-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 14393)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 5000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 2591 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2012-08-26 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 148985132859.jpg - (105.31KB , 1080x1080 , 1377607008596970142_387886909.jpg )
14393 Num. 14393
Hey ragazzi! Arianna era impegnata e quindi ha mandato me, la sua sorellina Martina, ad aprire la stagione ciclistica 2017, la Milano-Sanremo è attualmente in corso e non manca molto all'arrivo.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 14394 quick reply
>tfw no qt ciclistica
>> Num. 14395 quick reply
File 148985426623.jpg - (69.73KB , 750x750 , 1324883602898419785_387886909.jpg )
14395
Ha vinto Kiatkowski su Sagan e poi Alaphilippe, Sagan ha tirato troppo per non farsi raggiungere dal gruppo e ha speso troppe energie, era il favorito del gruppetto di tre ma era troppo stanco e il polacco l'ha battuto
>> Num. 14396 quick reply
File 148994912534.jpg - (32.48KB , 512x385 , DV93252.jpg )
14396
Ho provato una bici da corsa e funziona bene, è leggera e ha tanti rapporti per la catena. Mi sembra il momento ideale per suggerire ai NEET e lavoratori del chan di prendersi un pomeriggio per fare un giro in campagna al sole con la bicicletta.
>> Num. 14401 quick reply
File 149116520086.jpg - (53.55KB , 640x640 , 1177005540692056428_387886909.jpg )
14401
Risultati Giro delle Fiandre:
1° Philippe Gilbert
2° Greg Van Avermaet a 28"
3° Niki Terpstra
4° Dylan Van Baarle
5° Alexander Kristoff a 52"
6° Sacha Modolo
7° John Degenkolb
8° Filippo Pozzato
9° Sylvain Chavanel
10° Sonny Colbrelli

Risultati Gand-Wevelgem:
1° Greg Van Avermaet
2° Jens Keukeleire
3° Peter Sagan
4° Niki Terpstra
5° John Degenkolb
6° Tom Boonen
7° Jens Debusschere
9° Fernando Gaviria
10° Sacha Modolo

Risultati Giro di Catalunya classifica finale:
1° Alejandro Valverde
2° Alberto Contador a 1'03"
3° Marc Soler a 1'16"
4° Adam Yates a 1'31"
5° Tejay Van Garderen a 1'34"
6° Daniel Martin a 2'29"
7° Steven Kruijswijk a 2'56"
8° Carlos Verona a 3'00"
9° George Bennett a 3'01"
10° Romain Bardet a 3'05"
>> Num. 14433 quick reply
File 149392347491.jpg - (101.76KB , 1080x1080 , 1211093789009894113_387886909.jpg )
14433
Classifica finale giro di Romandia:
1° Richie Porte
2° Simon Yates
3° Primoz Roglic
4° Fabio Felline
5° Ion Izagirre

Liegi-Bastogne-Liegi:
1° Alejandro Valverde
2° Daniel Martin
3° Michal Kwiatkowski
4° Michael Matthews
5° Ion Izagirre

Classifica finale Tour of the Alps:
1° Geraint Thomas
2° Domenico Pozzovivo
3° Thibaut Pinot
4° Michele Scarponi ;_;

Freccia Vallone:
1° Alejandro Valverde
2° Daniel Martin
3° Dylan Teuns
4° Sergio Luis Henao
5° Michael Albasini

Amstel Gold Race:
1° Philippe Gilbert
2° Michal Kwiatkowski
3° Michael Albasini
4° Nathan Haas
5° Josè Joquin Rojas

Parigi-Roubaix
1° Greg Van Avermaet
2° Zdenek Stybar
3° Sebastian Langeveld
4° Jasper Stuyven
5° Gianni Moscon

Classifica finale Giro dei Paesi Baschi:
1° Alejandro Valverde
2° Alberto Contador
3° Ion Izagirre
4° David De La Cruz
5° Primoz Roglic
>> Num. 14434 quick reply
File 149392375892.jpg - (231.21KB , 2048x1215 , T01_Olbia_alt-1.jpg )
14434
E da domani si parte con il Giro d'Italia del centenario!

Prima tappa in Sardegna da Alghero ad Olbia di 206 km, la tappa è facile e fa pensare ad un arrivo per velocisti ma c'è quel San Pantaleo non lontano dal finale che potrebbe portare scompiglio
>> Num. 14435 quick reply
Postatemi una foto con le due sorelle che altrimenti non le so distinguere.
>> Num. 14436 quick reply
File 14939253354.jpg - (199.52KB , 1080x1080 , 1051615816141223794_237084588.jpg )
14436
>>14435
Arianna sinistra, Martina destra
>> Num. 14437 quick reply
>>14436
Leccherei gambe e piedi avidamente.
>> Num. 14440 quick reply
File 149400505628.jpg - (82.07KB , 1080x1080 , 1405137855793327229_387886909.jpg )
14440
La prima tappa è finita, un gruppetto è stato in fuga quasi tutto il tempo ma poi sono stati ripresi ed è finita in volata
1.STLBERGER
2.EWAN
3.GREIPEL
4.NIZZOLO
5.MODOLO
Quindi Stlberger è maglia rosa e anche maglia ciclamino e maglia bianca mentre Benedetti grazie alla fuga ha preso punti per la maglia azzurra
>> Num. 14441 quick reply
>>14440
Martina >>>>>> Arianna
>> Num. 14442 quick reply
File 149400522668.jpg - (227.17KB , 2048x1167 , T02_Tortoli_alt-1.jpg )
14442
Domani seconda tappa da Olbia a Tortolì di 221 km, tappa piena di sali e scendi nell'entroterra che sembra perfetta per una lunga fuga, c'è anche un rilevante GPM2 non lontanissimo dall'arrivo
>> Num. 14447 quick reply
File 149408921179.jpg - (125.22KB , 1080x1080 , 1381885394349602776_387886909.jpg )
14447
Come ieri c'è stata una fuga tutta la tappa ma alla fine il gruppo ha rimontato ed è finita in volata
1.GREIPEL
2.FERRARI
3.STUYVEN
4.GAVIRIA
5.SBARAGLI

Greipel si prende anche la maglia rosa e quella ciclamino, la maglia azzurra va a Teklehaimanot mentre la maglia bianca resta sulle spalle di Postlberger
>> Num. 14448 quick reply
File 149408935570.jpg - (210.87KB , 2048x1220 , T03_Cagliari_alt-1.jpg )
14448
Domani tappa facile facile da Tortolì a Cagliari di soli 148km, c'è poco da dire perché è quasi tutta pianura e l'arrivo in volata sembra scontato
>> Num. 14450 quick reply
File 149418604310.jpg - (121.84KB , 1080x1080 , 1403019443830911265_387886909.jpg )
14450
La terza tappa si è conclusa come ci si aspettava in volata, ma non volata classica perché il forte vento sul finale ha fatto dividere il gruppo in due tronconi e solo i pochi che sono riusciti a stare davanti si sono giocati la volata

1.GAVIRIA
2.SELIG
3.NIZZOLO
4.HAAS
5.RICHEZE

Cambiano maglia rosa e maglia bianca che vanno sulle spalle di Gaviria

Domani giorno di riposo perché c'è il trasferimento dalla Sardegna alla Sicilia
>> Num. 14451 quick reply
File 149418640073.jpg - (241.91KB , 2048x1315 , T04_Etna_alt-2.jpg )
14451
Martedì ci sarà la prima tappa tosta che riscriverà sicuramente la classifica, da Cefalù all'Etna di 181km
Primi 50km di pianura poi la lunghissima salita di Portella Femmina Morta (GPM2) che però ha pendenze al 5% di media quindi non dovrebbe fare grossa selezione, lunga discesa e un tratto vallonato prima di arrivare ai piedi del GPM1 dell'Etna con i suoi 18km attorno al 7% con punte del 12%, gli uomini di classifica faranno la loro prima mossa anche se non si prevedono grandi distacchi perché il Giro è appena iniziato
>> Num. 14452 quick reply
Video 149424444468.webm - (3.48MB , 640x360 , gargy_ferma_pericoloso_bandito_sardo.webm )
14452
>>14451
Nel frattempo, Marcozzeta lolla rimembrando quanto accaduto in terra di Sardegna
>> Num. 14453 quick reply
>>14452
April Summers stava per fare meglio

https://twitter.com/april_summerz/status/861213377565265920
>> Num. 14454 quick reply
File 149428283342.jpg - (49.63KB , 1080x1080 , 1510344989779169579_387886909.jpg )
14454
>>14453
Eh bisogna fare attenzione che è facile cadere e farsi male
>> Num. 14455 quick reply
File 149434579968.jpg - (127.94KB , 1080x1080 , 1406585406446762934_387886909.jpg )
14455
Subito dopo l'inizio della tappa parte una fuga con Brutt, Van Rensburg, Alafaci, e Polanc, i quattro arrivano ad avere anche 6-7 minuti sul gruppo in cima alla prima salita, poi il gruppo inizia una lenta rimonta e ai piedi dell'Etna hanno 4 minuti di ritardo da Polanc che nel mentre è rimasto solo all'attacco, Polanc riesce a mantenere un vantaggio minimo fino in cima all'Etna e vince la tappa, subito dopo di lui il gruppo dei migliori ancora compatto a parte uno scatto di Zakarin sul finale

1. POLANC
2. ZAKARIN 19”
3. THOMAS 29”
4. PINOT 29”
5. CATALDO 29”

Bob Jungels si prende la maglia rosa e anche la bianca di miglior giovane, Greipel ha quella ciclamino della classifica a punti, Polanc con l'attacco di oggi si aggiudica la maglia azzurra degli scalatori
>> Num. 14456 quick reply
File 149434594138.jpg - (236.64KB , 2048x1209 , T05_Messina_alt-1.jpg )
14456
Domani l'altra tappa siciliana da Pedara a Messina di 159km, poco da dire perché la tappa è molto facile, qualche leggera salita nella prima parte ma gli ultimi 50km sono tutti lungo la costa, forse il vento potrebbe movimentare le cose
>> Num. 14457 quick reply
File 149443766532.jpg - (80.43KB , 1080x1080 , 1318087754327928970_387886909.jpg )
14457
Poco da dire sulla tappa di oggi, è finita in volata come ci si aspettava e Gaviria ha fatto il bis prendendosi anche la maglia ciclamino

1. GAVIRIA
2. MARECZKO
3. BENNETT
4. GREIPEL
5. BAUHAUS
>> Num. 14458 quick reply
File 149443788394.jpg - (249.59KB , 2048x1219 , T06_TermeLuigiane_alt-1.jpg )
14458
Domani sesta tappa da Reggio Calabria a Terme Luigiane di 217km, è quasi tutta pianura con delle piccole salitelle che non fanno la differenza però gli ultimi 2km sono in salita al 5% che aumenta all'8-10% sul finale quindi niente volata e tra i primi ci potrebbe essere azione perché sono tutti molto vicini in classifica e quindi bastano pochi secondi per prendersi la maglia Rosa e magari una vittoria di tappa
>> Num. 14461 quick reply
Video 149449684613.webm - (4.66MB , 640x360 , PIBERNIKTAPPA5GIROITALIA2017_20170510184458_11_57_.webm )
14461
>>14457
>Poco da dire sulla tappa di oggi
E di Anon che crede di aver vinto e invece mancava un giro alla fine della tappa non ne vogliamo parlare? lòl

Altra nota di colore: su una casa c'era uno striscione che recitava: "TORNATE CHE CI SONO ALTRE STRADE DA ASFALTARE". È amore incondizionato verso il ciclismo
>> Num. 14462 quick reply
>>14461
Ma sai che l'avevo completamente rimosso? E dire che l'episodio merita eccome
>> Num. 14464 quick reply
File 149452968538.jpg - (106.86KB , 1080x1080 , 1365348870925754700_387886909.jpg )
14464
Solita fuga da lontano e classico errore del gruppo che lascia troppi minuti di vantaggio ai fuggitivi e poi prova a recuperare ma non ci riesce, davanti sono in 4 a giocarsi la vittoria, alla fine sulla salita finale la spunta Dillier per un soffio su Stuyven

1. DILLIER
2. STUYVEN
3. POSTLBERGER 12”
4. ANDREETTA 26”
5. WOODS 39”

Nessuna delle maglie cambia di mano
>> Num. 14465 quick reply
File 149452985196.jpg - (223.73KB , 2048x1197 , T07_Alberobello_alt-1.jpg )
14465
Settima tappa da Castrovillari ad Alberobello di di 224km, tutta pianura e solite due possibilità con la fuga da lontano o l'arrivo in volata
>> Num. 14466 quick reply
File 149460558621.jpg - (139.49KB , 1080x1080 , 1371734878005055823_387886909.jpg )
14466
Fuga di un gruppettino ad inizio tappa, arrivano ad avere anche 5 minuti sul gruppo ma piano piano vanno a riprenderli e il gruppo torna compatto sul finale, termina in volata e vince Ewan

1.EWAN
2.GAVIRIA
3.BENNETT
4.GREIPEL
5.STUYVEN

Niente cambi di maglia
>> Num. 14467 quick reply
File 149460593460.jpg - (200.27KB , 2048x1186 , T08_Peschici_alt-1.jpg )
14467
Domani ottava tappa da Molfetta a Peschici di 189km, i primi 90km sono di completa pianura poi arriva il GPM2 di Monte sant'Angelo (9.5km al 6.5 di media con punte del 10%) che sicuramente farà selezione nel gruppo, dopo la discesa seguono 30km di sali e scendi con un GPM4, poi ancora pianura e un finale insidioso con gli ultimi km in salita al 5.7% di media che culminano negli ultimi 500 metri oltre il 10%, tappa molto difficile da pronosticare
>> Num. 14470 quick reply
File 149469450887.jpg - (40.72KB , 750x750 , 1327518135427005410_387886909.jpg )
14470
Nella tappa di oggi ritmo sostenuto fin da subito con tutti che provano ad andare in fuga, alla fine un gruppetto ci riesce e pende qualche minuto sul gruppo, finale concitato con il gruppo molto vicino ai fuggitivi e quest'ultimi che si danno battaglia per la vittoria, alla fine la spunta Izaguirre davanti al nostro Visconti, Conti invece cade nel finale quando era in testa al gruppetto, sfiga

1. IZAGUIRRE
2. VISCONTI 05”
3. SANCHEZ 10”
4. BATTAGLIN 12”
5. WOODS 12”

Le maglie non cambiano
>> Num. 14471 quick reply
File 14946950695.jpg - (94.96KB , 1200x660 , T09_Blockhaus_alt_web.jpg )
14471
Domani nona tappa da Montenero di Bisaccia al Blockhaus (sulla Maiella) di 149km, è la tappa tanto attesa che dovrebbe darci indicazioni importanti su chi si può giocare la vittoria finale, a parte qualche piccola salitella sono 120km di pianura ma poi c'è l'arrivo in salita del Blockhaus a quota 1665m, la salita inizia già a 26km dal traguardo ma fino a Roccamorice non è impegnativa, poi breve tratto dove spiana e via verso i 13km finali, i primi 3 sono al 6-7% mentre gli ultimi 10km sono ad un costante 9% con punte anche del 14%, probabilmente ci sarà una fuga che cercherà di distanziare il più possibile il gruppo per giocarsi la vittoria di tappa mente gli uomini di classifica aspetteranno i 10km finali per attaccare e ci potranno essere distacchi significativi
>> Num. 14475 quick reply
File 149478574767.jpg - (74.25KB , 750x750 , 1431391310300031241_387886909.jpg )
14475
C'è stata la fuga iniziale come ci si aspettava ma il gruppo non ha voluto lasciargli spazio e li ha ripresi poco prima della salita finale, ai piedi del Blockhaus caduta nel gruppo e vengono coinvolti tra gli altri Yates, Landa e Thomas, riprendono tutti la corsa ma Landa fa molta fatica e alla fine arriverà con quasi mezz'ora di ritardo, probabile che si ritirerà, Thomas e Yates contengono i danni perdendo rispettivamente 5.08 e 4.39, il gruppo di testa affronta la salita ad alta velocità e si assottiglia sempre di più, Quintana prova diversi scatti e solo Pinot e Nibali gli stanno dietro, sul tratto più duro Quintana attacca ancora staccando i due rivali che forse hanno chiesto troppo cercando di stargli dietro, intanto rimonta di Dumoulin e Mollema che prima riprendono Nibali e poi raggiungono Pinot, alla fine Quintana vince con 24 secondi su Dumoulin e Pinot, segue Mollema a 41 e Nibali a 1 minuto, bene Pozzovivo a 1 e 18

La maglia rosa ovviamente va sulle spalle di Quintana, la maglia bianca la prende Formolo

1. QUINTANA
2. PINOT 0’ 28”
3. DUMOULIN 0’ 30”
4. MOLLEMA 0’ 51”
5. NIBALI 1’ 10”
6. POZZOVIVO 1’ 28”
7. ZAKARIN 2’ 28”
8. FORMOLO 2’ 45”
9. AMADOR 2’ 53”
10. KRUIJSWIJK 3’ 06”

Con questa prestazione Dumoulin sembra il favorito per la maglia rosa nei prossimi giorni visto che si avvicina la crono dove lui è uno dei migliori, Quintana come ci si aspettava è lo scalatore puro più forte ma non è stato così devastante, Nibali come al solito bisogna aspettarlo sulle Alpi per vedere se è in grado di vincere
>> Num. 14476 quick reply
File 149478594139.jpg - (162.66KB , 2048x1221 , T10_Montefalco_alt-1.jpg )
14476
Domani giorno di riposo, martedì si riprende con la cronometro da Foligno a Montefalco di 40km, non è la classica crono tutta piana ma ha anche dei tratti di salita al 4-5%, sembra proprio adatta a Dumoulin
>> Num. 14477 quick reply
>>14475
>ai piedi del Blockhaus caduta nel gruppo
ANNO STATI I SBIRRI CON LA MOTO BISONIA CHE LAGGENTE L'HO SAPIA!1
>> Num. 14478 quick reply
>>14475
speriamo in Nibali, mi dispiacerebbe un casino se il giro del centenario lo vincesse un non italiano
>> Num. 14479 quick reply
>>14477
La moto poteva scegliere un posto migliore dove fermarsi ma non era colpa loro della caduta

>>14478
Di solito lui esce fuori alla distanza ed è più forte sulle lunghe salite con pendenze medie, se ci sono forti pendenze Quintana è più forte, poi c'è Dumoulin che può rifilare 2 minuti a tutti quelli di classifica in una crono, se più o meno regge sulle montagne sono cazzi
>> Num. 14481 quick reply
File 149495149775.jpg - (173.55KB , 1080x1080 , 1341247318900356785_387886909.jpg )
14481
Dumoulin ha dato merda a tutti nella crono, ottimi anche Thomas e Jungels secondo e terzo, molto bene Nibali sesto, Quintana alla posizione 23 perde da un po' tutti i diretti rivali

1. DUMOULIN
2. THOMAS 49”
3. JUNGELS 56”
4. SANCHEZ 1’ 40”
5. KIRYIENKA 2’ 00”
6. NIBALI 2’ 07”
7. MONFORTMAXIMELTS2’ 13”
8. TRATNIK 2’ 13”
9. VAN 2’ 15”
10. AMADOR 2’ 16”

Quindi nella generale Dumoulin si prende la maglia rosa, le altre maglie non cambiano

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 2’ 23”
3. MOLLEMA 2’ 38”
4. PINOT 2’ 40”
5. NIBALI 2’ 47”
6. JUNGELS 3’ 56”
7. POZZOVIVO 4’ 05”
8. ZAKARIN 4’ 17”
9. AMADOR 4’ 39”
10. KRUIJSWIJK 5’ 19”
>> Num. 14482 quick reply
File 149495275929.jpg - (200.12KB , 2048x1312 , T11_BagnoRomagna_alt-1.jpg )
14482
Domani l'undicesima tappa da Firenze a Bagno di Romagna di 161km, tappone appenninico con ben 4 salite, dopo un breve tratto di pianura si sale il Passo della Consuma, segue una discesa abbastanza breve e non difficile per risalire subito al Passo della Calla, lunghissima discesa fino a valle per tornare a salire al Passo del Carnaio, la discesa dal Carnaio è molto breve e per la prima volta si arriva a Bagno di Romagna, qui si affronta un circuito per salire fino al Monte Fumaiolo e poi scendere una non facile discesa fino a tornare a Bagno di Romagna, tappa adattissima a una lunga fuga e chissà che non si smuova anche qualcosa in classifica perché il finale del Fumaiolo è piuttosto duro e da li al traguardo c'è solo più la discesa, sarebbe un terreno adatto a Nibali che oltre ad essere un grande scalatore è molto forte in discesa, ma non ci credo molto perché gli altri non stanno li a guardare

Passo della Consuma: GPM2 di oltre 15km con una prima parte regolare al 6-7% e una seconda che alterna tratti dove spiana molto a tratti al 7%
Passo della Calla: GPM3 lungo 16km con pendenze molto abbordabili nella prima metà e attorno al 6% nella seconda
Passo del Carnaio: GPM3 di 11km molto discontinui con qualche km all'8% ma anche con molti tratti inferiori al 3%
Monte Fumaiolo: GPM2 lungo ben 23km ma impegnativo solo sul finale, dopo i primi 8km a meno del 4% ce ne sono circa una decina di lieve salita con anche dei tratti di discesa, gli ultimi 5km invece sono sempre oltre il 6% e gli ultimi due fissi attorno al 10-11%
>> Num. 14485 quick reply
Video 14950165808.webm - (2.89MB , 640x360 , Quintana_ciclocross_12_19_21_60.webm )
14485
>>14481
Io non ho ancora capito perché Quintana ha montato il 56. Per me ha contribuito a fargli perdere tempo prezioso

Comunque ci ha deliziati con questo passaggio sul cordolo
>> Num. 14486 quick reply
File 14950406992.jpg - (98.66KB , 1080x1080 , 1386262337715097980_387886909.jpg )
14486
Bella tappa si pensava e bella tappa è stata, non sto a dire tutti gli attacchi e tutti i nomi perché sono tanti ma riassumo dicendo che un nutrito gruppo è andato in fuga all'inizio e c'erano tanti corridori capaci tra cui anche Amador che è messo bene in classifica quindi il gruppo dietro si impegnava a non lasciargli troppo vantaggio e infatti più o meno il gruppo stava sempre a un paio di minuti, dopo la prima salita Fraile e Landa si sono staccati dal gruppo dei fuggitivi e sono stati soli in testa per un bel pezzo prima di essere ripresi, sull'ultima salita ancora Fraile con Rolland sono andati all'attacco e nella discesa sono stati raggiunti prima da Rui Costa e poi da Kangert, finale in volata tra questi 4 finto da Fraile che ha proprio dominato la tappa prendendosi tutti i traguardi GPM, il gruppo dei fuggitivi è arrivato subito dietro a questi 4 mentre nel gruppo maglia rosa l'attacco di Nibali prima e Pinot poi sul finale dell'ultima salita ha fatto sgretolare il gruppo fino a rimanere con una decina di componenti, Thomas e Kruijswijk hanno perso contatto prendendo almeno 1 minuto

1. FRAILE
2. RUI COSTA
3. ROLLAND
4. KANGERT
5. VISCONTI

La maglia rosa resta salda sulle spalle di Dumoulin, la bianca su quelle di Jungels, la ciclamino su quella di Gaviria e quella azzurra resta a Polanc, anche se con la tappa di oggi Fraile l'ha raggiunto e ora sono a pari punti
>> Num. 14487 quick reply
File 149504088195.jpg - (104.59KB , 1200x660 , T12_ReggioEmilia_alt_web.jpg )
14487
Domani dodicesima tappa da Forlì a Reggio Emilia di 229km, si ci sono un GPM2 e un GPM3 nella prima parte ma non sono difficili quindi si prospetta un arrivo in volata, a meno che non vada via una fuga e il gruppo non sia in grado di recuperare, ma la vedo difficile perché è una delle ultime occasioni per i velocisti
>> Num. 14488 quick reply
File 149512534080.jpg - (218.97KB , 1080x1080 , 1429927778819609272_387886909.jpg )
14488
C'è stata la fuga ma il gruppo non aveva intenzione di lasciarsi scappare questa occasione quindi hanno tirato e li hanno ripresi facilmente, è finita in volata e Gaviria ha colpito ancora

1. GAVIRIA
2. MARECZKO
3. BENNETT
4. BAUHAUS
5. RICHEZE
>> Num. 14489 quick reply
File 149512549749.jpg - (177.73KB , 2048x1226 , T13_Tortona_alt-1.jpg )
14489
Domani tredicesima tappa da Reggio Emilia a Tortona di 167km, questa è proprio piattissima, altro arrivo in volata a meno di sorprese
>> Num. 14490 quick reply
File 149521491974.jpg - (121.31KB , 1080x1080 , 1474103478607766268_387886909.jpg )
14490
Volata si pensava e volata è stata, e Gaviria ha fatto 4
Si è capito che non mi piacciono le tappe che finiscono in volata?

1. GAVIRIA
2. BENNETT
3. STUYVEN
4. FERRARI
5. GIBBONS
>> Num. 14491 quick reply
File 149521533270.jpg - (84.67KB , 1200x660 , T14_Oropa_alt_web.jpg )
14491
Domani quattordicesima tappa da Castellania ad Oropa di 131km, tappa molto breve e quasi tutta in pianura, poi gli ultimi 12km sono quelli dell'arrivo in salita GPM1 del santuario di Oropa, i primi 5km sono con pendenze docili attorno al 4% di media, i successivi 7km invece sono piuttosto duri attorno all'8% di media con punte del 13%
Sicuramente sul finale vedremo molto movimento tra gli uomini di classifica però dubito che la tappa vedrà significanti distacchi perché arriveranno belli freschi agli ultimi km, e non credo che Dumoulin possa essere messo in difficoltà, non è il tipo di corridore che riesci a staccare su una sola salita, magari perderà qualcosina da gente come Quintana ma sarà nell'ordine delle poche decine di secondi, credo che più che altro lotteranno per la vittoria di tappa
>> Num. 14493 quick reply
File 14952908147.jpg - (97.77KB , 1080x1080 , 1400046946760038938_387886909.jpg )
14493
C'erano dei fuggitivi ma com'era facile prevedere il gruppo li sta andando a prendere, praticamente li hanno raggiunti, ora sono a Biella e sta per iniziare la salita finale
>> Num. 14494 quick reply
Tom Dumoulin ha vinto la tappa e consolida il vantaggio che ha restando maglia rosa
>> Num. 14495 quick reply
File 149529387669.jpg - (78.01KB , 1080x717 , 1479891050898579672_387886909.jpg )
14495
Quintana ha attaccato nella parte più dura della salita prendendo un discreto vantaggio ma Dumoulin piano piano l'ha ripreso nei tratti dove la pendenza era più docile e alla fine l'ha anche staccato andando a vincere la tappa, grande prova di forza dell'olandese, ora sembra invincibile ma il suo punto debole sono stati sempre i tapponi di montagna e la terza settimana perché una salita come quella di oggi è praticamente una cronometro e lui ci si trova bene, tante salite una dopo l'altra lo stancano troppo, vedremo se le tappe che rimangono cambieranno qualcosa, Nibali anche oggi sofferente, ma pure l'anno scorso faticava e poi ha vinto il giro quindi vediamo come va

1. DUMOULIN
2. ZAKARIN 03”
3. LANDA 09”
4. QUINTANA 14”
5. PINOT 35”
6. YATES 41”
7. NIBALI 43”
8. PELLIZOTTI 43”
9. KRUIJSWIJK 46”
10. KANGERT 46”

La maglia rosa è ovviamente ancora Dumoulin, la novità è che si prende anche la maglia azzurra, le altre non cambiano

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 2’ 47”
3. PINOT 3’ 25”
4. NIBALI 3’ 40”
5. ZAKARIN 4’ 24”
6. MOLLEMA 4’ 32”
7. KANGERT 4’ 55”
8. POZZOVIVO 4’ 59”
9. JUNGELS 5’ 28”
10. AMADOR 5’ 36”
>> Num. 14496 quick reply
File 149529460928.jpg - (221.43KB , 2048x1195 , T15_Bergamo_alt-1.jpg )
14496
Domani quindicesima tappa da Valdengo a Bergamo di 199km, non credo che che sarà una tappa significativa per la classifica ma sicuramente sarà bella da vedere e con tanta azione, i primi 150km sono di pianura e saranno solo un riscaldamento o al massimo terreno buono per una fuga che vuole avvantaggiarsi sul gruppo, poi arriva il GPM2 di Miragolo San Salvatore (9km abbastanza regolari al 7%), segue una breve discesa e subito il GPM2 di Selvino (7km abbastanza semplici al 5% con giusto i primi km a pendenze un po' più impegnative), discesa fino a valle e breve tratto di pianura con 1km impegnativo di salita verso Bergamo alta per scendere negli ultimi 3km fino al traguardo di Bergamo, secondo me Quintana lo prova uno scatto sul muro di Bergamo alta
>> Num. 14497 quick reply
File 149538401494.jpg - (173.03KB , 1080x1080 , 1370304820694596149_387886909.jpg )
14497
Oggi tante fughe hanno provato a partire e qualcuno ha preso anche del vantaggio sul gruppo ma era logico che il gruppo non volesse lasciarli andare via e ha sempre recuperato i fuggitivi, questo ha portato ad avere una velocità media molto alta e la tappa è stata stancante, le montagne hanno fatto selezione e al traguardo è arrivato un gruppetto con tutti o quasi i migliori di classifica, la volata di questo gruppo l'ha vinta Jungels

1. JUNGELS
2. QUINTANA
3. PINOT
4. YATES
5. POZZOVIVO

Le maglie non cambiano, la classifica è più o meno la stessa a parte gli abbuoni
>> Num. 14498 quick reply
File 149538482230.jpg - (125.08KB , 1200x660 , T16_Bormio_alt_web.jpg )
14498
Domani ultimo giorno di riposo

Martedì la sedicesima e durissima tappa alpina da Rovetta a Bormio di 222km, i primi 60km sono facili ma poi arrivati ad Edolo si affronta il famoso Mortirolo (GPM1) anche se non dal lato più duro, dopo la difficile discesa 20km di falsopiano e si affronta la cima Coppi di questo giro, il Passo dello Stelvio, dopo la discesa si sconfina in Svizzera per affrontare lo Stelvio ma questa volta da un versante differente chiamato Giogo di Santa Maria (GPM1), tornati in Italia manca solo la discesa per arrivare al traguardo di Bormio

Mortirolo: 9km costantemente all'8% di media poi c'è 1km dove spiana prima dei 3km finali al 10% di media con punte del 16%, il versante più facile è comunque una delle salite più difficili
Stelvio: 22km totali per arrivare fino a quota 2700m e a parte alcuni tratti dove brevemente si scende attorno al 4% di media tutto il resto è sempre attorno al 7-8% di media con punte del 12%
Santa Maria: 14km totali con pendenze costanti attorno all'8-9% e punte del 12%, veramente dura pure questa

Difficilissima da pronosticare, può succedere di tutto, se Dumoulin regge qui mi sa che si porta a casa il giro perché questa è la prova del 9 per vedere se è davvero diventato un grande scalatore
>> Num. 14499 quick reply
La caduta di Kangert nella tappa di oggi, per lui frattura scomposta del gomito e ritiro
http://www.rai.it/giroditalia/video/2017/05/Tappa-15-la-caduta-di-Kangert-20f767e5-d90b-4b0d-9f26-6d5f0136f0b9.html
>> Num. 14500 quick reply
>>14498
>se Dumoulin regge qui mi sa che si porta a casa il giro perché questa è la prova del 9 per vedere se è davvero diventato un grande scalatore
Se MOLINARO continua così abbiamo trovato il nuovo Merckx, ti dico. Quando l'ho visto dopo la tappa di Oropa sui rulli a mangiare il vascone di riso con nonchalance, ho pensato che se fosse passato di lì Quintana in maglia rosa lo avrebbe ingurgitato scambiandolo per un confettino della comunione. Se non implode in queste ultime tappe il Giro potrebbe essere davvero suo

>>14499
Bella tranvata, gli è andata tutto sommato bene
>> Num. 14502 quick reply
File 149556667291.jpg - (158.05KB , 1080x1349 , 1492934131617069027_387886909.jpg )
14502
Quella di oggi una tappa che ha fatto cagare, ma non perché è stata brutta, ma andiamo con ordine, fuga di un nutrito gruppo di corridori sul Mortirolo e prendono un paio di minuti sul gruppo maglia rosa, segue il lunghissimo Stelvio fatto a ritmo alto e nessuno si osa attaccare perché tutti temono che con un ritmo del genere se attacchi concludi poco e finisci per essere ripreso e superato, ma il ritmo alto sgretola entrambi i gruppi, tra i fuggitivi restano Hirt, Landa, Kruijswijk, Amador e Anacona, nel gruppo maglia rosa sono poco più di 10, si arriva al Giogo di Santa Maria e appena iniziata la salita Dumoulin si ferma per cagare, la fa ovviamente in modalità super veloce ma un minutino lo perde, è probabilme che abbia sbagliato l'alimentazione e preso troppi zuccheri che si ti danno più energia ma causano anche questi problemi, comunque con un gesto di fair play gli altri proseguono come se nulla fosse successo invece di attaccare per distanziarlo ulteriormente, la salita è dura è sono sempre meno, davanti l'attacco di Landa spezza definitivamente il gruppo dei fuggitivi che dopo poco pian piano vengono ripresi dal gruppetto inseguitore lasciando solo Landa in testa, a circa metà salita alcuni scatti di Nibali portano via un gruppetto di quattro corridori (Nibali, Quintana, Zakarin e Pozzovivo), questi 4 iniziano a recuperare su Landa, altro scatto di Nibali e rimane da solo con Quintana, arrivati in cima Landa è ormai ad una decina di secondi e così Nibali fa la prima parte di discesa a tutta sfruttando la sua abilità di discesista e va a riprendere Landa, Quintana resta li a 100-200 metri ma comunque staccato, la discesa la fanno tutti forte e prendendo molti rischi ma la coppia Nibali-Landa è la prima ad arrivare al traguardo e Nibali vince la tappa di un soffio, intanto dietro Dumoulin ha ancora perso terreno ma non tanto e riesce a mantenere la maglia rosa

1. NIBALI
2. LANDA 00”
3. QUINTANA 12”
4. POZZOVIVO 24”
5. ZAKARIN 34”
6. FORMOLO 1’ 26”
7. MOLLEMA 1’ 35”
8. JUNGELS 1’ 35”
9. YATES 1’ 35”
10. PINOT 1’ 35”

Classifica generale

1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 1’ 12”
4. PINOT 2’ 38”
5. ZAKARIN 2’ 40”
6. POZZOVIVO 3’ 05”
7. MOLLEMA 3’ 49”
8. JUNGELS 4’ 35”
9. KRUIJSWIJK 6’ 20”
10. YATES 7’ 00”
>> Num. 14503 quick reply
File 149556723923.jpg - (111.23KB , 1200x660 , T17_Canazei_alt_web.jpg )
14503
Domani tappa #17 da Tirano a Canazei di 219km, tappa da fuga che non dovrebbe smuovere la classifica a meno di sorprese, si parte praticamente subito con la scalata di Aprica (GPM2 12km al 6-7% di media con punte dell'11%), breve discesa e via con la lunga scalata del Passo del Tonale (GPM2 di 11km al 5-6% ma c'è da dire che prima ci sono 15-20km dove si sale sempre anche se con pendenze basse, è comunque una cosa che ti stanca), seguono 10-15km di discesa dal Tonale e poi altri 40-50km sempre in leggera discesa, arrivati a fondo valle si ritorna a salire verso Giovo (GPM3 di 6km che spiana nella parte centrale ma l'inizio e la fine hanno percentuali dell'8-9% quindi non si scherza), dopo al Giovo ci sono 60-70km di falsopiano e leggera salita fino a Canazei
>> Num. 14504 quick reply
  Video di Dumoulin cagone
>> Num. 14505 quick reply
>>14504
El cagoto se fato cargo de lui. Vediamo un po' come andrà oggi
>> Num. 14506 quick reply
La tappa di oggi non ha dato cambiamenti alla classifica generale
>> Num. 14507 quick reply
  >>14506
Esatto, stavo per aggiornale

Intanto video dalla tappa di ieri con Nibali che salta le pozzanghere per non bagnare le ruote
>> Num. 14508 quick reply
File 149565239781.jpg - (142.85KB , 1080x1080 , 1270137758968305792_387886909.jpg )
14508
Nella tappa di oggi fuga di tre uomini subito sulla prima salita, sulla seconda vengono raggiunti da un gruppo di inseguitori e si forma un bel gruppetto di attaccanti che arriva ad avere tra i 7 e i 9 minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa, a una ventina di km dall'arrivo scatta Rolland e prende 20-30 secondi sugli altri fuggitivi riuscendo ad arrivare solo al traguerdo e vincere la tappa, nel gruppo maglia rosa c'è poco movimento se sembrano tutti intenzionati a terminare la tappa senza troppa fatica per recuperare dagli sforzi di ieri ed essere pronti per la tappa di domani

1. ROLLAND
2. RUI COSTA 24”
3. IZAGUIRRE 24”
4. SUTHERLAND 24”
5. BUSATO 24”

Ieri ho scordato di dire che Landa con quella lunga fuga ha fatto molti punti sui GPM e si è preso la maglia azzurra
>> Num. 14509 quick reply
File 149565332840.jpg - (257.83KB , 2048x1339 , T18_Ortisei_alt-1.jpg )
14509
Domani tappa #18 bella cazzuta da Moena a Ortisei di 137km, di solito queste tappe corte e con tante montagne danno molto spettacolo, si parte con 15km in leggera salita per poi iniziare il GPM1 del Passo del Pordoi, dopo la lunga discesa e un breve tratto di pianura si scala il Passo Valparola GPM2 che è poi il Falzarego con un pezzetto in più, altra lunga discesa e arriva il terzo passo di giornata oltre i 2000m ovvero il GPM2 del Passo Gardena, da qui inizia una lunghissima discesa fino a valle intervallata dalla breve ascesa al GPM3 del Passo di Pinei, qui si torna a salire verso il GPM1 di Pontives e arrivati in cima mancheranno solo pochi km in leggera salita prima di Ortisei

Passo del Pordoi: 12km a pendenze costanti tra il 6% a il 7%
Passo Valparola: 12km attorno al 6% di media ma con un pezzetto finale dove si arriva anche al 14km
Passo Gardena: 8km al 7% di media con pendenze massime all'11% nella parte iniziale
Passo di Pinei: 5km molto discontinui ma la parte centrale è oltre l'8% di media con punte del 15%
Pontives: 9km con pendenze abbordabili tra il 4% e il 6% nella prima parte ma gli ultimi 3km sono molto tosti oltre il 9% di media

Dando per scontato che i corridori non di classifica tenderanno in tutti i modi di creare qualche fuga credo che non sarà facile per loro vincere la tappa perché nel gruppo si farà sicuramente alto ritmo per cercare di stancare la maglia rosa e attaccarlo sulla salita finale, praticamente potrebbe essere una copia della tappa di ieri per quanto riguarda la strategia, cagate permettendo
>> Num. 14510 quick reply
>>14507
Quando si dice "padronanza del mezzo". Lì mi sono esaltato
>> Num. 14511 quick reply
Video 149570848753.webm - (757.58KB , ESCLUSIVO--Zakarin-Giro100_12_32_49_05.webm )
14511
>>14510
E già che ci sono, posto in esclusiva l'audio di Zakarin mentre affronta la stessa discesa

Niente mp3 su /sp/? Sono sconcertato
>> Num. 14512 quick reply
>>14510
con una pozzanghera del genere la ruota si sarebbe asciugata dopo 3 metri
>> Num. 14513 quick reply
>>14512
Scusami, ma non capisco cosa intendi (lol). Sono sinceramente ammirato dal gesto atletico, perché in quelle condizioni (alta velocità e presenza di una curva vicinissima) o lo sai fare o finisci dritto e ti fai molto male
>> Num. 14514 quick reply
>>14511
lollo
>> Num. 14515 quick reply
File 149573061769.jpg - (105.51KB , 1080x1080 , 1352407313637516873_387886909.jpg )
14515
Tappa un po' deludente dal punto di vista della lotta per la classifica, nella prima parte tanti tentativi di portare via una fuga poi finalmente si forma un nutrito gruppo che prende un paio di minuti sul gruppo, pian piano i vari fuggitivi si staccano dalla testa della corsa finchè non rimangono Landa e Van Garderen in testa inseguiti da Hirt, è Van Garderen a spuntarla di pochissimo su Landa che per la seconda volta viene beffato dopo una lunga fuga e si deve accontentare di un altro secondo posto, si può consolare con molti punti conquistati per la maglia azzurra, nel gruppo dei migliori si è fatto davvero un ritmo alto a partire dal Gardena e Quintana è stato il più attivo nel cercare una fuga ma nessuno riusciva a distanziare gli avversari forse perché per quanto ricca di montagne la tappa era piuttosto corta e non è bastata a fiaccare gli avversari, sul finale i primi 3 in classifica si rilassano troppo e negli ultimi km gente come Pinot, Zakarin, Pozzovivo e Mollema riescono ad andare via e recuperare molto, strano comportamento di Quintana e Nibali che proprio non sembravano intenzionati a seguirli, l'unica cosa che riesco a pensare è che vogliano farli avvicinare a Dumoulin in modo che anche loro si mettano a lavorare per fiaccare la maglia rosa

1. VAN GARDEREN
2. LANDA
3. PINOT 08”
4. POZZOVIVO 08”
5. HIRT 11”

Classifica generale:
1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 1’ 12”
4. PINOT 1’ 36”
5. ZAKARIN 1’ 58”
6. POZZOVIVO 2’ 07”
7. MOLLEMA 3’ 17”
8. KRUIJSWIJK 5’ 48”
9. YATES 7’ 06”
10. JUNGELS 7’ 34”

Intanto sul Gardena sono saltati Jungels e Formolo e questo ha permesso a Yates di recuperare e prendere la maglia bianca
>> Num. 14516 quick reply
File 149573119663.jpg - (237.44KB , 2048x1326 , T19_Piancavallo_alt-1.jpg )
14516
Domani diciannovesima tappa da San Candido a Piancavallo di 191km, subito all'inizio il facile GPM3 di Croce Comelico poi i successivi 80km sono in leggera discesa verso Tolmezzo a parte qualche km in salita verso Sappada a circa 45km dalla partenza, superato Tolmezzo si inizia il GPM2 di Sella Chianzutan (primi 5km facili con anche qualche tratto in contropendenza mentre i successivi 7km sono più impegnativi con pendenze medie tra il 6% e l'8%), breve discesa e seguono 60km di pianura prima dell'arrivo in salita del GPM1 di Piancavallo (i primi 7km sono veramente duri con pendenze sopra il 9% di media, i successivi 6km sono più abbordabili con anche un breve tratto dove spiana, gli ultimi 2km sono praticamente pianeggianti, altra occasione per provare a mettere in crisi l'invincile Dumoulin (almeno per quello che si è visto oggi)
>> Num. 14517 quick reply
File 149579633044.jpg - (24.72KB , 500x500 , guttalax-gocce-15ml-75mg-ml.jpg )
14517
>>14516
>mettere in crisi l'invincile Dumoulin
Ho la soluzione
>> Num. 14518 quick reply
>>14516
Tappa disegnata male, troppa distanza tra le due salite finale e l'ultima parte non è proprio così dura. Nibali deve prendere almeno due minuti tra oggi e domani se vuole sperare di farcela e portare la rosa a Milano. Per me oggi arrivano tutti insieme, quindi ci si gioca tutto domani con due salite di prima categoria ravvicinate.
>> Num. 14519 quick reply
>>14518
Intanto nella prima parte della tappa è successo di tutto
>> Num. 14520 quick reply
>>14519
Successo di tutto che nonha portato a niente. Stanno andando su troppo piano.
>> Num. 14523 quick reply
File 149583122998.jpg - (93.65KB , 1080x1080 , 1473253512029062100_387886909.jpg )
14523
Tappa movimentata fin dall'inizio quella di oggi, nella discesa da Sappada Moviestar e Barhain Merida attaccano tagliando in due il gruppo e sfruttando il fatto che Dumoulin era colpevolmente rimasto nelle retrovie, prendono mezzo minuto di vantaggio prima che dietro riescano a riorganizzarsi, Dumoulin sembra quasi doversi rassegnare ma altri arrivano in aiuto della maglia rosa perché ovviamente i vari Kruijswijk, Yates, Mollema sono rimasti dietro e anche loro non vogliono essere staccati, grande lavoro della Lotto e sparata finale di Yates e in cima al GPM2 il gruppo è nuovamente compatto, in precedenza il gruppo Quintana-Nibali aveva ripreso una decina di fuggitivi partiti ad inizio tappa, nel momento in cui il gruppo torna compatto ovviamente smettono di tirare e nel contempo inizia la discesa quindi i fuggitivi ripartono all'attacco e prendono una decina di minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa in meno di 50km, sulla salita finale questo gruppo si frantuma e rimane Landa in testa inseguito da Rolland e Rui Costa, Landa finalmente riesce a conquistare la vittoria prendendo un vantaggio superiore al minuto sugli altri due che arriveranno assieme, dopo di loro molti degli altri fuggitivi
Nel gruppo iniziano la salita a 1000 e subito Dumoulin da qualche segno di cedimento restando dietro, Moviestar e Bahrain Merida fanno un ritmo indiavolato e finalmente vediamo staccarsi la maglia rosa, sul finale di salita stoccata di Pinot e poco dopo anche di Zakarin e Pozzovivo, al traguardo Pinot ha una decina di secondi su Pozzovivo e Zakari che a loro volta hanno una decina di secondi su Nibali e Quintana, la maglia rosa arriva 1 minuto dopo dei due diretti rivali e deve abdicare a Quintana

1. LANDA
2. RUI COSTA 1’ 49”
3. ROLLAND 1’ 54”
4. BILBAO 2’ 12”
5. HENAO 3’ 06”

Classifica generale

1. QUINTANA
2. DUMOULIN 38”
3. NIBALI 43”
4. PINOT 53”
5. ZAKARIN 1’ 21”
6. POZZOVIVO 1’ 30”
7. MOLLEMA 2’ 48”
8. YATES 6’ 35”
9. JUNGELS 7’ 03”
10. KRUIJSWIJK 7’ 37”

E ora si fa molto interessante perché ce ne sono 6 in 90 secondi
Le maglie non cambiano a parte ovviamente la maglia rosa
>> Num. 14524 quick reply
File 149583227942.jpg - (214.77KB , 2048x1305 , T20_Asiago_alt-1.jpg )
14524
Domani penultima tappa da Pordenone ad Asiago di 190km, i primi 100 sono di pianura ma c'è da segnalare il GPM4 di Muro di Ca' del Poggio dopo circa 35km che sembra il punto perfetto dove attaccare se si vuole portare via una fuga perché pur essendo poco più di 1km ha una pendenza media del 12% con delle punte massime del 16-18%
A 90km dall'arrivo inizia la lunghissima scalata del GPM1 del Monte Grappa, da li lunga discesa fino a valle e 10-15km di pianura prima del GPM1 di Foza, dalla vetta al traguardo mancheranno una quindicina di km vallonati

Monte Grappa: 24km totali ma molto vari, i primi 8km sono i più duri e hanno una pendenza media dell'8%, nei successivi 5km spiana e non va oltre il 3-4%, i successivi 3km tornano all'8% per poi avere 4-5km vallonati con anche qualche tratto in contropendenza, gli ultimi 3-4km tornano a salire ma sono pendenze abbordabili attorno al 6%
Foza: 14km molto costanti attorno al 7% di media ma l'inizio è leggermente più facile della seconda parte

La tappa sarà decisiva per la classifica e chi ne ha le forze attaccherà perché la situazione attuale è ancora a favore di Dumoulin che nella crono finale può dare almeno 1 minuto a tutti, l'ideale sarebbe fare un gran ritmo nella prima parte del Grappa per poi scattare nel secondo tratto duro e sfruttare la discesa per allungare, avere uomini in fuga che si possono fermare ed aspettare i capitani per tirarli nel tratto di pianura sarebbe l'ideale, poi si fa la salita di Foza a tutta e si spera di prendere li il vantaggio, gli ultimi km non dovrebbero influire più di tanto a meno che non si abbia un compagno ad aspettare anche in quel tratto e quello potrebbe fare la differnza più di uno scatto in salita
>> Num. 14525 quick reply
Video 149588308668.webm - (1.90MB , 640x360 , igienicadumulin_20170526200307_13_02_00_14.webm )
14525
È bello sapere che i tifosi ti vogliono bene
>> Num. 14526 quick reply
>>14525
Lèl
>> Num. 14527 quick reply
>>14525
L'avevo vista live quella scena

Comunque i tifosi colombiani sono tutti indisciplinati, probabilmente solo i tifosi anglofoni sono peggio di loro
>> Num. 14528 quick reply
Ad Asiago vince Pinot la volata con Zakarin e Nibali, ma Quintana resta in maglia rosa. Dumoulin ancora in gioco, l'olandese può rimontare nella crono finale di Milano (53'' il suo ritardo in classifica da Quintana). Nibali comunque 2° nella generale con 39'' di ritardo sul colombiano, ancora in corsa anche Pinot che è a 43'' grazie ai secondi di abbuono conquistati con lo sprint.

ono 6 i coraggiosi di giornata con Pinot che riesce a piazzare un suo uomo nella fuga, con la presenza di Matthieu Ladagnous che potrà essere utile nel finale di corsa. Ci prova da lontano anche Andreetta ma il corridore della Bardiani CSF non riesce ad entrare nella testa della corsa, ce la fa invece Filippo Pozzato che però si stacca all'inizio del Monte Grappa. È la Katusha Alpecin che cerca di fare il forcing nella penultima salita di questo Giro: Vicioso e Gonçalves prima, Kiserlovski dopo provano ad aumentare il ritmo con Formolo, Yates e Mollema che perdono contatto. I big, quelli che lottano nella Generale, restano tutti lì, ma nel finale del Monte Grappa c'è il rientro di quei corridori che avevano perso le ruote dei migliori. Davanti restano all'attacco solo Devenyns e Teuns che nella discesa a seguito del Monte Grappa mantengono più di 2 minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa.

L'ordine d'arrivo

1. Thibaut PINOT (FDJ) 4h57'58''; 2. Ilnur ZAKARIN (KAT) st; 3. Vincenzo NIBALI (TBM) st; 4. Domenico POZZOVIVO (ALM) st; 5. Nairo QUINTANA (MOV) st; 6. Bob JUNGELS (QST); 10. Tom DUMOULIN (SUN) +15''

La classifica generale

1. Nairo QUINTANA (MOV) 90h00'38''; 2. Vincenzo NIBALI (TBM) +39''; 3. Thibaut PINOT (FDJ) +43''; 4. Tom DUMOULIN (SUN) +53''; 5. Ilnur ZAKARIN (KAT) +1'15''; 6. Domenico POZZOVIVO (ALM) +1'30''; 10. Davide FORMOLO (CDT) +12'55''
>> Num. 14529 quick reply
File 149590072645.jpg - (205.10KB , 1080x1080 , 1303821552252584254_387886909.jpg )
14529
>>14528
Oh se c'è un anon che fa il lavoro al posto mio io me ne vado in campagna a prendere il sole
>> Num. 14530 quick reply
>>14529
Aggiornaci sulla situazione generale, che aspettative ci sono per la tappa successiva?
>> Num. 14531 quick reply
File 149591145258.jpg - (151.06KB , 2048x1176 , T21_Milano_alt-2.jpg )
14531
>>14530
Domani c'è l'ultima tappa, una crono di 29km da Monza a Milano tutta in pianura, se andiamo a vedere le caratteristiche dei corridori è indubbio che Dumoulin sia il più forte, Nibali può prendere sui 30 secondi mentre Quintana che è il più scarso a crono può prendere 1 minuto, ma è sempre l'ultima tappa dopo una settimana di montagne quindi conta di più chi ha ancora le forze, potrebbe finire con Quintana che vince la crono, non so può mai sapere in queste condizioni, a Pinot servirebbe un miracolo, Zakarin e Pozzovivo probabilmente sono fuori dai giochi per la vittoria finale, anche se ho visto molto bene Zakarin in questo finale di giro, si vedrà
>> Num. 14532 quick reply
Video 149596801770.webm - (1.67MB , 640x360 , LA_BORRAccia.webm )
14532
>>14527
>Comunque i tifosi colombiani sono tutti indisciplinati
Ci serve qualcuno come lui che però miri ai colombiani

Peccato che oggi non ci sono, da Milanofag sarei andato volentieri a vedere il Giro e palpare le ignare spettatrici
>> Num. 14533 quick reply
>>14531
State seguendo la cronometro in questo momento?
>> Num. 14534 quick reply
>>14533
Classifica generale

1 - DUMOULIN
2 - QUINTANA
3 - NIBALI
>> Num. 14535 quick reply
File 149598696670.jpg - (78.86KB , 750x750 , 1445491785418042894_387886909.jpg )
14535
Finita come ci si aspettava, la fatica delle montagne si è fatta sentire per tutti in modo uguale e Dumulin arrivando secondo di tappa dietro a Van Emden prende la maglia rosa con un bel vantaggio su Quintana che ha fatto il possibile su un terreno che non è il suo, Nibali come da previsioni è stato il secondo migliore tra quelli di classifica ma non è bastato per agguantare la seconda posizione, il cronomen che riesce a limitare i danni molto bene nelle tappe di montagne si conferma ancora una volta come la tipologia più adatta a vincere i grandi giri a tappe

Classifica di tappa:
1. VAN EMDEN
2. DUMOULIN 15”
3. QUINZIATO 27”
4. KIRYIENKA 31”
5. ROSSKOPF 35”

La classifica generale:
1. DUMOULIN
2. QUINTANA 31”
3. NIBALI 40”
4. PINOT 1’ 17”
5. ZAKARIN 1’ 56”
6. POZZOVIVO 3’ 11”
7. MOLLEMA 3’ 41”
8. JUNGELS 7’ 04”
9. YATES 8’ 10”
10. FORMOLO 15’ 17”

Maglia rosa: Dumoulin
Maglia ciclamino: Gaviria
Maglia azzurra: Landa
Maglia bianca: Jungels

Anche Martina vi saluta e l'appuntamento è questa estate con il Tour de France
>> Num. 14536 quick reply
File 14960583192.jpg - (267.20KB , 900x1200 , Fonzi.jpg )
14536
E anche la maglia nera vi saluta
>> Num. 14537 quick reply
>>14536
Beh la maglia nera ha una sua certa importanza, ci sono corridori che provano davvero a conquistarla, non è mica facile arrivare ultimo in classifica ma finendo la corsa e senza mai andare fuori tempo massimo
>> Num. 14539 quick reply
File 149613933857.jpg - (34.07KB , 612x408 , 682250060.jpg )
14539
>>14537
Sono eoni che non viene più assegnata ufficialmente proprio perché c'erano ciclisti che si nascondevano lungo il percorso delle tappe per ottenerla (e anche per via dell'UCI che ha messo un tetto al numero di maglie assegnabili). Detto questo, Fonzi e la maglia nera che ha cercato e ottenuto con abnegazione mi stanno molto simpatici al contrario di quei mafiosi di Getty Images

Cazzo, sono in crisi d'astinenza da giro e mi sto riguardando le tappe su Rai Sport. Sono messo malissimo
>> Num. 14544 quick reply
File 149631799484.jpg - (174.70KB , 1280x740 , whatsapp-image-2017-05-27-at-17-04-37.jpg )
14544
>>14539
L'astinenza continua. Urge anticipare il Tour
>> Num. 14557 quick reply
Intanto oggi avrò fatto 50-60 km in 3 ore
>> Num. 14559 quick reply
Video 149666647843.webm - (4.41MB , 400x225 , 18466150_486220981721389_4783329885286301696_n_14_.webm )
14559
>>14557
Non appena mi ripiglio inforco il velocipede e vado in giro anch'io

Ci costruiamo questo affare qui? Otterremo figa a palate, te lo dico io
>> Num. 14566 quick reply
>>14559
Ha, divertente

Comunque ho alzato la sella della bici da corsa, bisogna fare attenzione, altrimenti a non estendere le ginocchia per bene poi fanno male

Per il Tour De France siete carichi?
>> Num. 14567 quick reply
>>14566
Ho visto le ultime tappe del giro del Delfinato che è un po' l'anteprima del Tour, promette bene
>> Num. 14569 quick reply
>>14567
Io mi sto guardando il GIRO DI ISVIZZERA, ma invece della gara guardo i paesaggi (MUUU MUUU DAI DAI a tutto spiano). La tappa di ieri è stata vinta dal murrikano Warbasse che durante l'intervista s'è messo a piangere come un bimbetto e in testa alla classifica generale c'è il nostro Damiano Caruso. 5° Pozzovivo
>> Num. 14575 quick reply
File 149761514553.png - (34.67KB , 763x307 , Cattura.png )
14575
>>14569
Piccolo aggiornamento della classifica generale. Ieri vittoria di Pozzovivo (sesta tappa, Locarno - La Punt) sotto una pioggia battente ma di brutto brutto brutto. Ciò lo fa balzare in testa al giro delle banche, mucche e orologi, nonché della Ricola

Prossimi aggiornamenti quando mi va
>> Num. 14576 SABBIA! quick reply
>>14575
Dimenticavo il cioccolato, cazzo! Che viene fatto coi surrogati del cacao
>> Num. 14577 quick reply
>>14575
Con quella pioggia potevano rimanere offesi.
>> Num. 14590 quick reply
File 149769550537.png - (32.01KB , 724x307 , Cattura.png )
14590
>>14577
Considerato che ha iniziato a diluviare mentre erano in discesa e non in rettilineo, sì
È rimasto comunque offeso Pozzovivo che, nella settima tappa Zernez - Sölden (vinta da Simon Spilak con arrivo in salita e in parte in galleria: belle le riprese all'interno), ha accusato le fatiche della tappa precedente e sulle infide montagne ove il signor Rezzonico va a funghi è stato sorpassato un po' da tutti arrivando 12° e perdendo così la maglia gialla, passata sulle spalle del vincitore di tappa. Anche Caruso era in difficoltà ma è riuscito a limitare i danni (almeno spero)

Oggi penultima tappa, Schaffhausen - Schaffhausen. Per cui, beccatevi questo:
http://www.tourdesuisse.ch/fileadmin/user_upload/user_upload/Marschtabelle_8Etappe.pdf
>> Num. 14592 quick reply
File 149770437549.png - (1.61MB , 1200x1250 , 1200px-2017_Tour_de_France_map.png )
14592
Anteprima di quello che sarà il Tour de France
Omessi 142 post. Visualizzati i primi 100. [Indietro] [Thread intero] [Ultimi 50 post] [Primi 100 post]


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo