-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 14393)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 5000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 2591 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2012-08-26 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 148985132859.jpg - (105.31KB , 1080x1080 , 1377607008596970142_387886909.jpg )
14393 Num. 14393
Hey ragazzi! Arianna era impegnata e quindi ha mandato me, la sua sorellina Martina, ad aprire la stagione ciclistica 2017, la Milano-Sanremo è attualmente in corso e non manca molto all'arrivo.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 14394 quick reply
>tfw no qt ciclistica
>> Num. 14395 quick reply
File 148985426623.jpg - (69.73KB , 750x750 , 1324883602898419785_387886909.jpg )
14395
Ha vinto Kiatkowski su Sagan e poi Alaphilippe, Sagan ha tirato troppo per non farsi raggiungere dal gruppo e ha speso troppe energie, era il favorito del gruppetto di tre ma era troppo stanco e il polacco l'ha battuto
>> Num. 14396 quick reply
File 148994912534.jpg - (32.48KB , 512x385 , DV93252.jpg )
14396
Ho provato una bici da corsa e funziona bene, è leggera e ha tanti rapporti per la catena. Mi sembra il momento ideale per suggerire ai NEET e lavoratori del chan di prendersi un pomeriggio per fare un giro in campagna al sole con la bicicletta.
>> Num. 14401 quick reply
File 149116520086.jpg - (53.55KB , 640x640 , 1177005540692056428_387886909.jpg )
14401
Risultati Giro delle Fiandre:
1° Philippe Gilbert
2° Greg Van Avermaet a 28"
3° Niki Terpstra
4° Dylan Van Baarle
5° Alexander Kristoff a 52"
6° Sacha Modolo
7° John Degenkolb
8° Filippo Pozzato
9° Sylvain Chavanel
10° Sonny Colbrelli

Risultati Gand-Wevelgem:
1° Greg Van Avermaet
2° Jens Keukeleire
3° Peter Sagan
4° Niki Terpstra
5° John Degenkolb
6° Tom Boonen
7° Jens Debusschere
9° Fernando Gaviria
10° Sacha Modolo

Risultati Giro di Catalunya classifica finale:
1° Alejandro Valverde
2° Alberto Contador a 1'03"
3° Marc Soler a 1'16"
4° Adam Yates a 1'31"
5° Tejay Van Garderen a 1'34"
6° Daniel Martin a 2'29"
7° Steven Kruijswijk a 2'56"
8° Carlos Verona a 3'00"
9° George Bennett a 3'01"
10° Romain Bardet a 3'05"
>> Num. 14433 quick reply
File 149392347491.jpg - (101.76KB , 1080x1080 , 1211093789009894113_387886909.jpg )
14433
Classifica finale giro di Romandia:
1° Richie Porte
2° Simon Yates
3° Primoz Roglic
4° Fabio Felline
5° Ion Izagirre

Liegi-Bastogne-Liegi:
1° Alejandro Valverde
2° Daniel Martin
3° Michal Kwiatkowski
4° Michael Matthews
5° Ion Izagirre

Classifica finale Tour of the Alps:
1° Geraint Thomas
2° Domenico Pozzovivo
3° Thibaut Pinot
4° Michele Scarponi ;_;

Freccia Vallone:
1° Alejandro Valverde
2° Daniel Martin
3° Dylan Teuns
4° Sergio Luis Henao
5° Michael Albasini

Amstel Gold Race:
1° Philippe Gilbert
2° Michal Kwiatkowski
3° Michael Albasini
4° Nathan Haas
5° Josè Joquin Rojas

Parigi-Roubaix
1° Greg Van Avermaet
2° Zdenek Stybar
3° Sebastian Langeveld
4° Jasper Stuyven
5° Gianni Moscon

Classifica finale Giro dei Paesi Baschi:
1° Alejandro Valverde
2° Alberto Contador
3° Ion Izagirre
4° David De La Cruz
5° Primoz Roglic
>> Num. 14434 quick reply
File 149392375892.jpg - (231.21KB , 2048x1215 , T01_Olbia_alt-1.jpg )
14434
E da domani si parte con il Giro d'Italia del centenario!

Prima tappa in Sardegna da Alghero ad Olbia di 206 km, la tappa è facile e fa pensare ad un arrivo per velocisti ma c'è quel San Pantaleo non lontano dal finale che potrebbe portare scompiglio
>> Num. 14435 quick reply
Postatemi una foto con le due sorelle che altrimenti non le so distinguere.
>> Num. 14436 quick reply
File 14939253354.jpg - (199.52KB , 1080x1080 , 1051615816141223794_237084588.jpg )
14436
>>14435
Arianna sinistra, Martina destra
>> Num. 14437 quick reply
>>14436
Leccherei gambe e piedi avidamente.
>> Num. 14440 quick reply
File 149400505628.jpg - (82.07KB , 1080x1080 , 1405137855793327229_387886909.jpg )
14440
La prima tappa è finita, un gruppetto è stato in fuga quasi tutto il tempo ma poi sono stati ripresi ed è finita in volata
1.STLBERGER
2.EWAN
3.GREIPEL
4.NIZZOLO
5.MODOLO
Quindi Stlberger è maglia rosa e anche maglia ciclamino e maglia bianca mentre Benedetti grazie alla fuga ha preso punti per la maglia azzurra
>> Num. 14441 quick reply
>>14440
Martina >>>>>> Arianna
>> Num. 14442 quick reply
File 149400522668.jpg - (227.17KB , 2048x1167 , T02_Tortoli_alt-1.jpg )
14442
Domani seconda tappa da Olbia a Tortolì di 221 km, tappa piena di sali e scendi nell'entroterra che sembra perfetta per una lunga fuga, c'è anche un rilevante GPM2 non lontanissimo dall'arrivo
>> Num. 14447 quick reply
File 149408921179.jpg - (125.22KB , 1080x1080 , 1381885394349602776_387886909.jpg )
14447
Come ieri c'è stata una fuga tutta la tappa ma alla fine il gruppo ha rimontato ed è finita in volata
1.GREIPEL
2.FERRARI
3.STUYVEN
4.GAVIRIA
5.SBARAGLI

Greipel si prende anche la maglia rosa e quella ciclamino, la maglia azzurra va a Teklehaimanot mentre la maglia bianca resta sulle spalle di Postlberger
>> Num. 14448 quick reply
File 149408935570.jpg - (210.87KB , 2048x1220 , T03_Cagliari_alt-1.jpg )
14448
Domani tappa facile facile da Tortolì a Cagliari di soli 148km, c'è poco da dire perché è quasi tutta pianura e l'arrivo in volata sembra scontato
>> Num. 14450 quick reply
File 149418604310.jpg - (121.84KB , 1080x1080 , 1403019443830911265_387886909.jpg )
14450
La terza tappa si è conclusa come ci si aspettava in volata, ma non volata classica perché il forte vento sul finale ha fatto dividere il gruppo in due tronconi e solo i pochi che sono riusciti a stare davanti si sono giocati la volata

1.GAVIRIA
2.SELIG
3.NIZZOLO
4.HAAS
5.RICHEZE

Cambiano maglia rosa e maglia bianca che vanno sulle spalle di Gaviria

Domani giorno di riposo perché c'è il trasferimento dalla Sardegna alla Sicilia
>> Num. 14451 quick reply
File 149418640073.jpg - (241.91KB , 2048x1315 , T04_Etna_alt-2.jpg )
14451
Martedì ci sarà la prima tappa tosta che riscriverà sicuramente la classifica, da Cefalù all'Etna di 181km
Primi 50km di pianura poi la lunghissima salita di Portella Femmina Morta (GPM2) che però ha pendenze al 5% di media quindi non dovrebbe fare grossa selezione, lunga discesa e un tratto vallonato prima di arrivare ai piedi del GPM1 dell'Etna con i suoi 18km attorno al 7% con punte del 12%, gli uomini di classifica faranno la loro prima mossa anche se non si prevedono grandi distacchi perché il Giro è appena iniziato
>> Num. 14452 quick reply
Video 149424444468.webm - (3.48MB , 640x360 , gargy_ferma_pericoloso_bandito_sardo.webm )
14452
>>14451
Nel frattempo, Marcozzeta lolla rimembrando quanto accaduto in terra di Sardegna
>> Num. 14453 quick reply
>>14452
April Summers stava per fare meglio

https://twitter.com/april_summerz/status/861213377565265920
>> Num. 14454 quick reply
File 149428283342.jpg - (49.63KB , 1080x1080 , 1510344989779169579_387886909.jpg )
14454
>>14453
Eh bisogna fare attenzione che è facile cadere e farsi male
>> Num. 14455 quick reply
File 149434579968.jpg - (127.94KB , 1080x1080 , 1406585406446762934_387886909.jpg )
14455
Subito dopo l'inizio della tappa parte una fuga con Brutt, Van Rensburg, Alafaci, e Polanc, i quattro arrivano ad avere anche 6-7 minuti sul gruppo in cima alla prima salita, poi il gruppo inizia una lenta rimonta e ai piedi dell'Etna hanno 4 minuti di ritardo da Polanc che nel mentre è rimasto solo all'attacco, Polanc riesce a mantenere un vantaggio minimo fino in cima all'Etna e vince la tappa, subito dopo di lui il gruppo dei migliori ancora compatto a parte uno scatto di Zakarin sul finale

1. POLANC
2. ZAKARIN 19”
3. THOMAS 29”
4. PINOT 29”
5. CATALDO 29”

Bob Jungels si prende la maglia rosa e anche la bianca di miglior giovane, Greipel ha quella ciclamino della classifica a punti, Polanc con l'attacco di oggi si aggiudica la maglia azzurra degli scalatori
>> Num. 14456 quick reply
File 149434594138.jpg - (236.64KB , 2048x1209 , T05_Messina_alt-1.jpg )
14456
Domani l'altra tappa siciliana da Pedara a Messina di 159km, poco da dire perché la tappa è molto facile, qualche leggera salita nella prima parte ma gli ultimi 50km sono tutti lungo la costa, forse il vento potrebbe movimentare le cose
>> Num. 14457 quick reply
File 149443766532.jpg - (80.43KB , 1080x1080 , 1318087754327928970_387886909.jpg )
14457
Poco da dire sulla tappa di oggi, è finita in volata come ci si aspettava e Gaviria ha fatto il bis prendendosi anche la maglia ciclamino

1. GAVIRIA
2. MARECZKO
3. BENNETT
4. GREIPEL
5. BAUHAUS
>> Num. 14458 quick reply
File 149443788394.jpg - (249.59KB , 2048x1219 , T06_TermeLuigiane_alt-1.jpg )
14458
Domani sesta tappa da Reggio Calabria a Terme Luigiane di 217km, è quasi tutta pianura con delle piccole salitelle che non fanno la differenza però gli ultimi 2km sono in salita al 5% che aumenta all'8-10% sul finale quindi niente volata e tra i primi ci potrebbe essere azione perché sono tutti molto vicini in classifica e quindi bastano pochi secondi per prendersi la maglia Rosa e magari una vittoria di tappa
>> Num. 14461 quick reply
Video 149449684613.webm - (4.66MB , 640x360 , PIBERNIKTAPPA5GIROITALIA2017_20170510184458_11_57_.webm )
14461
>>14457
>Poco da dire sulla tappa di oggi
E di Anon che crede di aver vinto e invece mancava un giro alla fine della tappa non ne vogliamo parlare? lòl

Altra nota di colore: su una casa c'era uno striscione che recitava: "TORNATE CHE CI SONO ALTRE STRADE DA ASFALTARE". È amore incondizionato verso il ciclismo
>> Num. 14462 quick reply
>>14461
Ma sai che l'avevo completamente rimosso? E dire che l'episodio merita eccome
>> Num. 14464 quick reply
File 149452968538.jpg - (106.86KB , 1080x1080 , 1365348870925754700_387886909.jpg )
14464
Solita fuga da lontano e classico errore del gruppo che lascia troppi minuti di vantaggio ai fuggitivi e poi prova a recuperare ma non ci riesce, davanti sono in 4 a giocarsi la vittoria, alla fine sulla salita finale la spunta Dillier per un soffio su Stuyven

1. DILLIER
2. STUYVEN
3. POSTLBERGER 12”
4. ANDREETTA 26”
5. WOODS 39”

Nessuna delle maglie cambia di mano
>> Num. 14465 quick reply
File 149452985196.jpg - (223.73KB , 2048x1197 , T07_Alberobello_alt-1.jpg )
14465
Settima tappa da Castrovillari ad Alberobello di di 224km, tutta pianura e solite due possibilità con la fuga da lontano o l'arrivo in volata
>> Num. 14466 quick reply
File 149460558621.jpg - (139.49KB , 1080x1080 , 1371734878005055823_387886909.jpg )
14466
Fuga di un gruppettino ad inizio tappa, arrivano ad avere anche 5 minuti sul gruppo ma piano piano vanno a riprenderli e il gruppo torna compatto sul finale, termina in volata e vince Ewan

1.EWAN
2.GAVIRIA
3.BENNETT
4.GREIPEL
5.STUYVEN

Niente cambi di maglia
>> Num. 14467 quick reply
File 149460593460.jpg - (200.27KB , 2048x1186 , T08_Peschici_alt-1.jpg )
14467
Domani ottava tappa da Molfetta a Peschici di 189km, i primi 90km sono di completa pianura poi arriva il GPM2 di Monte sant'Angelo (9.5km al 6.5 di media con punte del 10%) che sicuramente farà selezione nel gruppo, dopo la discesa seguono 30km di sali e scendi con un GPM4, poi ancora pianura e un finale insidioso con gli ultimi km in salita al 5.7% di media che culminano negli ultimi 500 metri oltre il 10%, tappa molto difficile da pronosticare
>> Num. 14470 quick reply
File 149469450887.jpg - (40.72KB , 750x750 , 1327518135427005410_387886909.jpg )
14470
Nella tappa di oggi ritmo sostenuto fin da subito con tutti che provano ad andare in fuga, alla fine un gruppetto ci riesce e pende qualche minuto sul gruppo, finale concitato con il gruppo molto vicino ai fuggitivi e quest'ultimi che si danno battaglia per la vittoria, alla fine la spunta Izaguirre davanti al nostro Visconti, Conti invece cade nel finale quando era in testa al gruppetto, sfiga

1. IZAGUIRRE
2. VISCONTI 05”
3. SANCHEZ 10”
4. BATTAGLIN 12”
5. WOODS 12”

Le maglie non cambiano
>> Num. 14471 quick reply
File 14946950695.jpg - (94.96KB , 1200x660 , T09_Blockhaus_alt_web.jpg )
14471
Domani nona tappa da Montenero di Bisaccia al Blockhaus (sulla Maiella) di 149km, è la tappa tanto attesa che dovrebbe darci indicazioni importanti su chi si può giocare la vittoria finale, a parte qualche piccola salitella sono 120km di pianura ma poi c'è l'arrivo in salita del Blockhaus a quota 1665m, la salita inizia già a 26km dal traguardo ma fino a Roccamorice non è impegnativa, poi breve tratto dove spiana e via verso i 13km finali, i primi 3 sono al 6-7% mentre gli ultimi 10km sono ad un costante 9% con punte anche del 14%, probabilmente ci sarà una fuga che cercherà di distanziare il più possibile il gruppo per giocarsi la vittoria di tappa mente gli uomini di classifica aspetteranno i 10km finali per attaccare e ci potranno essere distacchi significativi
>> Num. 14475 quick reply
File 149478574767.jpg - (74.25KB , 750x750 , 1431391310300031241_387886909.jpg )
14475
C'è stata la fuga iniziale come ci si aspettava ma il gruppo non ha voluto lasciargli spazio e li ha ripresi poco prima della salita finale, ai piedi del Blockhaus caduta nel gruppo e vengono coinvolti tra gli altri Yates, Landa e Thomas, riprendono tutti la corsa ma Landa fa molta fatica e alla fine arriverà con quasi mezz'ora di ritardo, probabile che si ritirerà, Thomas e Yates contengono i danni perdendo rispettivamente 5.08 e 4.39, il gruppo di testa affronta la salita ad alta velocità e si assottiglia sempre di più, Quintana prova diversi scatti e solo Pinot e Nibali gli stanno dietro, sul tratto più duro Quintana attacca ancora staccando i due rivali che forse hanno chiesto troppo cercando di stargli dietro, intanto rimonta di Dumoulin e Mollema che prima riprendono Nibali e poi raggiungono Pinot, alla fine Quintana vince con 24 secondi su Dumoulin e Pinot, segue Mollema a 41 e Nibali a 1 minuto, bene Pozzovivo a 1 e 18

La maglia rosa ovviamente va sulle spalle di Quintana, la maglia bianca la prende Formolo

1. QUINTANA
2. PINOT 0’ 28”
3. DUMOULIN 0’ 30”
4. MOLLEMA 0’ 51”
5. NIBALI 1’ 10”
6. POZZOVIVO 1’ 28”
7. ZAKARIN 2’ 28”
8. FORMOLO 2’ 45”
9. AMADOR 2’ 53”
10. KRUIJSWIJK 3’ 06”

Con questa prestazione Dumoulin sembra il favorito per la maglia rosa nei prossimi giorni visto che si avvicina la crono dove lui è uno dei migliori, Quintana come ci si aspettava è lo scalatore puro più forte ma non è stato così devastante, Nibali come al solito bisogna aspettarlo sulle Alpi per vedere se è in grado di vincere
>> Num. 14476 quick reply
File 149478594139.jpg - (162.66KB , 2048x1221 , T10_Montefalco_alt-1.jpg )
14476
Domani giorno di riposo, martedì si riprende con la cronometro da Foligno a Montefalco di 40km, non è la classica crono tutta piana ma ha anche dei tratti di salita al 4-5%, sembra proprio adatta a Dumoulin
>> Num. 14477 quick reply
>>14475
>ai piedi del Blockhaus caduta nel gruppo
ANNO STATI I SBIRRI CON LA MOTO BISONIA CHE LAGGENTE L'HO SAPIA!1
>> Num. 14478 quick reply
>>14475
speriamo in Nibali, mi dispiacerebbe un casino se il giro del centenario lo vincesse un non italiano
>> Num. 14479 quick reply
>>14477
La moto poteva scegliere un posto migliore dove fermarsi ma non era colpa loro della caduta

>>14478
Di solito lui esce fuori alla distanza ed è più forte sulle lunghe salite con pendenze medie, se ci sono forti pendenze Quintana è più forte, poi c'è Dumoulin che può rifilare 2 minuti a tutti quelli di classifica in una crono, se più o meno regge sulle montagne sono cazzi
>> Num. 14481 quick reply
File 149495149775.jpg - (173.55KB , 1080x1080 , 1341247318900356785_387886909.jpg )
14481
Dumoulin ha dato merda a tutti nella crono, ottimi anche Thomas e Jungels secondo e terzo, molto bene Nibali sesto, Quintana alla posizione 23 perde da un po' tutti i diretti rivali

1. DUMOULIN
2. THOMAS 49”
3. JUNGELS 56”
4. SANCHEZ 1’ 40”
5. KIRYIENKA 2’ 00”
6. NIBALI 2’ 07”
7. MONFORTMAXIMELTS2’ 13”
8. TRATNIK 2’ 13”
9. VAN 2’ 15”
10. AMADOR 2’ 16”

Quindi nella generale Dumoulin si prende la maglia rosa, le altre maglie non cambiano

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 2’ 23”
3. MOLLEMA 2’ 38”
4. PINOT 2’ 40”
5. NIBALI 2’ 47”
6. JUNGELS 3’ 56”
7. POZZOVIVO 4’ 05”
8. ZAKARIN 4’ 17”
9. AMADOR 4’ 39”
10. KRUIJSWIJK 5’ 19”
>> Num. 14482 quick reply
File 149495275929.jpg - (200.12KB , 2048x1312 , T11_BagnoRomagna_alt-1.jpg )
14482
Domani l'undicesima tappa da Firenze a Bagno di Romagna di 161km, tappone appenninico con ben 4 salite, dopo un breve tratto di pianura si sale il Passo della Consuma, segue una discesa abbastanza breve e non difficile per risalire subito al Passo della Calla, lunghissima discesa fino a valle per tornare a salire al Passo del Carnaio, la discesa dal Carnaio è molto breve e per la prima volta si arriva a Bagno di Romagna, qui si affronta un circuito per salire fino al Monte Fumaiolo e poi scendere una non facile discesa fino a tornare a Bagno di Romagna, tappa adattissima a una lunga fuga e chissà che non si smuova anche qualcosa in classifica perché il finale del Fumaiolo è piuttosto duro e da li al traguardo c'è solo più la discesa, sarebbe un terreno adatto a Nibali che oltre ad essere un grande scalatore è molto forte in discesa, ma non ci credo molto perché gli altri non stanno li a guardare

Passo della Consuma: GPM2 di oltre 15km con una prima parte regolare al 6-7% e una seconda che alterna tratti dove spiana molto a tratti al 7%
Passo della Calla: GPM3 lungo 16km con pendenze molto abbordabili nella prima metà e attorno al 6% nella seconda
Passo del Carnaio: GPM3 di 11km molto discontinui con qualche km all'8% ma anche con molti tratti inferiori al 3%
Monte Fumaiolo: GPM2 lungo ben 23km ma impegnativo solo sul finale, dopo i primi 8km a meno del 4% ce ne sono circa una decina di lieve salita con anche dei tratti di discesa, gli ultimi 5km invece sono sempre oltre il 6% e gli ultimi due fissi attorno al 10-11%
>> Num. 14485 quick reply
Video 14950165808.webm - (2.89MB , 640x360 , Quintana_ciclocross_12_19_21_60.webm )
14485
>>14481
Io non ho ancora capito perché Quintana ha montato il 56. Per me ha contribuito a fargli perdere tempo prezioso

Comunque ci ha deliziati con questo passaggio sul cordolo
>> Num. 14486 quick reply
File 14950406992.jpg - (98.66KB , 1080x1080 , 1386262337715097980_387886909.jpg )
14486
Bella tappa si pensava e bella tappa è stata, non sto a dire tutti gli attacchi e tutti i nomi perché sono tanti ma riassumo dicendo che un nutrito gruppo è andato in fuga all'inizio e c'erano tanti corridori capaci tra cui anche Amador che è messo bene in classifica quindi il gruppo dietro si impegnava a non lasciargli troppo vantaggio e infatti più o meno il gruppo stava sempre a un paio di minuti, dopo la prima salita Fraile e Landa si sono staccati dal gruppo dei fuggitivi e sono stati soli in testa per un bel pezzo prima di essere ripresi, sull'ultima salita ancora Fraile con Rolland sono andati all'attacco e nella discesa sono stati raggiunti prima da Rui Costa e poi da Kangert, finale in volata tra questi 4 finto da Fraile che ha proprio dominato la tappa prendendosi tutti i traguardi GPM, il gruppo dei fuggitivi è arrivato subito dietro a questi 4 mentre nel gruppo maglia rosa l'attacco di Nibali prima e Pinot poi sul finale dell'ultima salita ha fatto sgretolare il gruppo fino a rimanere con una decina di componenti, Thomas e Kruijswijk hanno perso contatto prendendo almeno 1 minuto

1. FRAILE
2. RUI COSTA
3. ROLLAND
4. KANGERT
5. VISCONTI

La maglia rosa resta salda sulle spalle di Dumoulin, la bianca su quelle di Jungels, la ciclamino su quella di Gaviria e quella azzurra resta a Polanc, anche se con la tappa di oggi Fraile l'ha raggiunto e ora sono a pari punti
>> Num. 14487 quick reply
File 149504088195.jpg - (104.59KB , 1200x660 , T12_ReggioEmilia_alt_web.jpg )
14487
Domani dodicesima tappa da Forlì a Reggio Emilia di 229km, si ci sono un GPM2 e un GPM3 nella prima parte ma non sono difficili quindi si prospetta un arrivo in volata, a meno che non vada via una fuga e il gruppo non sia in grado di recuperare, ma la vedo difficile perché è una delle ultime occasioni per i velocisti
>> Num. 14488 quick reply
File 149512534080.jpg - (218.97KB , 1080x1080 , 1429927778819609272_387886909.jpg )
14488
C'è stata la fuga ma il gruppo non aveva intenzione di lasciarsi scappare questa occasione quindi hanno tirato e li hanno ripresi facilmente, è finita in volata e Gaviria ha colpito ancora

1. GAVIRIA
2. MARECZKO
3. BENNETT
4. BAUHAUS
5. RICHEZE
>> Num. 14489 quick reply
File 149512549749.jpg - (177.73KB , 2048x1226 , T13_Tortona_alt-1.jpg )
14489
Domani tredicesima tappa da Reggio Emilia a Tortona di 167km, questa è proprio piattissima, altro arrivo in volata a meno di sorprese
>> Num. 14490 quick reply
File 149521491974.jpg - (121.31KB , 1080x1080 , 1474103478607766268_387886909.jpg )
14490
Volata si pensava e volata è stata, e Gaviria ha fatto 4
Si è capito che non mi piacciono le tappe che finiscono in volata?

1. GAVIRIA
2. BENNETT
3. STUYVEN
4. FERRARI
5. GIBBONS
>> Num. 14491 quick reply
File 149521533270.jpg - (84.67KB , 1200x660 , T14_Oropa_alt_web.jpg )
14491
Domani quattordicesima tappa da Castellania ad Oropa di 131km, tappa molto breve e quasi tutta in pianura, poi gli ultimi 12km sono quelli dell'arrivo in salita GPM1 del santuario di Oropa, i primi 5km sono con pendenze docili attorno al 4% di media, i successivi 7km invece sono piuttosto duri attorno all'8% di media con punte del 13%
Sicuramente sul finale vedremo molto movimento tra gli uomini di classifica però dubito che la tappa vedrà significanti distacchi perché arriveranno belli freschi agli ultimi km, e non credo che Dumoulin possa essere messo in difficoltà, non è il tipo di corridore che riesci a staccare su una sola salita, magari perderà qualcosina da gente come Quintana ma sarà nell'ordine delle poche decine di secondi, credo che più che altro lotteranno per la vittoria di tappa
>> Num. 14493 quick reply
File 14952908147.jpg - (97.77KB , 1080x1080 , 1400046946760038938_387886909.jpg )
14493
C'erano dei fuggitivi ma com'era facile prevedere il gruppo li sta andando a prendere, praticamente li hanno raggiunti, ora sono a Biella e sta per iniziare la salita finale
>> Num. 14494 quick reply
Tom Dumoulin ha vinto la tappa e consolida il vantaggio che ha restando maglia rosa
>> Num. 14495 quick reply
File 149529387669.jpg - (78.01KB , 1080x717 , 1479891050898579672_387886909.jpg )
14495
Quintana ha attaccato nella parte più dura della salita prendendo un discreto vantaggio ma Dumoulin piano piano l'ha ripreso nei tratti dove la pendenza era più docile e alla fine l'ha anche staccato andando a vincere la tappa, grande prova di forza dell'olandese, ora sembra invincibile ma il suo punto debole sono stati sempre i tapponi di montagna e la terza settimana perché una salita come quella di oggi è praticamente una cronometro e lui ci si trova bene, tante salite una dopo l'altra lo stancano troppo, vedremo se le tappe che rimangono cambieranno qualcosa, Nibali anche oggi sofferente, ma pure l'anno scorso faticava e poi ha vinto il giro quindi vediamo come va

1. DUMOULIN
2. ZAKARIN 03”
3. LANDA 09”
4. QUINTANA 14”
5. PINOT 35”
6. YATES 41”
7. NIBALI 43”
8. PELLIZOTTI 43”
9. KRUIJSWIJK 46”
10. KANGERT 46”

La maglia rosa è ovviamente ancora Dumoulin, la novità è che si prende anche la maglia azzurra, le altre non cambiano

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 2’ 47”
3. PINOT 3’ 25”
4. NIBALI 3’ 40”
5. ZAKARIN 4’ 24”
6. MOLLEMA 4’ 32”
7. KANGERT 4’ 55”
8. POZZOVIVO 4’ 59”
9. JUNGELS 5’ 28”
10. AMADOR 5’ 36”
>> Num. 14496 quick reply
File 149529460928.jpg - (221.43KB , 2048x1195 , T15_Bergamo_alt-1.jpg )
14496
Domani quindicesima tappa da Valdengo a Bergamo di 199km, non credo che che sarà una tappa significativa per la classifica ma sicuramente sarà bella da vedere e con tanta azione, i primi 150km sono di pianura e saranno solo un riscaldamento o al massimo terreno buono per una fuga che vuole avvantaggiarsi sul gruppo, poi arriva il GPM2 di Miragolo San Salvatore (9km abbastanza regolari al 7%), segue una breve discesa e subito il GPM2 di Selvino (7km abbastanza semplici al 5% con giusto i primi km a pendenze un po' più impegnative), discesa fino a valle e breve tratto di pianura con 1km impegnativo di salita verso Bergamo alta per scendere negli ultimi 3km fino al traguardo di Bergamo, secondo me Quintana lo prova uno scatto sul muro di Bergamo alta
>> Num. 14497 quick reply
File 149538401494.jpg - (173.03KB , 1080x1080 , 1370304820694596149_387886909.jpg )
14497
Oggi tante fughe hanno provato a partire e qualcuno ha preso anche del vantaggio sul gruppo ma era logico che il gruppo non volesse lasciarli andare via e ha sempre recuperato i fuggitivi, questo ha portato ad avere una velocità media molto alta e la tappa è stata stancante, le montagne hanno fatto selezione e al traguardo è arrivato un gruppetto con tutti o quasi i migliori di classifica, la volata di questo gruppo l'ha vinta Jungels

1. JUNGELS
2. QUINTANA
3. PINOT
4. YATES
5. POZZOVIVO

Le maglie non cambiano, la classifica è più o meno la stessa a parte gli abbuoni
>> Num. 14498 quick reply
File 149538482230.jpg - (125.08KB , 1200x660 , T16_Bormio_alt_web.jpg )
14498
Domani ultimo giorno di riposo

Martedì la sedicesima e durissima tappa alpina da Rovetta a Bormio di 222km, i primi 60km sono facili ma poi arrivati ad Edolo si affronta il famoso Mortirolo (GPM1) anche se non dal lato più duro, dopo la difficile discesa 20km di falsopiano e si affronta la cima Coppi di questo giro, il Passo dello Stelvio, dopo la discesa si sconfina in Svizzera per affrontare lo Stelvio ma questa volta da un versante differente chiamato Giogo di Santa Maria (GPM1), tornati in Italia manca solo la discesa per arrivare al traguardo di Bormio

Mortirolo: 9km costantemente all'8% di media poi c'è 1km dove spiana prima dei 3km finali al 10% di media con punte del 16%, il versante più facile è comunque una delle salite più difficili
Stelvio: 22km totali per arrivare fino a quota 2700m e a parte alcuni tratti dove brevemente si scende attorno al 4% di media tutto il resto è sempre attorno al 7-8% di media con punte del 12%
Santa Maria: 14km totali con pendenze costanti attorno all'8-9% e punte del 12%, veramente dura pure questa

Difficilissima da pronosticare, può succedere di tutto, se Dumoulin regge qui mi sa che si porta a casa il giro perché questa è la prova del 9 per vedere se è davvero diventato un grande scalatore
>> Num. 14499 quick reply
La caduta di Kangert nella tappa di oggi, per lui frattura scomposta del gomito e ritiro
http://www.rai.it/giroditalia/video/2017/05/Tappa-15-la-caduta-di-Kangert-20f767e5-d90b-4b0d-9f26-6d5f0136f0b9.html
>> Num. 14500 quick reply
>>14498
>se Dumoulin regge qui mi sa che si porta a casa il giro perché questa è la prova del 9 per vedere se è davvero diventato un grande scalatore
Se MOLINARO continua così abbiamo trovato il nuovo Merckx, ti dico. Quando l'ho visto dopo la tappa di Oropa sui rulli a mangiare il vascone di riso con nonchalance, ho pensato che se fosse passato di lì Quintana in maglia rosa lo avrebbe ingurgitato scambiandolo per un confettino della comunione. Se non implode in queste ultime tappe il Giro potrebbe essere davvero suo

>>14499
Bella tranvata, gli è andata tutto sommato bene
>> Num. 14502 quick reply
File 149556667291.jpg - (158.05KB , 1080x1349 , 1492934131617069027_387886909.jpg )
14502
Quella di oggi una tappa che ha fatto cagare, ma non perché è stata brutta, ma andiamo con ordine, fuga di un nutrito gruppo di corridori sul Mortirolo e prendono un paio di minuti sul gruppo maglia rosa, segue il lunghissimo Stelvio fatto a ritmo alto e nessuno si osa attaccare perché tutti temono che con un ritmo del genere se attacchi concludi poco e finisci per essere ripreso e superato, ma il ritmo alto sgretola entrambi i gruppi, tra i fuggitivi restano Hirt, Landa, Kruijswijk, Amador e Anacona, nel gruppo maglia rosa sono poco più di 10, si arriva al Giogo di Santa Maria e appena iniziata la salita Dumoulin si ferma per cagare, la fa ovviamente in modalità super veloce ma un minutino lo perde, è probabilme che abbia sbagliato l'alimentazione e preso troppi zuccheri che si ti danno più energia ma causano anche questi problemi, comunque con un gesto di fair play gli altri proseguono come se nulla fosse successo invece di attaccare per distanziarlo ulteriormente, la salita è dura è sono sempre meno, davanti l'attacco di Landa spezza definitivamente il gruppo dei fuggitivi che dopo poco pian piano vengono ripresi dal gruppetto inseguitore lasciando solo Landa in testa, a circa metà salita alcuni scatti di Nibali portano via un gruppetto di quattro corridori (Nibali, Quintana, Zakarin e Pozzovivo), questi 4 iniziano a recuperare su Landa, altro scatto di Nibali e rimane da solo con Quintana, arrivati in cima Landa è ormai ad una decina di secondi e così Nibali fa la prima parte di discesa a tutta sfruttando la sua abilità di discesista e va a riprendere Landa, Quintana resta li a 100-200 metri ma comunque staccato, la discesa la fanno tutti forte e prendendo molti rischi ma la coppia Nibali-Landa è la prima ad arrivare al traguardo e Nibali vince la tappa di un soffio, intanto dietro Dumoulin ha ancora perso terreno ma non tanto e riesce a mantenere la maglia rosa

1. NIBALI
2. LANDA 00”
3. QUINTANA 12”
4. POZZOVIVO 24”
5. ZAKARIN 34”
6. FORMOLO 1’ 26”
7. MOLLEMA 1’ 35”
8. JUNGELS 1’ 35”
9. YATES 1’ 35”
10. PINOT 1’ 35”

Classifica generale

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 1’ 12”
4. PINOT 2’ 38”
5. ZAKARIN 2’ 40”
6. POZZOVIVO 3’ 05”
7. MOLLEMA 3’ 49”
8. JUNGELS 4’ 35”
9. KRUIJSWIJK 6’ 20”
10. YATES 7’ 00”
>> Num. 14503 quick reply
File 149556723923.jpg - (111.23KB , 1200x660 , T17_Canazei_alt_web.jpg )
14503
Domani tappa #17 da Tirano a Canazei di 219km, tappa da fuga che non dovrebbe smuovere la classifica a meno di sorprese, si parte praticamente subito con la scalata di Aprica (GPM2 12km al 6-7% di media con punte dell'11%), breve discesa e via con la lunga scalata del Passo del Tonale (GPM2 di 11km al 5-6% ma c'è da dire che prima ci sono 15-20km dove si sale sempre anche se con pendenze basse, è comunque una cosa che ti stanca), seguono 10-15km di discesa dal Tonale e poi altri 40-50km sempre in leggera discesa, arrivati a fondo valle si ritorna a salire verso Giovo (GPM3 di 6km che spiana nella parte centrale ma l'inizio e la fine hanno percentuali dell'8-9% quindi non si scherza), dopo al Giovo ci sono 60-70km di falsopiano e leggera salita fino a Canazei
>> Num. 14504 quick reply
  Video di Dumoulin cagone
>> Num. 14505 quick reply
>>14504
El cagoto se fato cargo de lui. Vediamo un po' come andrà oggi
>> Num. 14506 quick reply
La tappa di oggi non ha dato cambiamenti alla classifica generale
>> Num. 14507 quick reply
  >>14506
Esatto, stavo per aggiornale

Intanto video dalla tappa di ieri con Nibali che salta le pozzanghere per non bagnare le ruote
>> Num. 14508 quick reply
File 149565239781.jpg - (142.85KB , 1080x1080 , 1270137758968305792_387886909.jpg )
14508
Nella tappa di oggi fuga di tre uomini subito sulla prima salita, sulla seconda vengono raggiunti da un gruppo di inseguitori e si forma un bel gruppetto di attaccanti che arriva ad avere tra i 7 e i 9 minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa, a una ventina di km dall'arrivo scatta Rolland e prende 20-30 secondi sugli altri fuggitivi riuscendo ad arrivare solo al traguerdo e vincere la tappa, nel gruppo maglia rosa c'è poco movimento se sembrano tutti intenzionati a terminare la tappa senza troppa fatica per recuperare dagli sforzi di ieri ed essere pronti per la tappa di domani

1. ROLLAND
2. RUI COSTA 24”
3. IZAGUIRRE 24”
4. SUTHERLAND 24”
5. BUSATO 24”

Ieri ho scordato di dire che Landa con quella lunga fuga ha fatto molti punti sui GPM e si è preso la maglia azzurra
>> Num. 14509 quick reply
File 149565332840.jpg - (257.83KB , 2048x1339 , T18_Ortisei_alt-1.jpg )
14509
Domani tappa #18 bella cazzuta da Moena a Ortisei di 137km, di solito queste tappe corte e con tante montagne danno molto spettacolo, si parte con 15km in leggera salita per poi iniziare il GPM1 del Passo del Pordoi, dopo la lunga discesa e un breve tratto di pianura si scala il Passo Valparola GPM2 che è poi il Falzarego con un pezzetto in più, altra lunga discesa e arriva il terzo passo di giornata oltre i 2000m ovvero il GPM2 del Passo Gardena, da qui inizia una lunghissima discesa fino a valle intervallata dalla breve ascesa al GPM3 del Passo di Pinei, qui si torna a salire verso il GPM1 di Pontives e arrivati in cima mancheranno solo pochi km in leggera salita prima di Ortisei

Passo del Pordoi: 12km a pendenze costanti tra il 6% a il 7%
Passo Valparola: 12km attorno al 6% di media ma con un pezzetto finale dove si arriva anche al 14km
Passo Gardena: 8km al 7% di media con pendenze massime all'11% nella parte iniziale
Passo di Pinei: 5km molto discontinui ma la parte centrale è oltre l'8% di media con punte del 15%
Pontives: 9km con pendenze abbordabili tra il 4% e il 6% nella prima parte ma gli ultimi 3km sono molto tosti oltre il 9% di media

Dando per scontato che i corridori non di classifica tenderanno in tutti i modi di creare qualche fuga credo che non sarà facile per loro vincere la tappa perché nel gruppo si farà sicuramente alto ritmo per cercare di stancare la maglia rosa e attaccarlo sulla salita finale, praticamente potrebbe essere una copia della tappa di ieri per quanto riguarda la strategia, cagate permettendo
>> Num. 14510 quick reply
>>14507
Quando si dice "padronanza del mezzo". Lì mi sono esaltato
>> Num. 14511 quick reply
Video 149570848753.webm - (757.58KB , ESCLUSIVO--Zakarin-Giro100_12_32_49_05.webm )
14511
>>14510
E già che ci sono, posto in esclusiva l'audio di Zakarin mentre affronta la stessa discesa

Niente mp3 su /sp/? Sono sconcertato
>> Num. 14512 quick reply
>>14510
con una pozzanghera del genere la ruota si sarebbe asciugata dopo 3 metri
>> Num. 14513 quick reply
>>14512
Scusami, ma non capisco cosa intendi (lol). Sono sinceramente ammirato dal gesto atletico, perché in quelle condizioni (alta velocità e presenza di una curva vicinissima) o lo sai fare o finisci dritto e ti fai molto male
>> Num. 14514 quick reply
>>14511
lollo
>> Num. 14515 quick reply
File 149573061769.jpg - (105.51KB , 1080x1080 , 1352407313637516873_387886909.jpg )
14515
Tappa un po' deludente dal punto di vista della lotta per la classifica, nella prima parte tanti tentativi di portare via una fuga poi finalmente si forma un nutrito gruppo che prende un paio di minuti sul gruppo, pian piano i vari fuggitivi si staccano dalla testa della corsa finchè non rimangono Landa e Van Garderen in testa inseguiti da Hirt, è Van Garderen a spuntarla di pochissimo su Landa che per la seconda volta viene beffato dopo una lunga fuga e si deve accontentare di un altro secondo posto, si può consolare con molti punti conquistati per la maglia azzurra, nel gruppo dei migliori si è fatto davvero un ritmo alto a partire dal Gardena e Quintana è stato il più attivo nel cercare una fuga ma nessuno riusciva a distanziare gli avversari forse perché per quanto ricca di montagne la tappa era piuttosto corta e non è bastata a fiaccare gli avversari, sul finale i primi 3 in classifica si rilassano troppo e negli ultimi km gente come Pinot, Zakarin, Pozzovivo e Mollema riescono ad andare via e recuperare molto, strano comportamento di Quintana e Nibali che proprio non sembravano intenzionati a seguirli, l'unica cosa che riesco a pensare è che vogliano farli avvicinare a Dumoulin in modo che anche loro si mettano a lavorare per fiaccare la maglia rosa

1. VAN GARDEREN
2. LANDA
3. PINOT 08”
4. POZZOVIVO 08”
5. HIRT 11”

Classifica generale:
1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 1’ 12”
4. PINOT 1’ 36”
5. ZAKARIN 1’ 58”
6. POZZOVIVO 2’ 07”
7. MOLLEMA 3’ 17”
8. KRUIJSWIJK 5’ 48”
9. YATES 7’ 06”
10. JUNGELS 7’ 34”

Intanto sul Gardena sono saltati Jungels e Formolo e questo ha permesso a Yates di recuperare e prendere la maglia bianca
>> Num. 14516 quick reply
File 149573119663.jpg - (237.44KB , 2048x1326 , T19_Piancavallo_alt-1.jpg )
14516
Domani diciannovesima tappa da San Candido a Piancavallo di 191km, subito all'inizio il facile GPM3 di Croce Comelico poi i successivi 80km sono in leggera discesa verso Tolmezzo a parte qualche km in salita verso Sappada a circa 45km dalla partenza, superato Tolmezzo si inizia il GPM2 di Sella Chianzutan (primi 5km facili con anche qualche tratto in contropendenza mentre i successivi 7km sono più impegnativi con pendenze medie tra il 6% e l'8%), breve discesa e seguono 60km di pianura prima dell'arrivo in salita del GPM1 di Piancavallo (i primi 7km sono veramente duri con pendenze sopra il 9% di media, i successivi 6km sono più abbordabili con anche un breve tratto dove spiana, gli ultimi 2km sono praticamente pianeggianti, altra occasione per provare a mettere in crisi l'invincile Dumoulin (almeno per quello che si è visto oggi)
>> Num. 14517 quick reply
File 149579633044.jpg - (24.72KB , 500x500 , guttalax-gocce-15ml-75mg-ml.jpg )
14517
>>14516
>mettere in crisi l'invincile Dumoulin
Ho la soluzione
>> Num. 14518 quick reply
>>14516
Tappa disegnata male, troppa distanza tra le due salite finale e l'ultima parte non è proprio così dura. Nibali deve prendere almeno due minuti tra oggi e domani se vuole sperare di farcela e portare la rosa a Milano. Per me oggi arrivano tutti insieme, quindi ci si gioca tutto domani con due salite di prima categoria ravvicinate.
>> Num. 14519 quick reply
>>14518
Intanto nella prima parte della tappa è successo di tutto
>> Num. 14520 quick reply
>>14519
Successo di tutto che nonha portato a niente. Stanno andando su troppo piano.
>> Num. 14523 quick reply
File 149583122998.jpg - (93.65KB , 1080x1080 , 1473253512029062100_387886909.jpg )
14523
Tappa movimentata fin dall'inizio quella di oggi, nella discesa da Sappada Moviestar e Barhain Merida attaccano tagliando in due il gruppo e sfruttando il fatto che Dumoulin era colpevolmente rimasto nelle retrovie, prendono mezzo minuto di vantaggio prima che dietro riescano a riorganizzarsi, Dumoulin sembra quasi doversi rassegnare ma altri arrivano in aiuto della maglia rosa perché ovviamente i vari Kruijswijk, Yates, Mollema sono rimasti dietro e anche loro non vogliono essere staccati, grande lavoro della Lotto e sparata finale di Yates e in cima al GPM2 il gruppo è nuovamente compatto, in precedenza il gruppo Quintana-Nibali aveva ripreso una decina di fuggitivi partiti ad inizio tappa, nel momento in cui il gruppo torna compatto ovviamente smettono di tirare e nel contempo inizia la discesa quindi i fuggitivi ripartono all'attacco e prendono una decina di minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa in meno di 50km, sulla salita finale questo gruppo si frantuma e rimane Landa in testa inseguito da Rolland e Rui Costa, Landa finalmente riesce a conquistare la vittoria prendendo un vantaggio superiore al minuto sugli altri due che arriveranno assieme, dopo di loro molti degli altri fuggitivi
Nel gruppo iniziano la salita a 1000 e subito Dumoulin da qualche segno di cedimento restando dietro, Moviestar e Bahrain Merida fanno un ritmo indiavolato e finalmente vediamo staccarsi la maglia rosa, sul finale di salita stoccata di Pinot e poco dopo anche di Zakarin e Pozzovivo, al traguardo Pinot ha una decina di secondi su Pozzovivo e Zakari che a loro volta hanno una decina di secondi su Nibali e Quintana, la maglia rosa arriva 1 minuto dopo dei due diretti rivali e deve abdicare a Quintana

1. LANDA
2. RUI COSTA 1’ 49”
3. ROLLAND 1’ 54”
4. BILBAO 2’ 12”
5. HENAO 3’ 06”

Classifica generale

1. QUINTANA
2. DUMOULIN 38”
3. NIBALI 43”
4. PINOT 53”
5. ZAKARIN 1’ 21”
6. POZZOVIVO 1’ 30”
7. MOLLEMA 2’ 48”
8. YATES 6’ 35”
9. JUNGELS 7’ 03”
10. KRUIJSWIJK 7’ 37”

E ora si fa molto interessante perché ce ne sono 6 in 90 secondi
Le maglie non cambiano a parte ovviamente la maglia rosa
>> Num. 14524 quick reply
File 149583227942.jpg - (214.77KB , 2048x1305 , T20_Asiago_alt-1.jpg )
14524
Domani penultima tappa da Pordenone ad Asiago di 190km, i primi 100 sono di pianura ma c'è da segnalare il GPM4 di Muro di Ca' del Poggio dopo circa 35km che sembra il punto perfetto dove attaccare se si vuole portare via una fuga perché pur essendo poco più di 1km ha una pendenza media del 12% con delle punte massime del 16-18%
A 90km dall'arrivo inizia la lunghissima scalata del GPM1 del Monte Grappa, da li lunga discesa fino a valle e 10-15km di pianura prima del GPM1 di Foza, dalla vetta al traguardo mancheranno una quindicina di km vallonati

Monte Grappa: 24km totali ma molto vari, i primi 8km sono i più duri e hanno una pendenza media dell'8%, nei successivi 5km spiana e non va oltre il 3-4%, i successivi 3km tornano all'8% per poi avere 4-5km vallonati con anche qualche tratto in contropendenza, gli ultimi 3-4km tornano a salire ma sono pendenze abbordabili attorno al 6%
Foza: 14km molto costanti attorno al 7% di media ma l'inizio è leggermente più facile della seconda parte

La tappa sarà decisiva per la classifica e chi ne ha le forze attaccherà perché la situazione attuale è ancora a favore di Dumoulin che nella crono finale può dare almeno 1 minuto a tutti, l'ideale sarebbe fare un gran ritmo nella prima parte del Grappa per poi scattare nel secondo tratto duro e sfruttare la discesa per allungare, avere uomini in fuga che si possono fermare ed aspettare i capitani per tirarli nel tratto di pianura sarebbe l'ideale, poi si fa la salita di Foza a tutta e si spera di prendere li il vantaggio, gli ultimi km non dovrebbero influire più di tanto a meno che non si abbia un compagno ad aspettare anche in quel tratto e quello potrebbe fare la differnza più di uno scatto in salita
>> Num. 14525 quick reply
Video 149588308668.webm - (1.90MB , 640x360 , igienicadumulin_20170526200307_13_02_00_14.webm )
14525
È bello sapere che i tifosi ti vogliono bene
>> Num. 14526 quick reply
>>14525
Lèl
>> Num. 14527 quick reply
>>14525
L'avevo vista live quella scena

Comunque i tifosi colombiani sono tutti indisciplinati, probabilmente solo i tifosi anglofoni sono peggio di loro
>> Num. 14528 quick reply
Ad Asiago vince Pinot la volata con Zakarin e Nibali, ma Quintana resta in maglia rosa. Dumoulin ancora in gioco, l'olandese può rimontare nella crono finale di Milano (53'' il suo ritardo in classifica da Quintana). Nibali comunque 2° nella generale con 39'' di ritardo sul colombiano, ancora in corsa anche Pinot che è a 43'' grazie ai secondi di abbuono conquistati con lo sprint.

ono 6 i coraggiosi di giornata con Pinot che riesce a piazzare un suo uomo nella fuga, con la presenza di Matthieu Ladagnous che potrà essere utile nel finale di corsa. Ci prova da lontano anche Andreetta ma il corridore della Bardiani CSF non riesce ad entrare nella testa della corsa, ce la fa invece Filippo Pozzato che però si stacca all'inizio del Monte Grappa. È la Katusha Alpecin che cerca di fare il forcing nella penultima salita di questo Giro: Vicioso e Gonçalves prima, Kiserlovski dopo provano ad aumentare il ritmo con Formolo, Yates e Mollema che perdono contatto. I big, quelli che lottano nella Generale, restano tutti lì, ma nel finale del Monte Grappa c'è il rientro di quei corridori che avevano perso le ruote dei migliori. Davanti restano all'attacco solo Devenyns e Teuns che nella discesa a seguito del Monte Grappa mantengono più di 2 minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa.

L'ordine d'arrivo

1. Thibaut PINOT (FDJ) 4h57'58''; 2. Ilnur ZAKARIN (KAT) st; 3. Vincenzo NIBALI (TBM) st; 4. Domenico POZZOVIVO (ALM) st; 5. Nairo QUINTANA (MOV) st; 6. Bob JUNGELS (QST); 10. Tom DUMOULIN (SUN) +15''

La classifica generale

1. Nairo QUINTANA (MOV) 90h00'38''; 2. Vincenzo NIBALI (TBM) +39''; 3. Thibaut PINOT (FDJ) +43''; 4. Tom DUMOULIN (SUN) +53''; 5. Ilnur ZAKARIN (KAT) +1'15''; 6. Domenico POZZOVIVO (ALM) +1'30''; 10. Davide FORMOLO (CDT) +12'55''
>> Num. 14529 quick reply
File 149590072645.jpg - (205.10KB , 1080x1080 , 1303821552252584254_387886909.jpg )
14529
>>14528
Oh se c'è un anon che fa il lavoro al posto mio io me ne vado in campagna a prendere il sole
>> Num. 14530 quick reply
>>14529
Aggiornaci sulla situazione generale, che aspettative ci sono per la tappa successiva?
>> Num. 14531 quick reply
File 149591145258.jpg - (151.06KB , 2048x1176 , T21_Milano_alt-2.jpg )
14531
>>14530
Domani c'è l'ultima tappa, una crono di 29km da Monza a Milano tutta in pianura, se andiamo a vedere le caratteristiche dei corridori è indubbio che Dumoulin sia il più forte, Nibali può prendere sui 30 secondi mentre Quintana che è il più scarso a crono può prendere 1 minuto, ma è sempre l'ultima tappa dopo una settimana di montagne quindi conta di più chi ha ancora le forze, potrebbe finire con Quintana che vince la crono, non so può mai sapere in queste condizioni, a Pinot servirebbe un miracolo, Zakarin e Pozzovivo probabilmente sono fuori dai giochi per la vittoria finale, anche se ho visto molto bene Zakarin in questo finale di giro, si vedrà
>> Num. 14532 quick reply
Video 149596801770.webm - (1.67MB , 640x360 , LA_BORRAccia.webm )
14532
>>14527
>Comunque i tifosi colombiani sono tutti indisciplinati
Ci serve qualcuno come lui che però miri ai colombiani

Peccato che oggi non ci sono, da Milanofag sarei andato volentieri a vedere il Giro e palpare le ignare spettatrici
>> Num. 14533 quick reply
>>14531
State seguendo la cronometro in questo momento?
>> Num. 14534 quick reply
>>14533
Classifica generale

1 - DUMOULIN
2 - QUINTANA
3 - NIBALI
>> Num. 14535 quick reply
File 149598696670.jpg - (78.86KB , 750x750 , 1445491785418042894_387886909.jpg )
14535
Finita come ci si aspettava, la fatica delle montagne si è fatta sentire per tutti in modo uguale e Dumulin arrivando secondo di tappa dietro a Van Emden prende la maglia rosa con un bel vantaggio su Quintana che ha fatto il possibile su un terreno che non è il suo, Nibali come da previsioni è stato il secondo migliore tra quelli di classifica ma non è bastato per agguantare la seconda posizione, il cronomen che riesce a limitare i danni molto bene nelle tappe di montagne si conferma ancora una volta come la tipologia più adatta a vincere i grandi giri a tappe

Classifica di tappa:
1. VAN EMDEN
2. DUMOULIN 15”
3. QUINZIATO 27”
4. KIRYIENKA 31”
5. ROSSKOPF 35”

La classifica generale:
1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 40”
4. PINOT 1’ 17”
5. ZAKARIN 1’ 56”
6. POZZOVIVO 3’ 11”
7. MOLLEMA 3’ 41”
8. JUNGELS 7’ 04”
9. YATES 8’ 10”
10. FORMOLO 15’ 17”

Maglia rosa: Dumoulin
Maglia ciclamino: Gaviria
Maglia azzurra: Landa
Maglia bianca: Jungels

Anche Martina vi saluta e l'appuntamento è questa estate con il Tour de France
>> Num. 14536 quick reply
File 14960583192.jpg - (267.20KB , 900x1200 , Fonzi.jpg )
14536
E anche la maglia nera vi saluta
>> Num. 14537 quick reply
>>14536
Beh la maglia nera ha una sua certa importanza, ci sono corridori che provano davvero a conquistarla, non è mica facile arrivare ultimo in classifica ma finendo la corsa e senza mai andare fuori tempo massimo
>> Num. 14539 quick reply
File 149613933857.jpg - (34.07KB , 612x408 , 682250060.jpg )
14539
>>14537
Sono eoni che non viene più assegnata ufficialmente proprio perché c'erano ciclisti che si nascondevano lungo il percorso delle tappe per ottenerla (e anche per via dell'UCI che ha messo un tetto al numero di maglie assegnabili). Detto questo, Fonzi e la maglia nera che ha cercato e ottenuto con abnegazione mi stanno molto simpatici al contrario di quei mafiosi di Getty Images

Cazzo, sono in crisi d'astinenza da giro e mi sto riguardando le tappe su Rai Sport. Sono messo malissimo
>> Num. 14544 quick reply
File 149631799484.jpg - (174.70KB , 1280x740 , whatsapp-image-2017-05-27-at-17-04-37.jpg )
14544
>>14539
L'astinenza continua. Urge anticipare il Tour
>> Num. 14557 quick reply
Intanto oggi avrò fatto 50-60 km in 3 ore
>> Num. 14559 quick reply
Video 149666647843.webm - (4.41MB , 400x225 , 18466150_486220981721389_4783329885286301696_n_14_.webm )
14559
>>14557
Non appena mi ripiglio inforco il velocipede e vado in giro anch'io

Ci costruiamo questo affare qui? Otterremo figa a palate, te lo dico io
>> Num. 14566 quick reply
>>14559
Ha, divertente

Comunque ho alzato la sella della bici da corsa, bisogna fare attenzione, altrimenti a non estendere le ginocchia per bene poi fanno male

Per il Tour De France siete carichi?
>> Num. 14567 quick reply
>>14566
Ho visto le ultime tappe del giro del Delfinato che è un po' l'anteprima del Tour, promette bene
>> Num. 14569 quick reply
>>14567
Io mi sto guardando il GIRO DI ISVIZZERA, ma invece della gara guardo i paesaggi (MUUU MUUU DAI DAI a tutto spiano). La tappa di ieri è stata vinta dal murrikano Warbasse che durante l'intervista s'è messo a piangere come un bimbetto e in testa alla classifica generale c'è il nostro Damiano Caruso. 5° Pozzovivo
>> Num. 14575 quick reply
File 149761514553.png - (34.67KB , 763x307 , Cattura.png )
14575
>>14569
Piccolo aggiornamento della classifica generale. Ieri vittoria di Pozzovivo (sesta tappa, Locarno - La Punt) sotto una pioggia battente ma di brutto brutto brutto. Ciò lo fa balzare in testa al giro delle banche, mucche e orologi, nonché della Ricola

Prossimi aggiornamenti quando mi va
>> Num. 14576 SABBIA! quick reply
>>14575
Dimenticavo il cioccolato, cazzo! Che viene fatto coi surrogati del cacao
>> Num. 14577 quick reply
>>14575
Con quella pioggia potevano rimanere offesi.
>> Num. 14590 quick reply
File 149769550537.png - (32.01KB , 724x307 , Cattura.png )
14590
>>14577
Considerato che ha iniziato a diluviare mentre erano in discesa e non in rettilineo, sì
È rimasto comunque offeso Pozzovivo che, nella settima tappa Zernez - Sölden (vinta da Simon Spilak con arrivo in salita e in parte in galleria: belle le riprese all'interno), ha accusato le fatiche della tappa precedente e sulle infide montagne ove il signor Rezzonico va a funghi è stato sorpassato un po' da tutti arrivando 12° e perdendo così la maglia gialla, passata sulle spalle del vincitore di tappa. Anche Caruso era in difficoltà ma è riuscito a limitare i danni (almeno spero)

Oggi penultima tappa, Schaffhausen - Schaffhausen. Per cui, beccatevi questo:
http://www.tourdesuisse.ch/fileadmin/user_upload/user_upload/Marschtabelle_8Etappe.pdf
>> Num. 14592 quick reply
File 149770437549.png - (1.61MB , 1200x1250 , 1200px-2017_Tour_de_France_map.png )
14592
Anteprima di quello che sarà il Tour de France
>> Num. 14611 quick reply
File 149778694788.png - (50.58KB , 728x612 , tappa&generale.png )
14611
Ultima tappa del GIRO DI ISVIZZERA, a cronometro, che purtroppo non potrò seguire:
http://www.tourdesuisse.ch/fileadmin/user_upload/user_upload/Marschtabelle_9Etappe.pdf

La tappa precedente è stata vinta da Sagan davanti a Modolo e Trentin, scatto imperioso negli ultimi 200 metri (grossomodo, eh). Allego pic dell'ordine d'arrivo dell'ottava tappa + classifica generale
Il signor Gervasoni, che si occupa della telecronaca, dice che Spilak è favoritissimo per la vittoria del giro

>>14592
Mi piace. Sono certo che Anon vorrà fermarsi a Troyes, se capisci cosa intendo
>> Num. 14614 quick reply
File 149786953761.png - (50.96KB , 728x615 , tappa&generale.png )
14614
>>14611
>Il signor Gervasoni, che si occupa della telecronaca, dice che Spilak è favoritissimo per la vittoria del giro
E il signor Gervasoni ha vinto la scommessa che non potrà riscuotere perché il signor Rezzonico ha trovato per terra lo scontrino e ha già speso tutto in Ricola e puttane

E così cala il sipario
>> Num. 14635 quick reply
File 149824578575.jpg - (18.26KB , 620x368 , doctor_who_midnight.jpg )
14635
>quando sei in bicicletta 30 km lontano da casa e si sgonfia la camera d'aria di una ruota
>> Num. 14639 quick reply
>>14635
È da sprovveduti, diciamo così, non portarsi dietro una camera d'aria di scorta se si fanno viaggi lunghi
>> Num. 14640 quick reply
>>14639
Forse l'aveva ma si lamenta del fatto che deve cambiarla
>> Num. 14643 quick reply
File 149838791328.jpg - (57.05KB , 583x387 , tiratore1.jpg )
14643
>>14640
Mi sa che non lo sapremo mai perché la bici ora è in mano agli zengheri e lui vaga per le campagne arse dal sole cercando ristoro. E qui, quando finalmente troverà un'oasi in mezzo al nulla, spunteranno dalla vegetazione i Cacciatori di Sardegna che, scambiandolo per Igor il russo, lo crivelleranno di colpi. Povero Anon, farò dire una messa per lui da Don Zauker
>> Num. 14644 quick reply
Aru è campione d'Italia
>> Num. 14645 quick reply
File 149857663184.jpg - (180.82KB , 1080x1349 , 1529172000110964739_387886909.jpg )
14645
>"Volevo solo dire che sono arrivata seconda ai campionati italiani juniores, ho perso per un solo secondo mannaggia!"
>> Num. 14649 quick reply
>>14644
Che tu sappia, parteciperà al Tour? Sono curioso di vederlo all'opera
>> Num. 14654 quick reply
>>14649
Certo che lo fa, è tra i favoriti
>> Num. 14656 quick reply
File 149873006252.jpg - (56.85KB , 427x600 , 1861219-non-ricordo-piu-dove-ho-lasciato-la-mia-bi.jpg )
14656
>>14654
Ah, ok. Ottimo! DAI DAI, che manca poco all'inizio
>> Num. 14657 quick reply
E intanto, si scaldano le pedivelle:
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/29-06-2017/sesso-tour-ci-sono-miss-podio-bufera-bakelants-2001320645384.shtml
>> Num. 14658 quick reply
>>14657
Ma dove sarebbe il cattivo gusto?
Gli chiedono come fanno con il sesso durante le gare e lui dice che puoi sempre provare a rimorchiare le miss che fanno le premiazioni, non capisco dove sta lo scandalo.
>> Num. 14659 quick reply
File 149873832171.jpg - (310.29KB , 854x474 , 5416f947e4b0e11766de7658_5416f947e4b0e11766de7897_.jpg )
14659
>>14658
È femminicidio, ovviamente

IMHO serve solo a catturare l'attenzione, a ricordare che tra poco inizia il Tour. Che poi, al limite a richiedere le scuse dovrebbero essere le dirette interessate e non le b0l4r33n33 di turno
>> Num. 14660 quick reply
File 149884941431.png - (68.21KB , 600x323 , PROFIL.png )
14660
Domani inizia il Tour de France e quindi via con la prima tappa che sarà una cronometro di 14km all'interno della città di Dusseldorf, eh già, si parte dalla Germania, è tutta piana quindi per specialisti, Tony Martin il favorito di tappa
>> Num. 14663 quick reply
>>14659
>quei colori
Dalla thumb sembrano a figa nuda
>> Num. 14664 quick reply
File 149890444587.jpg - (45.05KB , 369x274 , giurato (2).jpg )
14664
>>14663
È fappo attosta
>> Num. 14666 quick reply
File 149895323260.jpg - (117.57KB , 750x937 , 1518014884839029168_237084588.jpg )
14666
Grazie dell'aiuto sorellina, da oggi riprendo io il comando quindi via con i risultati della prima tappa

Primi segnali dalla crono di oggi, Froome c'è e si è dimostrato più forte dei diretti rivali nelle prove a tempo, arriva sesto a 12 secondi dal primo e rifila 35 secondi a Porte, 36 a Quintana, 39 a Bardet 40 a Fabio Aru e 42 a Contador
La tappa la vince Geraint Thomas davanti a Keng e Kiryienka, solo quarto Tony Martin per la troppa prudenza nell'affrontare le curve sotto la pioggia che ha caratterizzato la tappa, buon quinto posto per Trentin
>> Num. 14667 quick reply
File 149895344330.png - (85.62KB , 600x319 , PROFIL.png )
14667
La seconda tappa di 203km da Dusseldorf a Liege porta i corridori dalla Germania al Belgio, è una tappa di pianura con arrivo adatto ai velocisti ma ovviamente cercherà anche di partire una fuga perché ci sono due GPM4 che servono ad assegnare i punti della maglia degli scalatori e quindi tutti cercheranno di assicurarseli
>> Num. 14668 quick reply
Ah ho dimenticato di dire che ieri Valverde è caduto e si è rotto la rotula, il tour perde uno dei favoriti al podio già alla prima tappa
http://video.gazzetta.it/tour-de-france-che-brutta-caduta-valverde-costretto-ritiro/37adfd2e-5e89-11e7-8f7e-b921ccf53cbc
>> Num. 14669 quick reply
File 149901140314.jpg - (138.49KB , 750x788 , 1493429106054228584_237084588.jpg )
14669
Nella tappa di oggi Phinney e Offredo in fuga dall'inizio vengono ripresi a 1 km dall'arrivo e vince in volata Kittel, la pioggia anche oggi ha dato problemi e a 30 km dall'arrivo una caduta in gruppo coinvolge anche Froome che riesce a rientrare senza accusare distacchi in classifica

Thomas resta maglia gialla, Kittel è maglia verde, Phinney maglia a pois, Kueng maglia bianca, Offredo pettorina di più combattivo e team Sky miglior squadra
>> Num. 14670 quick reply
File 149901174052.png - (130.78KB , 600x320 , PROFIL.png )
14670
Domani terza tappa di 212 km da Verviers a Longwy, dal Belgio si va verso sud attraversando il Lussemburgo fino alla Francia, è una tappa relativamente pianeggiante ma intervallata da piccole salite (3 GPM4 e 2 GPM3) che sicuramente danno ampi spazi per attaccare e portar via una fuga, l'arrivo non è adatto ai velocisti perché l'ultimo chilometro e mezzo è in salita al 5.8% di media con il primo tratto oltre l'8%
>> Num. 14671 quick reply
>>14668
Mi viene solo da commentare PORCA TROIA CHE SFIGA e che coglioni/bastardi gli organizzatori a non aver messo delle protezioni lì
>> Num. 14673 quick reply
File 149916365780.png - (386.14KB , 1048x2221 , 1.png )
14673
Dai, che si parte! Tourfag, dove sei?
>> Num. 14674 quick reply
File 149918473611.jpg - (190.12KB , 1080x694 , 1475448884461828985_237084588.jpg )
14674
>>14673
Grazie per aver aggiornato per conto mio, ero in giro con Cipollini e non ho potuto aggiornare ieri

E nella tappa di oggi vince Demare in volata, caduta di gruppo all'ultimo chilometro che rallenta gran parte del gruppo e altra caduta a un centinaio di metri dal traguardo dove probabilmente Cavendish si è rotto la spalla, Sagan giudicato colpevole per questa seconda caduta è stato penalizzato di 30 secondi
>> Num. 14675 quick reply
File 149918508765.png - (112.77KB , 600x319 , PROFIL.png )
14675
Domani quinta tappa di 160km da Vittel a La planche des belles filles, finalmente arrivano delle salite che inizieranno a darci indizi sui favoriti di questa edizione
100km di pianura e poi il GPM3 di Côte d'Esmoulières (2.3km all'8%) che non dovrebbe fare grossa selezione nel gruppo, poi segue una sezione vallonata fino all'arrivo in salita finale GPM1 di La planche des belles filles (5.9km all'8.5%) che invece di selezione ne farà tanta, da segnalare un tratto al 20% proprio prima dell'arrivo
>> Num. 14676 quick reply
  >>14675
Chi sono i corridori favoriti quest'anno? Valverde ha avuto un incidente ed é fuori gara
>> Num. 14677 quick reply
>>14674
>Sagan giudicato colpevole per questa seconda caduta è stato penalizzato di 30 secondi
Sento ora in TV (RaiSport) che l'hanno sbattuto fuori dal Tour. Boh, io non l'avrei nemmeno penalizzato…
È Cavendish che ha rischiato (si sarà confuso col velodromo) e gli è andata male, punto
>> Num. 14678 quick reply
>>14677
Ho sentito, sembra che subito avessero deciso solo per la penalizzazione citata in precedenza ma poi abbiano rivisto le immagini della prima caduta e pare che lui fosse il colpevole anche in quel caso quindi hanno deciso per la squalifica

>>14676
Froome, Porte, Aru, Quintana, outsiders Fuglsang, Contador, Bardet, speranze di classifica per Pinot, Meintjes, Martin, Chaves, Yates, Majka, Uran, Barguil, Thomas, Mollema, Henao
>> Num. 14679 quick reply
File 149926749872.jpg - (222.07KB , 1080x1329 , 1449232055019104596_237084588.jpg )
14679
>la mia faccia quando Aru
>> Num. 14681 quick reply
File 149928547696.jpg - (68.65KB , 750x493 , 1510148763058381163_237084588.jpg )
14681
>>14679
Allora dicevamo...

C'è una fuga ad inizio tappa, vengono ripresi e si arriva alla salita finale tutti in gruppo, il team sky al solito si mette davanti a fare alto ritmo ma a metà salita scatto secco di Aru che rapidamente prende una decina di secondi di vantaggio, dietro Froome capisce che non basta il ritmo per andarlo a riprendere e si mette in prima persona a tirare e dietro di lui in tanti perdono contatto, compresi i grandi nomi, ma anche andando al massimo Froome non riesce a recuperare, Aru va fortissimo e vince la tappa conquistando anche la maglia a pois, Froome è comunque maglia gialla grazie al vantaggio preso alla crono, Martin fa vedere che c'è anche lui per i primi posti e Porte non perde colpi, Quintana deludente

All'arrivo:
1. Fabio Aru
2. Daniel Martin 16"
3. Christopher Froome 20"
4. Richie Porte s.t.
5. Romain Bardet 24"
6. Simon Yates 26"
7. Rigoberto Uran s.t.
8. Alberto Contador s.t.
9. Nairo Quintana 34"
10. Geraint Thomas 40"

Classifica generale:
1. Christopher Froome
2. Geraint Thomas 12"
3. Fabio Aru 14"
4. Daniel Martin 25"
5. Richie Porte 39"
6. Simon Yates 43"
7. Romain Bardet 47"
8. Alberto Contador 52"
9. Nairo Quintana 54"
10. Rafal Majka 1'01"
>> Num. 14682 quick reply
File 149928565128.png - (91.76KB , 600x324 , PROFIL.png )
14682
Domani sesta tappa di 216km da Vesoul a Troyes, qualche collinetta ma irrilevante, arrivo per velocisti a meno che qualche fuggitivo non riesca a prendere un considerevole vantaggio nella prima parte di tappa in modo da reggere fino alla fine, ma non sarà facile
>> Num. 14683 quick reply
File 149933474148.gif - (2.47MB , 473x264 , DAI CODROIPO.gif )
14683
>>14679
Ero fuori casa, l'ho visto solo dopo al TG e anche se sono incazzatissimo con me stesso per questo, rimango molto soddisfatto dal risultato del nostro scudiero
>> Num. 14684 quick reply
File 149935845819.jpg - (59.38KB , 748x935 , 1535771518050849831_237084588.jpg )
14684
C'è ancora polemica sull'esclusione di Sagan, tutti dicono che la penalizzazione di tappa era la punizione giusta e che l'espulsione dal Tour sia troppo, potrebbe essere che abbiano voluto mandare un messaggio chiaro che non vogliono vedere nessun tipo di scorrettezze, se vogliamo pensare male vediamo che finalmente la Francia dopo tanto tempo ha un velocista forte e se c'è l'occasione di far fuori i suoi diretti rivali la sfruttano

Coooomunque nella tappa di oggi ha vinto Kittel in volata, e si è capito che le fughe non le fanno arrivare
>> Num. 14685 quick reply
File 149935864455.png - (95.04KB , 600x324 , PROFIL.png )
14685
Domani settima tappa di 213km da Troyes a Nuits-Saint-Georges, altra tappa di pianura con arrivo per velocisti, ci sono giusto delle colline a centro tappa che non faranno la differenza, si va verso sud vero lo Jura per avvicinarsi alle montagne che daranno sicuramente spettacolo nel weekend
>> Num. 14687 quick reply
>>14685
non voglio neanche pensare a cosa devono prendere per fare 213 km in bici a luglio
>> Num. 14688 quick reply
>>14687
In una tappa del genere stanno sempre oltre i 40 all'ora, è come stare davanti a un ventilatore, il caldo non lo soffrono molto
>> Num. 14689 quick reply
File 149945523427.jpg - (285.70KB , 1080x1350 , 1510754899453061381_237084588.jpg )
14689
Altra vittoria per Kittel di pochissimo davanti a Boasson Hagen, la classifica non cambia
>> Num. 14690 quick reply
File 149945571763.png - (136.63KB , 600x324 , PROFIL.png )
14690
Domani ottava tappa di 187km da Dole a Station des rousses, si continua verso sud fino al confine con la Svizzera, tutta la prima parte è pianura intervallata da tre piccole salitelle, dopo 90km arriva il GPM3 del Col de la Joux, docile discesa a valle e poi il GPM2 Côte de Viry, 20-25 km di tratto vallonato prima del GPM1 Côte de la Combe de Laisia-Les Molunes, da qui all'arrivo ci sono ancora 12km di pianura il che mi fa pensare che non sia una tappa particolarmente adatta a tentativi di cambiare la classifica perché se riesti solo poi quei 12km sono pesanti da fare a tutta senza aiuti, si vedrà

Dettaglio delle salite:
Col de la Joux 6.1km al 4.7%
Côte de Viry 7.6km al 5.2%
Côte de la Combe de Laisia-Les Molunes 11.7km al 6.4%
>> Num. 14696 quick reply
File 149955332758.jpg - (236.53KB , 1080x1305 , 1523313323697056039_237084588.jpg )
14696
Nella tappa di oggi ritmo altissimo sin da subito tanto che hanno fatto i 42 di media in una tappa di montagna, tutti volevano andare in fuga ma nessuno ci riusciva, questo per tutta la prima parte di tappa, poi finalmente metà del gruppo si stacca dall'altra metà e per un tratto abbiamo una cinquantina di corridori all'attacco, presto però le salite fanno selezione e ritroviamo solo più 6 uomini in testa con 1-2 minuti sul gruppo, c'è battaglia sulla salita finale e Calmejane si avvantaggia su Gesink che a sua volta si lascia gli altri alle spalle, negli ultimi km Calmejane ha un momento di crisi e deve praticamente fermarsi per i crampi ma stringe i denti e ce la fa a vincere anche perché dietro Gesink sembrava un po' scoppiato, a seguire arriva il gruppo che come al solito ha sempre visto il team sky in testa a controllare la situazione
>> Num. 14697 quick reply
File 149955430517.png - (168.59KB , 600x324 , PROFIL.png )
14697
Domani nona tappa di 181km da Nantua a Chambéry, si scende a sud nella Savoia e questa volta è un tappone di montagna vero e proprio, già dal primo chilometro si sale con il GPM2 Côte des Neyrolles e il GPM3 Col de Bérentin che vengono segnati separati ma sono praticamente la stessa salita, discesa fino a valle non impegnativa e altro GPM3 il Côte de Franclens, a questo punto il "riscaldamento" è finito e dopo 50km attiva il primo GPMHC di questo Tour, il Col de la Biche che è parecchio tosto e farà selezione nel gruppo lasciando davanti un 50 corridori, magari anche meno se c'è stata la fuga e il ritmo alto, a seguire una discesa non particolarmente impegnativa e altro GPMHC con il Grand Colombier, un po' più corta della precedente ma più dura, poi lunga discesa e un 30-40km dove prendere fiato, si c'è il GPM4 del Côte de Jongieux ma questo è di fatto un tratto dove chi è rimasto davanti si organizzerà per il finale, ed il finale arriva a 40km dall'arrivo con il GPMHC del Mont du Chat che è una novità del Tour ed è molto difficile, anche la discesa che seguirà è per esperti del settore, e dopo quella c'è solo più un brave tratto di pianura prima del traguerdo, ne vedremo delle belle, forse la tappa più dura di questo Tour 2017

Dettaglio delle salite:
Côte des Neyrolles 3.2km al 7.2%
Col de Bérentin 4.1km al 6.1%
Côte de Franclens 2.4km al 6%
Col de la Biche 10.5km al 9%
Grand Colombier 8.5km al 9.9%
Côte de Jongieux 3.9km al 4.2%
Mont du Chat 8.7km al 10.3%
>> Num. 14698 quick reply
File 149955446648.png - (261.15KB , 600x399 , PROFILCOLSCOTES_1.png )
14698
>>14697
>> Num. 14699 quick reply
File 149955451211.png - (534.67KB , 600x1022 , PROFILCOLSCOTES_2.png )
14699
>>14698
>> Num. 14701 quick reply
I velocisti più quotati per questa edizione chi sono?
>> Num. 14702 quick reply
>>14701
Kittel e Demare di quelli che sono ancora in gara, sempre che arrivano entro il tempo massimo
>> Num. 14703 quick reply
Richie Porte é caduto in discesa!
>> Num. 14704 quick reply
File 149962079658.jpg - (104.64KB , 1080x1080 , 1485378686790571356_237084588.jpg )
14704
Nella tappa di oggi le discese hanno fatto più selezione delle salite, andando con ordine vediamo subito uomini di peso all'attacco e un bel gruppetto va in fuga, nella discesa del col de la Biche cadono Herrada, Kozhatayev, Lutsenko, Thomas e Majka, Thomas si è ritirato e si parlava di clavicola rotta, nella discesa del Grand Colombier cade anche Contador ma torna subito in bici, gli uomini di classifica sono tutti assieme e iniziano a recuperare terreno nel tratto di pianura, intanto i fuggitivi sono tutti sparpagliati, poi in pianura si riforma un gruppetto di fuggitivi con Vuillermoz, Mollema, Benoot, Barguil, Roglic, Pantano, Matthews, Betancur, Bakelants, Geschke, Navarro e Gallopin, il gruppo maglia gialla dimezza il distacco da 6 a 3 minuti, sulla salita finale Gallopin e Bakelants all'attacco seguiti da Barguil e Mollema, a circa metà salita Barguil raggiunge i due fuggitivi e prende il comando solitario, dietro il gruppo maglia gialla viene su forte e rimonta sui primi, Aru attacca seguito dagli altri di classifica e intanto Froome ha un problema meccanico, fair play di Aru che smette di attaccare permettendo a Froome di rientrare, i fuggitivi iniziano ad essere ripresi mentre Fuglsang attacca, Contador, Yates e Meintjes saltano e iniziano a perdere terreno, altri attacchi in testa e Froome allunga andando a riprendere Fuglsang, piccola crisi di Aru che si riprende bene senza mai perdere terreno, Quintana paga l'accellerata e si stacca senza però accusare una vera crisi com'è successo a Contador, in cima alla salita Barguil è solo al comando con 30 secondi sul gruppo di Froome, Porte, Aru, Bardet, Uran, Fuglsang e Martin, nella prima parte di discesa brutta caduta di Porte che fa cadere anche Martin, Porte chiude qui il suo Tour e viene portato via in ambulanza, Martin riparte, nel tratto di pianura finale Bardet che in precedenza aveva allungato in discesa riaggancia il fuggitivo e lo supera, Bardet solo in testa fino ai -2 dall'arrivo viene raggiunto e arrivano tutti assieme allo sprint finale, in un primo momento sembra aver vinto proprio Barguil ma poi si vedrà che è stato per poco beffato da Uran, terzo Froome che prende 4 secondi di abbuono

Classifica generale:
1. FROOME
2. ARU FABIO 18''
3. BARDET 51''
4. URAN 55''
5. FUGLSANG 01'37''
6. MARTIN 01'44''
7. YATES 02'02''
8. QUINTANA 02'13''

La maglia verde rimane sulle spalle di Kittel, il team Sky resta il miglior team, Barguil si prende la maglia a pois e allunga decisamente sugli altri, Yates è sempre il miglior giovane

Domani giorno di riposo

La caduta di Porte e Martin https://www.youtube.com/watch?v=5lpMEE_1KTA
>> Num. 14705 quick reply
File 149968080535.jpg - (576.00KB , 800x1000 , slktraitorcat.jpg )
14705
>>14702
La tappa l'ho vista solo negli ultimi km e leggo ora che Demare è arrivato fuori tempo massimo. Uran strepitoso col cambio andato a capinere, era proprio la sua giornata

Pic correlata, Kitten
>> Num. 14706 quick reply
File 149970959435.jpg - (832.52KB , 2560x1536 , Jens-Voigt-014.jpg )
14706
>"Fidanza e allora! Qua son già arrivati tutti, 'ndo stanno gli aggiornamenti? Te ce devo aprì co' sta mano?"
>> Num. 14707 quick reply
>>14706

>>14704
>Domani giorno di riposo
>> Num. 14708 quick reply
File 149971099063.png - (232.71KB , 411x288 , jens.png )
14708
>tfw hai fatto un fail
>> Num. 14709 quick reply
File 149972576271.png - (11.88KB , 681x139 , se capisci cosa intendo (3).png )
14709
>>14708
Tranquillo, puoi sempre chiedere info sulla tappa di oggi del Giro rosa che è finito domenica
>> Num. 14711 quick reply
File 149979416567.png - (78.78KB , 600x324 , PROFIL.png )
14711
La tappa di oggi era una tappa di pianura del cazzomerda e ha vinto ancora Kittel in volata
>> Num. 14712 quick reply
>>14711
Deduco che non ti piacciono le tappe in volata
>> Num. 14713 quick reply
File 149979423633.png - (76.65KB , 600x324 , PROFIL.png )
14713
La tappa di domani è una tappa di pianura del cazzomerda e probabilmente vincerà ancora Kittel in volata

Aggiornamenti flash su /sp/
>> Num. 14714 quick reply
File 149985616359.jpg - (87.29KB , 1000x563 , ciclista-kKQG-U011971201Sl7gEkrs-1024x576%40LaStam.jpg )
14714
>>14713
Tranquillo, a 100 m dal traguardo farò in modo che si pianti il cambio sul pignone più grande
>> Num. 14715 quick reply
>>14714
Moar del micio
>> Num. 14716 quick reply
File 149988725168.jpg - (129.24KB , 750x937 , 1500959666267948603_237084588.jpg )
14716
Kittel wins lol

Dispiace sempre per i poveracci che si fanno le fughe di 150-200 km e poi vengono ripresi quasi al traguardo
>> Num. 14718 quick reply
Video 149989939654.webm - (3.66MB , 300x400 , 4235717405001_5443213166001_5443208374001__0_39_23.webm )
14718
>>14715
Cerca:
>Ciclista brasiliano salva un gattino in strada e se lo mette nella maglietta

>>14716
>Kittel wins lol
Chiedo scudo, per sbaglio ho bloccato il cambio sull'11
>> Num. 14719 quick reply
>>14718
AAAAAAAAAAAWWWWWWWWWWWWWW
>> Num. 14720 quick reply
File 149990170042.png - (133.81KB , 600x324 , PROFIL.png )
14720
Domani dodicesima cazzutissima tappa sui pirenei di 214km da Pau a Peyragudes, i primi 100km sono facili e c'è solo il GPM4 Côte de Capvern, poi ci si inizia a scaldare con il GPM2 Col des Ares che comunque ha pendenze molto semplici, dopo 140km dalla partenza si fa sul serio e arriva il GPM1 Col de Menté che non è lungo ma ha pendenze belle toste, dopo una discesa abbordabile c'è un tratto in pianura fino ai 45km finali che decideranno la tappa, da qui in poi potremmo già aspettarci qualche attacco degli uomini di classifica, Contador che ha tanto da recuperare ha fatto capire che proverà l'impresa come piace a lui
Ma dicevamo gli ultimi km, abbiamo la tosta salita GPMHC del Port de Balès, abbanstanza lunga e con pendenze impegnative, poi una discesa non difficile e subito si torna in salita per il GPM1 del Col de Peyresourde che assomiglia alla salita precedente ma è un po' più corto e più regolare, la discesa è molto corta perché si arriva quasi subito all'arrivo in salita GPM2 di Peyragudes che è solo un paio di km ma con le pendenze più dure di giornata, in questa tappa mi aspetto le solite fughe dei corridori che in montagna ci sanno fare, niente scartine come nelle tappe di pianura, e poi mi aspetto alto ritmo sul Porte de Balès e attacchi sul Peyresourde, chi vuole fare la differenza deve attaccare da qui perché l'ultima salita è troppo corta per infliggere grossi distacchi, forza Fabietto!

Dettaglio delle salite:
Côte de Capvern 7.7km al 3.1%
Col des Ares 7.4km al 4.6%
Col de Menté 6.9km all'8.1%
Port de Balès 11.7km al 7.7%
Col de Peyresourde 9.7km al 7.8%
PEYRAGUDES 2.4km all'8.4%
>> Num. 14721 quick reply
File 149990185574.png - (230.90KB , 600x318 , PROFILCOLSCOTES_1.png )
14721
>>14720
>> Num. 14723 quick reply
File 149995835390.jpg - (38.92KB , 606x350 , aru.jpg )
14723
Aggiornamento veloce:
Gran finale in salita con Froome, Landa, Bardet, e Aru assieme nel gruppetto di fuga

Negli ultimi 400 metri scatta Aru in avanti seguito da Bardet, Froome e Landa si piantano, poi Bardet riesce a superare Aru e a vincere la tappa; ma Aru arrivando terzo e ricevendo secondi di abbuono riesce a prendere la maglia gialla da Froome che arriva con 21 secondi di ritardo dal vincitore Bardet

Pic related, Aru
>> Num. 14724 quick reply
File 149995936224.jpg - (119.57KB , 1000x667 , WATSON_00004286-001.jpg )
14724
>>14723
Romain Bardet vince la dodicesima tappa del Tour de France, da Pau a Peyragudes (214,4 km) davanti a Rigoberto Uran e a Fabio Aru. Il sardo dell’Astana riesce a staccare Chris Froome e a indossare la maglia gialla per 6'' in un finale palpitante.

>"Fidanza 'ndo stai? Io ho vinto ma Aru adesso ha la maglia gialla, sei contenta? SU, SALUTA FRUM"
>> Num. 14725 quick reply
>>14723
Al suo paese (Villacidro) fecero un festone di 3 giorni quando ha vinto la Vuelta, non oso immaginare cosa potrebbe succedere se dovesse fare l'impresa.
Comunque è destinato a diventare un fenomeno, se poi hai un compagno di team come Nibali sei a posto
>> Num. 14726 quick reply
zip con tutte le pic che hai di Arianna, grazie
>> Num. 14727 SABBIA! quick reply
>>14726
anche della sorella se non ti dispiace
>> Num. 14728 SABBIA! quick reply
File 149996013394.jpg - (626.51KB , 1920x1920 , papier-zip-1.jpg )
14728
>>14726
Ho solo la zip
>> Num. 14729 quick reply
>>14725
Da quest'anno Nibali non è più all'Astana con Aru
>> Num. 14730 quick reply
>>14728
Ero serio, fidanzafag se mi passi il pacchetto completo te ne sarò grato
>> Num. 14731 quick reply
File 149997625455.jpg - (206.70KB , 1080x1349 , 1487212954562955022_237084588.jpg )
14731
Nella tappa di oggi fuga di una decina di uomini nelle fasi iniziali, tra loro c'erano anche Matthews e Kittel che erano li solo per lottare per il traguardo volante e infatti poi si sono staccati, sul Port de Balès la fuga si sfalda come si inizia a sfaldare il gruppo dietro, resta davanti Cummings in solitaria seguito da De Gendt, Gautier e Barguil, sfortunatamente per lui verrà ripreso dal gruppo degli uomini di classifica sul Peyresourde, solito ritmo alto del team sky in testa e nessuno che prova a scattare, si arriva sulla salita finale di Peyragudes e partono gli attacchi, Aru prova a partire da lontano ma fa troppa strada in testa e negli ultimi metri viene beffato da Bardet che vince la tappa di poco su Uran e Aru, Fabietto nostro ottiene comunque il risultato sperato perché al suo attacco Froome cede di schianto e accusa una ventina di secondi di ritardo in poche centinaia di metri, Aru è la nuova maglia gialla e si prende una bella rivincita su Froome che aveva dichiarato che Aru aveva vinto la tappa perché "lui non lo considerava" intendendo che non era preoccupato da lui per la classifica generale e quindi l'aveva lasciato andare, probabilmente voleva nascondere il fatto che in salita è tutt'altro che inattaccabile nonostante abbia una squadra di campioni al suo servizio (basta vedere che Landa pur facendo il gregario gli è arrivato davanti oggi)

La nuova classifica generale:
1. ARU
2. FROOME 06''
3. BARDET 25''
4. URAN 55''
5. MARTIN 01' 41''
6. YATES 02' 13''
7. LANDA 02' 55''
8. QUINTANA 04' 01''
9. BENNETT 04' 24''
10. MEINTJES 04' 51''

Gli sconfitti di giornata sono Contador e Quintana che accusano ancora una volta oltre due minuti di distacco dal primo e Fuglsang che arriva con quasi mezz'ora di distacco, ricordiamo che ieri è caduto e ha due fratture al braccio, per quanto piccole pare che l'abbiano praticamente escuso dal Tour, non escuderei che decida di non partire domani


>>14730
Magari in futuro
>> Num. 14732 quick reply
File 149997667789.png - (150.16KB , 600x324 , PROFIL.png )
14732
Domani tredicesima tappa da Saint-Girons a Foix, è una tappa "sprint" perché è solo di 101km anche se le difficoltà altimetriche ci sono ancora perché è sui Pirenei, ci sono tre GPM1 nella parte centrale (e due non sono molto lontani dalla definizione di GPMHC) però arrivati in cima all'ultima salita mancano circa 25km di discesa e pianura prima del traguardo, questo probabilmente scoraggerà gli uomini di classifica che probabilmente si limiteranno a controllarsi, però non si può mai sapere con questo tipo di tappe corte che in passato si sono rivelate molto utili a creare spettacolo, quello che è certo è che vedremo tutti gli altri battagliare per la vittoria di tappa con fughe e controfughe, potrebbe essere l'occasione per gente come Contador per riscattarsi e provare l'impresa

Dettaglio delle salite:
Col de Latrape 5.6km al 7.3%
Col d'Agnes 10km all'8.2%
Mur de Péguèreì 9.3km al 7.9%
>> Num. 14733 quick reply
File 149997670286.png - (399.31KB , 600x816 , PROFILCOLSCOTES_1.png )
14733
>>14732
>> Num. 14734 quick reply
File 149997672040.png - (343.66KB , 600x786 , PROFILCOLSCOTES_2.png )
14734
>>14733
>> Num. 14736 quick reply
>>14731
A cronometro come vanno Froome e Aru? C'é possibilità che Contador e Quintana recuperino a cronometro?
>> Num. 14737 quick reply
>>14729
E ci sono voci che dicono che anche Aru se ne andrà
>> Num. 14738 quick reply
Ho sentito bene cos'hanno detto su Raisport? Bardet penalizzato per aver preso la sborraccia quando non è consentito. E i francesi che s'incazzano…

Stessa cosa per Uran (e qui mi dispiace)
>> Num. 14741 quick reply
>>14738
No avevano penalizzato Uran e se non sbaglio Meintjes e Martin, gli altri sono andati a dire che se penalizzavano loro per quello allora dovevano penalizzare anche Bardet che ha fatto la stessa cosa, a quel punto hanno rimosso la penalità a tutti
La giuria del Tour è ed è sempre stata patriotica e prima hanno dato la penalità come da regolamento a tutti tranne che il loro, poi quando qualcuno li ha beccati a fare preferenze hanno preferito dire che chiudevano un occhio su tutti per non dover penalizzare anche il loro
>> Num. 14742 quick reply
File 15000613997.jpg - (117.01KB , 750x869 , 1469614086807706699_237084588.jpg )
14742
Nella tappa di oggi pronti e via iniziano le fughe, sulla prima salita si forma la coppia Contador-Landa all'attacco, poco più dietro il trio Quintana-Barguil-Kwiatkowski-Vuillermoz, sulla seconda salita la coppia di testa supera anche i 2 minuti di vantaggio sul gruppo maglia gialla e Landa quasi rischia di essere maglia gialla virtuale, dietro ci sono solo più Quintana e Barguil all'inseguimento, intanto il gruppo dei migliori ha sempre meno componenti a causa dell'alto ritmo, ma il distacco dalla testa si stabilizza, nella terza salita Quintana e Barguil raggiungono Contador e Landa e si forma un quartetto in testa, dietro altissimo ritmo e alcuni attacchi in salita, specialmente di Froome, che però risultano infruttuosi, nella discesa tanti altri tentativi di scappare via ma nessuno riesce a prendere vantaggio, all'arrivo vince Barguil allo sprint davanti a Quintana e Contador, dopo circa 100 secondi arriva il gruppo dei migliori e a seguire tutti gli altri, nel finale Bennett ha perso terreno uscendo dalla top 10

Classifica generale:
1. ARU
2. FROOME 06''
3. BARDET 25''
4. URAN 35''
5. LANDA 01' 09''
6. MARTIN 01' 32''
7. YATES 02' 04''
8. QUINTANA 02' 07''
9. MEINTJES 04' 51''
10. CONTADOR 05' 22''

Bel Tour per quanto riguarda l'incertezza, sono un po' tutti li
>> Num. 14743 quick reply
File 150006158635.png - (98.30KB , 600x323 , PROFIL.png )
14743
Domani tappa #14 di 181km da Blagnac a Rodez, si sale da sud verso il massiccio centrale, è fondamentalmente una tappa di pianura anche se nella seconda tappa qualche collinetta da scalare c'è, l'arrivo non è per i velocisti puri perché gli ultimi 400 metri sono in salita, tappa ideale per le fughe
>> Num. 14748 quick reply
>>14741
Ah, ecco. Devo smettere di girare la TV al contrario ché non si capisce niente
>> Num. 14755 quick reply
De Gendt in fuga, ma con solo una ventina di secondi di vantaggio sul gruppo
>> Num. 14756 quick reply
Chris Froome di nuovo in maglia gialla, con 19 secondi di vantaggio su Aru
>> Num. 14757 quick reply
File 150013414990.jpg - (37.50KB , 480x442 , 1464629073070738531_237084588.jpg )
14757
Mannaggia Aru ha perso la maglia gialla, la tappa l'ha vinta Matthews in volata sullo strappo finale e Aru non è riuscito a stare nella parte davanti del gruppo negli ultimi km (forse problema meccanico?), Froome invece c'è riuscito e si è creato quel gap che gli ha permesso di riconquistare la maglia, brutto da dire ma Aru può anche essere a livello degli altri o anche superiore ma se non ha la squadra a supportarlo finisce per essere fregato in situazioni come queste

1. FROOME
2. ARU 19''
3. BARDET 23''
4. URAN 29''
5. LANDA 01' 17''
>> Num. 14758 quick reply
File 150013459637.png - (187.11KB , 600x324 , PROFIL.png )
14758
Domani quindicesima tappa di 189km da Laissac-Sévérac l'Église a Le Puy-en-Velay, tappa di montagna molto insidiosa, dopo una ventina di km c'è subito il GPM1 di Montée de Naves d'Aubrac, poco dopo, senza discesa, segue il GPM3 di Côte de Vieurals, poi seguono circa 100km di sali e scendi da non prendere sotto gamba, a questo punto arriva forse il punto cruciale della tappa con il GPM1 del Col de Peyra Taillade, seguono gli ultimi 25km quasi tutti in discesa a parte un facile GPM4 che però così vicino al traguardo non è certo da sottovalutare, tappa difficile da interpretare, potrebbe succedere niente come potrebbe succedere di tutto

Dettagli delle tappe:
Montée de Naves d'Aubrac 8.9km al 6.4%
Côte de Vieurals 3.3km al 5.9%
Col de Peyra Taillade 8.3km al 7.4%
Côte de Saint-Vidal 1.9km al 6.8%
>> Num. 14759 quick reply
>>14757
La squadra ha la sua importanza, così come ce l'ha anche l'integrità meccanica della bicicletta; se la catena parte e il ciclista perde quei 20 secondi critici allora il ciclista entra in una situazione spinosa da cui non è facile districarsi
>> Num. 14763 quick reply
C'è un gruppo di 28 in fuga, hanno 7 minuti sul gruppo maglia gialla e in questo gruppetto c'è Damiano Caruso che grazie a questa fuga è virtualmente al nono posto della classifica generale davanti a Meintjes e Contador, a 2 minuti da Quintana ottavo e a 4 minuti da Froome primo, se riuscissero a prendere ancora vantaggio potrebbe davvero entrare in corsa per la top 5 del Tour
>> Num. 14764 quick reply
>>14763
Tony Martin si è avvantaggiato sui fuggitivi che però sono li vicino, a quasi 8 minuti c'è il gruppo dei migliori dove la AJ2R di Bardet si è messa in testa a fare alto ritmo, Froome ha forato e sta cercando di rimontare tirato dalla sua squadra e ha 30 secondi circa dagli altri, il che significa che Aru è virtualmente maglia gialla
>> Num. 14765 quick reply
>>14764
Nel gruppo davanti Martin ripreso in salita e dopo lo scollinamento è partito Mollema che ha circa 30 secondi sugli altri fuggitivi che a loro volta hanno 6 minuti sul gruppo maglia gialla (Froome è rientrato in salita), mentre Quintana si è staccato anche oggi e perde quasi 2 minuti, bene per Caruso
>> Num. 14766 quick reply
>>14765
Bauke Mollema ha vinto la tappa, Ulissi secondo, per Caruso c'é buona possibilità di guadagno
>> Num. 14767 quick reply
File 15002288271.jpg - (125.76KB , 1080x991 , 1473120535513044158_237084588.jpg )
14767
>>14766
Come ha detto il mio assistenza la tappa l'ha vinta Mollema e sul finale Martin scappa via dal gruppo e recupera alcuni secondi sui rivali con un'azione che non sembrava potesse portare a nulla e invece lui c'ha creduto, Caruso entra nella top 10, Quintana ne esce malamente

1. FROOME CHRISTOPHER
2. ARU FABIO 18''
3. BARDET ROMAIN 23''
4. URAN RIGOBERTO 29''
5. MARTIN DANIEL 01' 12''
6. LANDA MIKEL 01' 17''
7. YATES SIMON 02' 02''
8. MEINTJES LOUIS 05' 09''
9. CONTADOR ALBERTO 05' 37''
10. CARUSO DAMIANO 06' 05''
>> Num. 14768 quick reply
File 150022907320.png - (154.03KB , 600x323 , PROFIL.png )
14768
Domani giorno di riposo

Si riparte martedì con la tappa #16 di 165km da Le Puy-en-Velay a Romans-sur-Isère, la prima parte è di montagna e anche se è facile può essere insidiosa perché se affrontata ad alto ritmo può lasciare un risicato numero di atleti davanti e poi nella seconda parte di pianura non avere l'appoggio dei compagni può creare problemi, un po' come oggi può succedere di tutto come può non succedere niente
>> Num. 14774 quick reply
>>14767
Quintana avrebbe dovuto riposarsi dopo il Giro: aveva già dato tutto lì
>> Num. 14778 quick reply
File 150039880489.jpg - (110.03KB , 750x937 , 1453854341631205096_237084588.jpg )
14778
Tappa movimentata quella di oggi perché Matthews ha messo la squadra a tirare all'inizio nel tratto collinare e Kittel si è staccato e non è più riuscito a recuperare così il buon Matthews ha vinto la tappa in volata e recuperato altri punti per la maglia verde, la sua rimonta tappa dopo tappa è notevole, ora Kittel è a 373 e Matthews a 344 quindi è tutto riaperto per la classifica della maglia verde
Intanto ci sono stati scossoni anche nella classifica generale perché Bennett non stava bene e si è dovuto ritirare e nel finale di tappa il forte vento ha portato a un frazionamento del gruppo e se molti della generale sono stati bravi a stare nel primo gruppo non si può dire altrettanto di Martin e Meintjes che sono rimasti nella seconda parte del gruppo arrivato a 50 secondi dai primi, ancora peggio Contador che è finito nel terzo gruppetto arrivato con oltre 1 minuto di ritardo, buone notizie per noi visto che Caruso recupera anche oggi

1. FROOME CHRISTOPHER
2. ARU FABIO 18''
3. BARDET ROMAIN 23''
4. URAN RIGOBERTO 29''
5. LANDA MIKEL 01' 17''
6. YATES SIMON 02' 02''
7. MARTIN DANIEL 02' 03''
8. MEINTJES LOUIS 06' 00''
9. CARUSO DAMIANO 06' 05''
10. QUINTANA NAIRO 06' 16''
>> Num. 14779 quick reply
File 150039966082.png - (174.20KB , 600x324 , PROFIL.png )
14779
Domani tappa #17 di 183km da La Mure a Serre-Chevalier e si va a sudare con il tappone alpino, partenza tutto sommato tranquilla perché nei primi 50km c'è "solo" il GPM2 del Col d'Ornon che servirà solo per una prima scrematura (anche se credo che i velocisti proveranno a restare in gruppo in questa prima parte perché la tappa è lunga e difficoltosa e si rischia di non rientrare nel tempo massimo), dopo questo riscaldamento arriva il primo GPMHC di giornata ovvero la Croix de Fer che è una salita davvero molto lunga che va su a "scale" alternando a dei tratti piuttosto duri altri di breve pianura o addirittura discesa, qui sicuramente molti si staccheranno anche perché credo che il team sky si metterà davanti a fare alto ritmo, la discesa che segue è altrettanto lunga e dopo 120km arriviamo al finale di tappa con il GPM1 del Col du Télégraphe, assolutamente da non sottovalutare perché ha pendenze non facili e sempre regolari senza pause, e a seguire praticamente senza discesa il GPMHC del Col du Galibier che con i suoi 2642m è il punto più alto di questo Tour, altra salita molto lunga e non regolare perché la prima parte è abbordabile mentre gli ultimi 7-8km sono difficili e oltre i 2000 metri quindi anche l'altitudine metterà i corridori in difficoltà, dalla cima al traguardo è praticamente tutta discesa quindi scollinare in cima al Galibier quasi equivale a vincere la tappa, probabilmente domani si decide il Tour perché i distacchi ci saranno e potranno anche essere notevoli, Fabietto deve attaccare e staccare Froome a tutti i costi

Dettaglio salite:
Col d'Ornon 5.1km al 6.7%
Col de la Croix de Fer 24km al 5.2%
Col du Télégraphe 11.9km al 7.1%
Col du Galibier 17.7km al 6.9%
>> Num. 14780 quick reply
File 150039967614.png - (381.52KB , 600x552 , PROFILCOLSCOTES_1.png )
14780
>>14779
>> Num. 14781 quick reply
File 150039969964.png - (362.57KB , 600x501 , PROFILCOLSCOTES_2.png )
14781
>>14780
>> Num. 14785 quick reply
File 15004077334.jpg - (100.23KB , 736x871 , 6b1cc96c398dcb699578a93dee6d644a--shower-cap-laure.jpg )
14785
>>14779
Sai di essere un ciclista molto amatoriale e da pianura quando alle prime salitine cominciano a farti male le gambe sul serio dopo 100 metri di salitina...

E loro devono andare fino a 2600 metri.

Grande tappa in arrivo allora, farò una selezione senza precedenti in questo Tour per ora.
Chi se la cava meglio in salite come queste tra i primi 10 in classifica?
Possibilità di fuga per qualche fuori classifica?
>> Num. 14787 quick reply
File 150046192797.jpg - (156.51KB , 541x358 , Bicicletta-Troia.jpg )
14787
>>14785
>Chi se la cava meglio in salite come queste tra i primi 10 in classifica?
Non ne mastico molto, ma Aru è uno scalatore e quindi dovrebbe trovarsi a suo agio, mentre Froollino Froome un po' meno. Quintana emmortoh e a meno che non si apra una voragine davanti a lui che inghiotta i suoi avversari, lo vedo fuori dai giochi. Gli altri non so
>> Num. 14788 quick reply
>>14785
Aru e Bardet probabilmente i due migliori in salita per quello che si è visto a questo Tour, Froome è su quel livello ma è storicamente più debole nella terza settimana e sulle grandi salite alpine, Uran sembra tornato in gran forma come un tempo, Martin va forte e non è da sottovalutare ma da l'idea di uno tutto cuore e niente cervello, Landa è a livello dei primi due in salita ma dovrà fare il gregario di Froome, Meintjes e Caruso vanno bene ma non credo riescano a stare con i migliori fino alla fine, Quintana sarebbe teoricamente uno dei migliori ma pare abbia finito la benzina, Yates è uno che non fa mai un cazzo ma si appiccica al culo degli altri e non molla mai
Contador e Barguil ci provano e sicuramente qualcuno se lo tirano dietro in una classica fuga da tappone di montagna, ma dovranno dare tutto per la vittoria di tappa perché a sto giro chi fa classifica non li vuole lasciare ad altri gli abbuoni per la vittoria di tappa
>> Num. 14789 quick reply
http://www.cicloweb.it/2017/07/18/fidanza-europei-su-pista-u23-juniores/
>> Num. 14790 quick reply
Al momento Primoz in fuga da solo con 1 minuto di vantaggio sul gruppetto di Froome, e potrebbe vincere la tappa, Aru purtroppo é in ritardo e non riuscirà a recuperare, Contador e Bardet hanno fatto il possibile ma non sono riusciti ad avanzare, Quintana é molto stanco.
>> Num. 14791 quick reply
File 150047814753.jpg - (58.47KB , 400x610 , 20150618__GregLeMond3_400.jpg )
14791
Probabilmente Aru esce dal podio con questa tappa, dovrà rifarsi domani. Uran e Bardet sono rimasti assieme a Froome.

Prima vittoria di tappa al Tour de France per uno sloveno, Primoz, che é appunto arrivato primoz!
>> Num. 14792 quick reply
>>14791
Aru ha dato segni di cedimento (grazie al cazzo non ha un team dietro che lo segue direte voi)
Imo la situazione peggiorerà
>> Num. 14794 quick reply
File 150048819976.png - (819.99KB , 728x475 , bradley wiggins.png )
14794
>>14792
CLASSIFICA GENERALE
1. Chris Froome 73h27'26"
2. Rigoberto Uran 0'27"
3. Romain Bardet 0'27"
4. Fabio Aru 0'53"
5. Mikel Landa 1'24"
6. Daniel Martin 2'37"
7. Simon Yates 4'07"
8. Louis Meintjes 6'35"
9. Albert Contador 7'45"
10. Warren Barguil 8'52"

Uran, Bardet, e Aru sono ancora in tempo per attaccare, però Froome può sempre contare sulla sua forte squadra e specialmente su Mikel Landa che sta svolgendo un tour da ottimo gregario, sembra anche che possa essere anche meglio di Froome in salita in realtà.
>> Num. 14795 quick reply
File 150048821151.jpg - (144.57KB , 911x911 , 2017-07-02 19_28_05 1550185096962973406_237084588.jpg )
14795
Nella tappa di oggi il gruppo si è spezzato in due tronconi con una trentina di uomini all'attacco fin da subito, caduta per Kittel che deve ritirarsi quindi la rincorsa alla maglia verde di Matthews termina oggi visto che con il ritiro del primo la maglia passa al secondo di classifica, comunque sulla Croix de Fer vari corridori all'attacco e alla fine quel gruppo di 30 all'attacco si assottiglia e sul Télégraphe restano Navarro, Roglic, Contador, Pauwels, Atapuma, e Mollema a darsi battaglia, intanto nel gruppo degli uomini di classifica Quintana cede presto e si stacca, sul Galibier Roglic attacca e stacca gli altri, Atapuma prova a seguirlo mentre gli altri cedono, Roglic scollinerà primo e andrà a vincere la tappa dopo una grande prestazione con oltre 1 minuto sul secondo, nel gruppo dei migliori si accende la sfida negli ultimi km della salita con ripetuti attacchi di Bardet che mettono in difficoltà molti tra cui sfortunatamente il nostro Aru che regge a fatica ma recupera ogni volta, poi al quarto affondo di Bardet cede poco ma decisivo terreno perché scollina con una quindicina di secondi di svantaggio sul quartetto Landa-Bardet-Froome-Uran, mentre lui è praticamente solo perché gli altri corridori che trova per strada o sono stanchi, o non possono aiutarlo per strategia di squadra, o non vogliono aiutare perché non hanno interesse, fatto sta che nel secondo tratto di discesa quando finisce la parte tecnica inevitabilmente perde terreno sui rivali, al traguardo Uran secondo e Froome terzo per gli abbuoni, Aru a 31 secondi dai rivali, Yates e Caruso accusano un ritardo ben maggiore

Classifica:
1. FROOME
2. URAN 27''
3. BARDET 27''
4. ARU 53''
5. LANDA 01' 24''
6. MARTIN 02' 37''
7. YATES 04' 07''
8. MEINTJES 06' 35''
9. CONTADOR 07' 45''
10. BARGUIL 08' 52''
11. CARUSO 10' 03''
12. QUINTANA 12' 54''

A meno di grossi scossoni la maglia a pois (Barguil), la maglia verde (Matthews), la maglia bianca (Yates) dovrebbero essere quelle che vedremo a Parigi
>> Num. 14796 quick reply
File 150048860557.png - (159.32KB , 600x323 , PROFIL.png )
14796
>>14794
lol aggiorniamo assieme :3

Domani tappa 18 di 179km da Briançon all'Izoard, secondo tappone alpino ma diverso da quello di oggi perché i primi 120km sono di pianura a parte un semplice GPM3, poi arriva il GPM1 del Col de Vars che nella seconda parte è bello duro, dopo la discesa c'è un breve tratto di falsopiano e poi l'arrivo in salita (prima volta che si termina la tappa in cima) dell'Izoard, GPMHC anch'esso bello tosto nella seconda parte, sperando che quella di oggi fosse solo una crisi passeggera facciamo il tifo per Aru che se vuole almeno il podio dovrà attaccare e provare il tutto per tutto, però temo che sia in difficoltà perché il recente infortunio li ha fatto saltare almeno un mese e potrebbe essere che non ha la resistenza per una corsa di 3 settimane, vedremo

Dettaglio delle salite
Côte des Demoiselles Coiffées 3.9km al 5.2%
Col de Vars 9.3km al 7.5%
Col d'Izoard 14.1km al 7.3%
>> Num. 14797 quick reply
File 150048862914.png - (323.61KB , 600x726 , PROFILCOLSCOTES_1.png )
14797
>>14796
>> Num. 14798 quick reply
File 150048865632.png - (373.87KB , 600x680 , PROFILCOLSCOTES_2.png )
14798
>>14797
>> Num. 14799 quick reply
>>14796
Arrivo in salita? Aru può ancora giocarsela ma deve essere molto in forma, poi ci sono anche Bardet e Uran, bisogna vedere come vanno in salita questi due oltre a Froome. Uran é arrivato secondo al giro d'Italia due volte.
>> Num. 14800 quick reply
File 150050170395.jpg - (381.16KB , 520x780 , elisa isoardi.jpg )
14800
Speriamo che l'Izoard porti fortuna (e gambe) ad Aru.
>> Num. 14802 quick reply
File 150054608252.jpg - (161.22KB , 1224x916 , cattura_ori_crop_MASTER__0x0.jpg )
14802
>>14785
>Sai di essere un ciclista molto amatoriale e da pianura quando alle prime salitine cominciano a farti male le gambe sul serio dopo 100 metri di salitina...
C'hai le gambe stanche

In pic quelle di Poljanski (Borra Hansgrohe)
>> Num. 14803 quick reply
File 150056390057.jpg - (42.70KB , 600x480 , 9c0.jpg )
14803
>>14800
Mancano 6 km all'arrivo e Aru é in coda al gruppo della maglia gialla, sta faticando

Bardet, Uran, e Contador per ora sono attaccati a Froome
>> Num. 14804 quick reply
File 150056459841.jpg - (60.62KB , 600x400 , COdKP-bWIAAqtew.jpg )
14804
Mikel Landa é stato lasciato libero dal capitano Froome e ora sta salendo come un motorino, mossa rischiosa da parte del Team Sky che forse vuole far inserire Landa sul podio
>> Num. 14805 quick reply
File 150056528733.jpg - (72.27KB , 630x420 , tdf14-st17-majka-wins-630x420.jpg )
14805
William Barguil vince la tappa in solitaria e conferma di essersi meritato la maglia della Pimpa

Arrivano poi Landa, Bardet, e Froome, seguiti da Contador, e poi Quintana e Aru

La classifica viene lievemente sconvolta, Aru probabilmente dovrà perdere la quarta posizione e andare in quinta

Landa guadagnerà qualche posizione
>> Num. 14806 quick reply
File 150056616224.jpg - (190.74KB , 1200x800 , image-01.jpg )
14806
La classifica attuale:
1 - FROOME
2 - BARDET 23"
3 - URAN 27"
4 - LANDA
5 - ARU
.
9 - BARGUIL
10 - CONTADOR

Contador rientra tra i primi 10 e Aru perde una posizione, il suo posto viene preso da Landa.
Bardet ottiene i 4 secondi di abbuono e accorcia la distanza con Froome.

Il resto delle notizie più tardi con Fidanza, a dopo
>> Num. 14807 quick reply
File 15005797175.jpg - (59.92KB , 493x493 , 2017-07-05 20_48_52 1552400084838462608_237084588.jpg )
14807
>>14806
Grazie per gli aggiornamenti :3

Eh fono trifte per Fabietto ;_;
Ora hanno detto il perché di questo suo calo, ha la bronchite, e ora sapendolo mi vien da dire che ha ancora fatto miracoli a perdere così poco, se magari si riprende nella crono ha il potenziale di recuperare qualcosa a Landa e almeno portare via un quarto posto, non è l'anno fortunato dell'Astana, questo è certo
A meno di grosse sorprese il Tour finisce ancora una volta con il Team Sky che se la ride, anche se Uran ha ancora qualche speranza e tifo per lui perché sarebbe una bella soddisfazione lui che neanche era considerato ad inizio Tour e che è un eterno secondo
>> Num. 14808 quick reply
File 150057998237.png - (133.12KB , 600x323 , PROFIL.png )
14808
Domani tappa 19 di 222km da Embrun a Salon-de-Provence, è una tappa che può finire in due modi, o parte subito la fuga e prendono grande vantaggio prima della metà e se la giocano tra di loro, oppure i velocisti reggono la prima parte montagnosa e poi con le squadre controllano la corsa per arrivare in volata, potrebbe essere ancora la tappa buona per Matthews visto che lui può entrare nelle fughe e poi vincere gli sprint
>> Num. 14809 quick reply
>>14807
Caruso può fare qualcosa per salire di posizione? Adesso é undicesimo, Contador é decimo con 5 minuti di vantaggio su di lui
>> Num. 14811 quick reply
File 150063265020.jpg - (69.56KB , 800x583 , 800px-Vinokourov_TDF2012.jpg )
14811
>>14807
>se magari si riprende nella crono ha il potenziale di recuperare qualcosa a Landa e almeno portare via un quarto posto
Vinokurov permettendo. Mi sa che, siccome Aru non ha ancora firmato il rinnovo del contratto, stia spingendo il nostro corridore verso il cassonetto dell'umido
Ho questa sensazione, ma spero di sbagliarmi
>> Num. 14812 quick reply
File 150065151016.jpg - (9.96KB , 236x177 , 1725b29cbbee3de10f1bd7b1e687b127--big-move-career.jpg )
14812
Mancano 3 km all'arrivo, c'é un gruppo di 9 ciclisti in fuga con 10 minuti di vantaggio sul gruppo maglia gialla, Boasson Hagen prova a fuggire da solo dal gruppetto di testa per conquistare la tappa
>> Num. 14813 quick reply
File 150065182684.jpg - (42.24KB , 670x446 , Bennati.jpg )
14813
Edvald Boasson Hagen vince la tappa staccando tutti gli altri negli ultimi 2 km, Daniele Bennati quarto nello sprintino del gruppo dietro a Hagen.
La classifica generale con tutta probabilità rimane come prima.
>> Num. 14814 quick reply
File 150066934551.jpg - (21.70KB , 400x400 , Mini-35mm-Lapel-Tie-Clip-on-Lavalier-Microphone-Mi.jpg )
14814
Intanto che aspettiamo Arianna (tutto a posto? ci sei? sei connessa? boh sarà il microfono che ha dei problemi come al solito) ma forse in effetti non c'é molto altro da dire sulla tappa di oggi; a parte che ci si aspettava una vittoria in volata da parte di un gruppetto di una ventina di persone in fuga, e invece Hagen é riuscito a separarsi dagli altri vincendo in solitaria. Domani la tappa a cronometro e poi dopodomani ultima tappa e conclusione del Tour 2017.
>> Num. 14815 quick reply
File 150072002192.png - (1.03MB , 1263x2477 , Panorama.png )
14815
>>14814
Sono quello che ogni tanto posta qualche commento qua e là e se vuoi posto pure le classifiche. Non che sia cambiato molto

Spero che Froome buchi o gli vada in tilt il cambio o che si spezzi la catena (tutte 'ste cose assieme rappresenterebbero la tempesta perfetta). VAI RIGOBERTO!
>> Num. 14816 quick reply
File 150072759969.jpg - (58.11KB , 743x743 , 2017-07-07 19_09_38 1553799684363139538_237084588.jpg )
14816
Mi diverto al mare che tanto c'è anon a fare il mio lavoro

Speranze per oggi:
1. Uran recupera su Froome
2. Aru sorpassa Landa

Speriamo almeno in una delle due cose
>> Num. 14817 quick reply
Aru non rinnoverà, ho fonti certe vicine a lui
>> Num. 14818 quick reply
File 150073659538.jpg - (172.08KB , 653x352 , OPQS2014_Michal_Kwiatkowski_action_.jpg )
14818
E oggi c'é la cronometro di 22 km, chi sarà il favorito per la vittoria?
Ci saranno speranze per Aru di scalare la classifica?

Kwiatkowski per ora é in testa con il miglior tempo
>> Num. 14819 quick reply
File 150073763941.jpg - (74.44KB , 1020x678 , Romain-Bardet-2-1020x678.jpg )
14819
Froome e Bardet sono arrivati praticamente assieme al traguardo
>> Num. 14820 quick reply
File 150073784711.jpg - (162.88KB , 1600x800 , Bardet.jpg )
14820
Come classifica generale Froome é primo, Uran secondo, Bardet terzo avendo perso molti secondi da Uran, e Landa accorcia di moltissimo la distanza con Bardet essendo quarto con un secondo di differenza, Aru é quinto

>tfw Landa non riesce a guadagnare un secondo per superarti e stai pensando "SHEEEEEEEIT"
>> Num. 14821 quick reply
File 150073799379.jpg - (80.43KB , 1080x718 , 2017-07-08 17_46_02 1554482386511062445_237084588.jpg )
14821
Grande crono di Landa per le sue possibilità, va ad un secondo da salire sul podio, favolosa crono di Contador, ottimo Froome che vince il Tour, Uran bene nonostante un errore in discesa, Bardet disastroso rischia di perdere il podio, ma si sapeva che non è buono a crono, Aru mantiene il quinto posto, Bodnar vince la tappa

Classfica finale:
1. FROOME Christopher
2. URAN URAN Rigoberto 54''
3. BARDET Romain 02' 20''
4. LANDA MEANA Mikel 02' 21''
5. ARU Fabio 03' 05''
6. MARTIN Daniel 04' 42''
7. YATES Simon 06' 14''
8. MEINTJES Louis 08' 20''
9. CONTADOR Alberto 08' 49''
10. BARGUIL WARREN 09' 25''
11. CARUSO Damiano 14' 48''
12. QUINTANA ROJAS Nairo 15' 28''
>> Num. 14822 quick reply
File 150073879746.jpg - (126.66KB , 1080x1044 , 2017-07-04 19_44_22 1551642844372248364_237084588.jpg )
14822
Divertifatto: Questa sarebbe la classifica senza le cronometro
1. Uran
2. Bardet +6
3. Froome +22
4. Landa +62
5. Aru +97
>> Num. 14827 quick reply
>>14822
Ci sono tanti fattori da considerare, tra cui le "gambe" che rimangono in una cronometro dopo dei bei tapponi di montagna...
>> Num. 14830 quick reply
File 150084676728.jpg - (55.73KB , 850x400 , quote-if-you-go-with-a-break-you-can-either-win-or.jpg )
14830
Ora che il Tour é finito per quest'anno, diamo una occhiata a cosa fa un ex corridore dopo la carriera ciclistica

https://cyclingtips.com/2015/05/jens-voigt-life-after-retirement/
>> Num. 14831 quick reply
File 150089090773.jpg - (121.66KB , 1000x666 , 20170721638_211817-2.jpg )
14831
Un saluto da Eddy Merckx
>> Num. 14832 quick reply
File 150091633016.jpg - (279.76KB , 1080x1256 , 2017-06-16 22_18_03 1538674225921236312_237084588.jpg )
14832
>"a questo punto non ci resta che darvi l'appuntamento ad agosto con la Vuelta"
>> Num. 14833 quick reply
File 150100263211.jpg - (21.87KB , 586x276 , valverde.jpg )
14833
>>14832
A presto allora!

Valverde e Contador hanno lo stesso peso e altezza: 176 cm e 62 kg
>> Num. 14840 quick reply
>>14833
Conta qualche grammo in meno per Valverde (rotula)
>> Num. 14841 quick reply
Video 150107089457.webm - (2.61MB , 800x450 , Aspettando_La_Vuelta.webm )
14841
>> Num. 14849 quick reply
File 150175544369.jpg - (65.06KB , 800x500 , q.jpg )
14849
Per chi fosse interessato, su Raisport sono iniziate da poco le repliche del Tour
>> Num. 14851 SABBIA! quick reply
negro del ciclismo qui.
Oggi un mio amico appassionato di questo sport mi ha detto che è morta una ciclista 20enne, credo fosse abbastanza famosa. Ne sapete niente?
>> Num. 14852 quick reply
>>14851
Potrebbe essere lei:
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/01-08-2015/tragedia-ciclismo-chiara-pierobon-muore-22-anni-un-malore-120785238149.shtml
>> Num. 14854 quick reply
Video 150184785281.webm - (4.00MB , 500x220 , 5e2f870b1b218c61895c10b8ee8b335c_13_54_01_93.webm )
14854
Intanto, al giro di Polonia…
>> Num. 14855 quick reply
  Ecco dove sono finiti altri ciclisti professionisti che si sono ritirati
[Indietro] [Thread intero] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo