-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 10125)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 533 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

Num. 10125
  Pragmaticamente parlando, qual è la parte giusta? Che porta più vantaggi?
Espandi tutte le immagini
>> Num. 10126 quick reply
File 151462307092.jpg - (23.71KB , 300x300 , 143747429-abbe3814-d8c8-4f7f-9be1-4a6831aaa8a6.jpg )
10126
C'è un Paese dove i milionari non vanno in galera e un'attrice non fa carriera nel cinema se non si prostituisce, ed un attivismo che trascura - quando non aggredisce - giusto processo, stato di diritto, siensa, ecc.

Non ci sono "vantaggi" da ottenere se uno è il vincitore e l'altro il vinto, o vice versa. Non ci sono "sacrifici" accettabili per i quali varrebbe la pena diventare apologeti dell'uno o l'altro schieramento. Non ci sono "parti", quando tutti sono d'accordo sulla Wille zur Macht ed il suo esercizio come uniche cose che contino. Dobbiamo andare, anzi essere, al di là di Wenstein ed anti-Wenstein, al di là di femminismo (fourth wave) ed anti-femminismo (fourth wave).

Quindi, "pragmaticamente parlando", dobbiamo sbarazzarci di tutti.
>> Num. 10127 quick reply
>>10126
Lo "scandalo" cinematografico è un qualcosa di ridicolo.
Questo perché le aspiranti attrici stesse avevano normalizzato il fatto che per fare carriera e farsi notare dai produttori dovevano scoparseli. Era una situazione di cui tutti erano a conoscenza, da molto tempo. E che nella mentalità comune delle attrici era un passo necessario. Non è che non se ne sia mai parlato. Non era per niente un segreto.
Una volta che però è scoppiato lo "scandalo" tutte sono andate a cavalcare l'onda del #metoo.
Ora anche se non sono contrario all'idea che le attrici wannabe non debbano per forza strozzarsi col cazzo dei produttori per ottenere una parte, il fatto che la cosa abbia cominciato a dargli fastidio solo nel momento in cui potevano mettersi a fare le fighe come donne coraggio che si ribellano al sistema, lo trovo davvero disgustoso.
>> Num. 10128 quick reply
>>10127
Più che altro io mi metto nei panni di quelle che non hanno succhiato cazzi e quindi non hanno ottenuto dei ruoli ed una carriera. Non solo quelle che si sono prostituite sono andate avanti, adesso si prendono anche le attenzioni come quelle che combattono la situazione, mentre le oneste si trovano ancora fottute.
>> Num. 10129 quick reply
>>10127
Così come non è un segreto che Harvey Wenstein abbia deciso di fondare una compagnia cinematografica tutta per sé e suo fratello nel 2005, guarda caso non solo il primo ma anche quest'ultimo è finito nel mirino delle accuse, seppur meno numerose ed ingiuriose.

Devo forse sorprendermi od indignarmi, se un'attricetta, una persona la cui occupazione è finger d'essere delle persone che lei che non è, nonché il mestiere più antico del mondo, un bel giorno si alza, e decide di schierarsi col più potente dei due per accusar l'altro di violenza sessuale, con qualche vantaggio anche per la propria carriera?

Ma dovrebbe forse fregarmene qualcosa se il vincitore del conflitto sarà un giudeo "utilizzatore finale" a capo della Wenstein Company, con l'organizzazione no-profit e che finanzia i Democrat, od un giudeo "utilizzatore finale" a capo di una compagnia cinematografica rivale e che finanzia no-profit e Democrat lo stesso?

Dovrei fare il tifo per l'uno o per l'altro? E per chi, per l'underdog? Per quello più povero e scemo? Oppure per quello con meno hasthag dedite alla sua distruzione? Per quello che ha pagato bambini povri, quali Obama e Clinton, di più?

Ma che si squartino tutti!
>> Num. 10148 quick reply
File 151533164072.jpg - (14.92KB , 300x180 , z.jpg )
10148
http://www.dailymail.co.uk/news/article-5243033/Academy-regrets-banning-Harvey-Weinstein-hastily.html
>Since scores of women came forward with allegations that Weinstein harassed and assaulted them, a number of other high-profile Hollywood figures have also been accused of similar crimes.
>That has left the academy with a major dilemma – what to do about the other mega-stars who have been accused of misconduct.
>'Harvey opened the floodgates,' a male Academy member told Page Six.
>'Now the Academy's drowning in a tide of s***. They don't know what hit them.'
LOLLO DURISSIMO


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo