-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 2913)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 476 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 144174928392.jpg - (90.72KB , 710x537 , marte1.jpg )
2913 Num. 2913
L'acqua su Marte: possibile che rimanga liquida per qualche ora sulla superficie prima di evaporare completamente o diventare ghiaccio e sublimare, sopra gli 0 °C e 400-800 pascal di pressione circa?
Espandi tutte le immagini
>> Num. 2914 quick reply
File 14417494152.jpg - (76.89KB , 960x472 , marte2.jpg )
2914
>>2913
>> Num. 2915 quick reply
File 144174943175.jpg - (66.50KB , 720x573 , marte3.jpg )
2915
>>2914
>> Num. 2916 quick reply
File 144175140159.png - (114.51KB , 2000x1500 , 2000px-Diagramma_di_fase_acqua_2_svg.png )
2916
questo può aiutarti.
800 Pa son una pressione bassissima, son tipo 4 mmHg.
A quella pressione ed a quella temperatura, 0°C, l'acqua è allo stato di ghiaccio.
>> Num. 2917 quick reply
>>2916
sempre io, come puoi vedere, aumentando di temperatura non passa per lo stato liquido.
>> Num. 2919 quick reply
File 144175405634.jpg - (56.81KB , 664x531 , PIA16912-MarsCuriosityRover-SeasonalPressure-GaleC.jpg )
2919
>>2916
Quindi l'acqua liquida su Marte é stabile solo dove la pressione supera i 611 pascal e la temperatura di 0°C, ovvero sul fondo di Hellas Planitia e in certe parti dell'emisfero superiore.
>> Num. 2944 quick reply
File 144233148031.jpg - (138.06KB , 1023x748 , marsmighthav.jpg )
2944
http://phys.org/news/2015-04-mars-liquid-curiosity-rover-brine.html
>> Num. 2957 quick reply
File 144352480734.png - (2.31MB , 1333x900 , rsl_on_mars.png )
2957
https://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/spazioastro/2015/09/28/su-marte-scorre-acqua-ed-e-salata_cdd8532f-4a9f-4ec6-a232-3e36ff8ffdcc.html

L'acqua marziana compare con le stagioni
L'acqua compare solo in alcune stagioni, sotto forma di gocce che si condensano all'interno di stretti canali larghi poche decine di centimetri e considerati a lungo un mistero sin dalla prima scoperta, avvenuta negli anni '70. Da allora vengono indicati con la sigla Rsl (dall'inglese 'Recurring slope lineae) e da subito è nato il sospetto che i minuscoli canali fossero disegnati dallo scorrimento di piccole quantità di acqua salata, che si condensa durante i mesi più caldi.

Il mistero delle striature scure
Finora le immagini satellitari avevano osservato la formazione di linee scure, lunghe fino a 5 metri, lungo i pendii marziani, a latitudini e quote molto differenti. Queste linee scure hanno la caratteristica di comparire e allungarsi sempre più durante le stagioni calde per poi svanire in quelle più fredde. La capacità degli strumenti non permetteva però di definire con certezza se i canali potessero essere provocati dall'acqua oppure da qualche altro fenomeno ancora non compreso. La presenza di sali idrati negli stessi momenti in cui le linee si formano è adesso, per i ricercatori, la prova attesa da tempo dell'esistenza su Marte di acqua allo stato liquido, seppur in piccole tracce.
>> Num. 2976 quick reply
File 144421783470.jpg - (107.02KB , 975x1023 , PIA19805-SeasonalFlows-CopratesChasma-VallesMarine.jpg )
2976
>>2919
Correzione: volendo fare l'assburger, l'acqua liquida su Marte c'é ma solo nelle condizioni seguenti:
- Pressione sopra 611 pascal (massima su Hellas Planitia 1200 pascal circa)
- Quando la pressione é tra 611 e 1200 pascal, l'acqua senza sali é liquida tra 0 e 10°C; sotto ghiaccia, sopra si vaporizza
- Se ci sono certi sali disciolti nell'acqua é possibile che l'acqua, con questa mistura eutettica che fa abbassare la temperatura di ghiacciamento, possa rimanere liquida anche a -40°C
>> Num. 2977 quick reply
>>2976
> certi sali
L'abbassamento della temperatura non dipende da quali sali ma solo dalla loro quantità.
>> Num. 2978 quick reply
File 144422834528.jpg - (244.14KB , 960x332 , rp-mars.jpg )
2978
>>2977
Secondo la NASA, con molta probabilità i sali dissolti nell'acqua marziana sono: perclorato di magnesio, cloruro di magnesio, e perclorato di sodio.

Anche ponendo che si trovino dei crateri in giro riempibili con acqua salata e che la pressione in questi crateri sia sempre sopra ai 620 pascal con temperatura sotto i 10 °C: l'acqua liquida evaporerebbe comunque lentamente come succede sulla terra?

Inoltre, é stato confermato che questo cratere (senza nome) posto a 70 gradi latitudine nord contenga del ghiaccio d'acqua che é stabile (pressione sul fondo del cratere quindi sopra ai 611 pascal e temperatura sempre sotto 0°C o -40°C in base al sale contenuto)
>> Num. 2980 quick reply
File 14443090914.jpg - (219.12KB , 1358x905 , icecubes.jpg )
2980
http://www.space.com/30502-mars-giant-ice-sheet-discovery-mro.html

Uno strato di ghiaccio d'acqua scoperto sotto la sabbia e i depositi rossicci della superificia marziana: spesso circa 40 metri ed esteso per più di 1 milione di km quadrati.
>> Num. 3229 quick reply
File 146171073222.jpg - (47.68KB , 1280x720 , 303598main_mjmumma_vid_01_1280_01_0.jpg )
3229
Il metano: prodotto dall'olivina che reagisce con l'acqua, da forme di vita come batteri e licheni in profonde spaccature, o da altro?
>> Num. 3233 quick reply
http://www.iflscience.com/space/fungi-and-lichens-could-survive-mars

Se mandassero licheni su Marte per diversi anni, il compost e i batteri fornirebbero materiale biologico e quindi si preparerebbe un terreno di coltura
>> Num. 3234 quick reply
>>3233
Marte non ha magnetosfera, probabilmente le radiazioni friggerebbero qualsiasi organismo poco più complesso di muschi e licheni.
>> Num. 3235 quick reply
>>3234
Molto probabile.

https://www.newscientist.com/article/mg22830414-900-moss-on-mars-plant-species-being-cultivated-for-astronaut-drugs/

Magari butteranno muschio in Hellas Planitia e nei canyon della Valles Marineris. C'é un po' di umidità d'acqua, temperature che a volte vanno sopra i 20°C all'equatore, e la pressione raggiunge i 1000 pascal. Magari si formerebbe un piccolo ecosistema in quei due posti, anche se manca l'ossigeno.

http://www.space.com/29857-mars-humidity-alien-life.html
>> Num. 3237 quick reply
File 146326279197.jpg - (250.25KB , 1374x714 , 15-195_perspective_6.jpg )
3237
La grande profondità del bacino (7.152 m) spiega la differenza di pressione che si viene a creare nel bacino: sul fondo c'è una pressione di 1155 Pa (0,01 atm), un valore più alto dell'89% rispetto alla pressione del sistema geodetico di riferimento di Marte (610 Pa). Una tale pressione si trova al di sopra del punto triplo dell'acqua: in determinate condizioni di temperatura, pressione e salinità potrebbe esserci dell'acqua allo stato liquido.

Però, acqua liquida e che non evapora immediatamente solo tra 0 e +10 gradi.
>> Num. 3298 quick reply
File 147420867835.jpg - (117.21KB , 985x879 , main_pia21044.jpg )
3298
Alcuni licheni possono sopravvivere su Marte?

http://www.agenciasinc.es/en/News/Antarctic-fungi-survive-Martian-conditions-on-the-International-Space-Station

Immagine presa dalla sonda Curiosity, 9 settembre 2016
>> Num. 3305 quick reply
File 147696871917.jpg - (113.09KB , 730x404 , ma5.jpg )
3305
IL LANDER Schiaparelli della missione ExoMars è caduto sul suolo di Marte. I suoi retrorazzi hanno funzionato soltanto per tre secondi, dopodiché il computer di bordo li ha spenti. Lo ha detto Paolo Ferri, direttore delle operazioni di volo delle missioni dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

"I dati che abbiamo - ha detto ancora Ferri - dicono che la sequenza di atterraggio ha funzionato fino al distacco dello schermo posteriore del paracadute. l'accensione dei retrorazzi ha funzionato solo per tre secondi, poi il computer di bordo ha deciso di spegnerli". A quel punto Schiaparelli si è ritrovato con i razzi spenti e "supponiamo che il lander sia semplicemente caduto".

Battiston, "Missione riuscita per i dati". "Per la quantità e qualità di dati che Stiamo ricevendo da Exomars è una missione riuscita. L'Europa ha un suo satellite nell'orbita di Marte". Lo afferma il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston. "Il Trace gas orbiter è perfettamente in orbita e operativo, e quindi in grado di monitorare e trasmetterci i dati sulla composizione dell'atmosfera marziana; il lander Schiaparelli, che era un test, a quanto sembra ha eseguito tutte le manovre previste fino a pochi secondi dal contatto con il suolo, come l'apertura del paracadute, lo sganciamento dello scudo termico e l'accensione dei razzi di frenata - prosegue Battiston. Ci mancano i dati sugli ultimi secondi sui quali i tecnici stanno lavorando. Complessivamente siamo incoraggiati a proseguire il lavoro per exomars 2020, uno degli argomenti fondamentali della ministeriale".
>> Num. 3306 quick reply
>>3305
Facciamo davvero schifo.
>> Num. 3307 SABBIA! quick reply
>LA LOLAQUA SUMMARTEH

ma andate a lavorare, terroni
>> Num. 3312 quick reply
>>3305
I fallimenti capitano a tutti, nemmeno i sovietici (su 8 tentativi) sono mai riusciti a far atterrare una sonda su Marte. Però quello che mi fa vergognare da italiano è il solito tentativo di arrampicarsi sugli specchi.
>> Num. 3913 quick reply
File 154352876265.jpg - (52.75KB , 620x349 , insightmission.jpg )
3913
La sonda InSight é arrivata su Marte
>> Num. 3914 quick reply
File 154568388510.jpg - (3.08MB , 3476x4000 , Plan_view_of_Korolev_crater.jpg )
3914
Ghiaccio!
>> Num. 3915 quick reply
>>2916
Scusassero la negrezza ma questo grafico è fatto per l'acqua della Terra mentre su Marte la gravità è circa la metà, ergo quel grafico è praticamente nullo o sbaglio?
>> Num. 3916 quick reply
File 154576781234.png - (2.86MB , 2038x1504 , test.png )
3916
>>3915
Non credo che la gravità determini se l'acqua diventa solida o liquida.

Ecco altri dati su delle zone di Marte.

Ci sono almeno tre crateri con del ghiaccio d'acqua all'interno che funzionano come "trappole del freddo" nella zona tra 70'N e 73'N, dove la pressione è intorno agli 850-900 pascal e la temperatura non sale oltre i -19°C, impedendo al ghiaccio di sublimare e quindi di uscire dai crateri, disperdendosi nell'atmosfera.
>> Num. 3917 quick reply
File 154578045830.png - (443.24KB , 1058x468 , ice craters.png )
3917
>>3916
>> Num. 3918 quick reply
>>3916
Ho appena controllato, la pressione è definita come forza su superficie, questa forza è indubbiamente composta dalla gravità che viene normalmente esercitata sul pianeta ed inevitabilmente influisce se pur indirettamente sullo stato dell'acqua.

Se non ci fosse gravità come potrebbe anche solo esserci l'atmosfera?
>> Num. 3919 quick reply
>>3918
il pianeta gira, ergo forza centripeta.
e poi la gravità c'è.
ti ricordo che la gravità è una forza che è data dal contributo delle masse.
>> Num. 3920 quick reply
>>3918
>>3919
Direi tutto corretto

Infatti sulla maggior parte dei pianeti/plutoidi/pianeti nani non c'é una atmosfera rilevante. L'unico satellite ad avere una atmosfera spessa é Titano.
>> Num. 3921 quick reply
File 154609717364.jpg - (72.23KB , 700x623 , Colour_view_of_crater_with_water_ice_node_full_ima.jpg )
3921
Anche se si venisse a creare la condizione per cui il ghiaccio di CO2 ai poli diventasse gassoso, la pressione atmosferica generale andrebbe da 600 pascal a 1500 pascal. Anche se a pensarci sembra che più pressione sia meglio, a situazione per l'acqua in superficie potrebbe peggiorare perché ci sarebbe meno ghiaccio solido bloccato, e mancando il ciclo dell'acqua (mare, pioggia, lago, falde acquifere) tutto il vapore d'acqua sublimato o evaporato si disperderebbe nell'atmosfera e i raggi solari distruggerebbero le molecole dividendole in ossigeno e idrogeno.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo