-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 8291)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 4000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 703 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 152423561062.png - (18.51KB , 377x375 , danno fisico.png )
8291 Num. 8291
Normalmente l’argomento droghe non è in cima alla lista dei miei interessi, ma per tutta una serie di ragioni che non sto a spiegare il tema è diventato abbastanza importante per me.
L’immagine in OP rappresenta lo stato dell’arte in merito ai danni e alla dipendenza causati dalle droghe, ma mentre il concetto di dipendenza è relativamente facile da inquadrare le cose si complicano quando si introduce il concetto di danno fisico.
La cocaina ad esempio sembra causare gravi danni fisici, ma se si considera che questi si ripartiscono in vari apparati corporei è spontaneo chiedersi quali di questi sia maggiormente danneggiato.
Fermo restando che gli effetti deleteri sul cervello sono appurati bisogna anche considerare la consistente gravità dei danni alla mucosa nasale i quali, viste le rinomate notevoli ulcerazioni, sembrano essere davvero numerosi.
Questo significa che nel conteggio dei danni fisici causati da questa droga devono essere inclusi anche i danni causati direttamente alle vie aeree superiori i quali, essendo così consistenti, potrebbero aver avuto un ruolo determinante nella collocazione della cocaina in un punto tanto alto sulla scala del danno fisico.
La domanda sorge spontanea: ammesso che le cose stiano come dico io se provassimo a non includere nel conteggio dei danni fisici tutti quei danni ad apparati non vitali in che modo il grafico in OP subirebbe modificazioni?
Mi piacerebbe se tutti coloro che hanno fatto uso pesante di droghe presenti in questa board dicessero la loro per discutere della cosa.
Come ho detto si tratta di una questioni di cui normalmente non mi interesso, ma in questo caso ho delle ragioni personali di cui preferisco non parlare.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 8292 quick reply
File 152424233892.jpg - (30.23KB , 500x313 , 010517ktrkfacesofmeth3img.jpg )
8292
Non ho capito esattamente cosa chiedi o quale sia il punto a cui vuoi arrivare OP

Comunque la metanfetamina fa diventare i negri bianchi, lo sapevate?
>> Num. 8293 quick reply
>>8292
>Non ho capito esattamente cosa chiedi o quale sia il punto a cui vuoi arrivare OP

Cosa chiedo: esperienze personali di chi fra voi anon è o è stato cocainomane/dorgato di sostanza random che possano confermare/confutare il mio ragionamento

Qual è il punto a cui voglio arrivare: far capire che per quanto riguarda le droghe le cose sono molto più complesse di quanto sembra
>> Num. 8294 quick reply
File 152425236683.jpg - (29.89KB , 393x473 , 30709106_1684292041655721_6956578097202200576_n.jpg )
8294
> funghetti
Il giorno dopo sto benissimo, non ho effetti particolari, magari un leggero mal di testa o in alcuni casi mancanza di appetito

> maria
Idem con potatoes

> cristalli, speed e merda chimica varia
Boh li ho presi troppe poche volte per apprezzarne al pieno effetti distruttivi sul corpo, ma il giorno dopo di solito sto cotto, come per la coca.

> cocaina
Il giorno dopo è ok se non ne prendi tanta ma se esageri è davvero brutta. L'ultima volta mi ha preso allo stomaco, sono stato tre giorni di fila con nausea e cagotto , ma in effetti ne avevo presa molto più di quanto ne prendo di solito quindi immagino che il mio corpo abbia accusato il colpo anche per quello. Ah poi alcune volte quando mi soffio il naso, c'è un po' di sangue nel moccio :/ mannaggia
>> Num. 8295 quick reply
>>8294
Quanta ne prendi di solito? È vero che bastano 2-3 volte che sniffi per cominciare a diventare dipendente (e quindi tossico)?

Questo è uno dei punti che più mi interessa: il discorso legato alla dipendenza.
Ci dicono tutti di stare lontani dalle droghe, ma non ci dicono mai qual è il momento il cui passi da essere uno che ha provato a essere un consumatore abituale che gira intorno al sert.
>> Num. 8296 quick reply
>>8295

Di media una volta alla settimana, 4-5 ragliette piccoline la sera, non ti so dire la quantità esatta comunque sappi che è poco

LOL no anon, in quali cartoni animati l'hai imparata sta cosa? La dipendenza ti può venire dopo la prima volta che la provi così come puoi non essere dipendente dopo 5 anni che ne fai uso, sta tutto nell'atteggiamento che hai nei confronti della droga. Se vedi la coca come se fosse una cosa simpatica da fare ogni tanto, un po' come la cannetta davanti a un film oppure ubriacarsi con gli amici, allora non c'è problema. Ma quando la coca diventa un abitudine e si trasforma nell'unica ragione per cui si sta insieme, allora si che è un guaio. Devi saperti controllare e stare attento, chiaro, ma cose tipo "dopo X volte che te la prendi sei dipendente" non esistono
>> Num. 8307 quick reply
>>8296
Secondo te in che misura la qualità della cocaina ne influenza la pericolosità?

Ogni tanto qualcuno che la prova ci lascia le penne e allora io mi chiedo: in che misura dipende dalla qualità della roba e in che misura contribuisce l'effettiva pericolosità della sostanza?
>> Num. 8308 quick reply
Op ti è scesa e sei in paranoia? prendi le benzo
>> Num. 8309 quick reply
>>8307
La pericolosità sta nel fatto che non sai nè il grado di purezza nè con quale merda è tagliata.

Il grafico del lancet penso sia da intendere esponenzialmente ad ordini di grandezza. Se la cannabis da dipendenza 1.5 e l'eroina 3.0 non si legge mica "il doppio". Per capire come è determinato l'indicatore del danno fisico dovresti leggere l'intero studio.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo