-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro] [Visualizza tutto] [Ultimi 50 post]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 406445)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 8000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 262 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 153134547322.jpg - (1.03MB , 1920x1080 , Industrial-automation3.jpg )
406445 Num. 406445
Ciao anon.
Non so perché ma non vedo l'ora che l'automazione prenda il controllo di tutto, dalle fabbriche, ai cantieri, fino ad arrivare a sostituire certi lavori da colletti bianchi del cazzo tramite intelligenza artificiale, già nel 2025 si pensa che si comincerà a vedere gli effetti dell'automazione su larga scala.
L'industria 4.0 potrebbe aprire le porte ad un reddito di base universale (UBI) che fianlmente ci tolga questa cazzo di ansia di lavorare per poter portare a casa il pane.
C'è troppa gente che sta negli scalini alti della società solo perché devono ringraziare i loro genitori che erano ricchi, e di conseguenza non hanno avuto problemi a frequentare le università che volevano loro, ad avere il lavoro che piaceva a loro.
La maggior della gente con uno stato sociale alto non deve questa posizione al loro lavoro duro e al loro impegno.
Esiste gente che con la minaccia del lavoro per potere avere un reddito e di conseguenza campare, ha dovuto lavorare molto giovane per poter aumentare le entrate familiari a causa di genitori irresponsabili.
L'essere umano vale di più di un semplice operaio o di un semplice muratore, mi sembra allucinante che nel 2018 esistano ancora lavori del genere e che non siano stati ancora automatizzati, le tecnologie ci sono, è la voglia che manca, senza contare il fatto che alcuni di coloro che fanno questi lavori non smetterebbe perché si cagherebbe in mano alla sola idea di rimanere senza lavoro e di conseguenza il cambio di carriera è alquanto improbabile dopo 20 anni passati a fare un determinato mestiere.
Tu anon, hai paura dell'automazione oppure auspichi ad un uso massiccio?
Espandi tutte le immagini
>> Num. 406446 quick reply
L'automazione renderà l'uomo ancora più schiavo di quello che è. E di certo non aprirà le porte a un cazzo di nulla.

Se non hai voglia di lavorare, sono problemi tuoi, ma non auspicare scenari del genere perché portano benefici solo alle persone che nel tuo discorso dici di odiare.
>> Num. 406447 quick reply
>>406446
> non avere voglia di lavorare
ti sfido a trovare qualcuno che non ha voglia di lavorare, tutti gli esseri umani hanno voglia di essere utili alla società in una qualche maniera.
La questione è avere un lavoro che abbia un senso, che abbia uno scopo, che abbia un significato.

> scenari del genere portano benefici solo alle persone che nel tuo discorso dici di odiare

queste persone hanno più volte detto che un UBI sarebbe necessario.

non hai mai pensato che con più tempo libero le persone hanno la possibilità di imparare più cose, dedicarsi alle proprie passioni e alle cose che amano di più fare?
>> Num. 406449 quick reply
>>406447
>utopia
Sì, tutto molto bello.
Ma credi davvero a quello che dici? Domanda seria
>> Num. 406451 quick reply
Nessuno impedisce alla gente di lavorare gratis.

t. stagista 3 mesi all'anno, stage non pagati
>> Num. 406453 quick reply
>>406449
Non ci crede. Quello a cui crede é il poter lavorare gratis senza avere conseguenze gravi sul proprio stile di vita.
>> Num. 406456 quick reply
>>406449
>>406451
>>406453
quindi a questo punto cosa facciamo? fermiamo l'innovazione? facciamo ritornare il lustrascarpe e il centralinista telefonico già che dobbiamo proteggere i posti di lavoro.
L'auto elettrica esiste già, tra qualche anno i camionisti andranno a casa, e a quel punto cosa faranno i camionisti per poter vivere?
>> Num. 406457 SAGE! quick reply
>>406456
>auto che si guida da sola
>> Num. 406458 quick reply
>>406456
Lavorare gratis significa che posso produrmi da solo il benessere che mi serve per andare avanti nei prossimi mesi e anni, senza dover dipendere da qualcuno in particolare (datore di lavoro o macchinario).
>> Num. 406459 quick reply
File 153135095986.png - (216.89KB , 535x210 , montememe.png )
406459
>>406456
Idealmente I camionisti faranno corsi IFTS e diventeranno tornitori e lavoratori specializzati che lavoreranno in Bangladesh e Cambogia per le aziende locali.

Oppure apriranno gelaterie in Thailandia e Birmania.

Credo che qualcuno per "innovazione" abbia voluto far intendere non tanto "puoi lavorare più efficacemente con meno rotture di scatole" ma "puoi spostarti anche di 10.000 km per lavorare" e "puoi lavorare anche 20 ore al giorno essendo connesso costantemente tramite vari dispositivi".

Quindi da carta e penna e cartelle, siamo passati a carta e penna e cartelle condivise in cloud e accessibili facilmente, e da calcestruzzo e mattoni siamo arrivati ad AutoCAD, in modo che nello stesso arco di tempo lavorativo si possano fare più cose alla volta rispetto a prima.

Ed ecco che da ex camionista che lavorava 12 ore al giorno, ex muratore che lavorava 8 ore al giorno, ex impiegato che lavorava 8 ore al giorno, e ora programmatore Java per la Anon s.r.l in provincia di Bologna ma in trasferta per 3 mesi in Bulgaria, siamo pronti per andare a Kuala Lumpur e Shanghai per lavorare in qualche ambito prestigioso (che probabilmente ha a che fare con pubblicità, marketing, economia, sociologia, ecc) per 20 ore al giorno pagati 1000€ al giorno MA CHE CA PORCA PUTTA perché' CAZZO MI DEVI DIRE DI ANDARE A LAVORARE IN QUALCHE POSTO A GUADAGNARE SOLDI CHE POI NON POTRO' COMUNQUE SPENDERE, CONSUMANDO LA MIA SALUTE FISICA E MENTALE, ENTRANDO IN UN INGRANAGGIO DOVE SE NON VOGLIO ESSERE UNA BATTERIA ALLORA DEVO ESSERE UN ROBOT CHE USA E CONSUMA LA BATTERIA E NEL FARLO DEVE COMUNQUE CONSUMARE ALTRE RISORSE E PIU' VELOCEMENTE DI PRIMA, CON COSTI MAGGIORI?
>> Num. 406460 quick reply
>>406459
>Ed ecco che da ex camionista che lavorava 12 ore al giorno, ex muratore che lavorava 8 ore al giorno, ex impiegato che lavorava 8 ore al giorno, e ora programmatore Java

spero tu stia scherzando
>> Num. 406461 quick reply
>>406460
é uno scherzo solo a metà: quello che si dice é che o ti evolvi nel campo lavorativo, o ti buttano via perché non vogliono metterti a fare il bidello dipendente statale o il netturbino dipendente statale
>> Num. 406462 quick reply
>>406461
sì ma la questione penso che tutti farebbero l'operaio per un un breve periodo della vita, solo che l'ho provato, è difficile farsi il turno in fabbrica e una volta tornato a casa studiare programmazione o cercare di imparare qualcosa di nuovo per "evolvere" lavorativamente
>> Num. 406463 quick reply
>>406447
Le persone hanno voglia di lavorare solo perché sono state educate in quel modo. Il primo esempio che mi viene in mente è l'idea che l'Italia è un repubblica fondata sul lavoro, il che si traduce nell'idea che il lavoro sia un diritto, e quindi abbiamo lo stato che deve dare il lavoro ai cittadini e quindi la Sicilia ha 28mila forestali, ed un dovere, e quindi abbiamo eserciti di giovani che lavorano gratis "per l'esperienza" con contratti di merda perché è meglio che non lavorare.
>> Num. 406464 quick reply
>>406463
Il lavoro ti forma e aiuta a crescere
>> Num. 406465 quick reply
>>406464
E se lavori duro diventi ricco. Vero?
>> Num. 406466 quick reply
>>406465
- Il lavoro gratuito ti permette di non stare a casa
- Il lavoro gratuito potrebbe evitare che la gente dica che sei un fallito
- Il lavoro gratuito ti permette di dimostrare di avere volontà di cambiare la tua situazione

- Il lavoro gratuito NON evita lo sfruttamento
- Il lavoro gratuito NON permette al lavoratore di poter vivere dignitosamente secondo gli standard medi italiani
- Il lavoro gratuito NON permette alla gente di avere potere contrattuale verso le aziende
>> Num. 406467 quick reply
File 153139101636.jpg - (33.80KB , 625x356 , gigi-marzullo-a-rai1.jpg )
406467
>>406466
Direi che ti sei già risposto da solo
>> Num. 406468 quick reply
>>406466
>- Il lavoro gratuito ti permette di non stare a casa
Non serve il lavoro per questo.

>- Il lavoro gratuito potrebbe evitare che la gente dica che sei un fallito
Questo in un paese civile verrebbe evitato spiegando alle persone che non avere un lavoro non è (sempre) una colpa, e magari spiegando loro che la pressione sociale verso il dover lavorare fa solo il gioco dei datori di lavoro. Questo è particolarmente vero per regioni deboli, tipo la Calabria con il 55% di disoccupazione giovanile.

- Il lavoro gratuito ti permette di dimostrare di avere volontà di cambiare la tua situazione
Anche qui non serve il lavoro, specie quello gratuito. Cristo santo smettetela di farvi sfruttare.
>> Num. 406469 quick reply
File 153139381827.jpg - (15.67KB , 355x355 , cuscino pepposo.jpg )
406469
>>406468
Io ti ho solo fatto un elenco di quello che in generale si pensa del lavoro e al fatto che serva in vari casi a tenere "occupata" la gente.

Qualcuno potrebbe risponderti (come é già successo) che sei un pepino con la terza media che "fa finta di cercare lavoro".

Poi rendiamoci conto che oggi é morta una persona che aveva un contratto di 6 giorni per lavorare in una cava.
>> Num. 406470 quick reply
>>406469
>Poi rendiamoci conto che oggi é morta una persona che aveva un contratto di 6 giorni per lavorare in una cava.
No, è accaduto ieri

E non è il solo
>> Num. 406487 quick reply
>>406463

>quindi abbiamo lo stato che deve dare il lavoro ai cittadini

classica mentalità terrona de "lo shtato c'ha abbandonaaaat"
il lavoro lo danno le aziende, lo stato deve pensare a non rompere i coglioni ai privati che vogliono fare impresa con cartelle esattoriali, split payment, redditometri ed irap come ha fatto in questi anni, sebbene alcune di queste scartoffie siano state eliminate, ciò non toglie il fatto che ci siano state.

Nel caso dell' italia, il problema è che le aziende non innovano, ho girato per un sacco di fabbriche con macchinari vecchi di 40 anni fa,si lavora ancora con la mentalità degli anni 50, è una vergogna che gli imprenditori non riescano a guardare un po' più in là, il mondo sta andando veloce e l'impresa italiana rimane ancora ancorata a modi di produrre ottocenteschi.
Nei paesi dove l'automazione industriale è applicata maggiormente anche la disoccupazione è bassa, parlo di Germania, Giappone e Corea del sud. L'automazione permette di dare dei prodotti di migliore qualità, con meno errori rispetto agli umani.
Contando poi il fatto che i robot sono i dipendenti perfetti perché non pretendono uno stipendio, non si mettono in malattia, non scioperano e hanno la disponibilità di lavorare 24 ore su 24
Gli imprenditori non hanno in realtà bisogno di operai, se potessero trovare un qualcosa che gli permette di produrre a prezzo minore lo farebbero senz'altro.
>> Num. 406488 quick reply
>>406487
E allora perché la gente si lamenta della disoccupazione? E' di quello che si lamenta, o si lamenta del fatto che viene considerata sfigata se non lavora?
>> Num. 406489 quick reply
>>406488
la gente penso che si lamenti di più per il fatto di non avere un reddito.
Lavoro e reddito sono 2 cose distinte. si può avere un reddito anche senza lavorare.
Pensa ad esempio ai broker e a quelli che hanno investito in titoli aziendali o di stato che campano con gli interessi.
>> Num. 406490 quick reply
File 153142017685.gif - (218.56KB , 389x332 , tumblr_o7szxihRio1rrftcdo1_400.gif )
406490
>>406489
E finalmente diciamo le cose come stanno veramente. Del lavoro frega 'n cazzo a un sacco di gente allora, quello che vogliono é avere una entrata in soldi minima ANCHE SENZA DOVER LAVORARE.

Però questo é socialismo, e l'albero del socialismo non esiste, e se esiste si secca in fretta.

Forza allora gente, partita IVA, e farsi venire delle idee che siano utili per fatturare un po' di soldi, perché l'albero magico e Babbo Natale non esistono.
>> Num. 406491 quick reply
>>406490
>questo é socialismo
>farsi venire delle idee che siano utili per fatturare un po' di soldi

il socialismo non esiste, esattamente come i soldi, sono tutte delle idee che si è tirato fuori l'uomo, diventando schiavo a sua volta di queste cose.
il denaro ha corrotto tutto, dalla politica alle istituzioni alle aziende, è una cosa che in natura non esiste, la gente non lavora per il denaro, la gente lavora per potersi comprare le cose con il denaro.
Se il denaro ha un valore allora spiegami come mai è potuta accadere questa bolla dei bitcoin & c.
Il denaro ha valore solo quando la gente comincia a dargli valore.
Costerebbe di meno un UBI che lasciare la gente in cassa integrazione oppure lasciarla disoccupata senza reddito. La povertà costa, perché uno stato senza consumatori non manda avanti le aziende, se vuoi produrre devi avere qualcuno che ti compri le cose.
>> Num. 406492 quick reply
File 153142413571.png - (37.90KB , 769x542 , wzyazmwnmpxy.png )
406492
>>406491
Ma il punto é che nessuno é obbligato a fare come Ferrero, Luxottica, e compagni, che si impegnano a fagocitare il più possibile per guadagnare sempre di più e quindi finiscono per spendere sempre di più.

Si può anche guadagnare poco ma soprattutto spendere poco. Quella bella Dacia Sandero li davanti in concessionaria, la Reflexona da burinaccio romano, e l'abbonamento annuale a tutti i DLC e i premium content per AoE2 e World of Tanks possono stare li dove sono, così come i soldi guadagnati sul posto di lavoro, che vengono fottuti su Amazon, possono stare comodamente in tasca dove sono.

Non é la quantità di denaro che guadagni che conta, é quella che spendi per ottenere quello che vuoi e ti serve veramente, che conta di più.

Chiaro che per il momento il NEET starter pack comprende:

- appartamento già pagato dai genitori e quindi niente affitto
- automobile in comune da usare all'occorrenza

E che quindi non farebbe male una porta da cui entrino dei soldi (tramite lavoro da dipendente o con partita IVA da indipendente) per almeno pagare le bollette di acqua, luce, e gas.

Ma dopo questo, cosa serve veramente? Il viaggio a Dubai da 5.000€? L'ultimo Apple Smartphone da 900€? Il macchinone potente da 20.000€?

Ognuna di quelle cose costa in soldi ma anche in tempo speso nel guadagnare quei soldi.
>> Num. 406493 quick reply
>>406492
>Quella bella Dacia Sandero li davanti in concessionaria
Mi fischiavano le orecchie, almeno un motivo c'è
E comunque la Sandero è l'auto per anon da anon definitiva e poi il gpl me l'ha consigliato Galf
>> Num. 406507 quick reply
>>406487
>classica mentalità terrona de "lo shtato c'ha abbandonaaaat"
Purtroppo i terroni ci sono e ce li dobbiamo tenere.
>> Num. 406511 quick reply
File 153147892490.jpg - (47.86KB , 500x296 , 850dc828c230a3a8a4411051ff98658d.jpg )
406511
>>406507
Non ci sono terroni se fai il cameriere in Lituania
>> Num. 406556 quick reply
Passo solo per dire che quelli che lavorano gratis sono degli idioti e quelli che giustificano il lavorare gratis sono dei ritardati che alimentano questa situazione di merda in cui i datori di lavoro cercano di non pagarti il puù a lungo possibile e poi assumono gli zingari che costano un decimo.
>> Num. 406557 quick reply
>>406556
Basta fare in modo che lavorare e non lavorare abbiano lo stesso valore sociale.
>> Num. 406558 quick reply
File 153150584131.jpg - (120.99KB , 592x2393 , fYDp6.jpg )
406558
>>406557
Basterebbe sbattersene della pressione sociale che favorisce chi "è un grand'uomi perché dà lavoro gratis e se tu non lavori sei un fallito"
In alternativa si potrebbero prendere e appendere i suddetti bravuomi

Immagine non correlata perché questo thread NON A SENSO
>> Num. 406560 quick reply
>>406558
Spero solo di convincere quelli che lavorano da anni come volontari alla Caritas di smettere di farlo, quello é lavoro gratis a tutti gli effetti
>> Num. 406561 quick reply
>>406560
Credo che SQUELLI abbiano altre entrate e non gliene freghi un cazzo di non farsi pagare il tempo che passano lì
>> Num. 406563 quick reply
>>406561
In quel caso "rubano" lavoro che potrebbe essere lavoro retribuito per qualcuno.
>> Num. 406564 quick reply
>>406561
>altre entrate

La paghetta dei genitori pensionati?

Che merda di situazione.

https://www.youtube.com/watch?v=vAOsC8zL95E
>> Num. 406565 quick reply
>>406563
Tu scherzaci, ma la disoccupazione in Spagna e in Italia potrebbe veramente essere un problema dell'allocazione delle risorse.

Comunque non mi spiego come mai io non sarei adatto a vendere roba in un negozio come commesso, con contratto da tirocinio. Visto che come programmatore ancora non mi hanno preso, né come tecnico help desk.

Oh beh, al prossimo giro di consegne CV, allora...
>> Num. 406578 quick reply
>>406565
Il tuo problema è evidente a chiunque non sia choosy come te: tu vuoi dei diritti.
Ma non preoccuparti, abbiamo importato dei giovani volenterosi che sono più comprensivi verso l'imprenditore in questo momento di crisi e sono disposti a lavorare in nero per una miseria.
>> Num. 406581 quick reply
>>406578
Beh, non vedo l'ora di poter fare del lavoro gratis per me stesso, allora...
Imprenditore di me stesso
>> Num. 406582 quick reply
>>406578
>lavorare in nero

Per alcuni é illegale, e invece per altri no?

Domanda: cosa ha da perdere, rispetto a un immigrato, un italiano che lavora in nero? La copertura assicurativa sugli infortuni? Le tasse non pagate?
>> Num. 406585 quick reply
>>406582
La dignità.
>> Num. 406595 quick reply
>>406585
Risposta piuttosto interessante: e siamo noi italiani DEGNI di lavorare con i diritti acquisiti dai nostri predecessori?
>> Num. 406599 quick reply
>>406595
Assolutamente sí, ci meritiamo più diritti a dire la veritá, più risorse investi nei diritti dei lavoratori più rientro economico hai nelle casse dello stato, la gente si sente più sicura quindi spende più soldi,facendo girare l'economia
>> Num. 406601 quick reply
>>406599
Quindi qua c'é qualcuno a cui non va bene che giri l'economia, dato che pare che De Majo abbia detto che con le nuove pianificate riforme si andranno a perdere parecchi posti di lavoro ogni anno?
>> Num. 406632 quick reply
>>406601
Guarda che nella vita ci sarà sempre qualcosa che non ti andrà bene, non puoi sfuggire. Quindi metti al primo posto la cosa per cui ti piace vivere e tutto il resto te lo fai andare bene.
>> Num. 406640 quick reply
>>406632
Riassumo in "domani é un altro giorno"
>> Num. 406712 quick reply
>'industria 4.0 potrebbe aprire le porte ad un reddito di base universale (UBI) che fianlmente ci tolga questa cazzo di ansia di lavorare per poter portare a casa il pane.

Sarebbe con tutta probabilità l'equivalente di una pensione minima.
Ma che ti credi, che facebukkake e google smollino ai governi miliardi di dollari?

Si stara peggio di oggi, invece. Rimpiangeremo il lavoro e lo stipendio guadagnato

Ti daranno 500 euro al mese, un buco in una casa popolare. Ti bastera per avere un pc scrauso e una adsl e una puttana nigeriana due volte al mese

Bello, proprio bello
>> Num. 406719 quick reply
>>406712
Scopriremo che tutto questo é finalizzato a far ridurre la popolazione tramite non-riproduzione volontaria, fiaccando la volontà tramite la mancanza di soldi?

Quarto reich.tiff
>> Num. 406731 quick reply
>500 € al mese
>casa popolare
>pc scrauso
>adsl
>puttana nigeriana

e se anche la puttana nigeriana prende il reddito? pensi che continuerebbe a fare la puttana?
questa situazione non mi sembrerebbe male, più tempo per praticare sport, andare in palestra, studiare.
Una persona può non sentirsi povera anche con soli 500€ al mese, la povertà è uno stato mentale, c'è un sacco di gente che guadagna 2000€ al mese e si lamenta, l'essere umano è fatto così.
>> Num. 406734 quick reply
>>406731
la gente che su studia e che si migliora è pochissima. oltretutto che studi a fare se tutti attorno a te son poveracci? con chi ti confronti

la stragrande maggioranza vuole solo essere comandate, detta cosa deve fare a lavoro, liberare la mente e tornare a casa coi soldi in tasca

il contesto sociale sarebbe miserrimo.
>> Num. 406735 quick reply
File 153173290642.jpg - (59.16KB , 540x540 , de4599ace2b58da147607e770f427374.jpg )
406735
>>406734
E' un problema di responsabilità. Tanti vogliono fare lo sceriffo ma non vogliono il rischio di prendersi delle pallottole sulla bella stellina di latta.

Lavorare é ancora inteso per la gran parte della gente come "vado in quel posto e timbro il cartellino e poi lavoro".
>> Num. 406793 quick reply
>>406734

>la stragrande maggioranza vuole solo essere comandate, detta cosa deve fare a lavoro, liberare la mente e tornare a casa coi soldi in tasca

E' il contesto sociale che ha fatto in modo di rendere la gente così,perché almeno qua in Italia c'è la cultura di dare sempre ragione al "padrone" perché lui dà il lavoro e lui ti fa campare, quindi meglio stare zitti abassare la testa andare a farsi le proprie otto ore e ricevere lo stipendio alla fine del mese, perché tanto le cose non si possono cambiare.
Esiste anche un sacco di gente con laurea magistrale o master che è costretta a fare lavori di merda, fino a poco tempo fa anche gli ingegneri venivano pagati in voucher.
E' evidente che c'è qualcosa che non va in tutto, l'istruzione Italiana attuale poteva andare bene negli anni '80, ora non riesce a formare nessuno, infatti dopo il titolo di studio nessuno trova lavoro, e se lo trova, non è nel settore in cui ha studiato.
Non è la questione che in italia ci sono troppi laureati oppure che i giovani sono choosy. A dire il vero nella media europea l'italia è penultimaper numero di laureati, l'ultima è la Romania, tanto per intenderci.
>> Num. 406812 quick reply
>>406793
Mancano posti di lavoro nei settori specializzati, e siamo pieni di negri sottopagati in quelli non specializzati.
E poi sì, c'è anche la schizzinoseria: https://www.youtube.com/watch?v=NvDy_WnxyYo
Ricordo anche un altro servizio su striscia o le iene su una azienda metallurgica che strapagava i dipendenti ma non ne trovava perché a nessuno andava di sporcarsi le mani d'olio.
Oggi tutti che vogliono fare gli youtuber o aprirsi i patreon per fare giochini porni.
>> Num. 406814 quick reply
>>406812
ciao anon romagnolo

di dove sei?
>> Num. 406815 quick reply
>>406812
>Ricordo anche un altro servizio su striscia o le iene su una azienda metallurgica che strapagava i dipendenti ma non ne trovava perché a nessuno andava di sporcarsi le mani d'olio.
Si piano, vediamo cosa offrivano veramente.
>> Num. 406822 quick reply
>>406815
offrivano lavoro, anche ben pagato, ma mancano le competenze

le aziende e lo stato non hanno collaborato nella creazione di scuole e corsi per operai specializzati o superspecializzati, che ste aziende cercano

infatti se li rubano

ma nel complesso non sono tanti posti di lavoro.

il resto, accessibile alla plebaglia, è la solita merda

ovviamente ad alcuni idioti che delle aziende non trovino gente pare inverosimile, e quindi tirano fuori il solito discorsi i lavori che gli italiani non voglio fare e altre puttanate da idioti
>> Num. 406834 SALVIA! quick reply
>>406734
>la stragrande maggioranza vuole solo essere comandate, detta cosa deve fare a lavoro, liberare la mente e tornare a casa coi soldi in tasca

E chiamale sceme. Lo vorrete fare anche voi dopo il primo giorno in cui lascerete l'università e andrete a lavorare.
>> Num. 406841 quick reply
File 153195668428.jpg - (478.26KB , 940x788 , stencil_facebook-post.jpg )
406841
>>406834
Perché comandare vuol dire assumersi responsabilità e non dipendere da nessuno, il che alza la probabilità di doversi fare il culo per tirare a campare?
[Indietro] [Thread intero] [Ultimi 50 post]


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo