo abitato solo da "bestie".
Quello che credo personalmente è che tutti gli esseri viventi fondamentalmente possiedano un'"anima", ciò che li differenzia è in larga parte la sua intensità. L'"anima" si accresce con la consapevolezza, con l'esperienza, con la cultura. Chi non ha accesso a queste risorse non "coltiva l'anima", ma la possiede comunque.
Personalmente la vedo come una sorta di grande coscienza cosmica che permea tutti gli esseri viventi, ma questa è solo una mia opinione. Svariate culture e svariati individui possono credere alle cose più disparate, fino a pensare che magari anche ciò che è inanimato possiede un'anima, alla faccia del paradosso lessicale.
La verità, per fortuna, non la conosce nessuno. Al contrario invece dei fondamentalisti scientifici, che hanno l'arroganza di poter arrivare a conoscerla.
Ogni cultura umana ha sviluppato a modo suo la consapevolezza spirituale. L'evoluzione non consiste nell'abbandonarla; la consapevolezza è essa stessa alla base dell'evoluzione.
>> Num. 3346 quick reply
>>3342
L'ho fatto per piacere personale. Nessuno mi ci ha costretto, nessun fattore esterno ha influito su questa mia decisione.
>> Num. 3347 SABBIA! quick reply
>>3344
>Alcune persone che sopravvivono a danni al cervello cambiano completamente personalità, tipo etero che diventano froci. Stai implicando che l'anima abbia qualche ruolo sulla coscienza, ma più passa il tempo e più ci si rende conto che probabilmente non siamo altro che un complesso prodotto di reazioni chimiche ed elettriche.

L'anima non è una cosa astratta fuori dal nostro corpo. Anzi ti dò un altro indizio: sei un coglione.
>> Num. 3348 quick reply
>>3329
Non è che se ti piace mangiare e sentire il gusto allora esiste l'anima e se non esistesse ci nutriremmo tutti per endovena, il piacere che provi è in qualche modo ascribile al movimento degli ioni di potassio e sodio dentro e fuori i tuoi neuroni. E così per tutto il resto che puoi provare.
>> Num. 3349 quick reply
>>3348
Non confondere il meccanismo di percezione del piacere con ciò che ci spinge a ricercarlo, è un errore scolastico.
Prendendo ad esempio il campo culinario, il genere umano ha prodotto una cultura impressionante a riguardo, che non si può giustificare col semplice bisogno di nutrimento attraverso qualcosa di "buono". Cura nella preparazione dei cibi, sia dal punto di vista organolettico che estetico, recentemente sono stati addirittura introdotti i temi dell'etica e della sostenibilità.
>> Num. 3351 quick reply
>>3349
E' il movimento stesso di neuroni che ti spinge a cercarlo, perché ti piace e così è dato da dna e esperienza di vita avuta finora.
>> Num. 3352 quick reply
  >>3347
https://it.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_hominem
Le preferenze ed i gusti sono in gran parte dettate dal DNA e modellati dall'ambiente esterno, i filippini vanno matti per il durian perché è il frutto più calorico che esiste, quand'erano ancora scimmie sono sopravissuti anche grazie a questi frutti e la cosa ora è insita nei loro gusti personali, ma prova a farlo assaggiare ad un occidentale per la prima volta e ti vomiterà l'anima.
Also, evoluzione, culi e tette.
>> Num. 3353 SAGE! quick reply
>>3345
Sei un'animista, che ti piaccia l'etichetta o no. Non è umanesimo il tuo, ma animismo chiaro e semplice. Declinalo come vuoi, più verso la puttanata della consapevolezza cosmica o più indirizzato a non-so-che-atro: ma sei un'animista e fanatico. Per quel che mi riguarda, sei allo stesso livello degli scientisti di cui sopra. Va ancora di moda questa mitologia del fondamento, per cui la realtà non ha senso se non poggia su regole fondamentali: regole spirituali, come le tue, o regole scientifiche, leggi et simili. Ragazzi, lo so che è difficile capacitarsi del mondo, ma non fate l'errore di credere a quel che avete pensato male.
>> Num. 3354 SABBIA! quick reply
>>3345
Zenanon salva la giornata, ora screeno
>> Num. 3355 quick reply
>>3351
>>3352
Ma guardate che non state confutando quello che dico io, anzi.
Il problema è che voi, non so se per scarsa informazione o per semplificazione perniciosa, avete un concetto di "anima" paradossalmente legato alla Bibbia. Voi pensate che quando io parlo di anima intenda il soffio di Dio nelle narici di Adamo, ma non è per nulla così.
Io parlo di un insieme di fattori che compongono l'anima, tra cui rientrano ASSOLUTAMENTE recettori neurali, dna, esperienza vissuta, cultura, e chi più ne ha più ne metta. Voi vi state concentrando troppo su ciò che il nostro corpo USA per recepire, ad esempio, il piacere, ignorando totalmente ciò che ci spinge a ricercarlo.
>> Num. 3356 quick reply
File 147766539062.jpg - (14.83KB , 367x388 , Skeptical 1.jpg )
3356
>>3324
Non è possibile misurarla perché non fa parte del mondo fisico. Non far finta di non saperlo.
>> Num. 3357 quick reply
>>3355
Allora dicci di che cosa stai parlando, suvvia.
>> Num. 3358 quick reply
>>3353
Ma no, io non sto proponendo nessuna regola. Dammi pure dell'animista se credi, ma l'accusa di essere fondamentalista te la rispedisco al mittente. Sei tu che pretendi di conoscere la verità negando le tesi altrui, ed è questo atteggiamento che definisce un fondamentalista.
Io concordo per certi aspetti con chi quotavo, cercando solo di accrescere il ventaglio delle possibilità. Tu tronchi e basta, oltretutto dall'alto di non si sa cosa.
>> Num. 3359 quick reply
>>3357
Oltre a quello che dico in >>3358 sull'espandere il ventaglio delle possibilità, quello che sostengo è che esistono molte più prove (concrete, osservabili, forse difficilmente misurabili) a sostegno dell'esistenza dell'anima, che non viceversa.
>> Num. 3360 SAGE! quick reply
>>3358
Io non pretendo di conoscere nessuna verità, perché il concetto stesso di verità si regge sulle condizioni della sua sensatezza. Ma la tua incredibile incapacità di smuoverti un poco dai tuoi pregiudizi mi ha annoiato. Continua a credere alla verità, che io mi accontento di riconoscere che non ha senso quel che dici.
>> Num. 3361 SABBIA! quick reply
>>3360
Spiacente di averti annoiato, non era mia intenzione.
>> Num. 3362 quick reply
>>3356
Può appartenere a qualsiasi mondo tu voglia. Se esiste sarà percepibile, osservabile, no? Se non è conoscibile, da dove viene questa consapevolezza dell'anima? Dall'anima stessa?
Altrimenti questi discorsi finiscono nel non-senso.

>>3358
Non sono l'anon del fanatismo e non credo nemmeno tu lo sia. Io non pretendo di conoscere alcuna verità, io non vedo nulla oltre a quello che ho detto di poter vedere, e son cose che accetti di poter vedere pure tu (neuroni etc). E tu mi dici: c'è altro! E ti chiedo cosa, e tu mi dici: l'anima! E stupito, dico: urca, dov'è?! Non la vedo! E tu: eh, è lì, guarda!
Il mio dire che non c'è anima, consapevolezza cosmica, qualsiasi cosa sia, è una non-posizione, non è portata avanti da prove. O forse son cieco ma allora deve esserci una spiegazione alla mia cecità.
>> Num. 3363 quick reply
>>3362
Considera che parliamo più o meno dell'argomento su cui l'umanità si interroga da sempre, è normale che nessuno di noi due riesca a porre fine alla questione.
Dalla mia parte come prova ti porto tutta la cultura umana dall'invenzione dell'agricoltura ad oggi, ma mi rendo conto che possa sembrare poco convincente se non si è d'accordo sulle basi stesse del concetto di "anima".
Tu, da parte tua, sostieni (correggimi se ho capito male) che ciò che non è misurabile non è dimostrabile. Qui si tratta anche di una questione cronologica, visto che fino ad Evangelista Torricelli era ben difficile misurare la pressione atmosferica, ma questo non significa che non esistesse. Può essere che in futuro si riesca a misurare l'"anima", al momento a parte qualche velleitaria teoria sulle auree (inb4 dragonball) non c'è molto di incoraggiante.

Apprezzo comunque la tua onestà, cercavo solo di farti guardare la cosa da un altro punto di vista, tutto qui.
>> Num. 3364 SAGE! quick reply
>>3363
Ti consiglio di leggerti qualcosa su Tonioni e la sua IIT. Almeno puoi parlare con cognizione di causa.
>> Num. 3365 quick reply
>>3363
Più che altro non hai definito molto bene cosa intendi tu per 'anima'. Il termine è appesantito da molta teologia, molto fricchettonismo anni '70 e conseguenti pseudoscienze magiche, quindi non mi è chiaro cosa intendi tu quando scrivi questa parola.
>> Num. 3366 quick reply
>>3364
Tonioni o Tonini? Nel primo caso mi servono ulteriori dettagli perché non lo trovo, nel secondo caso ho presente ma sinceramente non ha nulla a che vedere con quello che scrivo.
>> Num. 3367 quick reply
>>3366
https://en.wikipedia.org/wiki/Integrated_information_theory
>> Num. 3368 SAGE! quick reply
>>3366
Tononi, scusami, typo. E se l'IIT non si avvicina a quel che dici, allora non ho proprio capito quel che dici.
>> Num. 3369 SABBIA! quick reply
File 147766717476.png - (102.17KB , 200x298 , Gyllenhaal laugh.png )
3369
>>3365
>devi dare una definizione razionale a ciò che è irrazionale
>> Num. 3370 quick reply
>>3367
Aaah, Tononi. Eccheccazzo, ecco perché non lo trovavo. Comunque, di nuovo, non ha nulla a che vedere con quello che sto dicendo.

>>3365
Non è che il termine sia appesantito da quello che elenchi, sono solo modi diversi (e personalmente, molto discutibili) di approfondire la questione.
Quello che intendo io per anima, e con "io" intendo letteralmente "io", è tutto l'insieme di cultura, esperienza, relazioni, sensazioni, percezioni, input neurali a cui un essere vivente è sottoposto durante la sua esistenza. Non so quanto possa essere interessante questa risposta, visto che è molto personale. Il motivo per cui te la presento è che non hai saputo argomentarmi, finora, il perché l'anima non dovrebbe esistere quando esistono questi fattori che ti ho appena elencato, nonostante molti di essi non siano strettamente necessari alla vita. E in natura difficilmente qualcosa è superfluo, a parte qualche retaggio.
>> Num. 3371 quick reply
>>3370
Anon sto osservamente la discussione da un'ora circa e mi trovi concorde col 99% di quello che dici sull'anima/coscienza. C'è molta altra gente che la pensa così
>> Num. 3372 SABBIA! quick reply
>>3371
>osservamente
lol, ed ecco perché non mi immischio, non so scrivere
>> Num. 3373 quick reply
>>3371
Beh, a grandi linee sto dicendo molto banalmente quello che ogni (o quasi, non ne sono certo) cultura umana va dicendo da sempre, ognuna in modo leggermente diverso.
>> Num. 3374 quick reply
>>3370
Sono il secondo che quoti, il post con la domanda su cosa intendevi per anima era il primo che facevo in questo thread.
>> Num. 3375 SAGE! quick reply
>>3370
Praticamente tu stai dicendo: dato che esistono i giocatori, il campo, la palla, degli spettatori, allora esiste il calcio. Ma il calcio, di per sè, non esiste: è solo una definizione di un insieme di oggetti che relazionati concettualmente in un certo modo danno vita al significato del termine 'calcio'. L'anima, per come la stai mettendo tu, è soltanto una definizione dell'insieme delle relazioni tra vari elementi. Ma una definizione non esiste nella realtà. E' soltanto un segno proposizionale. Il calcio non esiste se non come concetto. E l'anima allo stesso modo, altro non è che un concetto. Ma, concludendo: un concetto non esiste.
>> Num. 3376 SAGE! quick reply
>>3375
Per essere chiari: non esistono nemmeno i giocatori, il campo, la palla, etc. Esistono dei segni che funzionano come significati - significati che quindi esistono solo in senso lato, cioè nell'uso che si fa dei vari segni.
>> Num. 3377 quick reply
>>3374
>>3371
Urca, non pensavo che fossimo così in tanti a discutere.

>>3375
L'esempio che fai del calcio è calzante, per quanto possa sembrare assurdo. Quello che ti propongo come "anima" è effettivamente un insieme di altri piccoli fattori misurabili e concreti, che se messi assieme vanno a formare il concetto generale.
Non sto qui a discutere sul fatto che un concetto non esista, anche perché non saprei cosa ribattere; quello che però mi preme dirti è che questo insieme di piccoli fattori da soli non COSTITUISCONO quello che per me è l'anima, ne sono semplicemente i recettori o i prodotti. Un po' come dire: vedo che hanno ritirato la plastica stamattina presto mentre dormivo. Ho la prova che l'hanno fatto perché il sacchetto non c'è più, ma non li ho visti perché dormivo. Trovare la risposta a cosa sia l'anima è, in questo esempio del cazzo, svegliarsi alle cinque per vedere chi è che ritira la plastica. Cosa che per ora non ci è possibile (non svegliarsi presto, ma non mi veniva in mente un altro esempio).
>> Num. 3378 quick reply
>>3346
Allora, mettiamola così. perché ti piace quel libro? Che sentimenti ti scaturisce? Quali ormoni entrano in circolo nel tuo sistema ogni volta che lo leggi?
>> Num. 3379 quick reply
>>3375
Secondo quello che scrivi il calcio è un fenomeno emergente dalle sue componenti, non è tanto difficile da capire.
>> Num. 3380 quick reply
>>3378
Ci sono un sacco di cose che mi piacciono di Sherlock Holmes. Mi piace modo scientifico che ha Holmes di approcciare un caso. Mi piace il modo in cui utilizza la sua abilità per fare, fondamentalmente, del bene. Mi piace il fatto che Holmes e Watson si diano del voi nonostante si conoscano da vent'anni. Mi piace il modo in cui Holmes districa i vari casi facendo combaciare ogni tessera del puzzle con l'altra.
Le sensazioni sono soddisfazione, curiosità, interesse, avvincimento, divertimento, e chi più ne ha più ne metta.

Prima che tu mi parli di recettori neurali, ormoni ed endorfine, sappi che io tutte queste cose le riconosco come assolutamente vere. Quel che dico io è che dietro a tutto questo c'è una causa scatenante che chiamo "anima".
>> Num. 3381 SAGE! quick reply
>>3379
E certo, l'emergentismo. Back to 1800. Il calcio non è un fenomeno, un fenomeno è una manifestazione osservabile. Tu non osservi il calcio, ma una palla che si muove e 22 uomini che la colpiscono ed esultano quando entra in una rete. Il calcio non è un fenomeno, ma un concetto. E un concetto, mi sento persino stupido a dirlo, non è un fenomeno. Non ti sembra così difficile da capire, eppure non hai capito niente.

>>3377
Ho capito. Non sapendo come risponderti, ti saluto e ti abbraccio. Ti auguro di imparare a guardare, prima di pensare a cosa hai guardato.
Aslutti.
>> Num. 3382 SABBIA! quick reply
>>3381
Graffie, spero di non averti rubato del tempo.
>> Num. 3383 SABBIA! quick reply
lollo
c'è un tipo che ha detto "aslutti" e "ti saluto" una decina di volte ma sta postando da inizio thread
>> Num. 3384 SAGE! quick reply
>>3383
OH NOES E ORA? VOLEVO LASCIAR PERDERE IL FILO E INVECE HO CAMBIATO IDEA!!! MERDA CAZZO PORCA PUTTANA E ORA?????
>> Num. 3385 quick reply
>>3381
>E certo, l'emergentismo. Back to 1800.
L'emergentismo non è una cosa su cui si può discutere, è un cazzo di fatto.
>> Num. 3386 quick reply
>>3379
Non c'è nessuna emersione. Il buon Wittgenstein ti direbbe che la logica del mondo non è affermabile, ma si mostra nel mondo. Quindi no, non esiste alcuna "anima".
>> Num. 3387 SAGE! quick reply
>>3385
Fonte?
>> Num. 3388 SAGE! quick reply
>>3386
Tu di Wittgenstein hai letto al massimo qualche aforisma, quindi non nominarlo invano.
>> Num. 3389 SABBIA! quick reply
>>3388
Che la citazione sia tirata, fuori luogo e proabilmente fuorviante è vero. Che non l'abbia letto, falso. Che l'abbia capito a fondo, è una cosa che dirà il tempo.
>> Num. 3390 SAGE! quick reply
>>3389
Mi fa piacere tu abbia letto Wittgenstein. Il Tractatus, le Ricerche o cos'altro? Io ti so dire che quando capisci a fondo Wittgenstein non puoi dubitarne: cioè o lo capisci per intero o no. Chiunque abbia dubbi riguardo ai fondamenti del discorso wittgensteniano non ha capito Wittgenstein. E questo non per dirti che sei un povero coglione, perché chiunque si sforzi di capire uno dei più grandi filosofi di sempre merita rispetto; ma per dirti che, mi spiace, ma se dubiti di aver capito a fondo W, vuol dire che non hai capito W.
>> Num. 3391 quick reply
Studente di medicina appassionato di neuroscienze here: state fuori con le bombe proprio. Ho letto delle robe aberranti. Tipo i dualisti nel 2016. Ormai neanche in Cattolica insegnano più quella roba. Cioè ma gli split brain experiments vi son passati sopra la testa? Se tagli un cervello a metà crei due anime? La soggettività non ha un riscontro fisiologico: è solo un incidente evolutivo. Prendetevi un po' di droghe e vedete che cazzo ne diventa della vostra soggettività.
>> Num. 3392 SABBIA! quick reply
>>3390
In questo periodo sto rileggendo ancora una volta il Tractatus, delle ricerche filosofiche so poco o niente perché per ora mi son fermato a leggere commenti di terzi (non il miglior approccio lo so, ma appena ho tempo le prendo in mano). Lo rileggo perché come dice lui mira ad essere una lettura di piacere per il lettore che ha già pensato le cose cui vi sono scritte, e trovo che sia davvero così, e non perché non l'abbia capito.
Le cose filano nella mia testa così come sulla carta, il mio commento era per smarcarmi dal tuo, tutto qua, e magari per giustificare la mezza baggianata che ho scritto.
>> Num. 3393 quick reply
>>3391
Ma lascia stare l'anon animista, vive in un mondo tutto suo di coerenza cosmica e profondità spirituale che noi poveretti non possiamo capire. Però tu che pari un poco più serio, dimmi, che ne pensi di Tononi? E dì, dì tu qualcosa all'anon che
>l'emergentismo è un fatto
>> Num. 3394 quick reply
>>3392
Ecco, vedi perché non puoi aver capito a fondo Wittgenstein? perché tornato dalla sua vacanza intellettuale post-Tractatus, Wittgenstein sviluppa per davvero una seconda filosofia. Ed è, quella sì, la filosofia definitiva (fun fact: definitiva per modo di dire, dato che la filosofia del secondo W non può avere termine). Se ci tieni, leggiti le Ricerche. La prima parte, lascia pure stare la seconda. Lì Wittgenstein ha fatto la rivoluzione. Peccato sia passato così poco tempo da quando ha ingravidato il mondo del suo genio: c'è bisogno di tempo prima che venga diffusamente compreso.
>> Num. 3395 SABBIA! quick reply
>>3394
Lo farò anon, la volontà c'è ma ultimamente mi è mancato il tempo materiale. Grazie del consiglio comunque.
>> Num. 3396 quick reply
>>3380
Per me invece il carattere di una persona è dato da fattori fisici (circolazione sanguigna, testosterone, ecc).
>> Num. 3397 SABBIA! quick reply
File 147771172034.gif - (1.04MB , 400x240 , 12323546345.gif )
3397
>>3381
>l'emergentismo. Back to 1800
>emergentismo
>1800
>1800
>1800
Mi fai morire anon, ti voglio bene davvero.
Apri un libro ogni tanto però, e non la uìchi.
Mi ricordi i miei studenti (forse qualcuno di voi lo è, avete processi intellettivi molto simili)
>> Num. 3398 SABBIA! quick reply
File 147771190154.jpg - (69.06KB , 460x460 , 147765051570.jpg )
3398
>>3394
Doveroso
>> Num. 3402 quick reply
>>3323
1 kilowatt hour (kWh) = 22,469,435,080,241,224,186,068,992.00 electron volts (eV)
22*10^24 eV

Equivalente in massa di 1 eV/c^2 = 1,783 * 10^-36 kg

Moltiplica per 22*10^24 eV

Dovrebbe fare circa 1 kilowatt ora = 40 * 10^-12 kg
>> Num. 3403 quick reply
>>3402
Ma un elettrone fermo che non fa nulla non ha "energia" di sé e per sé, se non in quanto interazione con l'ambiente circostante.
>> Num. 3406 quick reply
Qualche domanda per coloro che credono che abbiamo un'anima: quando esattamente l'abbiamo sviluppata? L'Homo erectus ne aveva? Se una razza animale con pollice opponibile dovesse sviluppare un linguaggio, quando esattamente entrerebbe in gioco l'anima e in che modo?
>> Num. 3407 quick reply
>>3406
Ipotesi di lavoro: c'è un'unica "anima", che è un campo morfogenetico/ontogenetico cosmico; una volta sottoposto all'analisi umana viene frammentato artificialmente in subsezioni, ma si tratta fondamentalmente di un costrutto cognitivo.
Il primato dell'anima umana che tu in modo acritico subordini al linguaggio è una bestialità semitica tipica delle religioni di cammellari scappellati, sabbianegri e cattolici inculapargoli (per altro in diretto conflitto con la teologia stessa di queste religioni, si veda la natura duale e acritica di Dio nell'antico testamento).
Lrn2 epistemologia relazionale.

PS: all'inizio del post c'è scritto "ipotesi di lavoro" per un motivo. Non sto enumerando verità cosmiche imprescindibili, si fa un'ipotesi di la si verifica con strumenti pertinenti a filosofia, scienze dure etc. Potrei fornirti una bibliografia ma dubito la leggeresti quindi me lo risparmio.
>> Num. 3408 quick reply
>>3407
Ma perché, invece di fare pubblicità al dizionario nozionistico Zanichelli, non hai risposto alle domande? Tra l'altro hai anche difficoltà a comprendere il testo, visto che nessuno ha detto che l'anima è subordinata al linguaggio. Anzi, quello che mi chiedo è proprio se entra in gioco prima o dopo.
>> Num. 3409 SABBIA! quick reply
>>3408
Ok non vuoi nemmeno provare ad addentrarti nel concetto, continua a discutere di teologia da parrocchietta con gli amichetti tuoi, le mie risposte te le ho date.
Perle ai porci come sempre.
>> Num. 3410 quick reply
>>3409
Infatti non ho interesse a cambiare argomento.
Spero ci sia qualche altro animista pronto a rispondermi, sennò pazienza.
>> Num. 3411 quick reply
>>3406
Apri un thread apparte così ne discutiamo meglio. Vedi te /x/ o /bi/
>> Num. 3412 SABBIA! quick reply
L'anima la studiano i poeti, gli psicanalisti (un po' gli psicologi dinamici) e i filosofi.
I neuroscienziati studiano il cervello e le sue funzioni, gli informatici e gli ingegneri cercano di replicare i risultati di quelli sulle macchine o su ibridi macchina/carne.

Se l'anima non esiste, è solo un concetto che si usava una volta per spiegare certe cose, come il flogisto o gli umori, allora prendete solo quello che viene dalle neuroscienze e col resto vi pulite il culo.

Se l'anima esiste, evitate di fare le domande a chi non può rispondervi, e di fare incroci ideologici e metodologici che generano aborti e problemi inutili.
>> Num. 3413 quick reply
>>3412
Beh, fino ad ora più o meno abbiamo ricondotto cose immateriali senza massa a cose materiali con massa, perfino il fotone, quasi...
>> Num. 3904 quick reply
>>3403
1 kilowatt ora di elettroni in movimento nell'ambiente hanno una massa di 40 * 10^-12 kg

Supponendo che tutto sia in movimento e in uno stato di azione, e anche l'anima è in movimento, si può calcolare la massa dell'anima?
>> Num. 3905 quick reply
  Singolarità tecnologica, la crescita e diffusione della tecnologia aumenta in modo esponenziale e non lineare?


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo