-  [WT]  [Home] [Manage]

[Indietro]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 25869)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF
  • Massima dimensione del file 8000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 1124 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 152253550664.jpg - (18.92KB , 604x339 , 247c7d3958f3fb58599a4c2cdbc7ac85.jpg )
25869 Num. 25869
Anon convincimi che vale la pena di vivere ancora dopo che io e la mia ragazza ci siamo lasciati, sto invecchiando, faccio un lavoro di merda che odio ed ho una malattia cronica per la quale devo prendere farmaci che mi stanno distruggendo il fegato, i reni e la pelle e per la quale le probabilità di sopravvivenza si abbassano anno dopo anno
>> Num. 25870 quick reply
Pensaci: lei sta reagendo allo stesso modo alla rottura?
Se no, perché devi soffrire in questo modo? La vedi i come una sconfitta? Non dovresti vederla così, soprattutto se seo davvero in una condizione di salute simile, ma posso fapire che questa può essere una aggravante. perché non ci dai qualche altro dettaglio su voi due e su come è andata la rottura?
>> Num. 25871 quick reply
>>25870
È interessante notare che nella sfilza di sfighe di op, tu abbia notato solo la fine della relazione e ignorato (consapevolmente?) tutto il resto.
>> Num. 25872 quick reply
Quasi tutto quello che menzioni mi è capitato nel giro di 3-4 mesi l'anno scorso, in successione perfetta. Non so quale sia il lavoro che odi, quanto avessi investito nella tua relazione, che patologia tu abbia, ma io alla fine avevo in testa solo che dovevo terminarmi e alla svelta. Non è che avessi grandi scelte, anche con il senno di poi. Il momento peggiore è stata una sera di fine Novembre in cui mi sono ritrovato in strada in una città non mia, con un telefonino mezzo scarico, due cambi in un borsone da palestra e una confezione aperta di cracker a sfoglia da discount.

Le cose non è che siano migliorate tantissimo ad oggi, non ho più avuto la fortuna di dire "sto bene" intendendolo al di fuori della semantica di una conversazione informale. Però non sono più in una situazione obiettivamente tragica e il desiderio di ammazzarmi non è più un imperativo categorico. Senza entrare nei dettagli (è il tuo thread, non il mio) le cose piano piano migliorano a volte, magari anche parzialmente o di un pochino. E forse vale la pena aspettare e non prendere scelte permanenti sulla base di un impulso. Non credo di poterti convincere di nulla di più personalmente.
>> Num. 25873 quick reply
Puoi sempre fare cose nuove fregandotene di quello che gli altri pensano
>> Num. 25874 quick reply
Ovviamente non saprei che dirti al riguardo dei farmaci e della malattia cronica
>> Num. 25877 quick reply
- licenziati
- cerca un nuovo lavoro che non odi

In quel modo hai risolto il problema del lavoro di merda
>> Num. 26169 quick reply
  Più informazioni al riguardo del lavoro di merda
>> Num. 26170 quick reply
OP se non l'hai già fatto: smettila di vivere così a caso, esaminati la vita, riflettici, documentati sul senso e il significato di questa.
E per l'amor di Dio evita i ritardati
>> Num. 26171 quick reply
OP, tu hai avuto la fortuna di essere stato bene almeno una volta nella vita. Anch'io ho avuto questa fortuna, e quindi ogni volta che sto male penso a tutte le volte che sono stato male prima da star bene quella volta.
Perché io non mi sarei mai aspettato di poter stare bene, e invece e successo. E se adesso sto male e penso che non potrò mai stare bene, penso solo al fatto che l'ho già pensato e ho avuto torto.
Questo non toglie lo star male, ma almeno ti fa passare la voglia di ammazzarti.
>> Num. 26172 SABBIA! quick reply
>>26170
Sì, so che è un thread vecchio di mesi, ma è anche un thread ciclico.
>> Num. 26173 quick reply
Io dopo oltre un anno non mi trovo ancora a mio agio a riprovarci con le donne, e non è perché mi manca la ex, ma perché ho paura di fallire di nuovo.
Il mio lavoro era promettentissimo e dovevo andare all'estero ad essere strapagato per eccellere e invece abbiamo cambiato organizzazione aziendale e l'ho perso nel culo con la ghiaia all'ultimo momento.
Ora mi sento sgonfio, e stanco, ma non mi uccido perché la morte è estremamente spaventosa.
>> Num. 26174 quick reply
>>26173
E per quale motivo hai paura di fallire di nuovo?

Se fallisci di nuovo, cosa può succederti?
>> Num. 26175 quick reply
>>26174
So che cerchi solo di dargli coraggio, ma fallire è una merda: tu lo sai, io lo so, lui lo sa.
Il fatto è che però è proprio il fatto che sia un turbamento emotivo è una buona cosa per i depressi. Ti fa sentire vivo, e anche se soffri sai che comunque hai vissuto di più rispetto al giorno prima e la tua vita è più piena.
Non è la sofferenza che va fuggita, è l'apatia. Se >>26173 passasse tranquillamente sopra ai rifiuti probabilmente inizierebbe a pensare che anche ammazzarsi tutto sommato non deve essere così spaventoso.
Apprezzare la bellezza dell'intensità della sofferenza è l'unica speranza per vivere decentemente e non sopravvivere.
>> Num. 26176 quick reply
>>26175
Quindi ciò che importa per il depresso cronico non è tanto la qualità dell'emozione, ma l'intensità dell'emozione?
>> Num. 26177 quick reply
>>26176
Diciamo che per la mia esperienza intensità e qualità sono strettamente legate: la tristezza e la sofferenza possono essere belle, e la felicità insignificante.
Secondo me è più importante per un depresso aver voglia di vivere emozioni, più che aver voglia di vivere emozioni felici. Anche perché non esiste uno stato di felicità stabile che non si corrompa, e l'unico modo è accettare di vivere anche emozioni negative.
E quindi sì, per un depresso è più utile subire un rifiuto e starci onestamente e sinceramente di merda più che magari avere amicizie e una relazione superficiali con altrettanto superficiali sentimenti di felicità e amore.
È la mia opinione, però.
>> Num. 26178 quick reply
>>26177
Un'opinione un po' immatura e superficiale, aggiungerei
>> Num. 26179 SABBIA! quick reply
>>26178
Posso capire perché pensi che sia immatura, ma vorrei sapere perché pensi che sia superficiale. Non ho detto "cioè zio, devi solo vivere intensamente yolo", il mio punto è che il problema principale della depressione è l'apatia. E no, non penso di avere in mano la soluzione alla depressione pensando questo, solo una direzione.
Mi stai dicendo che secondo te una persona che ha paura del fallimento deve superare questa cosa pensando "vabbè, tanto la mia vita è una merda fallimento più fallimento meno" invece che "vabbè, almeno non sono stato chiuso in casa tutto il giorno"?
>> Num. 26185 quick reply
>>26172
Ma è un thread ciclico perché non riesci a rompere il circolo, genietto
>> Num. 26206 quick reply
>>26185
Per prima cosa deve licenziarsi e trovare il modo di fare un lavoro che gli possa andare bene e che non odierà.


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo