-  [WT]  [Home] [Manage]

Mostra board precedenti
03/03/2018 - 31/03/2018: /fanta2000/


[Indietro]
Modalità post: Risposta
Email b i u s sp
Soggetto   (risposta a 13446)
Messaggio
File
URL File
Embed  
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, MP3, PNG, SWF, WEBM
  • Massima dimensione del file 5000 KB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridimensionate.
  • Ci sono 179 post unici. Vedi catalogo

  • Blotter aggiornato il: 2017-10-11 Vedi/Nascondi Vedi Tutti

File 151242768045.jpg - (233.22KB , 1024x682 , LA-FELTRINELLI-Libri-e-Musica-05.jpg )
13446 Num. 13446
Non riesco a pensare ad un negozio che soffre la concorrenza di internet come le librerie. Forse i negozi di vestiti hanno perso gli uomini non sposati a favore di Zalando però alla fine anche li esiste comunque un gruppo di persone che vuole provare prima di comprare.
La libreria come può competere con i negozi di internet, con la loro offerta da tutto il mondo? Non parlo neanche di kindle e cose simili, parlo del fatto che se vado su amazon posso comprare ogni libro che voglio, anche cose particolari che nella libreria molto difficilmente troverei. A me dispiace anche, quando ero piccolo mi piaceva anche andare a comprare i libri, però per me non c'è concorrenza.

Le fumetterie anche le vedo in sofferenza, se rinuncio ad amazon con le spedizioni gratuite ed il 15% di sconto è solo perché mi stanno simpatici e sono vicini ad altri negozi che frequento. Immagino che si salvino un po' con altri giri, tipo poster ed altro materiale.
Le librerie invece sono fottute, persino mia madre ha iniziato a comprare i libri online.
Espandi tutte le immagini
>> Num. 13447 quick reply
E i negozi di dischi?
>> Num. 13448 quick reply
per chi non è feticista del supporto fisico come il sottoscritto, più che il concetto di acquisto on line è il concetto di digitale che sta "ammazzando" quel tipo di negozi

Quando parlo ad altre persone di come a me piaccia comprare cd, giochi, film e libri "tangibili" mi guardano al 99% come fossi una sorta di alieno venuto da Ork.

Che poi amazon e compagnia abbiano preso il posto di librerie, negozi di dischi e altro è poco ma sicuro. negozi storici della mia provincia han chiuso i battenti di recente proprio per il calo drastico delle vendite (e con la sparizione della generazione dei miei genitori la vedo grigia anche per le edicole, almeno quelle che vendono solo ed esclusivamente riviste\quotidiani, non quelle che sembrano dei mini market e che hanno anche il superenalotto per capirsi)
>> Num. 13449 quick reply
>>13448
Ammetto che non avevo pensato alle edicole. Forse riusciranno a sopravvivere come tabaccherie/cartolerie, come vendita di giornali e riviste effettivamente le vedo male.

>>13447
Quelli sono rimasti fregati dal declino del supporto fisico più che da negozi onine che vendono dischi.
>> Num. 13450 quick reply
Negli ultimi mesi sono rientrato di nuovo in una libreria, per la precisione ho visitato La Feltrinelli in 3 città diverse, un po' per noia, un po' perché sentivo la mancanza di un libro fisico, un po' perché in fondo le librerie mi piacciono. Sono un discreto lettore, mi piace leggere e se ne avessi il tempo lo farei 24/7, ma da quando uso un kindle libri fisici ne ho comprati quasi meno di zero. Il potermi portare una libreria sempre con me, aggiunta alla possibilità di leggere anche da telefono/tablet e riprendere nello stesso punto semplicemente non si batte.

La cosa che mi ha colpito subito sono stati i prezzi, completamente folli. Per carità, io capisco che il best seller appena uscito costi 20-25 euro, devono recuperare i soldi per i diritti e le spese, ma i classici? La narrativa di 15-20-30 anni fa? I testi di filosofia? I tascabili con copertina di cartone sottile? Pura follia. Semplicemente non mi va di farmi prendere in giro così. E non sono il solo, molta della gente che ho visto va li esclusivamente per scroccare e leggere sulle poltroncine.
Le librerie stesse ne sono al corrente, altrimenti non cercherebbero di sopravvivere con paraculate tipo gli apericena (che cazzo c'entra poi in una libreria) e gli incontri con l'autore (self published spesso e volentieri).

Per quanto mi riguarda non sarà il commercio via internet ad uccidere le libreria. Saranno le scelte miopi degli editori e gli ebook scaricati illegalmente.
>> Num. 13451 quick reply
>>13448
Io ho perso il gusto per i supporti fissi perché i VG alla fine non vengono più venduti come un prodotto intero.
Quindi o aspetti qualche ultimate/definitive edition, e anche in quel caso non sempre ci sono tutti i DLC e salcazzi.
Quindi ti ritrovi sempre a dover scaricare roba comunque.
Al massimo posso farmi la mia personale copia di backup tutto incluso nel caso che laccadì esterno muore e fare un po' di spazio.
>> Num. 13452 quick reply
>>13450
Difatti l'unica libreria della mia zona sopravvive proprio con le cose che citi tu. Presentazioni di autori più o meno famosi, Angolo bar fighetto, negozietto di cd\animu\manga ecc...

>>13451
Su questo ti posso capire, specie se ti riferisci ai giochi per console (chi compra su pc su steam ha una concezione del digitale al 100% alla base quindi non lo prendo in considerazione per il mio ragionamento)

E pure il discorso illegalità c'entra fino a un certo punto e dipende sempre di chi parli. faccio un esempio che mi darà in pasto al pubblico ludibrio ma se non avessi scaricato aumma aumma roba kpop per mesi non mi sarei accattato, e a prezzi abbastanza folli, cd originali da sarcazzolandia (magari pure autografati)

quindi alla fine chi vuole il feticcio fisico finisce sempre per prendere il feticcio fisico (coi giochi provano a incularti con le limited\collector eccetera e vedo che spesso ci riescono)
>> Num. 13453 quick reply
>>13451
Va detto che insomma il videogioco come tale non è mai stato davvero "fisico", io mi ricordo il manuale di world of warcraft più che il gioco in se per dire.
Io, per quel poco che gioco, comprerei volentieri il fisico se avessi qualcosa in cambio, visto che ormai la confezione si limita al solo cd e scatola allora compro su steam e sono felice.
>> Num. 13454 quick reply
>>13453
e appunto mi parli di steam, quindi pc, quindi un discorso che già alla radice parte molto più "avvantaggiato" sul discorso digitale, specie con i bundle dove ti tirano dietro pacchi e pacchi di giochi completi

sulle console il discorso cambia un po' e solo da pochi giorni ho iniziato ad acquistare giochi Full digital come, per l'appunto, vice city ma solo perché non esiste la controparte fisica su ps4 (nel senso, fosse uscita una remastered hd avrei preso quella. cosa che per esempio farò a breve con la noire, per dire)
>> Num. 13489 quick reply
File 151377838168.jpg - (88.23KB , 400x400 , 1513741142001.jpg )
13489
Io prendo ancora i libri in libreria, alla fine comprando 3 libri all'anno non mi sembra di avere un gran risparmio anche se ordinassi online
>> Num. 13490 quick reply
>>13489
Se inizi a comprare anche altro (tipo chessò videogiochi film ecc) ti faresti il prime e risparieresti ancor di più

chiaro che se in tutto l'anno gli acquisti si limitano SOLO a 3 libri e punto non conviene proprio e quindi fai solo bene.
>> Num. 13491 quick reply
>>13489
Per me, più che sul prezzo, le librerie non possono competere sulla quantità dell'offerta. Semplicemente su amazon posso comprare i libri che voglio in ogni momento, la libreria non ha la stessa capacità di offerta.
Il fatto è che questo problema lo hanno molti tipi di negozi, però riescono a sopperire con il rapporto umano e l'ambiente. Ad esempio, io il te lo vado a comprare nel piccolo negozio perché mi fa piacere parlare con la persona, il negozio è bello eccetera. La libreria invece, almeno quelle di mia conoscenza, hanno tutte il sapore di un supermercato del libro. Vai li, prendi il libro dallo scaffale, paghi. Il tutto in un contesto freddo che insomma non ti fa venire voglia di andare. Loro cercano di sopperire come dice >>13450 però non è che funzioni molto.

Detto questo, leggendo dei dati oggettivi, vedo che il prezzo della vendita online l'hanno pagati supermercati ed autogrill più che le librerie, quindi magari sono io che la faccio tragica.

Mi chiedo se e come potrebbe funzionare un negozio di libri con un target di nicchia.
>> Num. 13492 quick reply
Benvenuto nel 1999 OP


Cancella post []
Password  
Segnala post
Motivo