-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Name
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 33461)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, WEBM
  • Massima dimensione del file 8192 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 719 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 153010159324.jpg - (730.34KB , 1655x1200 , 1445740838150.jpg )
33461 Num. 33461
Non ho visto anon parlarne, è vecchio di qualche anno ma l'ho letto di recente ed è un capolavoro.
Sia come tematiche che come arte sembra una via di mezzo tra Pun Pun e Vagabond con qualcosa di Togashi.
La solitudine, la disperazione, la testardaggine e l'indifferenza sono resi perfettamente da i disegni e dai paesaggi maestosi.
Inizia sembrando uno shonen scolastico bello ma generico, e in 20 capitoli diventa un seinen duro e bello allo stesso tempo.
Assolutamente consigliato
Non spoilero la trama, Vi dico solo che inizia parlando di arrampicata e finisce sul fottuto K2. tutto l'arco sulle alpi giapponesi è costruito alla perfezione e finisce esattamente come dovrebbe finire, amaramente e distaccato
>> Num. 33462 SABBIA! quick reply
Sono un ritardato e pensavo di averlo messo nell Op, il titolo è Kokou no Vito, Climb nella traduzione americana/occidentale
>> Num. 33463 SABBIA! quick reply
>>33462
kokou no Hito.
Porcoddio l'autocorrettore
>> Num. 33465 quick reply
Ce l'ho in lista lettura da una vita e non mi sono mai deciso a recuperarlo. A maggior ragione dovrei farlo ora che qualcuno lo accosta a PunPun e Vagabond, due manga che ho adorato (piuttosto, che fine ha fatto Vagabond?).
>> Num. 33467 quick reply
>>33465
Vagabond è in hiatus più o meno per sempre, sembra che Inoue si sia rotto il cazzo di scriverlo/disegnarlo.
Per dire, nel frattempo ha iniziato, interrotto, ripreso e reinterrotto un manga sul basket dei diabili, e ora sta curando le copertine delle ristampe di Slam Dunk, FORSE riscrivendo il finale.
In pratica Vagabond finisce così, e non è nemmeno una brutta fine, anzi.
L'arco del villaggio dei contadini è uno dei miei pezzi di fisction preferiti in assoluto, lo trovo grandioso nella sua semplicità e indifferenza, il topos del guerriero che impara e essere umile è uno dei miei preferiti e qui è rappresentato alla perfezione, con un empatia e una chiusura da manuale.
La storia si chiude prima dello scontro tra Musashi e il suo rivale, e non è necessario sapere chi ha vinto perché sappiamo come Musashi è arrivato a essere il maestro che è.

>> Num. 33468 quick reply
Ce l'ho in lista da molto tempo ma ho già tanta roba da finire che non sto finendo
>> Num. 33490 quick reply
>>33465
Di Vagabon e PunPun ha delle trovate grafiche e un'illustrazione particolarmente buona, soprattutto per quanto riguarda gli scenari.
È ambientato in montagna e certe scene sembrano dipinti romantici, con l'ambiente che sfida e riflette l'uomo.
Tematicamente li accosto nella trattazione della solitudine, sia come condanna che come scelta, sul superare i momenti duri e sull'autocritica e la crescita personale.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo